Jump to content
c6764a7c11db2b6d8b4031e93b3e75c5.jpg
 

Guest
  • 162 views
From the album:

Libri e documentari social-mente utili

  • 20 images
  • 8 comments
  • 27 image comments

Photo Information for c6764a7c11db2b6d8b4031e93b3e75c5.jpg


Recommended Comments

Guest Great Starred

Posted (edited)

Sinossi di copertina:

"Le eroine dei fumetti le invitano a essere belle. Le loro riviste propongono test sentimentali e consigli su come truccarsi. Nei loro libri scolastici, le mamme continuano ad accudire la casa per padri e fratelli. La pubblicità le dipinge come piccole cuoche. Le loro bambole sono sexy e rispecchiano (o inducono) i loro sogni. Questo è il mondo delle nuove bambine. Negli anni settanta, Elena Gianini Belotti raccontò come l'educazione sociale e culturale all'inferiorità femminile si compisse nel giro di pochi anni, dalla nascita all'ingresso nella vita scolastica. Le cose non sono cambiate, anche se le apparenze sembrano andare nella direzione contraria. Ad esempio, libri, film e cartoni propongono, certo, più personaggi femminili di un tempo: ma confinandoli nell'antico stereotipo della fata e della strega. Sembra legittimo chiedersi cosa sia accaduto negli ultimi trent'anni, e come mai coloro che volevano tutto (il sapere, la maternità, l'uguaglianza, la gratificazione) si siano accontentate delle briciole apparentemente più appetitose. E bisogna cominciare con l'interrogarsi sulle bambine: perché è ancora una volta negli anni dell'infanzia che le donne vengono indotte a consegnarsi a una docilità oggi travestita da rampantismo, a una certezza di subordine che persiste, e trova forme nuove persino in territori dove l'identità è fluida come il web."

Prefazione di Elena Gianini Belotti.

Edited by Great Starred
Link to comment
Guest Great Starred

Posted (edited)

PRINCIPI DI LETTERATURA INFANTILE:

 

Jack Zipes, direttore del Centro Studi dell'Universita' del Minnesota, scrive che abbiamo avuto un periodo (tra gli anni sessanta e settanta) in cui le biblioteche FACEVANO FATICA a spendere in libri tutto il denaro messo a loro disposizione (il maiuscolo e' mio).

Oggi suona inverosimile ma e' successo, anche in Italia. Era un momento in cui si credeva all'istruzione. Si rendevano disponibili spazi creativi dove l'interesse per i libri sorgeva spontaneo e i bambini leggevano, commentavano, si scambiavano consigli ed impressioni non dietro il miraggio di una ricompensa scolastica, ma per il semplice piacere di farlo.

Capito' persino che fossero gli scrittori a desiderare di scrivere per le biblioteche, poiche' lo scopo era ancora l'esser letti da quante piu' persone possibili.

Da allora ad oggi, la situazione si e' ribaltata, pochi degli editori per ragazzi manifestano ancora l'aspirazione che si leggano i loro libri. La priorita' e' l'acquisto, al punto che regalare alla biblioteca alcune copie di un'opera attesa e' una tradizione caduta in disuso, ed essa deve sborsare di tasca propria e persino indebitarsi per acquistare i libri che servono.

Se negli anni '60 si scriveva per le biblioteche, mai come in questo decennio si scrive per la tv, sulla tv, nella tv. Il cerchio si chiude, e cio' che proviene dal televisore ritorna al televisore, generalmente presentato in qualche programma contenitore per ragazzi.

A partire dagli anni '80, per controbattere lo "strapotere" di telefilm, cartoni e videogiochi, si comincio' a pubblicare romanzi che sembravano telefilm, cartoni e videogiochi, ritenendo che per un bambino leggere uno di questi fosse sempre meglio che restare sei ore incollato al teleschermo. 

Al contrario, il gusto e' qualcosa che si acquisisce fin da piccoli. Se un ragazzino viene abituato a questo genere di libri fin dal momento in cui e' capace di leggere da solo, la lettura sara' impresa sempre piu' difficile frequentando la scuola media,quando gli verranno assegnati dei classici come libri di testo.

 

Libro di riferimento:

Jack Zipes, Oltre il giardino, saggistica Mondadori.

Edited by Great Starred
Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.