Jump to content
Pluschan

Blood of Zeus/Gods & Heroes


Recommended Posts

inizialmente volevo postare il nuovo video nella sezione libri e fumetti visto che solitamente dei cartoni animati che non siano giapponesi, salvo eccezioni, se ne parla lì.

ma nel trailer qui sopra c'è scritto che è un anime...

27 ottobre, a Netflix original anime.

Edited by Roger
Link to post
Share on other sites

Il charades e l'aspetto/atmosfera generale mi piace. Peccato per le animazioni che sembrano fatte in flash.

Link to post
Share on other sites
11 hours ago, Tufio said:

Non è un anime, è 100% americano, studio che collaborato a castevania.

(studio che eccetera) e per l'imminente kevin smith's masters of the mutanda pelosa.

il punto è però che, pur essendo chiara la matrice occidentale del design oltre che della produzione, per qualche ragione non chiara viene classificato come anime.

o sta cambiando/è cambiata la definizione di anime o boh.

non che sia d'accordo, ma tant'è.

Link to post
Share on other sites
27 minutes ago, Tufio said:

Avresti fatto il topic se lo chiamavano cartoon?

assolutamente sì. non è che un topic te lo meriti solo se ti chiami transformers (il recente war for cybertron è pure questo classificato come anime, quindi attualmente sarebbe nella sezione sbagliata) o se sei uno dei soliti noti. se vuoi è anche per via di un interesse personale, nel senso che ritengo ci sia vita oltre gli anime e dunque almeno una possibilità la si da anche a ciò che non è esclusivamente di ideazione e produzione giapponese.

1 hour ago, Tufio said:

Semplice pubblicità ingannevole.

alla voce anime di wikipedia in inglese: In Japanese, the term anime is used to refer to all animated works, regardless of style or origin.

in tutto ciò c'entra il termine animation, che giapponese non è.

onestamente, grazie a tematiche, stile registico ed estetico si è soliti distinguere con una certa facilità cosa è disegnato ed animato in giappone da cosa non lo è; ma, per via del sistema produttivo incrociato (ideazione, sviluppo e realizzazione di una o più sequenze animate, anche presenti all'interno dello stesso episodio, non è detto siano riconducibili allo stesso studio), succede che qualcosa che esteticamente corrisponde a canoni occidentali in realtà è orientale.

nulla di grave imo, si tratta solo di capirsi su cosa è effettivamente cosa :lolla:

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Anime è il termine comune riconosciuto per l'animazione giappa, indica per i giappi l'animazione in generale come "cartoni" indica per noi italiani l'animazione in generale.

Non nascondiamoci dietro un dito, questi han fatto una furbata.

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Visti i primi 3. Sul livello di Castlevania, oserei dire. Tempi abbastanza dilatati, ma non per questo noiosi. La regia dei combattimenti mi è sembrata un po' carente, ma per ora non se ne sono date così tante :nono:

Link to post
Share on other sites

Finita :sisi:

Prima di tutto, a chi interessasse vederla, la stagione è autoconclusiva. Sul finale c'è uno spiraglio per una futura seconda stagione: un paio di domande rimangono irrisolte e compare un certo personaggio per la prima volta, ma il resto delle vicende viene chiuso(vabeh, non c'era molto da chiudere...).

Devo ricredermi sul livello della serie. La pongo sotto Castlevania(Prima e seconda stagione sicuramente), come storytelling e realizzazione generale. Come livello tecnico invece siamo lì. Anche perché a tranche di 8 episodi...Oh, wait.

Il difetto principale di questa serie è il riciclo: è una serie che ci tiene all'ambiente ma che ripropone spesso e volentieri flashback. Flashback intesi proprio come flashback, cioè avvenimenti accaduti prima della serie e flashback intesi come eventi accaduti nella serie. Mi rendo conto che realizzare 25-40 minuti di animazioni sia costoso e richieda tempo, però si esagera.

Il setting mi è piaciuto molto :sisi: Ma sono anche un fan dell'epica e dei miti greci(o dei miti in generale), quindi era un punto facile.

La storia è molto lineare e non ci sono colpi di scena, ma non per questo è meno godibile. Ruota principalmente intorno a 4.5 personaggi, mentre il resto del cast funge da comparsa e non ha rilievo statistico. 

I 4.5 personaggi importanti, comunque, non hanno chissà quale profondo profilo psicologico. In questo senso, a pensarci, vicende e personaggi si muovono per capriccio degli Dei, non perché abbiano un reale motivo di fondo. Proprio come nei miti, più o meno :sisi: Gli unici che hanno un minimo di senso di fondo sono Seraphim e Hera, ma non brillano molto. 

Sostanzialmente, è una serie che mi è piaciuta, da prendere alla leggera, non troppo noiosa, ben realizzata. Non ha nessun momento realmente epico o da premio, ma è sicuramente godibile. Sulla "Scala Netflix" le do un 7. :sisi: 

Edited by Chocozell
Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Visti i primi 6, mi sta piacendo abbastanza soprattutto per l'estetica degli dei, trama banalotta e telefonatissima, ma non importa.

Per me il personaggio migliore al momento è Alexia, fa quello che fa perchè ci crede e si è allenata per farlo, non perchè divinità o paraculata

Link to post
Share on other sites
2 minutes ago, Schrödinger's cat said:

A me la prima parte ha ricordato parecchio Immortals (la prima parte) ... coincidenza ... non  che possano inventarsi chissà che poi ... con una spolverata di Scontro tra titani, certo 

Beh, c'è una citazione smaccatissima ed evidente a Ray Harryhausen.
(il gufo meccanico)

Link to post
Share on other sites

Beh anche gods of egypt con le divinità più grandi degli uomini.

Ah, qualcuno qui sopra ha detto che è ammerigano, a me non so perchè il tratto sembra molto francofono (ulysse31 anyone?)

Link to post
Share on other sites

mah serie tutto sommato piacevole e che si lascia seguire senza problemi. non è un mischione di cose buttate lì tanto per e tranne zeus e consorte, cioè la causa di tutto il macello che prende forma, nessuno dei restanti personaggi eccelle sensibilmente; e dunque nemmeno quello che dovrebbe essere il protagonista, almeno finchè (e se) uscirà una seconda stagione.

molto interessanti i giganti dai movimenti zombizzati per suscitare l'effetto di dimensione spropositata (con quel sonoro in sottofondo che ci hanno messo mi tornava spesso in mente pacific rim).

purtroppo le animazioni alle volte erano molto scadenti e sembravano dei key frame con un minimo di cel nel mezzo, con il risultato di essere scattose.

però dai, la serie non era malaccio.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.