Jump to content

Entro 48 ore la Russia potrebbe invadere l'Ucraina


Roger

Recommended Posts

1 hour ago, Cavaliere nero. said:

Mah,può capitare a volte che sulla rete ci siano degli equivoci.
In fondo è un mezzo che non dà una comunicazione diretta.

In quei casi non si è soliti anche mettere una emoticon ?

 

Link to comment
Share on other sites

4 hours ago, Cavaliere nero. said:

Questo discorso dell'avere le certezze lo sento fare SEMPRE da chi mette in dubbio le cose che non gli piacciono,anche se poi sono però vere.

complimenti, il tuo monolitico e multiuso semplice schema mentale a 2 passaggi ti permette di capire tutto e prevedere il futuro con assoluta precisione, in qualsiasi ambito tu ti ponga. ti conviene brevettarlo o almeno scriverci tipo un libro he!!!1

  • LOL 1
Link to comment
Share on other sites

4 hours ago, Cavaliere nero. said:

Buona vita a te mio caro Shuji allora.
 

Faccio un esempio sul perché il discorso chexfai non ha attinenza con la realtà.

Il PD tu ovviamente lo cataloghi come sinistra.

Il PD ha di fatto dato vita al governo Monti, che tu cataloghi come tecnico, ma ci sono stati una marea di malldipancia sia del PD che di sinistra che hanno catalogato a loro volta molte delle riforme di Monti come di destra.

E qua già c'è un bel cortocircuito; essendo molti sindacati di sinistra e una delle cifre identitarie della sinistra il lavoro e la sua tutela,come dovremmo catalogare il Jobs act di Renzi, o la vicinanza del PD con taluni grandi gruppi imprenditoriali dai tempi e non solo delle kenzuolate di Bersani che hanno spalancato a tali gruppi le porte delle periferie in cui hanno costruito centri commerciali e condannato i centri cittadini?

Un'altra delle cifre identitarie di sinistra dovrebbe essere la tutela delle minoranze e degli immigrati; e' stato Minniti ad aver messo in essere i famosi accordi con la Libia per strutture di detenzione locali in Libia che tutti sapevano essere dei lagher fin dall'inizio, poi tale politica e' astata ripresa da Salvini, ohibò qualcuno di destra o così dicono.

Da questo semplice scambio puoi vedere che come dicevo la realtà e' molto più complessa di come metti le cose da una parte e dall'altra.

Il tuo numero lo faceva molto meglio più di una decina d'anni lui (dato che di là lavete tirato fuori 

 

Che e' già tanto tempo che e' un argomento basilarmente vecchio appunto nelle fondamenta e ad oggi non corrisponde più alla realtà delle cose.

Figurarsi stare lì a suddividere la lavagna tra brutti e cattivi.

 

Link to comment
Share on other sites

6 hours ago, Roger said:

complimenti, il tuo monolitico e multiuso semplice schema mentale a 2 passaggi ti permette di capire tutto e prevedere il futuro con assoluta precisione, in ambito tu ti ponga. ti conviene brevettarlo o almeno scriverci tipo un libro he!!!1

Beh,col tuo schema allora siccome le situazioni sono complesse pure Hitler aveva ragione negli anni '30.
La Germania era stata umiliata molto,a seguito della prima guerra mondiale,Francia ed Inghilterra ne mettevano a rischio la sicurezza,
quindi Hitler poteva avere ragione ad attaccare.

Quello che è sbagliato nel tuo,ma non è solo tuo ovviamente,modo di ragionare è che a dire che:
eh,ma non si può sapere
eh,ma non ci possono essere certezze
eh ma ti credi di essere la verità rivelata,o di averla in tasca

Uno può mettere in discussione qualsiasi cosa,come infatti avviene oggi più di ieri.
Ed infatti oggi più di ieri ci sono gruppi di persone(indipendentemente dalle eventuali etichette politiche,su questo concordo eh)
che pretendono di mettere in discussione ogni cosa sulla base di bufale.
Qui stà il punto.
Ecco come abbiamo avuto che il covid non esiste,che Trump ha vinto le elezioni nel 2020,o che gli attentati tipo Bataclan erano falsi
e le vittime manichini.
Perchè quella è la mentalità di quelle persone.

Io non pretendo di essere "la verità rivelata",se però leggo delle scempiaggini lo dico,cercando di argomentarle.
Perchè sono una persona che si informa e cerca di capire le cose e non ragiona per partito preso.

Prendi la questione delle elezioni per dire.
Sia nel 2016 sia nel 2020 in USA alle elezioni ci sono state accuse di brogli,nel 2016 erano alcuni democratici a dire che 
Trump avesse vinto con dei brogli,nel 2020 invece è stato Trump con tutto ciò che ne è seguito.

Ecco in quei casi entrambi avevano torto,ma non è che avevano torto perchè lo dico io che "ho le certezze" o "voglio avere la verità in tasca sempre e comunque",ma perchè entrambi sostenevano i brogli sulla base di idiozie vere e proprie.
E se ti vai a cercare i miei commenti del 2016 vedrai che allora avevo attaccato duramente quelli che dicevano che Trump avesse vinto
con dei brogli.
Il punto è che io pur avendo le mie simpatie per la destra(si può scrivere ?)non sono uno che ragiona per partito preso
cioè che dà sempre e comunque ragione al partito per cui simpatizza.
Se vedo che pure la mia parte politica fa o dice delle cavolate lo dico,tutto qui.
 

Link to comment
Share on other sites

@Shuji
Ma guarda che alla fine in fondo anche io la penso così eh sul fatto che buoni e cattivi ci possano essere da tutte e 2 le parti.
Prendi il covid,a me stanno antipatici sia quelli fissati che vorrebbero lock-down perpetui,sia i negazionisti.
Diciamo che nel primo anno di pandemia mi stavano più sulle scatole i primi,cioè quelli che se vedevano uno
senza mascherina si indignavano,se vedevano qualcuno fuori di casa si indignavano e si indignavano al
primo anche timido accenno di possibili riaperture,perchè per questi il covid era peggio dell'ebola.
Col vaccino dal 2021 invece a fare maggiore casino sono stati i gruppi no vax e negazionisti vari.

Per dire io questa estate ero a Torino e passeggiavo nel parco del Valentino con la mascherina.
Uno che faceva footing mi ha gridato di tutto perchè la indossavo,io ovviamente l'ho ignorato.

Invece un giorno mentre rientravo dal lavoro sono salito su di un treno e mi sono seduto.
Dietro di me,nel senso che ce li avevo di schiena,una coppia si è alzata dicendo:
ma questo coglione proprio qui doveva venire a sedersi ?

Ora io non so per chi votino quelle persone e manco mi importa,però posso dire che sono tutti e 2 dei dementi ?
Ma cosa gli importava a quello di Torino se io avevo la mascherina ?
E quello del treno si è alzato e se ne è andato insultandomi perchè aveva paura del covid al punto di temere solo di avere
uno seduto 2 posti avanti e manco a contatto ?
 

Link to comment
Share on other sites

Per quel che riguarda lo specifico di questo post,che credo si debba/possa considerare il post sulla crisi russo-ucraina del 2022.
Pur con tutti i distinguo del caso Putin ha torto.
Dire che è stato accerchiato dalla Nato non ha senso,i paesi dell'ex-Patto di Varsavia hanno scelto liberamente di aderire alla Nato.
Oltretutto non regge neppure il discorso dei "missili vicino ai confini tipo Cuba anni '60".
A parte i paesi Baltici che già sono nella Nato e garantirebbero basi agli USA,però oggi i missili hanno una tecnologia
tale che per colpire la Russia non c'è bisogno di basi in Ucraina.
Putin ha mire espansionistiche da restaurazione quasi della vecchia URSS.
Poi per dire ieri ha minacciato pure Svezia e Finlandia.dicendo che debbono rimanere neutrali,quando Svezia e Finlandia
non erano neppure parte della vecchia URSS.
C'è da sperare che ci siano delle trattative diplomatiche che portino alla fine delle ostilità,Crimea e Dondass alla Russia,
Ucraina stato cuscinetto fuori da Nato e UE,ma senza governi fantoccio,e contenti tutti si spera.

Link to comment
Share on other sites

perr_etn.ukr.jpg
A me risulterebbe pure che in Ucraina solo in Crimea i russi sarebbero in maggioranza col 58,3%.
Nelle 2 regioni orientali contese i russi pur forti sarebbero una minoranza di meno del 40%.
Anche nelle città la loro prevalenza è minima: ad esempio a Donec'k i russi sono il 48.15 % degli abitanti e gli ucraini il 46.65. E tutte le regioni hanno votato nel 1991 maggioritariamente per l'indipendenza dell'Ucraina, con percentuali sempre superiori alla quota di popolazione ucraina residente; quindi con il voto favorevole di molti russi: il 54% in Crimea, il 77% nella regione di Donec'k, l'84% in quella Luhans'k, l'85% in quella di Odessa.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Cavaliere nero. ha scritto:

C'è da sperare che ci siano delle trattative diplomatiche che portino alla fine delle ostilità,Crimea e Dondass alla Russia,
Ucraina stato cuscinetto fuori da Nato e UE,ma senza governi fantoccio,e contenti tutti si spera.

Forse Putin (oltre a tenersi Crimea e Donbass..) si accontenterebbe che non entrasse nella Nato, lasciando che aderisca all'UE.

Del resto è quel che è successo con paesi neutrali come Svezia e Finlandia senza che nessuno avesse da ridire, e infatti Putin protesta invece per un loro eventuale ingresso nella Nato..

Link to comment
Share on other sites

Cavaliè, a me fa pensare che di fronte alla portata  dell'evento politico, storico, geopolitico, militare a cui abbiamo assistito tu vai a pensare a cose del tutto insignificanti come la posizione degli elettori italiani dei partiti sulla politica estera. Già è insignificante la politica estera italiana, figuriamoci come si comportano gli elettori.

E sulla tua disamina riguardo alla NATO ci sarebbe molto da discutere.

Link to comment
Share on other sites

3 hours ago, Cavaliere nero. said:

Ma guarda che alla fine in fondo anche io la penso così eh sul fatto che buoni e cattivi ci possano essere da tutte e 2 le parti.

Aspetta, fammi capire. Tu pensi che "esitanto2, in senso assoluto, generico e lato, "buoni" e "cattivi"?

Scusa la domanda: quanti anni hai? Sono serio.

Perché mi pare tu non sia americano, quindi diventa solo una questione di età.

Link to comment
Share on other sites

10 hours ago, Shuji said:

Faccio un esempio sul perché il discorso chexfai non ha attinenza con la realtà.

Il PD tu ovviamente lo cataloghi come sinistra.

[...]

Figurarsi stare lì a suddividere la lavagna tra brutti e cattivi.

 

 

Shu, do seguito al tuo bel post perché ovviamente l'avevo scioccamente ripetuto, e allora almeno ci metto un senso ulteriore nel mio stile. Grazie per la testa di ponte.

Caro Dark Knnight (sì, è una "parola polirematica" [io dicevo "polilessemica"], non è "cavaliere oscuro"), questa è una cosa umana. Diceva giustamente Aldous Huxley che la scienza è la dottrina del ridurre la complessità alla semplicità. Il che è verissimo, e bada bene che Huxley lo diceva non gà per mortificare la scienza, ma per lodarla. Ovvero, la "complessità" è ingestibile, e la realtà è infinitamente complessa. Nella sua complessità l'uomo non avrebbe alcun modo di approcciarla. Invece, la scienza la riduce tramite vari strumenti alla semplicità, e così puoi tentare a anche riuscire ad avere un certo effetto utilitaristico sulla realtà. Gli strumenti della semplificazione scientifica sono ovviamente le categorie, ovvero i modelli. Il linguaggio categorizzante della scienza è la matematica. Applicandola alla complessità del reale si ottiene un'utile approssimazione che è la fisica.

Questa è una bella storia e ora abbiamo gli iPhone, e le astronavi, ma una volta battuta una tavoletta di pietra con un osso, beh, da lì è un singolo breve passo (grazie, Stanley).

Venendo ora a più umane cose, ovvero la sociologia e nel caso, ma che dico, la psicologia, la psichiatria, il percettivisimo.

La prima semplificazione è nella concettualizzazione della nostra percezione.

La nostra percezione della realtà è infinitamente complessa, ed è per tanto indicibile.

Per dirla, per dirla persino a noi stessi, occorre ridurla in categorie - come faceva notare un signore molto precisino di Könisberg.

In realtà, l'aveva già detto un tizio nella Grecia antica, ma aveva usato parole più fantasiose e la gente secondo me non l'aveva capito davvero, ancora adesso non lo capisce. In effetti anche una assai diffusa lettura di un cero testo sacro ancora più antico dice sempre le stesse cose, ma vedi... è proprio una questione di "dire".

Quindi, e veniamo al punto, va benissimo "spiccare" parti di realtà attribuendogli poi un nome, un'etichetta categorizzante, traendole in questo modo al di fuori della caotica e indefinita complessità del reale non ancora detto. Questo è necessario. Occorre distinguere una bottiglia da un bicchiere, per dire.

Ma una bottiglia e un bicchiere sono cose semplici da definire, tutto sommato. Già l'amore e l'odio sono più difficili, vedi? Il bene e il male, poi, non ne parliamo neanche.

Ma se, peggio ancora, tu vuoi mettere delle realtà sovracomplesse, per di più grandemente soggette all'elemento temporale, in delle scatole comodamente etichettate per poterne dire e parlare semplicemente, allora compi una riduzione così spiccata che – oltre a essere tipicamente infantile – toglie il senso reale a quello che hai messo nelle scatole. Non solo lo "riduce" ma lo "spinge a forza" dentro delle definizioni in cui non si ha alcuna descrizione, neppure semplificata, del contenuto reale.

Lo so che questa tendenza davvero bambinesca è *esattamente* la tendenza della società contemporanea, ma... pensaci, se vuoi.

La reanimalizzazione passa per la reinfantilizzazione.

 

Edited by Shito
Link to comment
Share on other sites

Devo dire che il sondaggio pubblicato diversi post fa da Cavaliere nero mi ha portato a chiedermi quante persone continuino a credere in Putin e nelle sue motivazioni, e quanti ambienti abbiano a disposizione per esprimersi.

Il che non è cosa scontata: dopo aver sentito le dichiarazioni di Zelensky e la narrazione della resistenza ucraina per un po' di giorni, sinceramente tendevo a escludere che qualcuno potesse non essere dalla loro parte -anche se non era molto razionale.

Link to comment
Share on other sites

Onestamente non capisco a cosa punti Putin, cosa pensa di ottenere.

Pure se non fosse intervenuta nessuna sanzione un governo fantoccio/ dittatura alla bielorussa ha bisogno di una importante parte della popolazione ad appoggiarla (20% almeno) o devi lasciare i tuoi militari ad occupare e non credo possa permetterselo.

Pure a ritirarsi ora ormai l'Europa si rivolgerà a medio termine ad altre fonti energetiche e al, si è sputtanato per gli investimenti stranieri, se la Cina lo appoggia ne diventa satellite...

Bho a me pare una mossa suicida.

 

Sempre sperando che non si sia solo rincoglionito e diventato paranoico bombarolo (che dalle immagini delle varie riunioni con tutti a 30 MT il dubbio sale...)

Link to comment
Share on other sites

domande secche per chi volesse rispondere:

siete d'accordo con l'entrata immediata dell'ucraina in europa?

cosa ne pensate del rifornimento di armi all'ucraina?

putin verrà destituito?

Link to comment
Share on other sites

39 minutes ago, Roger said:

domande secche per chi volesse rispondere:

siete d'accordo con l'entrata immediata dell'ucraina in europa?

cosa ne pensate del rifornimento di armi all'ucraina?

putin verrà destituito?

No.

Normale nelle guerre per interposta persona

Non so.

Link to comment
Share on other sites

5 hours ago, Roger said:

domande secche per chi volesse rispondere:

siete d'accordo con l'entrata immediata dell'ucraina in europa?

cosa ne pensate del rifornimento di armi all'ucraina?

putin verrà destituito?

 

1) non ho conoscenze sufficienti per avere un'opinione

2) non ho conoscenze sufficienti per sentirmi di esprimere un'opinione, ma mi pare una cosa potenzialmente molto ipocrita

3) non credo prorio

4 hours ago, VNM said:

Cos'è sta storia che sto leggendo in giro un pò a nastro che Putin non è completamente lucido e sragiona perchè ha il Long COVID?

Stai dicendo che non è gli influssi del 5G? °_°

Link to comment
Share on other sites

15 hours ago, Roger said:

domande secche per chi volesse rispondere:

siete d'accordo con l'entrata immediata dell'ucraina in europa?

cosa ne pensate del rifornimento di armi all'ucraina?

putin verrà destituito?

1) non in questo momento, anche se è stato detto che l’adesione alla UE sarà disciplinato, come tutti i paesi che ne fanno richiesta, dall’applicazione dell’articolo 49 cosa che non credo l’Ucraina facesse in pieno prima della guerra (anzi), e che comunque la trasforma in un processo lungo ed articolato. Ah se poi dovesse entrare, chi lo permetterà, dovrebbe mettere in conto che l’Ucraina è un +1 al Gruppo di Visegrad

2) ovviamente d’accordo, la cosa è molto articolata, la faccio sbrigativa dicendo che contrari a questo sono l’ANPI, Sboldrina, Montanari, 5S e il Fatto quotidiano.

3) l’ideale sarebbe che si venga destituito all’interno, dalla pressione crescente delle sanzioni e dalla spinta degli oligarchi consapevoli che i prossimi 10 anni della Russia saranno molto difficili

Saluti Toma

Link to comment
Share on other sites

1) Assolutamente no, per me l'Ucraina deve rimanere un paese neutrale. E sì, poi non si lamentassero in caso entri se non vuole profughi africani, o non riconosce diritti civili o rivendicazioni lbgtq

2) Contrario, un inutile innalzamento di tensione. Ipocrita perché se veramente si voleva dimostrare di essere forti ed interessati all'Ucraina si sbatteva la propria forza sul tavolo e si faceva entrare l'Ucraina nella NATO (è più complesso di così e ci sono clausole che lo ostacolavano), ma comunque si dava l'intenzione forte di farlo. Gli ucraini sono stati sedotti ed abbandonati per le incertezze degli USA. Al contrario di Toma per quanto non sempre d'accordo negli ultimi anni sono contento che alcuni dei soggetti che ha citato abbiano preso quella posizione

3) Difficile dirlo, ma se sopravvive a questo periodo, muore al Cremlino 

 

 

Link to comment
Share on other sites

12 minuti fa, Godai ha scritto:

1) Assolutamente no, per me l'Ucraina deve rimanere un paese neutrale. E sì, poi non si lamentassero in caso entri se non vuole profughi africani, o non riconosce diritti civili o rivendicazioni lbgtq

Come dicevo prima, aderire all'UE non esclude essere un paese neutrale (come nel caso di Austria, Finlandia e Svezia..), ed infatti pare che Putin sarebbe favorevole all'ingresso dell'Ucraina nell'UE purchè resti fuori dalla Nato (vedasi le recenti minacce a Finlandia e Svezia per un loro possibile ingresso nell'Alleanza Atlantica..).

Edited by Eymerich
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

18 hours ago, Roger said:

domande secche per chi volesse rispondere:

siete d'accordo con l'entrata immediata dell'ucraina in europa?

cosa ne pensate del rifornimento di armi all'ucraina?

putin verrà destituito?

giusto iniziare oggi il processo per dare un segnale ma non va derogato nulla, rimarrebbe cmae tipo finlandia

 

pericoloso ma non ci sono molte alternative

 

spero di si ma non lo so, si è messo in una posizione difficile ma non so che forza reale possano avere degli oppositori, al colpo di stato militare credo poco, ad enormi pressioni lato finanza già di più.

Alla fine le sanzioni provano a colpire "panem et circenses" lato "intrattenimento" le sanzioni su sport e spettacoli possono creare subito molto malumore tra il popolo o anche semplicemente far passare il segnale che qualcosa stia succedendo anche in un regime, sul panem non so quanto ci mettono ad essere significative ai diversi livelli.

 

nel frattempo in che mani siamo anche dall'altro lato

 

Link to comment
Share on other sites

17 hours ago, Roger said:

domande secche per chi volesse rispondere:

siete d'accordo con l'entrata immediata dell'ucraina in europa?

cosa ne pensate del rifornimento di armi all'ucraina?

putin verrà destituito?

  1. Si. Quoto comunque Shito
  2. Ambivalente. Da un lato il processo di ammodernamento delle forze armate ucraine era già in corso dal 2014, dall'altro l'Ucraina è ancora piena di formazioni paramilitari con il santino di Stefan Bandera in tasca (o altri tatuaggi simpatici). Continuo a quotare Shito
  3. Si spera ma non uscirà fuori un governo filo-europeista subito dopo. Ho già detto che quoto Shito?
Link to comment
Share on other sites

32 minuti fa, Eymerich ha scritto:

Come dicevo prima, aderire all'UE non esclude essere un paese neutrale (come nel caso di Austria, Finlandia e Svezia..), ed infatti pare che Putin sarebbe favorevole all'ingresso dell'Ucraina nell'UE purchè resti fuori dalla Nato (vedasi le recenti minacce a Finlandia e Svezia per un loro possibile ingresso nell'Alleanza Atlantica..).

Vero, sentivo un'intervista di Prodi in cui raccontava che l'ossessione di Putin era più che altro per la NATO, ma l'Ucraina è diversa da Svezia e Finlandia anche un suo ingresso nella UE ha un peso diverso.

 

12 minuti fa, VNM ha scritto:

dall'altro l'Ucraina è ancora piena di formazioni paramilitari con il santino di Stefan Bandera in tasca (o altri tatuaggi simpatici).

Chiudere gli occhi su quello che hanno fatto quelle formazioni (Battaglione Azov in primis) in Donbass (cfr strage di Odessa) per anni non aiuta a capire le ragioni della guerra.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.