Jump to content
Pluschan

Recommended Posts

18 minuti fa, Cavaliere nero. ha scritto:

Attenzione perchè magari in buona fede ma sui TG1 e TG3 è in atto una disinformazione.

Dicono che ci sarebbe oggi un netto calo dei contagi,solo 3612 oggi.

Ma è un errore.

3612 è l'aumento dei casi con però sottratti i morti ed i guariti del giorno.

Cioè oggi i nuovi casi sono stati 5249.

Ma per misurare l'aumento degli attualmente positivi si sottraggono i guariti ed i morti della giornata.

Cioè dai 5249 effettivi nuovi casi si sottraggono gli 894 guariti ed i 743 deceduti e si ha appunto 3612.

Però così non si misura l'aumento in assoluto,ma solo quello degli attualmente infetti.

Cioè mettiamo che in un giorno ci siano 1000 nuovi casi,500 guariti e 500 morti.

Se però si sottraggono i morti ed i guariti dai nuovi casi parrebbe che quel giorno non ci siano stati nuovi casi,quando invece sono stati 1000.

https://www.ilpost.it/2020/03/23/perche-ogni-giorno-ci-sono-due-numeri-diversi-sullaumento-dei-contagi/?fbclid=IwAR1EOht32mLrwTlaUZKqyAbojkweQpxZJvEyu2tb6_8CHdYHnVub54mCT1o

 

Appunto, chi ha inventato quel modo di sommare i dati? :giggle:

Sommando morti e "contagiati del giorno" ieri eravamo a 602+3780=4382 e oggi a 743+3612=4355, ma i casi totali sembrano saliti perché sono aumentati i guariti - che era gente già contata perché già malata (a meno che si sia ammalata e sia guarita lo stesso giorno:giggle:)!

Edit: corretti i dati.

Edited by Anonimo (*lui*)
Link to post
Share on other sites
  • Replies 1.1k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Te lo confermo. Sostanzialmente ci infilano un pizzico di verità, mescolato con ipotesi varie, interpretate in chiave catastrofistica. Stando a loro avremmo già dovuto avere quattro ere glaciali e

Ti farò schifo, non me che me importi nulla, anzi. Io li ringrazio, perché ad oggi gli alleati, gli amici ci hanno sbattuto la porta in faccia e l'aiuto da oriente è arrivato. Il fatto che il virus si

E una volta che saremo tutti vaccinati, leggeremo i no-vax (ovviamente tra i primi a farsi vaccinare) lamentarsi di Big Pharma e di come ci manipola e di come sarebbe bastato fare il Covid-19 party pe

Posted Images

Può essere.

Però non ha a che fare con quello che ho scritto sopra.

C'è una ambiguità nel modo di comunicare i dati che fa Borrelli alle 18.

Lui per i nuovi casi non intende un aumento in assoluto,ma solo un aumento rispetto ai positivi del giorno prima.

Stasera ad esempio ha detto di 3612 nuovi casi.

Ma non è l'aumento in assoluto,ma solo rispetto ai positivi di ieri.

Perchè appunto dal totale sono sottratti i morti ed i guariti della giornata.

Però così non si misura l'aumento in assoluto.

Link to post
Share on other sites

Non c'entrano i giornalisti, è la protezione civile che ha sempre dato cosi i conteggi.

Francamente però, tenendo anche conto che fin dall'inizio i numeri erano sbagliati, quello che conta davvero sono le persone "positive" perchè pesano sulla sanità, chi è morto o guarito non è piu un problema.

Link to post
Share on other sites

A proposito di dati, oggi in Toscana sono stati registrati 238 nuovi casi rispetto a ieri, quando invece ne erano stati registrati 184 rispetto a domenica.

Ma d'altra parte nelle ultime ventiquattro ore sono stati fatti 1850 tamponi, circa il triplo di quelli fatti nelle ventiquattro ore precedenti..

Edited by Eymerich
Link to post
Share on other sites

No Ryoga,qualcuno che sbaglia c'è in questa questione.

Se non è la Protezione Civile sono i giornalisti che non sanno interpretare i dati.

E poi questo errore è comunque importante per lo studio dell'epidemia.

 

Link to post
Share on other sites

infatti ho detto che nel caso l'errore è della protezione civile che dà cosi i dati

poi alcuni giornali danno quello che dici tu, è una polemica che va avanti da diverse settimane, ma tanto se adesso vengono fatti più tamponi i numeri saliranno di brutto rendendo inutile qualunque pregresso

come dicevo già giorni fa gli unici numeri che contano sono gli ospedalizzati 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ok.

E' che dicendo che ci sarebbero stati solo 3612 casi,quando invece sono stati 5249 si fa passare che ci sia una diminuzione sostenuta dell'epidemia.

Ma non è così.

Il calo c'è stato,ma è più contenuto.

Link to post
Share on other sites

 

Sto guardando Zaia, e ha detto una cosa interessante.

Cioè che mancano tamponi e la gente che fa le verifiche, e che oggi sono arrivati i risultati di tamponi da padova che erano fermi da qualche giorno.

Cosa vuol dire questo? Che il numero dei "contagiati" del giorno è ancora più farlocco, perchè magari si riferiscono a dati di 5-6 giorni prima

Link to post
Share on other sites

Farlocco o meno l'unico sito con cifre un pelo utili è questo, il resto è inutile

https://lab24.ilsole24ore.com/coronavirus/

Anche se il grafico dei vari paesi che li mette a confronto non considera pure la differenza di popolazione, tipo la Svizzera in proporzione è inguaiata praticamente quanto noi.

Edited by Alex Halman
Link to post
Share on other sites

Tragicamente, l'unica cifra significativa – perché non infetta da "casi sommersi" – è quella dei deceduti.

L'imputazione alla sindrome clinica del SARS-CoViD2 è altra cosa, ma i morti sono sempre reali. Tragicamente. Quindi sul territorio il loro numero può tracciare un andamento in qualche modo significativo.

Quanto al numero di "contagi diagnosticati", beh, come si diceva è un numero quasi da "dummy data", per dirla alla MAGI SYSTEM. 

Edited by Shito
Link to post
Share on other sites

In realtà pure il numero delle vittime non è veritiero perchè molti morti non vengono tamponati,specie nelle zone calde come la Lombardia.

Per dire a Coccaglio a Brescia sono morte 20 persone in 2 giorni.

Cosa anomala che in periodo normale le vittime sono molte meno.

Però a nessuno di quelli è stato fatto il tampone e non sono contati nelle vittime da Covid.

Comunque impressionante come i media continuino a parlare di:

casi per il terzo giorno in diminuzione.

Quando appunto non è così.

C'è da dire che il livello medio di molti "giornalisti" è davvero basso,

che è difficile capire dove finisca l'ignoranza ed inizi la malafede.

Link to post
Share on other sites

Buongiorno,

leggo alcune imprecisioni e tanti dubbi legittimi sulla comunicazione dei dati e su come vanno osservati (come giustamente Ryoga manca omogeneità, ma ci sono modi per osservarli e trarre comunque info importanti anche se non sono quelle che noi vorremmo). Non sto a rispondervi a tutti, fatevi un piacere (se avete tempo e voglia ovviamente) e guardatevi il video in questa pagina che credo sia tra i più esaustivi e comprensibili sulla questione:

https://www.quotidiano.net/cronaca/coronavirus-dati-contagio-1.5080639

 

Buona continuazione

 

Edited by nonsonopirkaf
Link to post
Share on other sites

Concordo con Cavaliere, l'assunto è che Borrelli che è un coglione, da volutamente (o magari no è un coglione potrebbe anche essere analfabeta) dati errati e i giornali italiani vanno dietro come bestie e meriterebbero davvero di essere cancellati dalle attività essenziali (e probabile che lo sarà per il dopo virus vedi una seria riflessione di Mentana su uno dei suoi profili social, non ricordo quale), dire il numero dei casi positivi al netto dei guariti e dei morti è solo indice di profonda ignoranza e di mancanza di rispetto verso le persone e anche verso l'aritmetica di base.

Il numero dei casi non è in diminuzione se mai diminuisce l'aumento percentuali degli stessi, come credo Halman abbia fatto vedere nel suo link al Sole, ma anche la diminuzione di tale percentuale è relativa al numero di tamponi fatti che nei giorni di domenica e lunedì era decisamente inferiore (oltre 10%) al numero dei tamponi fatti sabato, la realtà è che non fanno abbastanza tamponi a tutti forse solo con la sola eccezione del Veneto che comunque non riesce a fare quello che vuole, perché mancano i laboratori attrezzati per le analisi. In Corea usano analisi tipo drive in, senza neanche uscire dall'auto o cabine telefoniche dove in 7 minuti hai un esito, se sei positivo quarantena e tracciamento con app, se sei negativo con prudenza vai avanti a lavorare o a studiare o a fare la tua vita, con prudenza come dicevo prima, ripeti il test 2 giorni dopo per eventualmente scartare i falsi negativi (linea OMS) e si va avanti.

Quindi il numero dei contagiati è palesemente sottostimato, e qui potrebbe essere una buona notizia, abbasserebbe la percentuale di letalità, che in Lombardia è semplicemente folle (quella minus della Gismondo che parla di virus mutato dovrebbe essere sbattuta fuori da ogni posto scientifico a calci in culo), ma d'altra parte esporrebbe la nostra linea governativa al fatto che non esiste evidenza (altra figura di merda del coglionazzo in conferenza stampa) sul reale numero di contagiati, mentre è scientificamente provato senza distorsioni anche se si stratta di un piccolo campione, che a Vo' Euganeo la percentuale di asintomatici completi era del 75% dei positivi che erano il 3% dei testati, quindi applicando una semplice proporzione si potrebbe (calcolo fattibile solo per avere un ordine di idee) capire cosa cazzo hanno combinato non isolando prima di tutto i cinesi e chi aveva viaggiato dalla Cina, poi non isolando ospedali e RSA (di cui si sentono e leggono cose da 6 mondo).

Perché anche il numero dei morti è palesemente sottostimato, contano come morti solo chi viene registrato in ospedale, ma siccome tanti non vanno in ospedale e muoiono in casa, per diversi motivi che avete già ripetuto varie volte ecco che pure questo numero è fallato, quindi ha ragione Ryoga quel coglionazzo di Borrelli dovrebbe dare solo il dato dei tamponi fatti, il dato degli stress ospedalieri come la percentuale di saturazione delle TI, i dati di posti disponibili e le eventuali variazione e come si sta lavorando per aumentarle, prima della crisi noi 5000 posti, Spagna 4000 e Germania 28000, cosi per dirne una, e stop, più che altro se si vuole davvero prendere per il culo i tedeschi per i loro errori (il loro numero dei morti è ridicolo), bisognerebbe non averne fatti o averne fatti in numero minimo cosa che non è successa 

Qui da noi pensano al lockdown fino a (ho sentito voci più o meno attendibili che parlavano del dopo weekend del 1 maggio) data da stabilirsi, ma non fanno i tamponi, non indicano linee guida, non pianificano come gestire il tutto fino al momento del possibile (ma non certo) arrivo del vaccino, e soprattutto non hanno una minima idea di che condizioni economiche ci aspettano altrimenti non chiederebbero un provvedimento del genere, di chiusura totale delle aziende e delle attività fino a data da destinarsi.

Troveranno delle macerie e non esagero.

Saluti Toma

Edited by Il Toma
Link to post
Share on other sites

A me non mette paura tanto l'incapacità politica (di tutti), ma quanto sia stato inefficiente quello che oggi viene chiamato il "deep state": tecnici, funzionari, collaboratori, specialisti e tutta la struttura  nei gangli dello stato che rimane al mutare dei governi e che si presume sia quella che abbia le competenze specifiche. Nonostante creda che comunque in una situazione così inedita e dove ancora neanche la comunità scientifica ha fatto in tempo a dare delle risposte univoche, gli errori si possano commettere, è chiaro che il governo sta andando a tentoni, in modo confusionario e senza autorevolezza.

Il grande problema sarà la ricaduta economica e ancora c'è qualcuno che ci vuole mettere il cappio al collo del MES, illudendosi che ci concedano la "non condizionalità" (gli """"amici e alleati"""" olandesi ci hanno già spernacchiato e così molti la pensano in Germania), l'occasione di "redimere" l'Europa del sud è troppo ghiotta. L'unica speranza è che questo ferrovecchio inutile e dannoso di UE venga spazzato via dalla storia.

Link to post
Share on other sites

E la speranza viene dall'ovest.

Comunque riguardo ai decessi, NON è un dato rilevante sul trend. In un giorno potrebbero morire soggetti che erano ospedalizzati da settimane, per cui non sono in alcun modo indicativi del decorso dell'epidemia.

Ho visto metà del video, dice cose per me abbastanza ovvie (che tutti i dati sono in ritardo per cui il trend giornaliero vale poco detto cosi a nude) che però avrebbero dovuto essere spiegate chiaramente dal commercialista fin dal primo giorno, dando anche qualche proiezione e non solo dati disomogenei.

Certo nel momento in cui vuole farci credere che in cina abbiano scoperto il virus il 27 dicembre avvisando subito il mondo e abbiano chiuso tutto dopo 300 contagiati mi vien da ridere per non piangere

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, ryoga ha scritto:

Certo nel momento in cui vuole farci credere che in cina abbiano scoperto il virus il 27 dicembre avvisando subito il mondo e abbiano chiuso tutto dopo 300 contagiati mi vien da ridere per non piangere

Premetto che info e dati da paesi come Cina e Russia anche io tendo a prenderli con una pinza abnorme.

Riflettevo l'altro giorno con Garion su un fatto: la Cina convive con la Sars da oramai vent'anni. Magari il virus è completamente differente, un altro ceppo, non abbiamo abbastanza informazioni in merito. Però può darsi che ci sia una metodologia di intervento, soprattutto nella tempistica che hanno imparato e noi nell'altro emisfero del globo abbiamo bellamente ignorato curandoci solo del nostro orticello pensando che problemi del genere non avrebbero mai potuto interessarci.

In modo molto politicamente corretto si fa notare come la Cina sia una dittatura e che i metodi cinesi siano difficilmente replicabili in altri paesi (fermo restando che il virus è stato confinato quasi esclusivamente nella regione di Hubei, grande come l'Italia, mentre Wuhan la si può paragonare alla Lombardia).

Però abbiamo altri esempi di interventi che sono riusciti in modo breve: Giappone e S. Corea. Cina, Giappone, S.Corea con tre metodologie differenti hanno ottenuto lo stesso risultato.  Unico fattore in comune: la tempestività dell'intervento, che per me è sintomo di una precedente conoscenza/studio del problema.

Non ci possiamo fidare dei dati cinesi? Bene, ci sono i dati coreani che sono specifici ed esaustivi perché i tamponi li hanno fatti a tutti.

Tutto questo si riflette sui temp di risposta della macchina governativa: devono essere veloci e la comunicazione deve essere fatta in modo corretto. Cosa che nei paesi occidentali non è stata fatta.

E' stato un errore madornale comunicare dapprima che è un virus che riguarda solo le persone anzianie quando il suo pericolo maggiore è la contagiosità elevata e quando hai sotto mano i dati coreani che ti dicevano che il 30% dei contagi erano in persone dai 20 ai 29 anni.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Occhio però che in giappone mi risulta abbiano fatto meno tamponi che nel solo veneto. Ora che le olimpiadi non ci sono più vediamo che succede.

Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, Eymerich ha scritto:

Ma alla fin fine il problema è proprio questo: non sappiamo quanto siano attendibili i dati provenienti da ciascun paese (Italia inclusa..).

per questo vanno guardati gli andamenti delle curve sul lungo periodo, con dati sovrastimati o sottostimati cmq le proporzioni sono rispettate e si capisce l'andamento del fenomeno.

Sicuramente i confronti sono ardui, e soprattutto siamo di fronte non solo a protocolli medici differenti da nazione a nazione, ma persino da regione a regione qui in Italia.

Di certo la più attrezzata ad attutire il colpo dell'onda mi sembra la Germania, il cui sistema ospedaliero lo studiai qualche anno fa per un progetto di finanziamento qui in Emilia Romagna.

Va detto anche che l'esplosione dei focolai è così randomica e non prevedibile, che se ti capita in un posto non attrezzato può fare danni enormi. Ma anche in un posto attrezzato, se si pensa alla regione Lombardia che è una elite da quel punto di vista.

Anche se a me piace più la risposta di Zaia all'emergenza rispetto a quella di Fontana. Perché è stata ferma, decisa. E ha preso i provvedimenti che andavano presi senza aspettare che fosse il governo a farlo per lui.

Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Il Toma said:

In Corea usano analisi tipo drive in, senza neanche uscire dall'auto o cabine telefoniche dove in 7 minuti hai un esito, se sei positivo

Sicuro di non aver confuso ore per minuti? attualmente la tecnica più usata è la RT-PCR che richiede qualche ora e tecnici specializzati.....

Link to post
Share on other sites
6 minutes ago, francescoG1 said:

Sicuro di non aver confuso ore per minuti? attualmente la tecnica più usata è la RT-PCR che richiede qualche ora e tecnici specializzati.....

No, l'ho vista come notizia nei giorni scorsi su Twitter postata anche da gente come Burioni, l'ho trovata in questo articolo per farti vedere, ma il fatto che l'abbiano messa anche loro mi fa credere non sia una bufala

https://gulfnews.com/photos/news/coronavirus-south-korea-dials-up-virus-testing-with-hospital-phone-booths-1.1584445007168?slide=1

 

Saluti Toma

Link to post
Share on other sites
36 minutes ago, Il Toma said:

No, l'ho vista come notizia nei giorni scorsi su Twitter postata anche da gente come Burioni, l'ho trovata in questo articolo per farti vedere, ma il fatto che l'abbiano messa anche loro mi fa credere non sia una bufala

https://gulfnews.com/photos/news/coronavirus-south-korea-dials-up-virus-testing-with-hospital-phone-booths-1.1584445007168?slide=1

 

Saluti Toma

Quello quindi è il tempo di raccolta del campione NON di analisi del campione che come dicevo i macchinari richiedono un bel po' di tempo. 

Edited by francescoG1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.