Jump to content
Pluschan

Recommended Posts

  • Replies 887
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ti farò schifo, non me che me importi nulla, anzi. Io li ringrazio, perché ad oggi gli alleati, gli amici ci hanno sbattuto la porta in faccia e l'aiuto da oriente è arrivato. Il fatto che il virus si

Te lo confermo. Sostanzialmente ci infilano un pizzico di verità, mescolato con ipotesi varie, interpretate in chiave catastrofistica. Stando a loro avremmo già dovuto avere quattro ere glaciali e

E una volta che saremo tutti vaccinati, leggeremo i no-vax (ovviamente tra i primi a farsi vaccinare) lamentarsi di Big Pharma e di come ci manipola e di come sarebbe bastato fare il Covid-19 party pe

Posted Images

2 hours ago, Cavaliere nero. said:

Che dite,me la posso arrischiare a venire a Milano o Lombardia in generale ?

Anche se i contagi restano alti in Lombardia.

Oggi 303 nazionali di cui 259 in Lombardia.

Mettiti una tuta NBC se te la fai sotto o stattene direttamente a casa (tanto un po' di Milanesi arriveranno da voi, tranquillo) ma ti assicuro che non abbiamo cadaveri per strada e 'sta cosa dei positivi ha POTENTEMENTE ROTTO I COGLIONI

1) gli ospedali non fanno che svuotarsi (quindi i nuovi "malati" non sono gravi)

2) rispetto a Marzo e Aprile i numeri dei contagi fanno ridere nonostante sia dal 4 Maggio che ci sfracassano la minchia con il "troppa gente in giro" e "tra due settimane vedrete!" a furia di due settimane è passato un mese e mezzo...

3) La gran parte dei positivi sono stati trovati "a colpo sicuro" grazie ai test sierologici e sono positivi "vecchi" di gente che non aveva fatto ancora il tampone dopo settimane e che praticamente è già guarita da sola o rimasta sempre asintomatica

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
16 hours ago, Cavaliere nero. said:

Che dite,me la posso arrischiare a venire a Milano o Lombardia in generale ?

Anche se i contagi restano alti in Lombardia.

Oggi 303 nazionali di cui 259 in Lombardia.

Dipende come ci vai e cosa vai a fare. Se pensi ti spostarti con i mezzi pubblici il problema c'è ancora.

I numeri lombardi derivano da un sommerso enorme poi verissimo che le province peggiori sono milano, bergamo e brescia che hanno tassi quasi doppi rispetto alle province medie (es monza) .

Una mia collega ha avuto il sierologico positivo: a milano ad oggi i tempi di attesa per il tampone sono 1 settimana e 10 gg per l'esito....... 

In pratica vediamo i dati di 2 settimane fa. ed è un mese circa che la % di tamponi positivi in lombardia è attorno al 2% mentre nella maggior parte delle altre regioni siamo allo 0, %

E siamo ancora lontani dall'affollamento di mezzi pubblici e uffici, e negli uffici i controlli +- li potrai fare nei mezzi pubblici è utopia.

Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Cavaliere nero. ha scritto:

SCIAGURATIH! :pazzianazi:

Detto questo, bisogna ancora vedere se le folle all'aperto causeranno con ragionevole certezza un aumento di contagi: al momento non risulta.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Nulla. Hanno trovato 20 positivi ieri (che gia oggi sono scesi a 5). Zaia sta abbastsnza esagerando.

Link to post
Share on other sites

succede che vicenza non è il veneto e ai giornali piace fare più allarmismo di quello che era il caso.

zaia non è nuovo a bordate di quel tipo. le faceva anche a marzo. è una specie di sistema di prevenzione :lolla:

Link to post
Share on other sites

Zaia ha le elezioni a settembre. Ha costruito una narrazione sulla sua capacità di gestire la pandemia come esempio di efficienza e prevenzione.
Se scoppiano dei focolai in queste settimane ha il terrore che gli salti tutta la narrazione costruita fino ad ora, per cui deve mantenere lo stile interventista.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Comunque i media ci mettono molto di loro,ad esempio ieri al TG 3 hanno detto che da 4 giorni il virus sarebbe tornato a crescere:

 

28 giugno +174
29 giugno +126
30 giugno +142
01 luglio +187
02 luglio +201
03 luglio +223

E molta gente gli va dietro.

Non dico al punto che esista un "partito del virus",però troppa gente ha paranoie assurde.

Per dire qui in Liguria da 4 giorni non ci sono vittime,i nuovi casi sono al  minimo, e però sui social c'è la caccia al dato negativo.

Tipo  siccome ci sarebbero pochi guariti,o che in Liguria l'altro giorno c'è stato un nuovo ospedalizzato ecc.

Link to post
Share on other sites

beh sì i media sono pressochè a caccia di numeri. come li usano è tutto da vedersi ma in genere c'è di mezzo una polarizzazione verso questa o quella ideologia...

ad esempio non sembra essere opportuno toccare quegli assembramenti, condotti in modo discutibile da chi vi partecipa, delle varie manifestazioni BLM e che sicuramente hanno fatto impennare i contagi in usa in questi ultimi giorni. quei numeri servono invece a dimostrare che trump non sa gestire l'emergenza, che fauci dice cose che trump non ascolta, e che la gente (eroi!) si ribella a trump.

se zaia, considerando pure cosa si sono beccati fontana e gallera nei mesi scorsi, fosse stato zitto avrebbe corso lo stesso rischio. del resto lo aveva capito perfino de luca; presente la sparata-millantata del lanciafiamme?

Link to post
Share on other sites

Su Zaia è ovvio che si sta comportando così per i timori del voto a settembre.

Adesso è sicuramente più seducente fare la voce grossa e mostrarsi col coltello tra i denti.

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites

Tenete però conto che i veneti non sono i campani, e qui prevale la mentalità del "xxx xxx non sta rompar i coioni" specie con la moria di attività commerciali, per cui la voce grossa ok, ma se arrivasse a mettere le paventate limitazioni sarebbe un boomerang, oltrettutto non puoi fare campagna di marketing attrattiva se poi se il primo a dire che c'è rischio, al sud fanno un quarto dei tamponi del veneto e i numeri dei nuovi positivi (che NON sono malati) sono circa gli stessi, però possono millantare di essere covid free.

Link to post
Share on other sites

Ma infatti, non hai mai sentito parlare della disciplina del "un colpo alla botte e uno al cerchio"?

In politica è una delle abilità più richieste.

 

Zaia ha capito che la cagata del tizio di Sossano che torna in Veneto e fa un casino va trattata flettendo i muscoli e mettendoli ben in vista, ma stai certo che non richiuderà davvero nulla.

Anzi, tutta questa cosa potrebbe servire per cementare ulteriormente la sua posizione mostrando che in questi mesi che ci separano dalle elezioni lui non se ne resta certo in panciolle.

Link to post
Share on other sites
4 hours ago, Cavaliere nero. said:

Oggi sono tornato a Milano che non ero in città dal 1 febbraio quando ci andai per il festival di Novegro.

Contrariamente a quello che si dice quasi tutti avevano la mascherina.

Considerando che fino a metà mese è ancora obbligatoria anche all'aperto il quasi è già un problema, quando toglieranno l'obbligo non la porterà nessuno

Link to post
Share on other sites
18 hours ago, Wario P.W. said:

Zaia ha capito che la cagata del tizio di Sossano che torna in Veneto e fa un casino va trattata flettendo i muscoli e mettendoli ben in vista, ma stai certo che non richiuderà davvero nulla.

in realtà, tra tutte le interpretazioni, mancava quella che forse si è rivelata essere la più calzante (ma arrivarci non era facile...): il cittadino può rifiutare le cure, proprio come ha fatto l'imprenditore del caso che dopo la visita in ospedale ha firmato le relative carte, con le quale se non ricordo male c'è un'assunzione di responsabilità, ed è uscito.

è una problematica alla quale solitamente non si pensa, cmq speranza ha fatto eco a zaia e si parla appunto di provvedimenti ad hoc per chi ad esempio viola l'isolamento (inasprimento delle sanzioni) e non si fa curare.

Link to post
Share on other sites

In effetti questo caso ha messo in luce una cosa spesso sottovalutata: la possibilità di rifiutare le cure da parte del cittadino.

Questa cosa era saltata fuori ultimamente solo nel caso dei vaccini, sulla possibilità di renderli obbligatori o no.

Però per i vaccini la connessione tra malattia e cura è sempre stata vista meno stretta trattandosi di una cura, diciamo, preventiva.

Quindi, il fattore "se non ti curi metti a rischio anche altre persone" è sempre venuto meno.

 

Qui, nel caso di Sossano il rischio è esploso evidente dato che il paziente X ha direttamente messo a rischio altre persone oltre a se stesso.

 

 

Mah, al di là di tutto è curioso notare come questo fantomatico imprenditore di Sossano rappresenti in maniera quasi perfetta lo stereotipo del veneto fatto di lavoro, santini e bottane.

In Serbia per lavoro nonostante tutto (credo che con un minimo di accortezza poteva tutelarsi eh), poi a Medjugorje a fare il tour religioso folcloristico (e magari sto qua è pure un bestemmiatore seriale) e tornato infine a casa a far banchetti e sortite dalla cinese anonima che non si sa che lavoro faccia di preciso (e che non vuole nominare i suoi contatti eh).8)

 

  • LOL 1
Link to post
Share on other sites

Zaia fa bene. Punto. Tutte le teorie complottiste le lascerei dove meritano.

Fino a che i focoloai riescono ad identificarli e confinarli celermente c'è da stare tranquilli. Non si può tornare ad una fase dove non sai da dove vengono i malati, e punire in modo esemplare chi non rispetta (e diciamocelo) 4 regoline del cazzo che non limitano alcunché .

Per quanto riguarda l'imprenditore vicentino, chi col proprio comportamento danneggia la salute sul luogo di lavoro è sempre stato punito, non vedo perché bisogna chiudere un occhio solo perché si è aperta un'ennesima ed inutile faida politica sul covid.

Link to post
Share on other sites

Zaia ha corretto il tiro, perchè le sue prime dichiarazioni "ora pagheranno tutti per colpa di pochi" facevano legittimamente pensare che volesse mettere restrizioni collettive (es. l'obbligo di mascherina all'esterno o altre limitazioni) che francamente sarebbero state inaccettabili visti i numeri pressochè nulli in veneto (ma sono nulli in tutta italia lombardia a parte), infatti ha dovuto precisare che non intendeva assolutamente quello.

Link to post
Share on other sites
Guest Kaido
8 ore fa, nonsonopirkaf ha scritto:

Zaia fa bene. Punto. Tutte le teorie complottiste le lascerei dove meritano.

Fino a che i focoloai riescono ad identificarli e confinarli celermente c'è da stare tranquilli. Non si può tornare ad una fase dove non sai da dove vengono i malati, e punire in modo esemplare chi non rispetta (e diciamocelo) 4 regoline del cazzo che non limitano alcunché .

Per quanto riguarda l'imprenditore vicentino, chi col proprio comportamento danneggia la salute sul luogo di lavoro è sempre stato punito, non vedo perché bisogna chiudere un occhio solo perché si è aperta un'ennesima ed inutile faida politica sul covid.

schermaglie politiche e cannonate contro il governo Conte. tutto fa brodo..

 

Link to post
Share on other sites
23 hours ago, ryoga said:

Zaia ha corretto il tiro, perchè le sue prime dichiarazioni "ora pagheranno tutti per colpa di pochi" facevano legittimamente pensare che volesse mettere restrizioni collettive (es. l'obbligo di mascherina all'esterno o altre limitazioni) che francamente sarebbero state inaccettabili visti i numeri pressochè nulli in veneto (ma sono nulli in tutta italia lombardia a parte), infatti ha dovuto precisare che non intendeva assolutamente quello.

al veneto intero no, però ci sono state mini zone rosse temporanee in italia per evitare la diffusione del contagio dove fare controlli a tappeto (es i palazzoni dei bulgari a mondragone).

Quello effettivamente poteva anche volerlo fare.

 

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.