Jump to content
Pluschan

Thoril

Pchan User
  • Content Count

    261
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Thoril last won the day on April 1 2019

Thoril had the most liked content!

Community Reputation

31 Eccellente

About Thoril

  • Rank
    Elfoghè

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Non dichiarato

Recent Profile Visitors

436 profile views
  1. guardando il testo giapponese punterei su un "niente da fare. come immaginavo, non sarei dovuto venire. temo che non ci sia modo di incontrarsi. ok, vorrà dire che andrò in un rifugio"
  2. Probabile che hsi letto qualche mio commento :p Ho impestato un po di video (soprattutto quelli di sabaku) facendo notare errori di traduzione italiani e segnalando quale fosse la versione più fedele (di solito l'italiana) quando sub e doppiaggio divergono troppo.
  3. Pure la traduzione italiana non è esente da orrori epici cmq. Ma nel complesso il lavoro è più fedele.
  4. Poi quando come nel remake di ffvii escono i sub italiani la gente è indinniata e grida al lavoro fatto col culo perchè non corrispondono al parlato inglese.
  5. Domanda che esula un attimo dal discorso eva. Sulla questione "detti reali italiani", nella traduzione di porco rosso come ti sei regolato?(se ci sono ovviamente in originale detti che possono essere tradotti con un corrispettivo italiano. Il film non l'ho visto ne in italiano ne in giapponese). Nel senso, li hai riportati con il corrispettivo forte del fatto che nella quarta parete sono comunque personaggi che parlano italiano, o ti sei basato sull'assioma "film giapponese per giapponesi"?
  6. La luna e lana avrebbe avuto senso se in originale il senso del discorso era prendere fischi per fiaschi o simili...cioè capire una cosa per un altra. In giapponese dice "tsuki to suppon" " la luna e il trionice" che è una varietà di tartaruga. In giapponese esiste l'espressione "tsuki to suppon hodo chigau" che significa approssimativamente "sono diversi come il giorno e la notte". Se volessi essere scurrile la frase di asuka sarebbe stata ben resa con "paragonarlo a quei sacchi di patate è come paragonare il cioccolato con lammerda" :p
  7. Su questo periodo sventolo bandiera bianca e mi ritiro in buon ordine prendendo atto che abbiamo modi di vedere la traduzione totalmemte antitetici e senza nessun appiglio per una discussione.
  8. Prima di tutto un mea culpa. Andavo a memoria (da gasteropode, ma questa devo tenermi) e non avevo voglia di rispulciarmi tutto un topic per ricercare la frase esatta. Ad ogni modo il monolingual mi da gyakumodori come "l'atto del tornare alla situazione o al luogo originario, muovendosi in senso contrario slla direzione che si dovrebbe avere", dando come esempio "byojuou ga gyakumodorisuru" che tradurrei con "le condizioni del malato sono regredite/tornate normali" . Altro esempio è "jikan ga gyakumodorisuru" riportare indietro il tempo. Detto questo, visto il "ni" attaccato a pinchi usarlo come soggetto della frase è a mio avviso se non sbagliato impreciso. Volendo tenere per buono ol significato di rivolgimento di fronte la traduzione sarebbe dovuta essere "adesso (la situazione) è indietreggiata nel (in un) pinchi [lo lascio in originale per praticità]" Ovvero "adesso la situazione ci si è ritorta contro" oppure "ora siamo noi ad essere nei guai". Ma "la stretta della morsa ci è tornata indietro",perdonami la schiettezza, non è italiano. P.s. il monolingua giapponese mi da come primi significati di pinchi, ovvero quello di uso prevalente, "危機" (crisi/situazione critica) e "窮地"(guaio/impiccio/situazione difficile). In seconda battuta il significato di pizzicotto, molletta da bucato etc.
  9. si, ma la battuta giapponese era "pinchi ni modorimasu" se non ricordo male. una cosa tipo "siamo tornati "in a pinch"", nei guai. stiamo da capo a dodici. siamo finiti dalla padella nella brace. un po quello che vuoi, ma "la stretta della morsa ci è tornata indietro" è una cosa convolutissima che non significa nulla in quel frangente.
  10. Resta il fatto che in giapponese "pinchi" ha, pure sul monolingual, significato primario di "problema/emergenza". Infatti la traduzione "la stretta della morsa" etc. Mi ha sempre lasciato parecchio stranito.
  11. Anche in inglese. "To be in a pinch" significa proprio "essere nei guai/trovarsi alle strette". Facendo un po di etimologia spicciola è l'espressione su cui il giapponese ha preso il calco per l'utilizzo di "pinchi" come "problema, guaio"
  12. Sono ricapitato in questo topicad un anno di distanza...e sto post mi era sfuggito. Su questo punto devo purtroppo smentirti: l'espressione "inochi no sentaku" esiste. Il monolingua alla voce sentaku mi da come definizione primaeia bucato, e poi "quella sensazione di pulizia/rilassamento/sollevamento che deriva dal dimenticarsi degli affanni che affligono l'animo. Eg. Inochi no sentaku" Quindi ritengo che fosse più giusta la tua versione degli anni 90.
  13. Tanto per l'orrore che fa l'ultima saga potevano pure non farla.
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.