Jump to content
Pluschan

Recommended Posts

"Non mi facevo troppe illusioni, ma speravo che, come al tempo del terremoto in Friuli, governo e opposizione si sedessero attorno a un tavolo, sospendessero le guerre e accompagnassero il paese fuori dall’incubo."

 

Ossimoro.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 937
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ti farò schifo, non me che me importi nulla, anzi. Io li ringrazio, perché ad oggi gli alleati, gli amici ci hanno sbattuto la porta in faccia e l'aiuto da oriente è arrivato. Il fatto che il virus si

Te lo confermo. Sostanzialmente ci infilano un pizzico di verità, mescolato con ipotesi varie, interpretate in chiave catastrofistica. Stando a loro avremmo già dovuto avere quattro ere glaciali e

E una volta che saremo tutti vaccinati, leggeremo i no-vax (ovviamente tra i primi a farsi vaccinare) lamentarsi di Big Pharma e di come ci manipola e di come sarebbe bastato fare il Covid-19 party pe

Posted Images

A mezzanotte a Parigi ho incontrato Woody Allen che mi ha garantito che in tempi passati i politici erano tutti galantuomini.

Poi in una strana caffetteria c'era Tomasi di Lapemdusa che ha sorriso, e Visconti in un angolo che piangeva.

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Shuji said:

il politically correct

il senso però si riduce veramente solo a questo ed a quanto male ha fatto/fa alla società. nella corsa per piantare la bandierina del popolo più civile si è deciso di mettere da parte coraggio e razionalità; ma in questo momento storico la gente ha necessità di avere dei riferimenti concreti, non impressioni e propositi certamente nobili ma vaghi oppure limitazioni nell'espressione di concetti basilari, e forse un po' di semplice coscienza sta quindi emergendo. forse sta avvenendo qualcosa che, se preso come esempio, potrebbe porre le basi per un cambiamento del linguaggio politico e dunque della proposta al cittadino. e siccome viviamo in un mondo globale dove i partiti importano dei format opportuni che hanno funzionato altrove...

Link to post
Share on other sites

E infatti quello e'ok, poi pero' approfitta dell'argomento per dar addosso a questo e a quello, parlando d'altro, e li' non va piu' bene.

Link to post
Share on other sites

Mi sono perso. I post cui dovrei replicare sono un po' seppelliti. E ho ben poca capacità argomentativa e molte impressioni dalle dubbie giustificazioni. :PallaFieno:

- Amonimo inconfondibile, sono felice che tu sia qui! Di' loro qualcosa!

- Qualcosa.

Loro: - Qualcos'altro, qualcos'altro, qualcos'altro...

Link to post
Share on other sites
7 hours ago, Cavaliere nero. said:

E pensare che tra 6 mesi e mezzo non si sia ancora fuori da questo incubo mi fa star male.

:(

Non per la sola Lucca eventualmente saltata.

Non sono probabilmente non ne saremo fuori, ma c'è la buona possibilità della seconda ondata, tipica della famiglia dei coronavirus.
Ok che io sono uno abituato per carattere a pensare prima ai worst case scenario e poi su a salire (e questa cosa mi ha salvato dall'impazzire in almeno due occasioni drammatiche della mia vita), ma qui bisogna mettersi in testa che i prossimi mesi saranno di convivenza con questo virus e vanno prese tutte le misure necessarie in tal senso. Ne usciremo sul serio solo con un vaccino o nel caso questo virus vada indebolendosi pian piano, mentre la popolazione sviluppa sempre più anticorpi.
In ogni caso, il 2020 ce lo facciamo in trincea.

6 hours ago, ryoga said:

6- Per l'amor di Dio basta dare il minimo credito a qualunque cosa venga fuori dalla Cina, lì uno si è reinfettato? NON CI CREDO. Lì la malattia colpisce di più i mancini? NON CI CREDO, lì sono tutti disciplinati altro che noi? NON CREDO NEANCHE A QUESTO, chissà quanti ne hanno fatti sparire, lì hanno circoscritto tutto a Wuhan? HAHAHAHAHAHA, hanno deciso di dire che hanno cirscoscritto. Qualunque cosa arrivi dalla cina ha il valore di una catena whatsapp. Se mai servirà il vaccino (cosa che non neanche detta, non so se per la SARS alla fine ci sia) arriverà al 90% dagli USA

Per la SARS lo stavano sviluppando, ma il virus si è estinto più velocemente, e non è stato più necessario. Ma il vaccino era in sviluppo.

Link to post
Share on other sites
14 ore fa, AkiraSakura ha scritto:

Guardacaso i paesi con più vittime sono quelli in cui i tagli alla sanità voluti dall'euromerda sono stati maggiori.

Io invece penso che le "rotte" del virus siano quelle dove si sviluppa la maggior parte del lavoro in Italia, dove ci sono più contatti e viaggi tra le regioni.

Detto questo, tornando al senso del tuo intervento, nella sfortuna del virus questo ha colpito i servizi sanitari migliori del paese. Fosse successo con l'intensità che ha colpito la Lombardia al sud sarebbe stata una carneficina.

 

10 ore fa, Roger ha scritto:

il senso però si riduce veramente solo a questo ed a quanto male ha fatto/fa alla società. nella corsa per piantare la bandierina del popolo più civile si è deciso di mettere da parte coraggio e razionalità; ma in questo momento storico la gente ha necessità di avere dei riferimenti concreti, non impressioni e propositi certamente nobili ma vaghi oppure limitazioni nell'espressione di concetti basilari, e forse un po' di semplice coscienza sta quindi emergendo. forse sta avvenendo qualcosa che, se preso come esempio, potrebbe porre le basi per un cambiamento del linguaggio politico e dunque della proposta al cittadino. e siccome viviamo in un mondo globale dove i partiti importano dei format opportuni che hanno funzionato altrove...

 

Credo sia questo il miglior modo di interpretare il concetto di Billa Maher. E' un corto circuito mediatico che osservo da anni perché sono particolarmente interessato al mondo della stand up comedy dove il politically correct veniva sbranato fino a poco tempo fa. Poi purtroppo la problematica è degenerata in ogni ambito.

Porsi il problema di come chiamare un virus, quando questo sta uccidendo migliaia di persone, fa vedere come il mondo si sia distaccato dalla realtà e dove conti solo la finta apparenza dei social. Questo per me è stato uno degli easy pass che fa e farà vincere Trump ancora in America: queste problematiche non sono reali.

Avessero continuato a chiamarlo Kung-flu virus...ma lo avessero preso in tempo, non dovevi nemmeno fare le elezioni a dicembre.

Poi capisco l'eccezione di Shuji e confermo: sì Bill Maher nei suoi monologhi fa questo. E da una parte è un'ovvia costruzione di un monologo che deve ancorarsi a più ambiti di attualità portando un'unica argomentazione fallace e applicarla a tutto il resto (per questioni di intrattenimento, il comedian deve semplificare, altrimenti faresti un altro mestiere) dall'altra  ci marcia tanto. Perché alcune argomentazioni sono il suo marchio di fabbrica (politically correct, mariuana, ateismo, musulmani) e sa che viene cercato per quelle.

Link to post
Share on other sites

Tornando ai numeri, ho trovato un'altra inconsistenza di cui si parla poco quando si fanno i confronti con altri stati. Il numero dei guariti. Ci saranno differenti protocolli per definirli anche qui?

Io parto da due assunti, la Spagna a livello di frequenza sulla popolazione totale (per quanto può valere: il virus non estrae a sorte, segue il tragitto delle persone) ha più morti e più contagiati di noi. E, soprattutto questo, a livello temporale ha iniziato a prendere provvedimenti dopo di noi, iniziato i trattamenti dopo di noi, ecc..

Quindi si può discutere dei tamponi che sono solo una rappresentazione parziale di chi si è ammalato, ma il tempo che è trascorso non può essere discusso.

Noi abbiamo 34.211 persone dichiarate guarite. La Spagna ne ha 62.391. Quasi il doppio.

Si può obiettare il fatto che noi abbiamo più morti numericamente, ma non mi sembra che questo spieghi questa differenza. Perché noi abbiamo 54.110 casi chiusi (morti + guariti), il 34,6% di coloro che sono stati trovati positivi al tampone. La Spagna ne ha 79.600, il 47,7% dei casi chiusi. Che assumendo ci sia un tempo limite entro il quale un caso si risolve (in un modo o nell'altro)  è una bella differenza se pensiamo che si è cominciato prima a trattare i malati rispetto alla Spagna.

Ovviamente la percentuale dipende anche dal denominatore, in Spagna hanno fatto 400.000 tamponi in meno di noi. Più tamponi, più positivi e la percentuale dei casi chiusi si abbassa. Ma comunque se non vogliamo tenere in considerazione la percentuale perché affetta dal numero di testati, 79.600 casi chiusi rispetto a 54.110 è una differenza che non riesco a capire.

Diversi protocolli? Ritardi nostrani nel dichiarare i guariti? Virus che ha colpito più intensamente qua e fa più fatica ad essere eliminato dal sistema?

Edited by nonsonopirkaf
Link to post
Share on other sites

Alex, sulle fosse comuni a New York ho letto anch’io che si tratta di un luogo normalmente adibito alla sepoltura di poveracci vari.
Però è come la cosa è stata mostrata a fare impressione.
Oltre i numeri elevati fanno effetto le modalità da “catena di montaggio” a richiamare la definizione “fossa comune”.
Da lì il fatto che una cosa del genere fosse impensabile non dieci anni ma un mese fa lascia perplessi di come sia stata accolta in modo apatico.

Soprattutto se si pensa che quando da noi giravano i filmati dei camion di Bergamo si vedeva ancora interviste di gente a New York che credevano alla fola dell’influenza cattivella e nulla più.

Si parla spesso di sovraccarico di notizie avvenuto con l’arrivo di internet eh, quindi di una maggiore consapevolezza dei fatti che succedono per il mondo, invece qui abbiamo avuto l’esempio lampante che l’eccessiva massa di dati che gira oggigiorno crea solo una progressiva apatia e disorientamento.
Ricordiamo che questo caso non era del tipo “notizia dal terzo mondo sottovalutata dal primo”, ma di informazioni che arrivavano da una democrazia occidentale (l’Italia) sottovalutate inspiegabilmente.

 

Alex, capisco che le attrezzature dovevamo raccattare da una Cina chiusa a riccio ma qui da noi (in Europa ma pure in USA) ho visto una totale sottovalutazione del pericolo alle porte.
Nessuna struttura era pronta all’urto e nessuno ha fatto qualcosa per prepararsi tempestivamente.
Tirar su ospedali a rotta di collo a bomba esplosa serve a far vedere i muscoli, certo, ma uno che guarda agli avvenimenti con distacco si accorge subito all’assurdità della cosa.
Ripeto, a Rohan non si sono ritirati al fosso di Helm quando gli sgherri di Saruman bruciavano Edoras ma appena è stato chiaro della minaccia montante.


Su Lucca non si tratta solo delle folle stipate delle viuzze della città toscana, ma di tutti quelli che poi torneranno  a casa in treno o altri mezzi spolverando il virus lungo tutta la penisola.
Intendiamoci, si potrebbe scatenare l’inferno!

Sono convinto che si stia solo prendendo tempo per studiare una via di fuga economicamente accettabile.
Anche perché, fosse pure trovato un vaccino o una cura efficace domani 14 Aprile, cinque sei mesi son pochi per farlo girare con efficacia e sopire la minaccia del virus.
Minaccia che credo rimarrà anche psicologica per qualche tempo a emergenza risolta.
Insomma, se avete biglietti per eventi da qui a un anno io non ci conterei troppo.

A Verona si stanno letteralmente cacando nelle braghe per il festival lirico e tutta la programmazione areniana pop.
Tra biglietti staccati e giro di turisti a “pacchetto” lago/città la mazzata economica sarà enorme.


Ryoga, è vero, avevi già accennato alla figuraccia rimediata dalla comunità scientifica, il mio era solo un ribadire un concetto.
Spero che da tutto questo casino esca almeno riorganizzato l’OMS che va o ridimensionato o potenziato nei suoi poteri decisionali.
Così per come è oggi si tratta dell’ennesimo carrozzone mangia risorse.
Sarebbe bello che quel folle di Trump desse seguito alle minacce di tagliare i fondi USA… 

Comunque, sì a litigare con Burioni non è stata la Capua. Infatti io non dicevo di quello ma di un articolo apparso su un settimanale ai primi di Marzo dove proprio la Capua usava termini rassicuranti (quasi irridendolo) sul virus.
Che poi, su questo ho notato una cosa curiosa.
In giro, tra virologi, scienziati e giornalisti è strano notare come molti di quelli che predicavano della normale influenza oggi siano tra i più attivi a postare studi&ricerche che gettano ombre foschissime sul mondo “del poi” con scenari degni di un 1984 se va bene o a la Mad Max se va male.
Mah, pare che il famoso minuto di celebrità abbia dato alla testa a molti.
Oppure si tratta di quella narrazione che va tanto di moda oggi, quella che trasforma in apocalisse ogni emergenza eccedendo di drammatizzazione spiccia, non no.

Su Crisanti sono d’accordo. Addirittura ho letto che aveva già cominciato a tirar su il sistema tampone ben prima di Vo Euganeo.
Allora sembrava quasi un visionario… invece era semplicemente realista.

Ryoga, sempre sulla Cina ti do chiaramente ragione. L’unica cosa da dare alla Cina ora non è certo credito ma biasimo se non odio.
Io dicevo solo che se da là arriva una notizia decisiva come quella dei guariti reinfettati tu, comunità scientifica/OMS/governo del caso, non puoi ignorarla in mezzo al mucchio.
La devi smentire o al limite inquadrarla in maniera lucida.
Sennò è il caos.
 

Link to post
Share on other sites

Riguardo all’auspicabile unione d’intenti che la politica (e rispettivi tifosi di parte) avrebbe dovuto dimostrare davanti a questo immane casino, riporto questo intervento che ho scovato in rete:


“Perdonate lo sfogo, ma faccio molta, troppa fatica a capire come sia possibile che ancora oggi, in questa fase di estremo pericolo, ci sia qualcuno continui a fare il "tifo" per quel politico o quel partito e non invece per il paese, per l'interesse generale. Oltretutto questa non è la prima crisi che stiamo vivendo. Negli ultimi trent'anni ne abbiamo vissute altre due molto importanti (1992-'93, 2008-'12), da cui ne siamo sempre usciti profondamente indeboliti, proprio per l'incapacità di riconoscere l'interesse generale al di sopra gli interessi di fazione. Oggi, le condizioni in cui si trova l'Italia sono molto più preoccupanti, anche perché i nostri avversari non vogliono farci sconti e, anzi, si sfregano le mani dalla voglia di mettere le mani sui nostri capitali pubblici.
Non capisco dunque quelli che difendono Conte qualsiasi cosa dica o faccia: non metto in discussione la sua buona fede e gli riconosco dei passi avanti importanti. Ma ha anche commesso e sta commettendo un sacco di errori, primo su tutti quello di puntare a un obiettivo irraggiungibile, gli eurobond, là dove invece occorrerebbe riorientare la sfida diplomatica sulla trasformazione della BCE in banca centrale vera, con funzioni il più possibile vicine a quelle delle banche centrali del resto del mondo. Personalmente desidero che Conte resti a Palazzo Chigi, ma vorrei anche che cambiasse strategia politica, perché altrimenti si va a sbattere. Solo i tifosi non lo capiscono.
Allo stesso modo trovo davvero incredibile chi ancora oggi si rifiuta di accettare che venga criticata l'UE, di cui - fatta salva con moltissime riserve la BCE - è allo stato attuale un'istituzione dispotica, antidemocratica, antisolidaristica, le cui leggi servono a rendere formale e legale la forza e l'egoismo di pochi paesi egemoni. Nel Pd si continua a negare questa evidenza, nonostante l'esito disastroso dell'Eurogruppo condotto in maniera vergognosa da Gualtieri, che spero un giorno possa essere processato. I tifosi del PD continuano a spalleggiare gente come questo qua, appartenente a una classe politica sommamente vigliacca, del tutto priva di respiro storico e senza ideali.
L'Europeismo del PD non è infatti stato altro che la negazione di qualsiasi ideale, di qualsiasi progetto. È stato la negazione dell'idea stessa di politica. I dirigenti di questo partito hanno infatti usato il vincolo esterno esclusivamente per attuare un programma di tagli alla spesa pubblica da cui si sono arricchite le consorterie nostrane. Il vincolo esterno e la governance europea hanno prodotto tagli, privatizzazioni; hanno spinto al ribasso il costo del lavoro. Di tutto questo si sono avvantaggiati imprenditori, faccendieri e gruppi di potere vicini al PD, e non solo al PD, ma anche a Forza Italia e naturalmente a Italia viva (della Lega non so dire). Basti pensare solo alla sanità nelle varie regioni italiane: i tagli in questo settore, imposti dai vincoli di bilancio europei, hanno fatto la ricchezza di quegli imprenditori che hanno investito nella sanità privata e nel sostegno dei partiti andati al governo e al vertice delle amministrazioni regionali.
Per carità, ci sono stati anche molti vantaggi, derivanti dal mercato unico (ma non ci vuole l'UE per il mercato unico...). Ad ogni modo sino a un certo punto credere nell'Unione Europea è stato legittimo. Perché non immaginare uno spazio capace di mettere a frutto il meglio della cultura occidentale? Questo obiettivo però non è mai veramente stato perseguito e oggi, dopo tanti anni, il risultato è che tra paesi europei ci si odia più di prima e si vive in costante competizione, non in sinergia e solidarietà. Questa è la verità che i fatti recenti ci dimostrano e che la crisi greca ci aveva già preannunciato.
Però sia chiaro. Per questo fallimento non è corretto scaricare tutte le colpe sulla Germania. Questo paese ha giocato in maniera abbastanza scoperta: non vuole l'integrazione europea e ora, date le nostre condizioni economiche, la vuole meno di prima. Il comportamento della Germania sarà moralmente discutibile, ma è legittimo.
Chi ha giocato sporco e continua a farlo sono quei partiti italiani che non vogliono guardare in faccia alla realtà e che si nascondono dietro le loro stesse rappresentazioni false dell'UE. Gioca sporco, molto sporco l'opposizione che non ha uno straccio di idea e punta solo a indebolire il governo senza fare proposte concrete. Giocano poi sporco gli intellettuali conformisti (di cui l'Italia è strapiena) e i giornalisti codardi che non prendono posizione, magari perché criticare l'UE, nel loro milieu, fa brutto, puzza di "popolare", di "sovranista", oppure perché magari ci si gioca una comparsata televisiva, una collaborazione editoriale, una consulenza succulenta o un invito a una manifestazione piena di personaggi ricchi e influenti.
Però c'è poco da fare i tifosi o gli struzzi: i nodi stanno venendo al pettine. Allo stato delle cose non abbiamo i mezzi per affrontare l'attuale crisi, che si presenta peggiore di quella del 2008-2012. Lo stato italiano dal 1992 ad oggi ha svenduto tantissimo, anche pezzi strategici vitali, come la rete delle telecomunicazioni, senza poi scordare le concessioni autostradali. Ha eliminato parti significative di assistenza al paese. Ha tagliato nella scuola, nella sanità, nel pubblico (siamo il paese con meno dipendenti pubblici in Europa). Ha inoltre mantenuto gli stipendi molto bassi e l'età pensionabile molto alta (la più alta d'Europa). Non c'è rimasto granché da tagliare e svendere senza compromettere i gangli vitali dello stato.
Invece di fare il tifo per quel politico o quel partito bisognerebbe avere a cuore il paese nel tentativo di salvarlo e addirittura di rafforzarlo in vista del futuro. Provate a immaginare solo un attimo: per sopravvivere svendiamo tutto, Eni, Enel, Fincantieri, Finmeccanica, Leonardo; vendiamo porti, aeroporti; diamo in concessione spiagge; cediamo i poligoni militari; privatizziamo la sanità; chiudiamo la metà degli atenei italiani e quintuplichiamo le rette d'iscrizione. Possiamo farlo. Ma poi, se è vero che nell'ultimo mezzo secolo l'Italia ha vissuto ogni dieci anni circa una crisi economica, tra dieci anni o quindici, anni quando arriverà la nuova ennesima crisi, che minchia ci vediamo per non finire completamente in mani straniere? Gli Uffizi? Il Quirinale? La Reggia di Caserta? L'arcipelago della Maddalena?
Ecco, forse non è il caso di stare a fare tanto i tifosi. Pensiamo all'interesse generale e alla strada meno dolorosa.”

Link to post
Share on other sites

Tornado sulla SARS, da noi non è arrivata ma se non ho capito male poi è mutata nel comune virus influenzale e adesso ce l'abbiamo ogni anno nel novero delle decine di virus stagionali che arrivano ogni anno e non sono pericoli.

Diversi esperti (tra cui credo anche la Capua) ritengono che potrebbe succedere la stessa cosa con questo virus cinese, che peraltro è molto meno letale della sars

Link to post
Share on other sites

E' inutile che ci giriamo attorno,in Italia più che altrove non c'è una legittimazione reciproca tra i 2 schieramenti.

E questo vale sia per i semplici elettori sia per i dirigenti politici.

Si condannano i toni di Salvini(su cui pure io sono a volte critico),ma anche Zingaretti che ogni 2 X 3 dice che la destra è pericolosa,che è da bloccare,che è

fascista ecc. è un bel incitatore all'odio.

E'inutile è così e dobbiamo rassegnarci.

Io per una decina di anni sono stato moderatore del sito di sondaggi e politica SCENARI POLITICI,che era uno dei pochi di siti di area di centrodestra.

Però aperto a tutti.

E però niente,non si riusciva ad andare d'accordo con quelli di sinistra,tanto che ad un certo punto gli utenti di sinistra andarono via in massa e si fecero

il loro sito di sondaggi e politica chiamato BIDIMEDIA.

Perchè appunto non c'era la legittimazione reciproca.

Quelli di sinistra insistevano sulla loro superiorità morale e che il centrodestra italiano fosse in continuità almeno anche solo ideale,con il fascismo ed il terzo reich.

E non parliamo di persone anziane magari segnate dall'esperienza diretta di aver vissuto la guerra.

Parliamo di gente giovani,anche di 20 anni.

Però imbevute di quella ideologia.

Io lì ero il "pirla" della situazione.

Pirla perchè se la destra faceva qualche cavolata lo dicevo senza problemi,pur essendo la destra la mia parte politica.

E quelli di sinistra o del PD mi facevano pure i complimenti.

Se però era la sinistra a fare o dire delle cavolate loro però mica lo riconoscevano,si arrampicavano sugli specchi per giustificare i loro beniamini.

Per dire quando si disse che le donne del centrodestra sono zoccole quelli di sinistra mica si scusarono.

Anzi molti di quelli là dissero che in fondo era vero.

Per questo sono molto scettico.

Link to post
Share on other sites

Un alto appunto interessante che ho letto non so dove.

l'ISTAT sta facendo un confronto tra i decessi febbraio-marzo del 2020 e quelli degli anni precedenti, vedendo che sono molto più alti. Sarà molto interessante vedere a gennaio il dato dei decessi complessivi 2020 rispetto agli anni precendenti, ho come la sensazione che saranno invece molto in linea.

 

https://www.francescocosta.net/2020/04/12/dati-ufficiali-senza-senso/

 

Articolo interessante con un errore di metodo e uno ideologico:

il primo:

Sono passate settimane, e ancora non abbiamo uno straccio di dato più affidabile di questi che eppure ci beviamo ogni giorno, e ogni giorno ci fanno dire che “sta andando meglio” o “sta andando peggio”. Il risultato è che da giorni tanti medici e infermieri dagli ospedali ci dicono che le cose vanno sensibilmente meglio, che diminuisce il numero dei ricoverati in terapia intensiva (l’unico dato che ha qualche senso, per quanto parziale: per settimane molte persone che avrebbero avuto bisogno di un ricovero in terapia intensiva non hanno trovato posto, e il numero di letti in terapia intensiva è cresciuto moltissimo)

Il suo "per quanto parziale" non ha senso, può essere vero che un mese fa non essendoci posto molte persone che avessero bisogno della terapia intensiva non siano state ricoverate, ma a maggior ragione oggi che i posti ci sono significa che il calo è ancora maggiore perché quelli che escono non vengono sostituiti quindi non c'è una fila di gente che avrebbe bisogno tenuta in attesa.

 

il secondo

Visto che la raccolta e la presentazione dei dati ufficiali non sono cambiate nemmeno una volta superate le prime frenetiche settimane, restando sgangherate e inaffidabili come il primo giorno, è legittimo chiedersi se questi dati non abbiano senso deliberatamente. Se si volesse evitare di dire al mondo che l’Italia ha cinque milioni di contagiati, supponiamo, oggi che il paese con più contagi registrati al mondo ne ha circa 500.000 su 320 milioni di abitanti

Dove Costa lascia intendere che per lui tutti i dati mondiali sono corretti tranne quelli italiani, dimostrandosi un povero mentecatto (anche sul metodo dei "tamponi che non sono tamponi" che si è poi scoperto che fanno così anche gli altri, oltre al fatto che l'italia è tra i grandi paesi quello che fa più tamponi).

E oltre al fatto ovvio, che più contagiati avesse l'italia e meglio sarebbe, per motivi credo ormai noti a tutti.

Link to post
Share on other sites
23 hours ago, Cavaliere nero. said:

@Alex Halman

Sulle terapie intensive sarà come dici tu,però chi dice le cose che ho segnalato io non fa quei distinguo,davvero sostengono che le loro regioni abbiano % superiori a Lombardia e Veneto.

@Chocozell

Quello di dire che il PD non sarebbe di sinistra è come dire che la Lega non sarebbe di destra.

C'è chi lo pensa,ma la quasi totalità degli elettori del PD dice di essere di sinistra ed il PD prende il 20%,invece i partiti di "vera sinistra" tipo Leu sono sul 4%.

Poi scusa,la tua affermazione nei miei confronti "Quindi eviterei di abbassare il discorso a questo livello" me la devi spiegare eh.

Mi dici in cosa consisterebbe l'abbassamento del livello ?

Se avessi detto che chi è di sinistra è stronzo e che la destra è il meglio ok.

Invece no ho detto chiaramente che pure Salvini ha sbagliato,chiedevo solo se pure chi vota PD riconosce gli errori della sua parte politica. 

Sorvoliamo sulla questione sisnitra e destra, che abbiamo già affrontato in un altro topic, mi sembra , così da evitare l'ot.

Semplicemente, non mi sembra necessario ridurre il problema a una questione di partito, essendo questa un'emergenza. Si possono fare supposizioni, che rimarranno tali, sul possibile sviluppo con altre forze politiche al governo. In mia opinione, la situazione non sarebbe stata così diversa. O quantomeno, il l'obiettivo finale, cio+ accontentare ambo le parti, non sarebbe stato comunque raggiungibile, dato che stagnamo in clima elettorale h24 365/365 (Anzi, 366, che è bisestile) e quindi, seppur si fossero fatte le mosse giuste, non sarebbero comunque andate bene.

Che poi il governo attuale abbia proceduto alla cieca mi sembra di averlo detto già nel post precedente.

Edited by Chocozell
Link to post
Share on other sites

@Chocozell

Ok,ma io in quel passaggio non citavo la destra e la sinistra per dire che una fosse meglio dell'altra.

Domandavo a livello di elettori se fosse che si ragionasse nel modo di giudicare una cosa in base a chi la fa.

Cioè Salvini e Conte hanno proposto 2 cose errate,Salvini le chiese aperte a Pasqua e Conte le cartolerie aperte già da domani.

Ed io pur essendo di CDX dico che Salvini ha sbagliato,domandavo a quelli del PD se riconoscessero che pure la proposta di Conte era nociva

perchè anch'essa favorisce la diffusione dei contagi.

E non fosse che invece essendo Conte della loro parte invece dicessero che va bene anche se la sua proposta è parimenti nociva.

Intanto oggi:

Data----------Contagi totali----------------Crescita-----------------
26 Marzo........80539.......................+6153.........(x1,18)
27 Marzo........86498.......................+5959.........(x0,96)
28 Marzo........92472.......................+5974.........(x1,00)
29 Marzo........97689.......................+5217.........(x0,87)
30 Marzo......101739.......................+4050.........(x0,77)
31 Marzo......105792.......................+4053.........(x1,00)
01 Aprile......110574.......................+4782.........(x1,17)
02 Aprile......115242.......................+4668.........(x0,97)
03 Aprile......119827.......................+4585.........(x0,98)
04 Aprile......124632.......................+4805.........(x1,04)
05 Aprile......128948.......................+4316.........(x0,89)
06 Aprile......132547.......................+3599.........(x0,83)
07 Aprile......135586.......................+3039.........(x0,84)
08 Aprile......139422.......................+3836.........(x1,26)
09 Aprile......143626.......................+4204.........(x1,09)
10 Aprile......147577.......................+3951.........(x0,93)
11 Aprile......152271.......................+4694.........(x1,18)
12 Aprile......156363.......................+4092.........(x0,87)
13 Aprile......159516.......................+3153.........(x0,77)

Vittime da 19899 a 20465,rispetto al giorno prima +566.
Oggi bel calo dei nuovi casi ma risalgono le vittime e proprio oggi superati i 20mila morti.

Link to post
Share on other sites

In germania sono almeno 3 giorni (ma forse anche di più) che il dato delle terapie intensive resta invariato, evidentmente hanno deciso che non deve superare quota 4000. 

Link to post
Share on other sites

Per quel che riguarda la diffusione del contagio tra nord e sud:

Lombardia da 59052 a 60314 +1262 e +2,13%

Piemonte da 16660 a 17134 +474 e +2,84%

Emilia da 20098 a 20440 +342 e +1,70%

Campania da 3604 a 3670 +66 e +1,83%

Sicilia da 2416 a 2458 +42 e +1,73%

Basilicata da 315 a 319 +4 e +1,26%

Calabria da 923 a 928 +5 e +0,54%

Piemonte e Lombardia ancora abbastanza alte,Basilicata e Calabria basse,anche se a sentire i calabresi ed i lucani sulle pagine dei loro presidenti di regione lì si nascondano i casi.

Link to post
Share on other sites

Ti svelo un segreto (sempre lo stesso in realtà, ma pare sembri più complicato di quello che è): dopo alcuni giorni in cui il numero di tamponi esaminati è cresciuto di parecchio, il dato di ieri, essendo Pasqua è molto più basso.

Se da domani per smettessero di esaminare i tamponi che hanno in magazzino da 5/6 giorni, ecco che magicamente il virus non esisterebbe più. 

Se grazie a dei superpoteri domani esaminassero 10 milioni di tamponi, diremmo che l'italia è perduta perchè siamo tutti contagiati.

Link to post
Share on other sites

Mi riferivo al tuo atteggiamento schizofrenico sul fatto dei "contagiati" giorno per giorno.

Che al sud ci siano meno casi reali che in lombardia o e-r non c'è alcun dubbio, che in campania, puglia, sicilia, ce ne siano meno che in veneto.. mmmmhh

Link to post
Share on other sites

Scusa Ryoga,ma come ti permetti di darmi dello schizzofrenico eh ?

Io da quando scrivo qui non ho mai dati titoli personalmente a nessuno.

Io dicevo solo che al sud in certe regioni come la Calabria e la Basilicata c'è gente che ogni giorno parla di dati alterati e che in quelle regioni ci sarebbero 

moltissimi casi nascosti che sennò sarebbero come la Lombardia e che questi qua mi pare minimo siano troppo apprensivi.

Tutto qui,sei tu che non si capisce come mai ci hai aperto un quasi flame.

Link to post
Share on other sites

Ho detto ATTEGGIAMENTO schizofrenico. 

Tu mercoledì alle 16.

Quote

Dunque il virus ha rallentato la sua crescita.dal picco del 21 Marzo con ben 6557 nuovi contagi in un giorno e dopo un plateau di 4-5000 casi nei successivi

a solo 3039 nuovi casi ieri,con un calo progressivo.

Merito delle misure di lockdown prese dal governo che col confinamento sociale ha ridotto il diffondersi dell'epidemia del C-19.

Tu mercoledì alle 18.20

Quote

Mhm non ci siamo ancora ieri solo 3039 nuovi casi,oggi si risale al 3836.

Tu giovedì

Quote

Oggi 4204 nuovi casi e 610 vittime,va male crescono di nuovo i contagi ed i decessi,altro che rapida discesa.

Tu sabato:

Quote


Male salgono ancora i casi,altro che discesa che con solo 3039 casi il 7 aprile faceva pensare ad una rapida e progressiva discesa.

Tu ieri

Quote

Oggi diminuzione dei nuovi casi e dei morti,

 

Tu ieri

Quote

Sono d'accordo,il fatto è che tutti questi nuovi contagi che escono,o che siano davvero nuovi o che siano in circolazione da molto tempo segnalano una situazione comunque brutta.

Che si sia purtroppo distanti dalla fine dell'emergenza.

 

E di quello parlo, i dati del sud è una roba tua, ti ho spiegato il ragionamento che ho letto qua e là in commenti giorno per giorno che facevano le percentuali di crescita (e che non sono in grado di ritrovare ora) e poi chiusa lì.

Comunque prometto che non dirò più che il numero dei contagiati è direttamente proporzionale ai tamponi esaminati, chi vuole capire ha capito chi non vuole capire è inutile scocciarlo :thumbsup:

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.