Jump to content

Entro 48 ore la Russia potrebbe invadere l'Ucraina


Roger

Recommended Posts

Qua sopra infatti si smonta anche quello che credevo pure io del 'sono tutti fratelli russi', insieme al discorso della persecuzione culturale nel territorio dei russi, mentre invece dall'inizio storicamente accertato e' l'esatto contrario.

 

Infine, credo che quasi nessuno dei pluri informati di materie russe, abbia ancora sentiti dei bydlo, notoriamente foraggiati dallo Zar

Link to comment
Share on other sites

I più grandi alleati di Putin sono l'ignoranza e la paura di noi occidentali, compresi purtroppo diversi leader, ancora convinti che con quel lurido bastardo serva trattare mentre nella situazione in cui è adesso basterebbe solo una piccola spintarella per farlo rovinare a terra... ma chissà quante bustarelle ha sparso in giro lo stronzo per assicurarsi lecchini tra media e politica. Sempre più convinto che serva l'intervento diretto, spero che la Lituania ci fornisca la scusa, sia mai che a quello là saltino i nervi e faccia davvero la Cazzata con la C che segnerà la sua fine. (sempre che a bocce ferme, quando ci sarà da fare i conti VERI e non tarocchi come la quotazione del rublo, non caschi lo stesso sommerso dai debiti per il costo insostenibile della ricostruzione, non solo dell'Ucraina)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Guest Great Starred
4 ore fa, Alex Halman ha scritto:

I più grandi alleati di Putin sono l'ignoranza e la paura di noi occidentali, compresi purtroppo diversi leader, ancora convinti che con quel lurido bastardo serva trattare mentre nella situazione in cui è adesso basterebbe solo una piccola spintarella per farlo rovinare a terra... ma chissà quante bustarelle ha sparso in giro lo stronzo per assicurarsi lecchini tra media e politica. Sempre più convinto che serva l'intervento diretto, spero che la Lituania ci fornisca la scusa, sia mai che a quello là saltino i nervi e faccia davvero la Cazzata con la C che segnerà la sua fine. (sempre che a bocce ferme, quando ci sarà da fare i conti VERI e non tarocchi come la quotazione del rublo, non caschi lo stesso sommerso dai debiti per il costo insostenibile della ricostruzione, non solo dell'Ucraina)

Io ci andrei pianiiiino pianiiino prima di fare affermazioni drastiche. A me fanno paura sia Vladimir che Volodymyr (nessuno si e' accorto che hanno un nome identico? 😲 Cambia la traslitterazione,  come in un copione di Twilight zone). Sono entrambi pagliacci, il problema e' l'influenza che possono o non possono esercitare su altri. 

Intanto, con la filosofia armiamoci e partite, possono vantare un discreto numero di "trofei" raccolti tra i cittadini del proprio stesso paese. E che non mi si venga a dire che questa e' la guerra. Questi sono gli uomini. Ci sono testimonianze dirette di donne e vecchi "costretti" a rifugiarsi insieme ai soldati ucraini, i quali sottraevano l'acqua ai civili e la gettavano in terra, per far capire che spettava ai militari. 😑

Ho "rivisto" con l'immaginazione una vecchia puntata di Gundam (quando Amuro torna a casa). 🤬

 

Link to comment
Share on other sites

Eh se tutto fosse in mano alle donne, non ci sarebbero le guerre….

Ah se ti fanno paura allo stesso modo Putin e Zelensky, è solo un problema tuo, che è quello fondamentalmente di aver capito poco o nulla.

Senza offesa

Saluti Toma

Edited by Il Toma
Link to comment
Share on other sites

On 6/22/2022 at 2:31 AM, Great Starred said:

Ho "rivisto" con l'immaginazione una vecchia puntata di Gundam (quando Amuro torna a casa). 🤬

Ah già... quella gran deficiente della madre che dà al figlio dell'assassino, roba da tirarle una vanga sulle gengive.

Sì in effetti può ricordare un po' quei coglioni che blaterano di pace senza neanche capire che tra trattativa e resa ci sta un abisso

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Guest Great Starred
Il 23/6/2022 Alle 23:22, Alex Halman ha scritto:

Ah già... quella gran deficiente della madre che dà al figlio dell'assassino, roba da tirarle una vanga sulle gengive.

Sì in effetti può ricordare un po' quei coglioni che blaterano di pace senza neanche capire che tra trattativa e resa ci sta un abisso

Non e' l'unica scena che mi e' tornata in mente. In effetti, mi ricordo i soldati della federazione che prendono il cibo dalla bancarella ma non vogliono pagare. Alle proteste della donna, vicina di casa di Amuro, le rispondono che deve ringraziare loro se e' viva, quindi stia zitta.

Il 23/6/2022 Alle 22:33, Il Toma ha scritto:

Eh se tutto fosse in mano alle donne, non ci sarebbero le guerre….

Ah se ti fanno paura allo stesso modo Putin e Zelensky, è solo un problema tuo, che è quello fondamentalmente di aver capito poco o nulla.

Senza offesa

Saluti Toma

Figurati. Nessuna offesa. 

Lo sanno tutti che politica e guerre sono di stretta competenza degli uomini (e si vede).

Link to comment
Share on other sites

Immagina cosa potrebbe succedere fosse in mano a donne tipo la Clinton, una 3 guerra mondiale non sarebbe neanche quotata, ma forse li sarebbe più per incompetenza che per squilibri ormonali.

Sono ironico, se non si fosse capito, non vorrei farne una questione di sesso biologico, fatto sta che il nocciolo della questione non è stato preso in considerazione.

E che se metti sullo stesso piano Putin e Zelensky ha proprio capito poco e male cosa sta succedendo, e nascondersi dietro al pacifismo di “le guerre uccidono le persone” non serve a migliorare il tutto.

Saluti Toma

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Il 21/6/2022 Alle 22:08, Alex Halman ha scritto:

Sempre più convinto che serva l'intervento diretto, spero che la Lituania ci fornisca la scusa, sia mai che a quello là saltino i nervi e faccia davvero la Cazzata con la C che segnerà la sua fine.

Vorrei ricordare le parole con cui Biden all'inizio dell'invasione russa ha motivato la scelta di evitare l'intervento diretto in Ucraina:

«O le sanzioni o la terza guerra mondiale. [...] Avevamo solo queste due possibilità e naturalmente ho voluto evitare la terza guerra mondiale: ecco perché non ho inviato soldati americani in Ucraina».

Link to comment
Share on other sites

7 hours ago, Arlec said:

Vorrei ricordare le parole con cui Biden all'inizio dell'invasione russa ha motivato la scelta di evitare l'intervento diretto in Ucraina:

«O le sanzioni o la terza guerra mondiale. [...] Avevamo solo queste due possibilità e naturalmente ho voluto evitare la terza guerra mondiale: ecco perché non ho inviato soldati americani in Ucraina».

sì vabbè vabbè, le cose possono cambiare, non prendere per oro colato quel che dice un politico, in quel momento doveva giustificare il non intervento e non si aveva ancora idea della reale capacità militare russa (enormemente sopravvalutata) non credere che stiano facendo chissà quale fomidabile avanzata, dopo quattro mesi FORSE riusciranno a completare "l'album di figurine" di Lughansk, resta ancora molto per quello di Donesk e solo grazie ai mercenari della Wagner (coi loro bei tatuaggi nazisti non meno vistosi di quelli dell'Azov) e ai colpi incessanti dell'artiglieria, quella sì ne hanno a valanghe, ma del resto se noi agli ucraini li riforniamo col contagocce...

Ieri hanno fatto di nuovo gli sbruffoni con un'infornata di missili (lanciati dai cieli della Bielorussia, perché oltre il confine non si azzardano ad andare), ma niente missili ipersonici o roba davvero moderna, altri residuati dell'arsenale dell'URSS (oltre ad aver svuotato quello dei carri bielorussi) e non si sa nemmeno se hanno sul serio centrato qualcosa di militarmente rilevante.

18 hours ago, Great Starred said:

Non e' l'unica scena che mi e' tornata in mente. In effetti, mi ricordo i soldati della federazione che prendono il cibo dalla bancarella ma non vogliono pagare. Alle proteste della donna, vicina di casa di Amuro, le rispondono che deve ringraziare loro se e' viva, quindi stia zitta.

Ma guarda... in guerra ci sono i soldati stronzi... che scoperta!

Tipo quelli che tornano a casa con le lavatrici fregate nelle case ucraine

18 hours ago, Great Starred said:

Figurati. Nessuna offesa. 

Lo sanno tutti che politica e guerre sono di stretta competenza degli uomini (e si vede).

La Thatcher te la sei scordata? :°_°:

 

Edited by Alex Halman
Link to comment
Share on other sites

Non sono un esperto di questioni militari... ma penso che augurarsi un conflitto militare diretto fra due potenze nucleari, che possiedono all'incirca 5000 bombe atomiche a testa... sia la più grossa minchiata che un essere umano possa concepire.

Link to comment
Share on other sites

La teoria della MAD è il migliore regalo lasciato dalla Guerra fredda, ed è talmente autoevidente che è difficile venga ignorata...

Dal punto di vista occidentale, il problema più grosso è di gran lunga la sfiducia, l'idea che mandare più o meno armi all'Ucraina possa cambiare solo la lunghezza e i danni della guerra e non il suo risultato. Parafrasando irrispettosamente Kennedy e Chruščëv***, gli Stati Uniti avranno l'artiglieria di qualità per fare più danni ai russi, la Russia avrà l'artiglieria semplice in quantità sufficiente per contrattaccare e altro potrebbe non servirle.

 

(*** Sono dovuto andare a pigliare la traslitterazione più corretta, per stanchezza di leggere articoli in italiano che usano le rese anglofone. Mai capito perché gli statunitensi, ad esempio, scrivano ancora "Joseph Stalin", e tanto meno perché resti così in certe traduzioni italiane...)

 

Edited by Anonimo (*lui*)
Link to comment
Share on other sites

1 hour ago, Arlec said:

Non sono un esperto di questioni militari... ma penso che augurarsi un conflitto militare diretto fra due potenze nucleari, che possiedono all'incirca 5000 bombe atomiche a testa... sia la più grossa minchiata che un essere umano possa concepire.

Appunto perché le hanno entrambi non le useranno mai, poi diretto fino a un certo punto, nessuno dice di mettere piede in Russia, non serve nemmeno

Link to comment
Share on other sites

1 hour ago, Anonimo (*lui*) said:

La teoria della MAD è il migliore regalo lasciato dalla Guerra fredda, ed è talmente autoevidente che è difficile venga ignorata...

Dal punto di vista occidentale, il problema più grosso è di gran lunga la sfiducia, l'idea che mandare più o meno armi all'Ucraina possa cambiare solo la lunghezza e i danni della guerra e non il suo risultato. Parafrasando irrispettosamente Kennedy e Chruščëv***, gli Stati Uniti avranno l'artiglieria di qualità per fare più danni ai russi, la Russia avrà l'artiglieria semplice in quantità sufficiente per contrattaccare e altro potrebbe non servirle.

Sì, il problema grosso dell'occidente è un'opinione pubblica con troppe teste di cazzo facilmente influenzabili dalla propaganda russa.

Come se dopo Caporetto ci fossimo arresi, e gli Ucraini per quanto terreno perdano sono solo pochi km eh... danno troppa importanza alle singole città come Severodonesk e fanno da cassa di risonanza ai proclami russi su migliai di prigionieri catturati... e dove sarebbero? i video che hanno fatto vedere fanno contare qualche decina di soldati della territoriale, se ne avessero avuti migliaia avrebbero fatto fare la sfilata. Idem per i mezzi presunti catturati e distrutti... immagini? zero

Link to comment
Share on other sites

Guest Great Starred
7 ore fa, Alex Halman ha scritto:

sì vabbè vabbè, le cose possono cambiare, non prendere per oro colato quel che dice un politico, in quel momento doveva giustificare il non intervento e non si aveva ancora idea della reale capacità militare russa (enormemente sopravvalutata) non credere che stiano facendo chissà quale fomidabile avanzata, dopo quattro mesi FORSE riusciranno a completare "l'album di figurine" di Lughansk, resta ancora molto per quello di Donesk e solo grazie ai mercenari della Wagner (coi loro bei tatuaggi nazisti non meno vistosi di quelli dell'Azov) e ai colpi incessanti dell'artiglieria, quella sì ne hanno a valanghe, ma del resto se noi agli ucraini li riforniamo col contagocce...

Ieri hanno fatto di nuovo gli sbruffoni con un'infornata di missili (lanciati dai cieli della Bielorussia, perché oltre il confine non si azzardano ad andare), ma niente missili ipersonici o roba davvero moderna, altri residuati dell'arsenale dell'URSS (oltre ad aver svuotato quello dei carri bielorussi) e non si sa nemmeno se hanno sul serio centrato qualcosa di militarmente rilevante.

Ma guarda... in guerra ci sono i soldati stronzi... che scoperta!

Tipo quelli che tornano a casa con le lavatrici fregate nelle case ucraine

La Thatcher te la sei scordata? :°_°:

 

Non solo la Thatcher, Maria Teresa d'Austria, la regina Himika e compagnia bella. Mi hanno fatto una battuta sessista e io ho risposto col sessismo. Il Toma pensa che non capisco niente perche' sono una donna: io non glie ne faccio una colpa, di esser nato uomo. A qualcuno doveva capitare.😙

Link to comment
Share on other sites

Guest Great Starred
3 ore fa, Arlec ha scritto:

Non sono un esperto di questioni militari... ma penso che augurarsi un conflitto militare diretto fra due potenze nucleari, che possiedono all'incirca 5000 bombe atomiche a testa... sia la più grossa minchiata che un essere umano possa concepire.

Credo che il problema sia che nessuno, qui, e' esperto in tattiche militari. Anche il luogo comune secondo cui i maschi capiscono meglio la guerra e' piuttosto vetusto, e' come aspettarsi che TUTTI gli uomini siano bravi nello sport.

Link to comment
Share on other sites

Guest Great Starred
15 ore fa, Il Toma ha scritto:

Immagina cosa potrebbe succedere fosse in mano a donne tipo la Clinton, una 3 guerra mondiale non sarebbe neanche quotata, ma forse li sarebbe più per incompetenza che per squilibri ormonali.

Sono ironico, se non si fosse capito, non vorrei farne una questione di sesso biologico, fatto sta che il nocciolo della questione non è stato preso in considerazione.

E che se metti sullo stesso piano Putin e Zelensky ha proprio capito poco e male cosa sta succedendo, e nascondersi dietro al pacifismo di “le guerre uccidono le persone” non serve a migliorare il tutto.

Saluti Toma

No, no, ho spiegato male. Non e' pacifismo (e comunque non sottovalutare il pacifismo, che non e' solo la tunica di Gandhi). E' che li trovo entrambi inquietanti, per quello che dicono e per come lo dicono. Zelensky che cammina in mezzo alle macerie incontro alla telecamera (=quindi verso di noi) sembra il Grande Fratello (orwelliano, non il programma tv). Gli studenti che tornano a danzare davanti alle rovine della scuola,e poi lo postano su youtube, danno un senso di irrealta', mancano di quella dignita' che i nostri nonni avevano. 

Soluzioni non ne ho, ma mi mette a disagio. 

Si, comunque lo avevo capito che sulle donne scherzavi (anche io🤭).

Link to comment
Share on other sites

Ho percepito del disagio a leggere gli ultimi 3 post.

Anzi no molta confusione, penso che mettere assieme guerra, sensazioni personali, finto pacifismo e sessismo (😂) crei parecchi problemi.

Sia a chi legge ma soprattutto a chi scrive.

Saluti Toma

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, Alex Halman ha scritto:

Sì, il problema grosso dell'occidente è un'opinione pubblica con troppe teste di cazzo facilmente influenzabili dalla propaganda russa.

Il problema tuo invece è che pensi ancora che nelle guerre e nella politica internazionale esistano i "buoni" e i "cattivi"... 

Link to comment
Share on other sites

Eppure l'hai detto proprio tu che i nazisti stanno sia nell'esercito russo che in quello ucraino...

Ah, ma forse anche fra i nazisti esistono quelli buoni e quelli cattivi... stupido io a non capire la differenza.

Lascio comunque a te l'imbarazzo di scegliere con quali nazisti stare.

Io sto coi lavoratori russi e con quelli ucraini, costretti a uccidersi a vicenda con le armi gentilmente concesse dai loro governi e dalle nazioni di mezzo mondo.

Sto coi lavoratori di tutto il mondo, e contro tutti i governi, che da sempre li sfruttano in pace e li usano come carne da cannone in guerra.

  • Like 1
  • Love 1
Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, Alex Halman ha scritto:

Sì, il problema grosso dell'occidente è un'opinione pubblica con troppe teste di cazzo facilmente influenzabili dalla propaganda russa.

Come se dopo Caporetto ci fossimo arresi, e gli Ucraini per quanto terreno perdano sono solo pochi km eh... danno troppa importanza alle singole città come Severodonesk e fanno da cassa di risonanza ai proclami russi su migliai di prigionieri catturati... e dove sarebbero? i video che hanno fatto vedere fanno contare qualche decina di soldati della territoriale, se ne avessero avuti migliaia avrebbero fatto fare la sfilata. Idem per i mezzi presunti catturati e distrutti... immagini? zero

Non seguo troppo i proclami dalle due parti... Comunque al momento la guerra viene presentata come "di logoramento" e quasi di trincea, quindi è comprensibile che si dia grande importanza agli avanzamenti e alle perdite di pochi chilometri, così come facevano i generali nella Prima guerra mondiale. Paradossalmente (cinicamente) gli ucraini avrebbero più possibilità di vincere se subissero effettivamente una Caporetto, ovvero una sconfitta dopo la quale il nemico dilaga in un'area relativamente vasta: rafforzerebbe il morale interno nel caso ce ne fosse bisogno, metterebbe la NATO di fronte alle conseguenze di aver inviato meno armi del dichiarato e spingerebbe ad aumentarle ecc. Ma chiaramente la vittoria resterebbe comunque dubbia.

Onestamente so che alla fine è più giusto pensarla come Arlec nel suo ultimo post. Però, per il modo in cui ci viene insegnata la storia, tendiamo (io tendo) ad appassionarci di più alle grandi manovre, a vedere gli stati come organismi viventi ecc. (Per la cronaca, se qualcuno non l'avesse letto o fosse interessato: https://www.ilpost.it/2022/06/13/geopolitica-cosa-non-spiega/ ).

Link to comment
Share on other sites

5 hours ago, Arlec said:

Il problema tuo invece è che pensi ancora che nelle guerre e nella politica internazionale esistano i "buoni" e i "cattivi"... 

Esiste una nazione che è stata invasa senza alcun motivo valido se non perché non faceva quello che voleva un certo bastardo mafioso

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

4 hours ago, Arlec said:

Eppure l'hai detto proprio tu che i nazisti stanno sia nell'esercito russo che in quello ucraino...

Perché la "denazificazione" è una stronzata,sottolineavo questo.

Anche noi abbiamo forza nuova, dici che deve venire Putin a denazificazificarci?

4 hours ago, Arlec said:

Ah, ma forse anche fra i nazisti esistono quelli buoni e quelli cattivi... stupido io a non capire la differenza.

Sei proprio scemo, ma per altro

4 hours ago, Arlec said:

Lascio comunque a te l'imbarazzo di scegliere con quali nazisti stare.

Siamo nazisti pure noi perché abbiamo forza nuova?

4 hours ago, Arlec said:

Io sto coi lavoratori russi e con quelli ucraini, costretti a uccidersi a vicenda con le armi gentilmente concesse dai loro governi e dalle nazioni di mezzo mondo.

Intanto i lavoratori russi potrebbero anche incrociare le braccia contro la guerra. Ma se ne guardano bene. Gli altri stanno solo difendendo il loro paese

4 hours ago, Arlec said:

Sto coi lavoratori di tutto il mondo, e contro tutti i governi, che da sempre li sfruttano in pace e li usano come carne da cannone in guerra.

Si vabbè ciao compagno

Edited by Alex Halman
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, Alex Halman ha scritto:

Esiste una nazione che è stata invasa senza alcun motivo valido se non perché non faceva quello che voleva un certo bastardo mafioso

Ma che bella analisi di politica internazionale... degna di un ricercatore della Harvard University :lolla:

Link to comment
Share on other sites

39 minuti fa, Alex Halman ha scritto:

Intanto i lavoratori russi potrebbero anche incrociare le braccia contro la guerra. Ma se ne guardano bene. Gli altri stanno solo difendendo il loro paese

Non è vero, ci sono stati episodi di ammutinamento nell'esercito russo, ne hanno parlato anche sulla stampa italiana. Senza contare le migliaia di manifestanti finiti in galera per essersi opposti alla guerra imperialista. Lo spazio e le condizioni sociali per una opposizione rivoluzionaria al nazionalismo russo non mancano; quello che manca è un partito internazionalista in Russia e in Ucraina. Quando nel 1917 quel partito c'era, è stato capace di fermare la guerra mondiale sul fronte orientale.

Link to comment
Share on other sites

(Il Partito Comunista c'è ancora oggi in Russia e all'anno scorso una sua componente faceva una discreta opposizione a Putin, pare: però dall'inizio della guerra non si sono più sentiti. O meglio, i suoi rappresentanti in un governo locale hanno fatto notare uno o due mesi fa che questa guerra sta lasciando morti o disabili molti appena maggiorenni "che potrebbero fare molto per la nazione": probabilmente questa è la massima critica che possono permettersi senza rischiare.)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.