Jump to content
Pluschan

[Multi] Assassin's Creed: Who needs worker's right? We have slaves!


Recommended Posts

Beh, i samurai farebbero da Bruti, credo che a meno di pezzi da novanta i bersagli sarebbero i Daimyo e qualche alto ufficiale abbastanza in rango per rompere le balle alla setta. I samurai sarebbero lì per fare da soldati spessi e duri da abbattere.

 

Vedo che abbiamo la stessa idea. :biggrin:

 

Va anche detto che la cosa più difficile in quell'ambientazione è trovare un nemico credibile alternativo ai templari (che lì mica c'erano) e il motivo per cui lì c'è un pezzo dell'Eden (nella mappa lasciata da Altair il Giappone non c'era, quindi o precedente o successivo, c'era però il SudAmerica).

 

Niente di più facile: da un Daimyo al soldo dei Templari, a un pescatore che trova un artefatto in fondo al mare e grazie ad esso diventa un potente signore feudale, ma anche un bersaglio SIA dei Templari CHE degli Assassini, ad una semplice caccia al tesoro che solo in un secondo momento si rivelerà legata all'Occidente.

 

Se si volesse trovare, il canovaccio si troverebbe senza sforzo. ;)

 

Vaccata è una vaccata, anche perchè in teoria gli Assassini sono addestrati per anni, in più per essere potenziata ne prendono di legnate, esclusi gli ascendenti di Desmond che sono delle macchine da guerra (viva il contrattacco) gli altri vanno tranquillamente giù con un soffio. Si dev'essere annacquato il sangue con i vari incroci umani.

 

Vero, la diluizione è inevitabile, col procedere dei millenni ... comunque mi par di capire che in effetti ci siano due tipi di reclute per gli Assassini: quelli di sangue e quelli di talento.

Quelli di sangue non solo sono leader naturali e atleti abilissimi, ma hanno anche capacità fondamentalmente inspiegabili.

Dopotutto roba come l'Occhio dell'Aquila non è una cosa che si può imparare da zero. A me pare una capacità innata. :sisi:

 

L'unico problema è capire se i francesi di Ubisoft avranno il coraggio di reinterpretare la loro storia, il nazionalismo lì impera niente male.

 

Massì questi sono di Montreal, sono abbastanza lontani.

Possono farcela. :biggrin:

 

Perchè si pensa che AC3 sarà la fine della storia di Desmond? Contando che il prossimo dovrebbe essere ambientato nel Diciottesimo secolo, il gioco con Desmond completo protagonista dovrebbe essere il quarto con cui si arriva al Ventunesimo. Dubito che dopo tutto il costruire il personaggio si faccia terminare la sua storia come appendice all'avventura di un altro suo antenato, credo avrà un (tre anzi) gioco completamente dedicato e in cui lo vedremo dare ai templari ciò che è dei templari (ovvero una pugnalata).

C'è anche il satellite da fermare.

 

In realtà si pensa ad un terzo e ultimo capitolo per via dell'ormai diffusa passione per le trilogie, non per altro.

Ad ogni modo la cosa sarebbe fattibilissima: durante il gioco si potrebbe passare più frequentemente tra il passato e il presente (cioè tra l'antenato e Desmond), man mano che i Templari si avvicinano ai nostri protagonisti e che Desmond acquisisce tutte le capacità di un Assassino.

 

Con un avvicendarsi degli eventi più veloce la storia potrebbe svolgersi compiutamente in entrambe le epoche, portando a due obiettivi: finire la storia di Desmond (che prevedibilmente fermerà il missile dei Templari E ci rivelerà qualche altro aspetto del favoloso mistero ancestrale) e lanciare un nuovo possibile Spin-off come con Ezio.

 

Ora, la fortuna di Assassin's Creed 2 è dovuta, ritengo, principalmente al fatto che Ezio e la sua storia sono raccontati in un modo interessante e coinvolgente.

Per questo la sfida sarà trovare un personaggio altrettanto carismatico e interessante.

Chi vota per un antenato femmina, stavolta?

 

Personalmente dubito, ma se prendessero quella strada non lo troverei così strano. :whistle:

Link to post
Share on other sites
  • Replies 473
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Dunque, complici le vacanze, l'alcool per le feste capodanniche a casa mia con amici ancora più cazzari di me che volevano giocare a far esplodere le bbbarche (Black Flag ha fatto danno) sono reduce d

Avviso: sarò molto prolisso.   Altra serata + nottata a Unity (settimana prossima si torna al lavoro, quindi meglio approfittarne adesso), e continua a piacermi. Credo che il termine più adatto a d

Questa roba non mi convince una sega. Attenderò eventuali recensioni e cali di prezzo, prima di provarlo.

Niente di più facile: da un Daimyo al soldo dei Templari, a un pescatore che trova un artefatto in fondo al mare e grazie ad esso diventa un potente signore feudale, ma anche un bersaglio SIA dei Templari CHE degli Assassini, ad una semplice caccia al tesoro che solo in un secondo momento si rivelerà legata all'Occidente.

Se si volesse trovare, il canovaccio si troverebbe senza sforzo. ;)

 

Beh, sì. Però dovendo tirare in mezzo Yonaguni (una specie di atlantide giapponese) ci vorrebbe qualche sforzo in più per rendere il tutto sensato e coerente con la serie, che per ora

 

 

vede la mela dell'eden come di derivazione UFO.

A meno di far sì che Yonaguni sia uno degli avamposti dei suddetti alieni, al che li si incontrerebbe pure, portando il tutto a sconfinare dal contesto pseudostorico della serie.

 

 

Vero, la diluizione è inevitabile, col procedere dei millenni ... comunque mi par di capire che in effetti ci siano due tipi di reclute per gli Assassini: quelli di sangue e quelli di talento.

Quelli di sangue non solo sono leader naturali e atleti abilissimi, ma hanno anche capacità fondamentalmente inspiegabili.

Dopotutto roba come l'Occhio dell'Aquila non è una cosa che si può imparare da zero. A me pare una capacità innata. :sisi:

 

L'eagle eye però in AC1 lo avevano tutti, a partire da Al Mualim. Era uno dei modi in cui distinguevano un innocente.

Anche perchè ce l'ha anche Ezio che in teoria è troppo in là nelle generazioni per essere un purosangue, anche solo partendo da Altair ci sono almeno quattro generazioni di mezzo (Ezio è il secondo figlio), e la moglie di Altair era un'umana ex templare. Può essere una prerogativa

Credo che quelli di sangue completo fossero i componenti dell'ordine originale, quello che Altair dice esistere da prima della fondazione della sua setta, che ne ha riscoperto il credo e le modalità rituali (tipo il taglio dell'anulare), e prendevano persone di talento e quelli col sangue annacquato. Lascerei tra l'altro stare l'abilità atletica, in AC tutti ce l'hanno, guardie e nobili compresi (ti ricordi i nobilotti che appena ti vedevano partivano di gran carriera verso i tetti urlando all'assassino?), per la leadership invece bisognerà aspettare Brotherhood (Altair divenne capo per merito, ma prima era uno stronzetto arrogante schifato da tutti).

 

Massì questi sono di Montreal, sono abbastanza lontani.

Possono farcela. :biggrin:

 

Ce vole l'approvazione dell'ufficio centrale :sisi:

 

In realtà si pensa ad un terzo e ultimo capitolo per via dell'ormai diffusa passione per le trilogie, non per altro.

Ad ogni modo la cosa sarebbe fattibilissima: durante il gioco si potrebbe passare più frequentemente tra il passato e il presente (cioè tra l'antenato e Desmond), man mano che i Templari si avvicinano ai nostri protagonisti e che Desmond acquisisce tutte le capacità di un Assassino.

 

Con un avvicendarsi degli eventi più veloce la storia potrebbe svolgersi compiutamente in entrambe le epoche, portando a due obiettivi: finire la storia di Desmond (che prevedibilmente fermerà il missile dei Templari E ci rivelerà qualche altro aspetto del favoloso mistero ancestrale) e lanciare un nuovo possibile Spin-off come con Ezio.

 

Però si spezzetterebbe troppo la storia di Desmond e dell'antenato, facendo perdere il focus sulle vicende temporalmente precedenti o successivi. Alternando perdi parte della caratterizzazione e il setting non riesce mai a svilupparsi totalmente, essendo la Francia del diciottesimo e gli Stati uniti del Ventunesimo due ambienti completamenti diversi (per dire, se puoi ancora rendere credibile un soldato francese del 1800 con la picca o la spada e che non porta il moschetto, non puoi rendere credibile un poliziotto senza pistola nel 2011, e quelli vai tranquillo che prima o poi te li ritrovi tra le balle). Specie considerando che gli AC sono lunghi ma non non lunghissimi, per renderlo almeno decentemente dovresti farlo di lunghezza doppia, magari inserendo pure l'artifizio di trama di una specie di Animus (unico mezzo per rivivere le vicende dell'antenato) mobile, magari su un furgone o un camion.

Altra cosa, generalmente tutti gli obiettivi nell'era precedente portano ad un solo risultato (ad esempio il primo gioco era funzionale alla scoperta della locazione degli altri artefatti), qui invece dovresti collegare ogni singolo obiettivo ad un singolo risultato nel futuro (altrimenti perchè andare nel passato?), ed è un macello in più.

A questo punto puoi fare due giochi diversi da cui guadagnare il doppio. Credo però che quando toccherà a Desmond si rischierà di dover interagire nel passato per via dell'eccesso di osmosi genetica (che ad un certo punto non fa distinguere tra passato e presente, quindi potrebbe ricapitare di vedere Altair, Ezio e altri personaggi), ma comunque dovrebbe fare storia a sè.

 

Ora, la fortuna di Assassin's Creed 2 è dovuta, ritengo, principalmente al fatto che Ezio e la sua storia sono raccontati in un modo interessante e coinvolgente.

Per questo la sfida sarà trovare un personaggio altrettanto carismatico e interessante.

Chi vota per un antenato femmina, stavolta?

 

Personalmente dubito, ma se prendessero quella strada non lo troverei così strano. :whistle:

 

Beh, vale sia per Altair che per Ezio, il primo veniva fregato dalla monotonia e semplicità del primo AC, ma era abbastanza carismatico nonchè primo arrampicatore folle (tratto spettacolare della serie), quindi dal punto di vista del carisma non credo si correrà il rischio.

Anche a me non dispiacerebbe un assassino donna, ma per ora i tizi erano tutti parenti di Desmond con la sua stessa faccia. Spero che se fanno una signorina almeno i tratti somatici glieli cambino, ma mi sa che finiremo di nuovo con un maschio sia per i tratti sia perchè le movenze andrebbero leggermente rivisti (Altair, Ezio e Desmondo sono della stessa corporatura e lo scheletro utilizzato per i movimenti è sempre quello, la donna per forza di cose è meno massiccia e ancora più agile, quindi devi rifare tutto il modello).

 

Sfido chiunque a dire che non spignerebbe abbestia :superfap:

 

E' da vedere, ambientazione non facile e condottieri non malleabili da nessuno, figurati dal templarucolo di turno che rompeva le balle. L'avrebbero semplicemente scannato sul posto.

In più allora pare fossero tutti enormi con l'esclusione degli strateghi.

Link to post
Share on other sites

Beh, sì. Però dovendo tirare in mezzo Yonaguni (una specie di atlantide giapponese) ci vorrebbe qualche sforzo in più per rendere il tutto sensato e coerente con la serie, che per ora

 

 

vede la mela dell'eden come di derivazione UFO.

A meno di far sì che Yonaguni sia uno degli avamposti dei suddetti alieni, al che li si incontrerebbe pure, portando il tutto a sconfinare dal contesto pseudostorico della serie.

 

Sì, ma non sarebbe un problema ... anche perché non c'è solo la mela.

Anche il Pastorale di Papa Borgia è un artefatto, così come una spada che al momento non si sa dove sia finita. ;)

 

L'eagle eye però in AC1 lo avevano tutti, a partire da Al Mualim. Era uno dei modi in cui distinguevano un innocente.

Anche perchè ce l'ha anche Ezio che in teoria è troppo in là nelle generazioni per essere un purosangue, anche solo partendo da Altair ci sono almeno quattro generazioni di mezzo (Ezio è il secondo figlio), e la moglie di Altair era un'umana ex templare. Può essere una prerogativa

Credo che quelli di sangue completo fossero i componenti dell'ordine originale, quello che Altair dice esistere da prima della fondazione della sua setta, che ne ha riscoperto il credo e le modalità rituali (tipo il taglio dell'anulare), e prendevano persone di talento e quelli col sangue annacquato.

 

In AC1 l'Occhio ce l'avevano sicuramente Altair e Al Mualim ... non ricordo se anche tutti gli altri ce l'avessero. >_<

Comunque mi pare sensato ritenere che sia una capacità innata (pur se necessita di addestramento) e non solo qualcosa che si impara.

Ne sapremo sicuramente di più tra non molto.

 

Che poi, ora che ci penso, Desmond, nella sequenza iniziale di AC2, usa l'Occhio per vedere le impronte digitali sul tastierino di una porta e così la apre, mentre la bionda, Assassina pure lei, non ha idea di cosa abbia appena fatto.

Per questo penso che l'Occhio sia prerogativa di pochi "purosangue" ... anche se chiaramente più indietro si va nelle generazioni, più è probabile trovare gente che lo possiede.

 

Il rituale del taglio dell'anulare era, invece, puramente legato alla Lama Celata. Era necessario per il suo funzionamento.

La sua funzione rituale viene cancellata dallo stesso Altair, nei suoi anni da Maestro, perché ritenuta controproducente.

 

Lascerei tra l'altro stare l'abilità atletica, in AC tutti ce l'hanno, guardie e nobili compresi (ti ricordi i nobilotti che appena ti vedevano partivano di gran carriera verso i tetti urlando all'assassino?), per la leadership invece bisognerà aspettare Brotherhood (Altair divenne capo per merito, ma prima era uno stronzetto arrogante schifato da tutti).

 

E' vero che le capacità atletiche non sono prerogativa degli Assassini, ma è anche vero che le capacità atletiche degli Assassini sono SEMPRE superiori a quelle degli altri.

Gli emissari dei Borgia (i nobilotti che dici te) non mi sono mai scappati, poverini, mentre per quanto riguarda le guardie agili, è facile accorgersi che NON riescono a fare tutto quello che fai te.

Insomma, se l'agilità è di tutti, gli Assassini (e parlo proprio dei protagonisti) hanno "agilità +1"! :biggrin:

 

Però si spezzetterebbe troppo la storia di Desmond e dell'antenato, facendo perdere il focus sulle vicende temporalmente precedenti o successivi. Alternando perdi parte della caratterizzazione e il setting non riesce mai a svilupparsi totalmente, essendo la Francia del diciottesimo e gli Stati uniti del Ventunesimo due ambienti completamenti diversi (per dire, se puoi ancora rendere credibile un soldato francese del 1800 con la picca o la spada e che non porta il moschetto, non puoi rendere credibile un poliziotto senza pistola nel 2011, e quelli vai tranquillo che prima o poi te li ritrovi tra le balle).

 

In realtà la cosa è fattibile PURCHE' l'avvicendarsi dei capitoli sia sempre più veloce e stringente.

Voglio dire: Desmond non vuole finire come il 16, che svagella e vede cose che non ci sono, quindi non può stare attaccato all'Animus tutto il tempo.

Allo stesso tempo, più sta attaccato, più apprende come risvegliare il suo sangue e compiere il suo destino (se vogliamo dire così), oltre ad acquisire importanti informazioni sugli Artefatti.

 

In questo senso, se si gioca sapientemente tra presente e passato si può confezionare una storia esaustiva in entrambe le epoche, lasciando tuttavia spazio per uno spin-off, se fosse come diciamo noi, nella Francia ottocentesca.

In pratica sarebbe come AC1, ma con le sequenze di Desmond NON inutili. :lol:

 

Specie considerando che gli AC sono lunghi ma non non lunghissimi, per renderlo almeno decentemente dovresti farlo di lunghezza doppia, magari inserendo pure l'artifizio di trama di una specie di Animus (unico mezzo per rivivere le vicende dell'antenato) mobile, magari su un furgone o un camion.

 

L'Animus 2.0 è stato caricato su camion alla fine di AC2, quindi no problem (in effetti i capitoli scaricabili, La Battaglia di Forlì e Il Falò delle Vanità, li giochi con Desmond in movimento) ... mentre per quanto riguarda la durata, sì, se fosse come dico io servirebbe almeno una decina di ore in più, rispetto ad AC2. :sisi:

 

Beh, vale sia per Altair che per Ezio, il primo veniva fregato dalla monotonia e semplicità del primo AC, ma era abbastanza carismatico nonchè primo arrampicatore folle (tratto spettacolare della serie), quindi dal punto di vista del carisma non credo si correrà il rischio.

Anche a me non dispiacerebbe un assassino donna, ma per ora i tizi erano tutti parenti di Desmond con la sua stessa faccia.

 

A me Altair non ha mai detto un cazzo e, secondo me, ha vissuto di rendita grazie al gameplay-parkour innovativo.

L'unica cosa che aveva di ganzo era il fatto che fosse un Assassino in Terra Santa, perché caratterialmente era inutile e piatto come poche cose.

Ezio, d'altro canto, lo segui nella sua crescita, ne condividi vita e vendetta, ti interessa sapere cosa farà e cosa gli succederà, perché è un "reletable character" molto meglio costruito.

 

Per "leadership", infatti, intendevo il ruolo che i protagonisti di Assassin's Creed hanno avuto DOPO la fine dei giochi: i capi del loro ordine. ;)

 

Per quanto riguarda la faccia, è quello che penso anch'io: per ora tutti maschi, stessa corporatura e andatura, stessa cicatrice sul labbro inferiore.

Questo non impedirebbe certamente un cambio di sesso, per l'antenato, ma per questo lo trovo improbabile. :sisi:

Link to post
Share on other sites

Sì, ma non sarebbe un problema ... anche perché non c'è solo la mela.

Anche il Pastorale di Papa Borgia è un artefatto, così come una spada che al momento non si sa dove sia finita. ;)

 

Sì, ma per quanti artefatti ci possano essere, beccare gli alieni in prima persona potrebbe essere straniante per il contesto storico. Mela, pastorale e spada bene o male sempre artefatti restano e a muovere la trama sono le persone, ma se spuntano gli alieni la trama rischia la tangente totale.

 

In AC1 l'Occhio ce l'avevano sicuramente Altair e Al Mualim ... non ricordo se anche tutti gli altri ce l'avessero. >_<

Comunque mi pare sensato ritenere che sia una capacità innata (pur se necessita di addestramento) e non solo qualcosa che si impara.

Ne sapremo sicuramente di più tra non molto.

 

Lo usavano i tre tizi nella sequenza iniziale di AC1.

 

Che poi, ora che ci penso, Desmond, nella sequenza iniziale di AC2, usa l'Occhio per vedere le impronte digitali sul tastierino di una porta e così la apre, mentre la bionda, Assassina pure lei, non ha idea di cosa abbia appena fatto.

Per questo penso che l'Occhio sia prerogativa di pochi "purosangue" ... anche se chiaramente più indietro si va nelle generazioni, più è probabile trovare gente che lo possiede.

 

Il rituale del taglio dell'anulare era, invece, puramente legato alla Lama Celata. Era necessario per il suo funzionamento.

La sua funzione rituale viene cancellata dallo stesso Altair, nei suoi anni da Maestro, perché ritenuta controproducente.

 

Non so quanto Lucy (non è ancora gnocca quanto chi le dà la voce tra l'altro) sia un assassino standard però. Ha l'anulare segato di netto pur non essendovene bisogno alcuno. Credo che sia sull'occhio (innato o meno) che su Lucy ci sarà altro da scoprire in futuro.

 

E' vero che le capacità atletiche non sono prerogativa degli Assassini, ma è anche vero che le capacità atletiche degli Assassini sono SEMPRE superiori a quelle degli altri.

Gli emissari dei Borgia (i nobilotti che dici te) non mi sono mai scappati, poverini, mentre per quanto riguarda le guardie agili, è facile accorgersi che NON riescono a fare tutto quello che fai te.

Insomma, se l'agilità è di tutti, gli Assassini (e parlo proprio dei protagonisti) hanno "agilità +1"! :biggrin:

 

Dipende anche quanto dipenda da meccaniche di gioco, l'unica cosa in più per ora è lo sprint, che potrebbe essere spiegato tranquillamente col maggiore allenamento di entrambi i protagonisti, sopratutto Altair. Ad esempio nella prima tomba degli assassini in AC2 la guardia che scappa è veloce quanto te anche se sprinti, infatti la distanza la puoi coprire solo saltandogli addosso da una delle formazione rocciose.

 

In realtà la cosa è fattibile PURCHE' l'avvicendarsi dei capitoli sia sempre più veloce e stringente.

Voglio dire: Desmond non vuole finire come il 16, che svagella e vede cose che non ci sono, quindi non può stare attaccato all'Animus tutto il tempo.

Allo stesso tempo, più sta attaccato, più apprende come risvegliare il suo sangue e compiere il suo destino (se vogliamo dire così), oltre ad acquisire importanti informazioni sugli Artefatti.

In questo senso, se si gioca sapientemente tra presente e passato si può confezionare una storia esaustiva in entrambe le epoche, lasciando tuttavia spazio per uno spin-off, se fosse come diciamo noi, nella Francia ottocentesca.

 

Però perdi appunto il focus delle vicende, alternandoti da un momento all'altro con ere e protagonista differenti. E' un effetto evitabile solo se leghi strettissimamente (ma proprio strette, ovvero che una continua l'altra o che Desmond abbia visioni) le vicende del passato e del presente, e non è facile con due protagonisti separati (un caso ad esempio è Legacy of Kain Defiance, là riuscivano a renderlo semidecente perchè si muovevano nello stesso timeframe, ma un bordello di roba benchè spiegata con il passaggio da un protagonista all'altro lo perdevi perchè stavi facendo tutt'altro).

Pur nelle stesse locazioni.

 

In pratica sarebbe come AC1, ma con le sequenze di Desmond NON inutili. :lol:

 

Inutili dai, diciamo che azione zero e informazione mille, tant'è che potevano farle anche senza tutta la smenata della penna e del codice, ma facendogli leggere dei documenti durante le pause dall'Animus.

 

L'Animus 2.0 è stato caricato su camion alla fine di AC2, quindi no problem (in effetti i capitoli scaricabili, La Battaglia di Forlì e Il Falò delle Vanità, li giochi con Desmond in movimento) ... mentre per quanto riguarda la durata, sì, se fosse come dico io servirebbe almeno una decina di ore in più, rispetto ad AC2. :sisi:

 

Ah,ok. Qui nella versione PC non lo so, in teoria sono sistemate come sequenza 12 e 13 tra la 11 e la 14, e dovrebbero essere affrontabili prima della 14 stessa. Almeno credo, quando ci arrivo vedrò, forse mi farà finire il gioco e poi me le sbloccherà (spero di non doverle scaricare anche nella versione PC, in teoria sono incluse e io per non usare il DRM uso la crack, il che implicherebbe il finirlo di nuovo registrandomi sul sito). EDIT: Su GF dicono che sono in ordine e che il falò delle vanità puzza così tanto di filler che dovrebbe essere skippabile. Alè.

 

Con dieci ore alla Ubi ci fanno due giochi aggiuntivi comunque, per questo non ci credo molto nella doppia via.

 

A me Altair non ha mai detto un cazzo e, secondo me, ha vissuto di rendita grazie al gameplay-parkour innovativo.

L'unica cosa che aveva di ganzo era il fatto che fosse un Assassino in Terra Santa, perché caratterialmente era inutile e piatto come poche cose.

Ezio, d'altro canto, lo segui nella sua crescita, ne condividi vita e vendetta, ti interessa sapere cosa farà e cosa gli succederà, perché è un "reletable character" molto meglio costruito.

 

Sì, ma Altair ha aspetto carismatico, non solo nella storia. Colpisce. Infatti all'epoca monopolizzò le copertine già nella preview.

Ezio invece colpisce anche per la storia oltre che per l'aspetto. E per il doppiatore italiano.

 

Per "leadership", infatti, intendevo il ruolo che i protagonisti di Assassin's Creed hanno avuto DOPO la fine dei giochi: i capi del loro ordine. ;)

 

Ah,ok. Perchè lì per lì tanta leadership prima di Brotherhood non è che la mostrino.

 

Per quanto riguarda la faccia, è quello che penso anch'io: per ora tutti maschi, stessa corporatura e andatura, stessa cicatrice sul labbro inferiore.

Questo non impedirebbe certamente un cambio di sesso, per l'antenato, ma per questo lo trovo improbabile. :sisi:

 

Vabè, una donna può essere visivamente appagante anche con una cicatrice sul labbro.

Lara Croft lo era anche con due enormi cicatrici da mastoplastica.

Edited by Fencer
Link to post
Share on other sites

Non so quanto Lucy (non è ancora gnocca quanto chi le dà la voce tra l'altro) sia un assassino standard però. Ha l'anulare segato di netto pur non essendovene bisogno alcuno. Credo che sia sull'occhio (innato o meno) che su Lucy ci sarà altro da scoprire in futuro.

 

Dici?

Non sarebbe male dargli un po' di sale in più.

Già dal primo al secondo gioco le hanno dato quel minimo di senso che la rende un personaggio utile, narrativamente parlando ... ma credo che il grosso della "sorpresa" lo riserveranno gli altri due aiutanti, il vecchio Harry Potter e la giovane genietta del PC. :snack:

 

Dipende anche quanto dipenda da meccaniche di gioco, l'unica cosa in più per ora è lo sprint, che potrebbe essere spiegato tranquillamente col maggiore allenamento di entrambi i protagonisti, sopratutto Altair. Ad esempio nella prima tomba degli assassini in AC2 la guardia che scappa è veloce quanto te anche se sprinti, infatti la distanza la puoi coprire solo saltandogli addosso da una delle formazione rocciose.

 

Vero, ma le evoluzioni che puoi fare te in scalata o in corsa, soprattutto alla fine del gioco, non le fa nessuno.

Nemmeno i ladri che assoldi sui tetti riescono a starti dietro alla tua stessa velocità, anche se tecnicamente sanno fare le stesse cose che fai tu.

 

Ci sta che mi sbagli, però, e che tutto dipenda da come uno gioca. :sisi:

 

Però perdi appunto il focus delle vicende, alternandoti da un momento all'altro con ere e protagonista differenti. E' un effetto evitabile solo se leghi strettissimamente (ma proprio strette, ovvero che una continua l'altra o che Desmond abbia visioni) le vicende del passato e del presente, e non è facile con due protagonisti separati (un caso ad esempio è Legacy of Kain Defiance, là riuscivano a renderlo semidecente perchè si muovevano nello stesso timeframe, ma un bordello di roba benchè spiegata con il passaggio da un protagonista all'altro lo perdevi perchè stavi facendo tutt'altro).

Pur nelle stesse locazioni.

 

Non è facile, ma continuo a pensare che sia fattibile.

Pensa una cosa del genere: te inizi il gioco come Desmond che entra nell'Animus, poi, dopo aver fatto un po' di cose, ti ritrovi con una desincronizzazione imprevista che ti riporta con l'antenato nel mondo reale e solo allora cominci a capire che Desmond sta facendo la fine del 16, ovvero sovrappone le realtà.

Se intrecci reale e ricordo, con un buon ritmo e i giusti colpi di scena, la cosa diventa sia intrigante che coinvolgente, perché il giocatore ha la percezione di quanto è pericoloso perdere tempo.

 

Poi è chiaro che se il titolo continua a vendere bene, si tenderà naturalmente a usare ogni sistema per allungare il brodo e aggiungere capitoli su capitoli. :giggle:

 

Tipo che Desmond, alla fine di AC3, arriva a sfondare la security della Abstergo e fare fuori il Dr.Merda, ma il missile col satellite è già partito!

Solo in AC4 si saprà se è possibile ancora salvarsi e come fare.

Cose così. :biggrin:

 

Inutili dai, diciamo che azione zero e informazione mille, tant'è che potevano farle anche senza tutta la smenata della penna e del codice, ma facendogli leggere dei documenti durante le pause dall'Animus.

 

Inutili nel senso che aggiungevano troppo poco per quanto tempo prendevano.

E te lo dice uno che ha derubato il dottore e letto tutte le mail PRIMA di finire il gioco (so che si poteva fare anche alla fine). :biggrin:

 

Ah,ok. Qui nella versione PC non lo so, in teoria sono sistemate come sequenza 12 e 13 tra la 11 e la 14, e dovrebbero essere affrontabili prima della 14 stessa. Almeno credo, quando ci arrivo vedrò, forse mi farà finire il gioco e poi me le sbloccherà (spero di non doverle scaricare anche nella versione PC, in teoria sono incluse e io per non usare il DRM uso la crack, il che implicherebbe il finirlo di nuovo registrandomi sul sito). EDIT: Su GF dicono che sono in ordine e che il falò delle vanità puzza così tanto di filler che dovrebbe essere skippabile. Alè.

 

Dunque, a quanto ho letto sul sito ufficiale, sia il Falò che la Battaglia sono capitoli che all'uscita della versione Consolle non erano pronti. Nella versione PC sono già inclusi, quindi non hai bisogno di alcun download.

Comunque dei due è la Battaglia di Forlì ad essere il più breve e fondamentalmente inutile.

E' divertente e Caterina Sforza è un personaggio da amare incondizionatamente, ma come missione di per sé è decisamente breve e di poco conto.

 

Il Falò è già più interessante e lungo e soprattutto sblocca Firenze nella zona di Palazzo Pitti, al di là dell'Arno.

Questo te lo consiglio senza dubbio. ;)

 

Con dieci ore alla Ubi ci fanno due giochi aggiuntivi comunque, per questo non ci credo molto nella doppia via.

 

:lolla:

 

Ok, ok. E' vero che la tendenza è di fare giochi brevi, ma per ora con gli Assassin's Creed è andata piuttosto bene, e decisamente in crescendo.

Diciamo che anche per questo mi sento ottimista. :biggrin:

 

Sì, ma Altair ha aspetto carismatico, non solo nella storia. Colpisce. Infatti all'epoca monopolizzò le copertine già nella preview.

Ezio invece colpisce anche per la storia oltre che per l'aspetto. E per il doppiatore italiano.

 

Giusto, lasciami riformulare: Assassin's Creed 1 merita la propria fama SOLO dal punto di vista visivo.

Altair, come personaggio, non ha NULLA di interessante, ad eccezione dell'aspetto visivo.

Ezio, però, trovo che lo superi abbondantemente in ogni senso. :thumbsup:

 

Vabè, una donna può essere visivamente appagante anche con una cicatrice sul labbro.

Lara Croft lo era anche con due enormi cicatrici da mastoplastica.

 

:lolla:

 

Ma non è vero! Io le cicatrici non le ho mai viste!

(e non che non le abbia cercate!) :pfff:

 

Comunque non era quello che intendevo. E' chiaro che anche una donna con la cicatrice può essere appagante (che detto così suona proprio male!), ma volevo solo far notare che fino ad ora il volto di Desmond è facilmente ritrovabile nelle fattezze dei suoi antenati, cicatrice compresa ... ma non solo: anche corporatura e andatura coincidono mentre, se si decidesse per un antenato femmina, si dovrebbe per forza di cose perdere parte di questa "sovrapponibilità".

 

Come ho già detto, comunque, nulla di impossibile. :biggrin:

Edited by Erik
Link to post
Share on other sites

Dici?

Non sarebbe male dargli un po' di sale in più.

Già dal primo al secondo gioco le hanno dato quel minimo di senso che la rende un personaggio utile, narrativamente parlando ... ma credo che il grosso della "sorpresa" lo riserveranno gli altri due aiutanti, il vecchio Harry Potter e la giovane genietta del PC. :snack:

 

Credo che quella più attiva sarà comunque Lucy, date le non indifferenti capacità combattive e l'alone di mistero che la circonda, in fondo di lei non si sa molto, e la storia dell'anulare non quadra. I due nerdacci credo che faranno supporto e ogni tanto magari si esplorerà il loro background.

 

Vero, ma le evoluzioni che puoi fare te in scalata o in corsa, soprattutto alla fine del gioco, non le fa nessuno.

Nemmeno i ladri che assoldi sui tetti riescono a starti dietro alla tua stessa velocità, anche se tecnicamente sanno fare le stesse cose che fai tu.

 

Ci sta che mi sbagli, però, e che tutto dipenda da come uno gioca. :sisi:

 

Io accoppo prima che corrano, quindi non saprei. Però penso che alla fine si scoprirà se esiste una linea di "purosangue" ancora in giro, specie per la storia del Graal....

 

Non è facile, ma continuo a pensare che sia fattibile.

Pensa una cosa del genere: te inizi il gioco come Desmond che entra nell'Animus, poi, dopo aver fatto un po' di cose, ti ritrovi con una desincronizzazione imprevista che ti riporta con l'antenato nel mondo reale e solo allora cominci a capire che Desmond sta facendo la fine del 16, ovvero sovrappone le realtà.

Se intrecci reale e ricordo, con un buon ritmo e i giusti colpi di scena, la cosa diventa sia intrigante che coinvolgente, perché il giocatore ha la percezione di quanto è pericoloso perdere tempo.

 

Poi è chiaro che se il titolo continua a vendere bene, si tenderà naturalmente a usare ogni sistema per allungare il brodo e aggiungere capitoli su capitoli. :giggle:

 

Che è quello che dicevo per il capitolo dedicato a Desmond, ovvero il caso di osmosi genetica in corso e attiva, ma per me è quasi impossibile ambientare contemporaneamente due epoche uguali mantenendo la stessa coerenza di trama per entrambe, una rischia di fare la fine del contorno totale.

Secondo me però nell'ultimo capitolo rivedremo tutti gli assassini precedenti alle prese col mondo moderno.

 

Tipo che Desmond, alla fine di AC3, arriva a sfondare la security della Abstergo e fare fuori il Dr.Merda, ma il missile col satellite è già partito!

Solo in AC4 si saprà se è possibile ancora salvarsi e come fare.

Cose così. :biggrin:

 

Ma è quasi sicuro, io però vorrei fare fuori il ciccione che si vedeva alla fine dell'uno.

 

Inutili nel senso che aggiungevano troppo poco per quanto tempo prendevano.

E te lo dice uno che ha derubato il dottore e letto tutte le mail PRIMA di finire il gioco (so che si poteva fare anche alla fine). :biggrin:

 

Andava fatto prima, eh. Si scoprivano i dettagli della cospirazione contestualmente alle scene che seguivano, solo che siccome alla gente non fregava niente di Desmond facevano che dirigersi subito alla fine della sequenza, ma col giusto ordine quelle sequenze secondo me avevano senso.

 

Dunque, a quanto ho letto sul sito ufficiale, sia il Falò che la Battaglia sono capitoli che all'uscita della versione Consolle non erano pronti. Nella versione PC sono già inclusi, quindi non hai bisogno di alcun download.

Comunque dei due è la Battaglia di Forlì ad essere il più breve e fondamentalmente inutile.

E' divertente e Caterina Sforza è un personaggio da amare incondizionatamente, ma come missione di per sé è decisamente breve e di poco conto.

 

Il Falò è già più interessante e lungo e soprattutto sblocca Firenze nella zona di Palazzo Pitti, al di là dell'Arno.

Questo te lo consiglio senza dubbio. ;)

 

All'epoca un programmatore Ubisoft disse a chiare lettere che erano state segate dal gioco intero entrambe le sequenze più un paio di locazioni a gioco già bello che pronto e programmato. Probabilmente nella versione pc sono al loro posto perchè non le hanno mai tirate via.

 

:lolla:

 

Ok, ok. E' vero che la tendenza è di fare giochi brevi, ma per ora con gli Assassin's Creed è andata piuttosto bene, e decisamente in crescendo.

Diciamo che anche per questo mi sento ottimista. :biggrin:

]

 

Per i main dipende dall'esplorazione, se vai direttamente al sodo con la trama non sono lunghissimi. Lo sono più di un FPS, ma più che sulle otto-nove ore non si assestano. Nel II ci sono un sacco di distrazioni tra una cosa e l'altra, tra submissioni, tombe degli assassini, raccolta piume, sincronizzazioni punti panoramici, scippi e free roaming.

Però i giochi che per forza di cose contenevano meno di quella roba andavano dalle tre ore alle sei ore (Bloodlines per PSP è di sei ore circa pur facendo tutto).

 

Giusto, lasciami riformulare: Assassin's Creed 1 merita la propria fama SOLO dal punto di vista visivo.

Altair, come personaggio, non ha NULLA di interessante, ad eccezione dell'aspetto visivo.

Ezio, però, trovo che lo superi abbondantemente in ogni senso. :thumbsup:

 

Ah beh, quello sì. Va detto che il doppiaggio italiano aiutava un macello a renderlo "cool", quindi la piattezza di Altair passava abbastanza inosservata anche qui.

Col II era poi anche più facile identificarsi causa campanilismo italico, e con Novara che diceva Tusorella come se piovesse (non è vero, ma rimaneva impresso perchè non riusciva a pronunciarlo perfettamente alla toscana).

 

:lolla:

 

Ma non è vero! Io le cicatrici non le ho mai viste!

(e non che non le abbia cercate!) :pfff:

 

E' perchè non segui il filo del filologicamente corretto e non ti sei giocato la demo :sisi:

Là le cicatrici non erano ancora guarite.

 

Comunque non era quello che intendevo. E' chiaro che anche una donna con la cicatrice può essere appagante (che detto così suona proprio male!), ma volevo solo far notare che fino ad ora il volto di Desmond è facilmente ritrovabile nelle fattezze dei suoi antenati, cicatrice compresa ... ma non solo: anche corporatura e andatura coincidono mentre, se si decidesse per un antenato femmina, si dovrebbe per forza di cose perdere parte di questa "sovrapponibilità".

 

Come ho già detto, comunque, nulla di impossibile. :biggrin:

 

Infatti si dice "visivamente" appagante appunto per non far pensare ad una zoccola. Comunque credo che se l'assassina sarà richiesta, per me la tirano fuori senza problemi, tanto gli AC sono megalavori dal punto di vista della programmazione (infatti gli scappano sempre un botto di bug....), riprogrammare uno scheletro di movimento e il combattimento non sarà certo difficile.

L'importante è che sia credibilmente francese nei modi e nell'interazione con l'ambientazione.

Link to post
Share on other sites

Credo che quella più attiva sarà comunque Lucy, date le non indifferenti capacità combattive e l'alone di mistero che la circonda, in fondo di lei non si sa molto, e la storia dell'anulare non quadra.

 

Se fanno che lei è come l'amata di Altair, ovvero una templare che poi tradisce per amore, potrei tornare in Canada esclusivamente per rompere qualche tavolo sul groppone dei designers! :lolla:

 

...

 

Ok, per non sbagliare mi sa che mi conviene informarmi sul costo del biglietto aereo. :sisi:

 

Andava fatto prima, eh. Si scoprivano i dettagli della cospirazione contestualmente alle scene che seguivano, solo che siccome alla gente non fregava niente di Desmond facevano che dirigersi subito alla fine della sequenza, ma col giusto ordine quelle sequenze secondo me avevano senso.

 

Certo che andava fatto prima!

E io ero anche tutto contento perché pensavo che la passività di Desmond, ora che poteva almeno borseggiare, sarebbe finalmente finita.

Illuso! :lolla:

 

All'epoca un programmatore Ubisoft disse a chiare lettere che erano state segate dal gioco intero entrambe le sequenze più un paio di locazioni a gioco già bello che pronto e programmato. Probabilmente nella versione pc sono al loro posto perchè non le hanno mai tirate via.

 

Quindi erano state tolte appositamente per mettere del materiale scaricabile?

Allora mi sa che ho letto il classico comunicato ufficiale farlocco. :doh:

 

Vabbè, la valutazione sui capitoli resta valida. :thumbsup:

 

Per i main dipende dall'esplorazione, se vai direttamente al sodo con la trama non sono lunghissimi.

 

Vero.

Eppure non credo sia complesso ideare un paio di snodi di trama in più, tali da allungare efficacemente la trama per qualche ora.

Anche non sapendo bene cosa far fare ai giocatori, basta inserire un po' di missioni che richiedano tempo e preparazione, prima di poter proseguire con l'obiettivo principale.

 

Una cosa simile la troverai nel Falò delle Vanità, ma in forma molto elementare. :sisi:

 

Però i giochi che per forza di cose contenevano meno di quella roba andavano dalle tre ore alle sei ore (Bloodlines per PSP è di sei ore circa pur facendo tutto).

 

Non posso giocare roba così breve.

Mi piglia tristezza. :nono:

 

Col II era poi anche più facile identificarsi causa campanilismo italico, e con Novara che diceva Tusorella come se piovesse (non è vero, ma rimaneva impresso perchè non riusciva a pronunciarlo perfettamente alla toscana).

 

Il campanilismo gioca una parte notevole, ma anche oggettivamente parlando, giocare in un'ambientazione del genere, con un personaggio interessante, avrebbe comunque riscosso enormi consensi.

Che poi il fatto che si giri un po' di Toscana ha solo contribuito a stregarmi, più che ad attrarmi! :lol:

 

E' perchè non segui il filo del filologicamente corretto e non ti sei giocato la demo :sisi:

Là le cicatrici non erano ancora guarite.

 

Eh?

Che ... eh? :rotfl:

 

No, spè.

Io gioco Tomb Raider dal primo minuto.

Mi manca solo Underworld perché avevo la scheda video del PC menomata e non avevo ancora la PS3.

A cosa ti riferisci? Al cambio di proporzioni della britannica fanciulla?

 

In breve: stai trollando o stai cercando di dirmi qualcosa?

Te lo devo domandare, perché sulle poppe non si scherza! :nono:

 

Infatti si dice "visivamente" appagante appunto per non far pensare ad una zoccola.

 

Credevo fosse sottinteso.

Il mio era un appunto autoironico.

 

Autoironia che con questa spiegazione è definitivamente morta e sepolta. :lolla:

 

Comunque credo che se l'assassina sarà richiesta, per me la tirano fuori senza problemi, tanto gli AC sono megalavori dal punto di vista della programmazione (infatti gli scappano sempre un botto di bug....), riprogrammare uno scheletro di movimento e il combattimento non sarà certo difficile.

L'importante è che sia credibilmente francese nei modi e nell'interazione con l'ambientazione.

 

Ancora, il mio non era un appunto sulla difficoltà della cosa, quanto sulla coerenza visiva costruita finora.

Insomma, abbiamo fatto due passi, per cui il terzo è prevedibile ... tuttavia non è così sicuro. ;)

Link to post
Share on other sites

Se fanno che lei è come l'amata di Altair, ovvero una templare che poi tradisce per amore, potrei tornare in Canada esclusivamente per rompere qualche tavolo sul groppone dei designers! :lolla:

 

...

 

Ok, per non sbagliare mi sa che mi conviene informarmi sul costo del biglietto aereo. :sisi:

 

Maria tradiva perchè era caduta in disgrazia dopo la morte di De Sable, non per amore. In pratica era sempre stata malvista nell'ordine si diceva fosse l'amante dello stesso, e gli altri non vedevano l'ora di farle la pelle, cosa che Altair impedisce a più riprese anche quando lei scappa.

Ma è solo alla fine che lei passa definitivamente dalla sua parte, e scene scioggio non ce ne stanno, tradisce perchè tradita, almeno alla fine di Bloodlines. Il resto si sviluppa dopo.

Per quanto riguarda Lucy, l'unica possibilità che lei sia una templare potrebbe essere che in questo momento stia facendo il doppio gioco, ma per ora niente porta a pensarlo esclusi indirizzi molto subdoli: il fatto stesso che abbia l'anulare tagliato può indicare sia che è un'infiltrata all'Abstergo, sia che sia un'infiltrata templare che fa il doppio agente. Idem la mail in cui chiedeva aiuto e la conoscenza dei due nerd e tutti gli altri fatti in cui lei dice che ha dato una mano.

Per ora però tutta l'apparenza punta al fatto che fosse un'infiltrata assassina in un'organizzazione templare.

 

Certo che andava fatto prima!

E io ero anche tutto contento perché pensavo che la passività di Desmond, ora che poteva almeno borseggiare, sarebbe finalmente finita.

Illuso! :lolla:

 

Coraggio, alla fine si trattava di sequenze brevissime. A me come intermezzi di trama non dispiacevano, e spezzavano un pò la monotonia delle sezioni di gioco con Altair.

 

Quindi erano state tolte appositamente per mettere del materiale scaricabile?

Allora mi sa che ho letto il classico comunicato ufficiale farlocco. :doh:

 

Probabile. Infatti la gente si incavolò parecchio, ma questa è una delle nuove politiche ubisoft coi DLC, giochi brevi e DLC da inserire.

 

Vero.

Eppure non credo sia complesso ideare un paio di snodi di trama in più, tali da allungare efficacemente la trama per qualche ora.

Anche non sapendo bene cosa far fare ai giocatori, basta inserire un po' di missioni che richiedano tempo e preparazione, prima di poter proseguire con l'obiettivo principale.

 

Una cosa simile la troverai nel Falò delle Vanità, ma in forma molto elementare. :sisi:

 

Fattibile è fattibile. Solo non credo che la Ubi lo farà, ci sono sempre valutazioni economiche da fare.

 

Non posso giocare roba così breve.

Mi piglia tristezza. :nono:

 

Per i giochi standard PSP cinque-sei ore è nella media, JRPG esclusi. Anche God of War Chain of Olympus, per dire, dura cinque ora contro le almeno dieci dodici degli altri titoli della saga. Ci sono anche le vie di mezzo, chiaramente (tipo Dissidia, che durare dura abbastanza pur non essendo JRPG).

 

Il campanilismo gioca una parte notevole, ma anche oggettivamente parlando, giocare in un'ambientazione del genere, con un personaggio interessante, avrebbe comunque riscosso enormi consensi.

Che poi il fatto che si giri un po' di Toscana ha solo contribuito a stregarmi, più che ad attrarmi! :lol:

 

E' un'ambientazione esplorata pochissimo nei videogiochi, e rappresenta una novità di rilievo. Così come lo rappresentava la Terra Santa, e come lo rappresenterebbe la Francia rivoluzionaria o il periodo Maya.

Vedremo.

 

Eh?

Che ... eh? :rotfl:

 

No, spè.

Io gioco Tomb Raider dal primo minuto.

Mi manca solo Underworld perché avevo la scheda video del PC menomata e non avevo ancora la PS3.

A cosa ti riferisci? Al cambio di proporzioni della britannica fanciulla?

 

In breve: stai trollando o stai cercando di dirmi qualcosa?

Te lo devo domandare, perché sulle poppe non si scherza! :nono:

 

Ti sto mediamente prendendo in giro. In pratica la demo di Tomb Raider (il primo) che avevo provato su un cd da non non mi ricordo che rivista, aveva ancora problemi di visualizzazione del personaggio, e all'altezza dell'attaccattura delle tette si vedeva una strisciolina nera (probabilmente bordo del megapixel formante le bocce non ancora smussato o blendato), poi sparita nella versione finale.

 

Credevo fosse sottinteso.

Il mio era un appunto autoironico.

 

Autoironia che con questa spiegazione è definitivamente morta e sepolta. :lolla:

 

Era ironica anche la risposta :sisi:

 

Ancora, il mio non era un appunto sulla difficoltà della cosa, quanto sulla coerenza visiva costruita finora.

Insomma, abbiamo fatto due passi, per cui il terzo è prevedibile ... tuttavia non è così sicuro. ;)

 

No, sicuro non è sicuro, ma per me può essere probabile. Alla fine una spiegazione o una somiglianza (magari le fanno dei tratti arabi) la metteranno e la coerenza visiva sarà per certi versi mantenuta.

Link to post
Share on other sites

Maria tradiva perchè era caduta in disgrazia dopo la morte di De Sable, non per amore. In pratica era sempre stata malvista nell'ordine si diceva fosse l'amante dello stesso, e gli altri non vedevano l'ora di farle la pelle, cosa che Altair impedisce a più riprese anche quando lei scappa.

Ma è solo alla fine che lei passa definitivamente dalla sua parte, e scene scioggio non ce ne stanno, tradisce perchè tradita, almeno alla fine di Bloodlines. Il resto si sviluppa dopo.

 

Il flashback di Altair in AC2 (non so se ci sei già arrivato, ma penso di sì) racconta un trasporto un po' diverso, soprattutto viste le implicazioni ... hem ... genealogiche.

Però se mi dici che in Bloodlines le cose sono spiegate diversamente, non ci sono problemi. ;)

 

Per quanto riguarda Lucy, l'unica possibilità che lei sia una templare potrebbe essere che in questo momento stia facendo il doppio gioco, ma per ora niente porta a pensarlo esclusi indirizzi molto subdoli: il fatto stesso che abbia l'anulare tagliato può indicare sia che è un'infiltrata all'Abstergo, sia che sia un'infiltrata templare che fa il doppio agente. Idem la mail in cui chiedeva aiuto e la conoscenza dei due nerd e tutti gli altri fatti in cui lei dice che ha dato una mano.

Per ora però tutta l'apparenza punta al fatto che fosse un'infiltrata assassina in un'organizzazione templare.

 

Sì, per ora Lucy è il classico Assassino infiltrato nella Abstergo per monitorare te, tenere d'occhio loro e agire, quando le cose vanno male.

Non a caso ha i vestiti sporchi di sangue (non suo) all'inizio del 2.

 

Ovviamente gli scenari possibili sono sempre 2: Templare triplogiochista oppure Assassina sincera.

Spero per la seconda solo perché la prima è mostruosamente prevedibile e ricalcherebbe il già visto, per quanto questa ripetizione possa rientrare nel concetto di eredità genetica (e di predestinazione) su cui si basa il funzionamento dell'Animus.

 

Per i giochi standard PSP cinque-sei ore è nella media, JRPG esclusi. Anche God of War Chain of Olympus, per dire, dura cinque ora contro le almeno dieci dodici degli altri titoli della saga. Ci sono anche le vie di mezzo, chiaramente (tipo Dissidia, che durare dura abbastanza pur non essendo JRPG).

 

Mi hanno prestato la PSP per farmi giocare a Chains of Olympus.

Carino, ma non mi ha entusiasmato.

E sì, troppo breve per i miei gusti. :biggrin:

 

Ti sto mediamente prendendo in giro. In pratica la demo di Tomb Raider (il primo) che avevo provato su un cd da non non mi ricordo che rivista, aveva ancora problemi di visualizzazione del personaggio, e all'altezza dell'attaccattura delle tette si vedeva una strisciolina nera (probabilmente bordo del megapixel formante le bocce non ancora smussato o blendato), poi sparita nella versione finale.

 

Ah, ora ho capito a cosa ti riferisci!

Non l'avevo mai vista in quel modo. :lolla:

Link to post
Share on other sites

Il flashback di Altair in AC2 (non so se ci sei già arrivato, ma penso di sì) racconta un trasporto un po' diverso, soprattutto viste le implicazioni ... hem ... genealogiche.

Però se mi dici che in Bloodlines le cose sono spiegate diversamente, non ci sono problemi. ;)

 

Sì, lì lei è addirittura il primo boss, e riconosce Altair dalle vicende di AC1 (se non avesse avuto la stessa doppiatrice lì per lì non l'avrei riconosciuta a causa della differenza di potenza). Lui la fa prigioniera e se la porta dietro a Cipro per farle sputare il rospo sui templari rimanenti, ma lei è incredibilmente incazzosa e appena può cerca di scappare fino a quando non si scopre che Bouchart e compagnia vogliono farle la pelle. Dopo quel punto passano un paio di eventi e lei scappa definitivamente per scoprire il perchè e per fare eventualmente il mazzo ai rimanenti, ma continua a schifare Altair nelle occasioni in cui si incrociano non dandogli nessuna informazione rilevante e lasciandolo nei casini quando lo vede (una volta approfittandone), tranne durante la missione finale, dove i due cooperano verso la fine e lei molla l'ordine. Alla fine ognuno va per la sua strada, ma nella cutscenes finale si vede che i due viaggiano insieme dopo il cool dialogue che c'era stato poco prima ("Penso che andrò a Est. E tu Altair?" "Voglio vedere il mondo, fare nuove esperienze, capire di più sulla mela e su chi l'ha creata" "E da dove comincerà il tuo viaggio?" "A Est" "Ah").

Poi evidentemente Altair da come si legge nelle pagine del Codice che per ora ho trovato ha evidentemente abbandonato la fede per la ragione completa, e qualche minchiata quando stava per morire di vecchiaia l'ha combinata a causa della paura, non so se la spiegano qui (no, al flashback non ci sono arrivato, il Mu m'ha spoilerato tutto tempo fa fuorchè quella sequenza).

 

Sì, per ora Lucy è il classico Assassino infiltrato nella Abstergo per monitorare te, tenere d'occhio loro e agire, quando le cose vanno male.

Non a caso ha i vestiti sporchi di sangue (non suo) all'inizio del 2.

 

Ovviamente gli scenari possibili sono sempre 2: Templare triplogiochista oppure Assassina sincera.

Spero per la seconda solo perché la prima è mostruosamente prevedibile e ricalcherebbe il già visto, per quanto questa ripetizione possa rientrare nel concetto di eredità genetica (e di predestinazione) su cui si basa il funzionamento dell'Animus.

 

Beh, però mi piace questa certezza di lei Assassino che diventa ambigua solo se accendi il cervello (cosa che il pubblico standard non fa), ad esempio il suo dito tagliato pur non essendocene bisogno potrebbe derivare dal fatto che i Templari quando l'hanno infiltrata hanno usato le informazioni che avevano sugli assassini del tempo delle crociate, e gliel'hanno tagliato non sapendo che non si usava più fare così.

Il fatto che conosca i due poi potrebbe voler dire che era già infiltrata prima della scoperta di Desmond, e potrebbe essere sempre lei ad aver fatto la soffiata sull'arrivo degli Assassini al palazzo della Abstergo in AC1.

Però ci sono anche altri fatti contrastanti (è lei che salva la pelle a Desmond alla fine di AC1 dicendo che potrebbe avere altri ricordi da sfruttare, gli altri volevano accopparlo sul posto).

Alla fine per quanto standard è molto interessante come per ora riescano a mantenere l'ambiguità del personaggio, che non si limita alla figa di turno oggetto del desiderio del protagonista come il 90% dei giochi.

 

Mi hanno prestato la PSP per farmi giocare a Chains of Olympus.

Carino, ma non mi ha entusiasmato.

E sì, troppo breve per i miei gusti. :biggrin:

 

Io esco pazzo per i God of War.

Link to post
Share on other sites

Poi evidentemente Altair da come si legge nelle pagine del Codice che per ora ho trovato ha evidentemente abbandonato la fede per la ragione completa, e qualche minchiata quando stava per morire di vecchiaia l'ha combinata a causa della paura, non so se la spiegano qui

 

In realtà non si sa bene che minchiata possa aver fatto da vecchio e in qualche altra pagina di Codice Altair riconosce il valore della Fede (anche qui giocando fino alla fine sul concetto di vero-falso-vero) ma soprattutto, ed è questo che volevo sottolineare, c'è menzione specifica e approfondita della tizia, Maria.

 

(no, al flashback non ci sono arrivato, il Mu m'ha spoilerato tutto tempo fa fuorchè quella sequenza).

 

Perdonami l'involontario spoiler, pensavo fossi quasi in fondo al gioco. :goccia:

Tuttavia, per fortuna, non ti ho sputtanato abbastanza da toglierti il gusto di giocare/guardare la sequenza.

Poi se ne riparla, se vuoi, quando l'hai vista. :thumbsup:

 

Beh, però mi piace questa certezza di lei Assassino che diventa ambigua solo se accendi il cervello (cosa che il pubblico standard non fa), ad esempio il suo dito tagliato pur non essendocene bisogno potrebbe derivare dal fatto che i Templari quando l'hanno infiltrata hanno usato le informazioni che avevano sugli assassini del tempo delle crociate, e gliel'hanno tagliato non sapendo che non si usava più fare così.

Il fatto che conosca i due poi potrebbe voler dire che era già infiltrata prima della scoperta di Desmond, e potrebbe essere sempre lei ad aver fatto la soffiata sull'arrivo degli Assassini al palazzo della Abstergo in AC1.

 

La cosa comoda nello scrivere storie di complotti è che, se ti lasci aperte le strade giuste, puoi sempre inventarti qualche colpo di scena che all'inizio non avevi MAI preventivato. :lolla:

 

In altre parole: così come in Guerre Stellari Darth Vader NON ERA MAI il padre di Luke (se lo inventeranno solo dopo), il dito tagliato di Lucy NON ERA MAI pensato come falsa pista ma, ora che in AC2 vengono raccontate certe cose, lo può diventare.

Se sono furbi riusciranno a giocare su questo sottile filo di ambiguità che renderà più interessante la situazione moderna dello scontro secolare tra Assassini (ora in grave inferiorità numerica) e Templari (ora più potenti e ammanigliati che mai).

 

Ancora più in breve: sono d'accordo.

Spero solo non facciano qualche vaccata. Già con tutta quella roba pseudostorica vivono sull'orlo del baratro. :giggle:

 

Io esco pazzo per i God of War.

 

:biggrin:

 

A me sono piaciuti, soprattutto il secondo, tanto che me li sono fusi tutti e tre in una settimana.

Però devo confessare che non sono il mio genere di gioco.

Dammi The Witcher, invece, e muoio felice. :lolla:

 

EDIT: ora che rileggo il tuo post ... perché metà dei miei quote sono attribuiti a Shito?? :lolla: :lolla: :lolla:

Edited by Erik
Link to post
Share on other sites

In realtà non si sa bene che minchiata possa aver fatto da vecchio e in qualche altra pagina di Codice Altair riconosce il valore della Fede (anche qui giocando fino alla fine sul concetto di vero-falso-vero) ma soprattutto, ed è questo che volevo sottolineare, c'è menzione specifica e approfondita della tizia, Maria.

 

Dal Codice sembra che voglia sbirciare nella mela per cercare il segreto dell'immortalità, perchè non crede in Dio e ha paura per la sua anima. Alla menzione di Maria non sono ancora arrivato, mi mancano 13 pagine (ora sto cattando di tutto per la villa), tutte le mie informazioni su di lei vengono da AC1 e Bloodlines.

 

Perdonami l'involontario spoiler, pensavo fossi quasi in fondo al gioco. :goccia:

Tuttavia, per fortuna, non ti ho sputtanato abbastanza da toglierti il gusto di giocare/guardare la sequenza.

Poi se ne riparla, se vuoi, quando l'hai vista. :thumbsup:

 

Non ti preoccupare, a me gli spoiler non infastidiscono granchè, perchè quando li gioco io scopro che è sempre un'esperienza nuova (io poi t'ho spoilerato tutto Bloodlines) e diversa.

Comunque lo finirò a breve credo.

 

La cosa comoda nello scrivere storie di complotti è che, se ti lasci aperte le strade giuste, puoi sempre inventarti qualche colpo di scena che all'inizio non avevi MAI preventivato. :lolla:

 

In altre parole: così come in Guerre Stellari Darth Vader NON ERA MAI il padre di Luke (se lo inventeranno solo dopo), il dito tagliato di Lucy NON ERA MAI pensato come falsa pista ma, ora che in AC2 vengono raccontate certe cose, lo può diventare.

Se sono furbi riusciranno a giocare su questo sottile filo di ambiguità che renderà più interessante la situazione moderna dello scontro secolare tra Assassini (ora in grave inferiorità numerica) e Templari (ora più potenti e ammanigliati che mai).

 

Ancora più in breve: sono d'accordo.

Spero solo non facciano qualche vaccata. Già con tutta quella roba pseudostorica vivono sull'orlo del baratro. :giggle:

 

Alla fine devi anche mettere in conto che nessuno è scafato come puoi esserlo tu, AC è rivolta anche al mass-player, il contraltare dell'hardcore gamer, e per lui un triplo gioco è tutto grasso che cola che di solito non prevede (così come i primi spettatori di Star Wars non prevedevano "Io sono tuo padre!", e non urlavano alla stronzata o al già visto anche avendo magari letto il libercolo ambientato dopo il primo film e in cui Luke accoppava Vader buttandolo da un precipizio e si slinguazzava in allegria Leia), abituati a trame standard in cui vai avanti e spari, vai avanti e spari, intermezzino, spari, eccetera, trame comunque anche abbastanza lineari, pur con eccezioni come F.E.A.R. ad esempio.

Credo che un pò di ovvietà potrebbero accadere ed essere anche piacevoli, basta aspettarsele.

 

:biggrin:

 

A me sono piaciuti, soprattutto il secondo, tanto che me li sono fusi tutti e tre in una settimana.

Però devo confessare che non sono il mio genere di gioco.

Dammi The Witcher, invece, e muoio felice. :lolla:

 

Io non resisto, violenza insensata e sboronia stravaricante pur senza fighetti di mezzo tipo il fighetto mezzo protagonista del quarto DMC, il tutto in salsa miti greci.

Il top.

The Witcher è piaciuto anche a me, un pò macchinoso nel sistema di combattimento, non l'ho finito perchè non conoscendo i path sono andato a caso, prima o poi lo ricomincio per bene e lo finisco per bene.

Ma se ti piace quel genere lì, Mass Effect l'hai provato? E' il successore delle epopee spaziali.

 

EDIT: ora che rileggo il tuo post ... perché metà dei miei quote sono attribuiti a Shito?? :lolla: :lolla: :lolla:

 

Credo di aver copincollato il quote sbagliato da altro post quando ne ho scritti due di seguito.

Link to post
Share on other sites

Dal Codice sembra che voglia sbirciare nella mela per cercare il segreto dell'immortalità, perchè non crede in Dio e ha paura per la sua anima. Alla menzione di Maria non sono ancora arrivato, mi mancano 13 pagine (ora sto cattando di tutto per la villa), tutte le mie informazioni su di lei vengono da AC1 e Bloodlines.

 

Non farti illusioni, della morte di Altair non saprai nulla.

L'unica cosa per la quale si sa che ha usato la mela è la costruzione di qualcosa di particolare, che dovresti sbloccare a breve.

 

Non ti preoccupare, a me gli spoiler non infastidiscono granchè, perchè quando li gioco io scopro che è sempre un'esperienza nuova (io poi t'ho spoilerato tutto Bloodlines) e diversa.

 

Io sono contro gli spoiler, ma solo per quello che mi interessa.

In poche parole, per Bloodlines non preoccuparti: come ti ho detto non posso giocare giochi brevi, non ho la PSP e resto troppo poco legato ad Altair per potermene realmente interessare.

Inoltre ho letto recensioni molto poco lusinghiere sul gioco in sé, quindi mi hai fatto solo un piacere a raccontarmi cosa si scopre lì. :biggrin:

 

Alla fine devi anche mettere in conto che nessuno è scafato come puoi esserlo tu, AC è rivolta anche al mass-player, il contraltare dell'hardcore gamer, e per lui un triplo gioco è tutto grasso che cola che di solito non prevede (così come i primi spettatori di Star Wars non prevedevano "Io sono tuo padre!", e non urlavano alla stronzata o al già visto anche avendo magari letto il libercolo ambientato dopo il primo film e in cui Luke accoppava Vader buttandolo da un precipizio e si slinguazzava in allegria Leia), abituati a trame standard in cui vai avanti e spari, vai avanti e spari, intermezzino, spari, eccetera, trame comunque anche abbastanza lineari, pur con eccezioni come F.E.A.R. ad esempio.

Credo che un pò di ovvietà potrebbero accadere ed essere anche piacevoli, basta aspettarsele.

 

Non mi fraintendere, il cliché, quando ben utilizzato, è sempre un piacere.

E' quando è abusato che smeriglia gli zebedei! :lolla:

 

Comunque devi mettere in conto che ho una sorta di deformazione professionale per quanto riguarda la lettura di trama e narrazione, per cui perdona i miei commenti quando diventano eccessivamente analitici.

Ormai ho un'età per cui le cose palesemente raffazzonate (non parlo di AC2, faccio un discorso generale), raccontate in modo approssimativo, o che si rifugiano nel "già-fatto-già-visto" cominciano ad andarmi strettine. :happy:

 

Io non resisto, violenza insensata e sboronia stravaricante pur senza fighetti di mezzo tipo il fighetto mezzo protagonista del quarto DMC, il tutto in salsa miti greci.

Il top.

 

Sembra di sentire il Valtry, un mio amico che si è da poco iscritto al forum.

Pure lui fanatico di violenza, sangue e tamarraggine estrema.

Ora è tutto eccitato nell'attesa di Splatterhouse ... immagino tu lo attenda allo stesso modo. :biggrin:

 

The Witcher è piaciuto anche a me, un pò macchinoso nel sistema di combattimento, non l'ho finito perchè non conoscendo i path sono andato a caso, prima o poi lo ricomincio per bene e lo finisco per bene.

Ma se ti piace quel genere lì, Mass Effect l'hai provato? E' il successore delle epopee spaziali.

 

Al di là della meccanica di gioco The Witcher, per me, vinse su tutti come trama, svolgimento, coinvolgimento, interattività, imprevedibilità, maturità di temi e dialoghi e gusto visivo.

A quel livello non ho ancora trovato altro, ma confido che il sequel possa fare altrettanto bene.

 

Mass Effect mi intrigava molto, ma non l'ho mai provato perché non c'era per PC.

Ora c'è per tutte le piattaforme? PC e PS3? Mi pare di ricordare che uscì come esclusiva X-Box, ricordo male? :snack:

Link to post
Share on other sites

Non farti illusioni, della morte di Altair non saprai nulla.

L'unica cosa per la quale si sa che ha usato la mela è la costruzione di qualcosa di particolare, che dovresti sbloccare a breve.

 

L'ha usata anche in Bloodlines per sedare una rivolta quando i Templari lo incastrano per l'omicidio di un tizio, praticamente gli fa il lavaggio del cervello convincendoli che sono i templari il vero pericolo.

Comunque non è che mi stessi facendo illusioni, è chiaro che non avrebbero chiarito molto e si sarebbe saputo solo che Altair è apparentemente trapassato.

 

Io sono contro gli spoiler, ma solo per quello che mi interessa.

In poche parole, per Bloodlines non preoccuparti: come ti ho detto non posso giocare giochi brevi, non ho la PSP e resto troppo poco legato ad Altair per potermene realmente interessare.

Inoltre ho letto recensioni molto poco lusinghiere sul gioco in sé, quindi mi hai fatto solo un piacere a raccontarmi cosa si scopre lì. :biggrin:

 

Il gioco in sè non è male, però è AC1 in salsa portatile nè più ne meno, struttura di gioco inclusa. Se non è piaciuto AC1, difficile interessarsi a Bloodlines.

 

Non mi fraintendere, il cliché, quando ben utilizzato, è sempre un piacere.

E' quando è abusato che smeriglia gli zebedei! :lolla:

 

Comunque devi mettere in conto che ho una sorta di deformazione professionale per quanto riguarda la lettura di trama e narrazione, per cui perdona i miei commenti quando diventano eccessivamente analitici.

Ormai ho un'età per cui le cose palesemente raffazzonate (non parlo di AC2, faccio un discorso generale), raccontate in modo approssimativo, o che si rifugiano nel "già-fatto-già-visto" cominciano ad andarmi strettine. :happy:

 

Sì, l'avevo capito. Era solo per avvisare che secondo me per qualcuno un pò scafato, magari interessato anche a mondi diversi dal videogioco in cui questi artifizi si usano, difficilmente si rimarrà completamente sorpresi essendo AC una serie sì per certi versi innovativa (il parkour, l'animus, ambientazione figa), ma comunque rivolta anche al casual gamer, che fa OOOOOOOOH di fronte al minimo colpo di scena. Un esempio su tutti è appunto il parkour che è facilissimo da attuare anche nelle cosiddette sessioni platform, nonchè tutta una serie di accorgimenti atti a facilitare il gaming in sè.

 

Sembra di sentire il Valtry, un mio amico che si è da poco iscritto al forum.

Pure lui fanatico di violenza, sangue e tamarraggine estrema.

Ora è tutto eccitato nell'attesa di Splatterhouse ... immagino tu lo attenda allo stesso modo. :biggrin:

 

No, io non aspetto mai i remake duri e puri, apprezzo solo determinati concept che possono essere innovativi o interessanti a mio modo di vedere, o semplicemente una sfida. Per dire, Ninja Gaiden per la figura di Ryu Hayabusa e la difficoltà, Uncharted perchè Indiana Jones sotto forma di videogioco, God of War per i motivi già elencati, il nuovo Prince of Persia (non Forgotten Sands) per il nuovo principe e le meccaniche generali di gioco, Folklore per la novità, eccetera.

 

Al di là della meccanica di gioco The Witcher, per me, vinse su tutti come trama, svolgimento, coinvolgimento, interattività, imprevedibilità, maturità di temi e dialoghi e gusto visivo.

A quel livello non ho ancora trovato altro, ma confido che il sequel possa fare altrettanto bene.

 

Mass Effect mi intrigava molto, ma non l'ho mai provato perché non c'era per PC.

Ora c'è per tutte le piattaforme? PC e PS3? Mi pare di ricordare che uscì come esclusiva X-Box, ricordo male? :snack:

 

Mass Effect I e II ci sono per PC, si possono comprare anche su Steam.

 

Gomen ne, eravamo presi nella disquizione e mi sono lasciato andare >_<

 

Già detto che non c'erano problemi.

Link to post
Share on other sites

Il fatto che siano su Steam è interessante! :sbav:

 

Tornando in topic, ieri leggevo un articolo su multiplayer.it che parla di Brotherhood.

Non dice molto di più di quello che è stato mostrato all'E3, ma qualche chiarificazione interessante c'è, come l'uso che Ezio farà delle nuove reclute, altri particolari della meccanica del multiplayer, ecc..

 

Interessante. :snack:

Link to post
Share on other sites

Per chi ha già prenotato la limited codex edition

dove l'avete ordinata

 

perché volevo ordinarla da blockbuster con la promozione dei 2 gold

ma non sanno nulla, almeno si può prenotare solo la versione normale

 

in ogni caso neanche sul sito ufficiale si capisce sta benedetta limited

è prenotabile solo in una determinata catena oppure ovunque

Link to post
Share on other sites

Per chi ha già prenotato la limited codex edition

dove l'avete ordinata

 

perché volevo ordinarla da blockbuster con la promozione dei 2 gold

ma non sanno nulla, almeno si può prenotare solo la versione normale

 

in ogni caso neanche sul sito ufficiale si capisce sta benedetta limited

è prenotabile solo in una determinata catena oppure ovunque

 

http://www.play.com/Games/PlayStation3/4-/15571175/Assassin-Creed-Brotherhood-Limited-Codex-Edition/Product.html

http://www.play.com/Games/PC/4-/15571176/Assassin-Creed-Brotherhood-Limited-Codex-Edition/Product.html

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.