Jump to content
Pluschan

[Multi] Assassin's Creed: Who needs worker's right? We have slaves!


Recommended Posts

LOL, trovato.

Non si possono giocare direttamente (le heist invece sì), bisogna andare nel progress tracker dove sono listate tutte e immediatamente fattibili.

La cosa figa è che ho individuato qualcosa che può letteralmente frantumare il gioco: ci sono heist da 25000 livree di base, anche andando avanti a legnate (cosa che ho notato riuscirmi bene, sono tornato letale grazie a un buon uso di parry e affini... almeno con quello che sto affrontando ora armato di pistoletta e foil, ma qui mi sa che mi sto montando la testa solo per essere riuscito a fare una heist in solitario da due stelle).

Link to post
Share on other sites
  • Replies 473
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Dunque, complici le vacanze, l'alcool per le feste capodanniche a casa mia con amici ancora più cazzari di me che volevano giocare a far esplodere le bbbarche (Black Flag ha fatto danno) sono reduce d

Avviso: sarò molto prolisso.   Altra serata + nottata a Unity (settimana prossima si torna al lavoro, quindi meglio approfittarne adesso), e continua a piacermi. Credo che il termine più adatto a d

Questa roba non mi convince una sega. Attenderò eventuali recensioni e cali di prezzo, prima di provarlo.

Le heist sono divertentissime.
Si possono affrontare tranquillamente da soli, una volta che si hanno le skill e gli equipaggiamenti adatti, ma le più remunerative (Deve stare in un Museo e Storia Antica) cominciano ad essere complicatucce se si va poco preparati.
Fortuna che dorante le missioni si possono sempre comprare oggetti dai negozianti. :giggle:
 

Link to post
Share on other sites

Comunque per ora la sensazione più forte oltre alla grafica spettacolare è il disorientamento. Non mi era mai capitato di sentirmi così "limitato" in un AC, ormai m'ero abituato a fare quello che volevo quando lo volevo. Mi ci vorrà un po' per dare un giudizio definitivo sensato, perchè alla fine è anche una cosa positiva (è un approccio più graduale invece del "tutto e subito" precedenta e senza usare menate come le barriere dei ricordi, qui semplicemente più aumenta le difficoltà e più sono forti guardie e briganti, che a livello 3 piallo come ridere anche in cinque contro uno mentre dal quattro cominciano tra pistole e similari a farti il culo a strisce, infatti oltre il livello 3 come missioni non vado) ma per ora il disorientamento e il senso di limitazione sono forti.

Ma è dovuto solo all'abitudine, anche perchè altri fattori nuovi, come l'equipaggiamente diversificato come bonus, indicano un aumento di profondità (anche se pure qua, una volta che fai un po' di soldi ti pigli il massimo per l'approccio che vuoi tenere e tanti saluti) del gameplay mica da ridere, specie in questo titolo che finalmente rende quasi pari l'approccio stealth e quello caciarone (per dire, che AC prima di questo titolo non avesse un tasto per muoversi in modo silenzioso, un altro per le coperture e un sistema per spezzare la linea visiva degli inseguitori e tutto il cucuzzaro è emblematico di quanto in realtà quest'aspetto fosse trascurato, in Rogue già dalle prime sequenze puoi far fuori forti interi come ridere con la spadina iniziale, anche perchè lo scudo umano che qui è assente è un modo tremendamente rapido per sfoltire i ranghi quando c'è in giro qualche capitano).

Però il freerunning è veramente figo e Parigi è bellissima (che poi la differenza tra i vari quartieri, specialmente tra quelli in guerra e quelli "pacifici" è veramente marcata, la città sembra viva) tanto che, LOL, ho deciso comunque di sincronizzare tutti i viewpoints tanto per farlo e vederla meglio. Anche per rilassarmi un po' dopo le bestemmie tirare per essermi involontariamente spoilerato che

Robespierre è un templare

facendo la prima missione co-op da solo. Scoprendo poi che non poteva finirla perchè avevo terminato i grimaldelli e comunque non avevo la lockpick di livello 2.

C'è tra l'altro un botto di roba da fare (ho fatto un paio di storie di Parigi, quella dell'indovina e quella di Madame Tussaud, ed erano una più fuori di testa dell'altra, un piacevole cambiamento rispetto alle semplici missioni assassino dei titoli precedenti, ho fatto anche il primo murder mystery) e da comprare.

 

C'è comunque qualcosa che non mi piace, in primis la storia dei grimaldelli. Non mi piace minimamente il fatto che sia applicato agli scrigni (capisco le porte ora che ci sono anche gli interni, altro lato positivo), perchè questo sì suona come una limitazione artificiale forzata all'esplorazione, specie considerando che certi upgrade non te li fa comprare prima di aver finito pezzi di storia. Alla fine dopo un po' di giri ho capito che non ha molto senso fare un'esplorazione per scrigni prima di aver finito la quinta sequenza e aver acquistato almeno le prime due abilità, perchè ci sono troppi scrigni chiusi a quel livello già nel quartiere di partenza. Per giunta non capisco perchè metterci pure il minigioco, che ha l'effetto solo di occupare tempo in più e bruciare grimaldelli (LOL, primo acquisto per la cintura: quella che ti permette di passare da 5 a 19 grimaldelli) e soldi. Avrebbe avuto più senso secondo me permettere di aprire tutto ove si avesse l'abilità di aprirlo, senza minigiochino del cacchio. Al massimo, di nuovo, riservalo per le porte dove magari hai anche il tempo contato e da' un po' di adrenalina. Ma così è solo una rottura di scatole in più.

 

Altra cosa che non mi piace è che gli "outfit" ora sono separati dall'equipaggiamento in sè e producono un cambio meramente estetico. Per carità, in sè si capisce per quelli che si ottengono subito grazie a The Initiate (che però non ho giocato, quindi non so bene come io li abbia ottenuti, forse dipende dai livelli assassino che salgono grazie ai punti credo) come Ezio, Connor ed Edward (che tra l'altro... sono FIGHISSIMI con questa grafica).... ma è considerata outfit anche l'armatura figa del gioco, quella di Thomas de Carneillon. Considerata la rottura di balle che si deve fare per ottenerla e che alla fine non è manco poi così figa (pare un recolor di quella di Altair) giustificare lo sbattimento di farsi gli enigmi per poi pigliarla come negli altri giochi è... boh, dura. Insensata quasi. Potevano renderla un set equipaggiabile fisso (nel senso che non potevi nè upgradarlo nè mischiarlo ad altri pezzi) con statistiche alte o medio alte, perchè così lo stimolo a prenderla è veramente basso. Lo stesso valeva per gli altri outfit che si possono ottenere subito (bastava sistemare le statistiche).

E poi diciamolo, era veramente figo fare le sidequest necessarie per ottenere l'armatura strafiga e cazzuta. Qua basta pagare.

Link to post
Share on other sites

Per la meccanica dello scassinare serrature sono d'accordo in parte con quello che dici: sarebbe meglio scassinare i forzieri automaticamente, visto che ce ne sono seimilioni in giro per Parigi, ma scassinare le porte, soprattutto in co-op, è giusto che sia una cosa a tempo che devi saper gestire.
Fosse che le apri automaticamente non ci sarebbe suspence.

Per il resto, gli outfits sono un omaggio ai giocatori, stavolta. Niente di più.
Avessero fatto che ti danno delle caratteristiche particolari, questo avrebbe sminuito il valore della customizzazione, che è una delle greandi novità di questo capitolo.
Che poi l'armatura speciale non sia affatto speciale, purtroppo, te l'avevo detto.
Tuttavia devo dire che la cosa degli indovinelli mi ha molto divertito.

Quanto a Initiates non è un gioco ma un servizio/sito gemello di Assassin's Creed.
Non devi fare nulla di particolare: te giochi i giochi Ubisoft con il tuo account? Ecco, Initiates tiene traccia di tutto quello che fai.
Ogni tanto ti dà un codice che sblocca qualcosa (skin e cose estetiche per lo più), e se vai sul sito offre qualche attività vagamente divertente, ma in effetti fa tutto da solo.
Lo hanno inserito (un po' ad minchiam, secondo me) nel menù di Unity per rendere i giocatori più consci della sua esistenza, visto che credo non lo conoscesse praticamente nessuno.

Dalla crisi di Natale tra l'altro è offline per manutenzione, con buona pace della sua presunta utilità. :giggle:

Edited by Erik
Link to post
Share on other sites

Per la meccanica dello scassinare serrature sono d'accordo in parte con quello che dici: sarebbe meglio scassinare i forzieri automaticamente, visto che ce ne sono seimilioni in giro per Parigi, ma scassinare le porte, soprattutto in co-op, è giusto che sia una cosa a tempo che devi saper gestire.

Fosse che le apri automaticamente non ci sarebbe suspence.

Sì, capisco. Infatti come dicevo lo capisco per le porte (è normale che ove inserisci gli interni ci siano delle porte chiuse, ha un senso soprattutto per le missioni single-player) e va bene anche metterci il minigame. Ma metterlo per gli scrigni, dovunque si trovino e per giunta a livelli... No.

Per dire, l'ultima volta stavo girando per l' Ile (la parte centrale), trovo uno scrigno... chiuso.

Livello 2. "Esticazzi, vabbè, avanti la prossima".

Chiusa. Livello 3.

10 scrigni, di cui almeno 8 chiusi e solo un paio di livello 1 (e quattro o cinque lockpick bruciati).

Colmo dei colmi è che era chiusa pure quella su tetti o dietro staccionate o bellamente in mezzo alla strada. Il minigioco poi è accanimento direttamente.

 

Posso capire i blocchi (del tipo, devo fare la missione di Notre-dame per la terza sequenza, c'è una coccarda nei sotterranei chiusi con un tipo che ti chiede una password, e vabè, quelle sono limitazioni del luogo), posso capire le porte come dicevo, ma pure gli scrigni e per giunta col giochino?

Ennò.

 

Per il resto, gli outfits sono un omaggio ai giocatori, stavolta. Niente di più.

Avessero fatto che ti danno delle caratteristiche particolari, questo avrebbe sminuito il valore della customizzazione, che è una delle greandi novità di questo capitolo.

Che poi l'armatura speciale non sia affatto speciale, purtroppo, te l'avevo detto.

Tuttavia devo dire che la cosa degli indovinelli mi ha molto divertito.

Sono d'accordo in parte. Nel senso che capisco il discorso che hanno fatto sul mettere l'accento sull'equipaggiamento e la personalizzazione dello stesso a seconda dell'occasione (per dire, vuoi fare approccio stealth, ti prepari la versione apposita, idem per l'approccio dalla porta principale), ma non credo fosse necessario segare del tutto l'utilità dell'outfit di TdC, nel senso che credo potesse essere tranquillamente fattibile come scelta del giocatore, esattamente come negli altri AC. Mi sarebbe piaciuto avessero lasciato la scelta al giocatore se utilizzarla dando alla stessa determinate caratteristiche (ad esempio un'uniforme o full stealth o full combat) che potevano essere più o meno utili a seconda dell'approccio che il giocatore desiderava, con in più il "malus" di non poter mettere altri pezzi alternativi per supplire le carenze dell'outfit di turno (ad esempio io ho un approccio tendente al combat e quindi molti hp, ma per supplire il problema dei pochi grimaldelli e il fatto che ci siano i briganti che rompono le balle alla vista ho una cintura e dei pantaloni tendente allo stealth). Una specie di compromesso insomma.

Certo, a farlo e con Parigi tutta libera alla fine ci vuole poco a farsi tutti gli enigmi di Nostradamus e prenderla alla terza sequenza (tipo l'armatura da Master Assassin di Ezio in Revelations), ma alla fine è sempre una scelta del giocatore decidere quando e come utilizzarlo (per dire, sempre a Rogue ti danno degli outfit appositi con bonus, malus e quel che è, se vuoi li usi altrimenti no e in ogni caso sono tutt'altro che necessari) e volendo con Parigi libera e il Cafè teatre basta andare in giro per i quartieri, sbloccare un po' di renovations, fare le missioni da una a tre stelle legate ai cafè e al cafè teatre(che sono da due a tre finibili in cinque minuti netti, specie con lo stealth) e si hanno i soldi per un solido equipaggiamento di livello 4 (il Falchion costa 5000 livree e fa malissimo, ma lo stesso Foil di livello 3 se upgradato con i punti credo, che arrivano per ogni minima azione, fa un male assurdo) o addirittura 5 (il leggendario ho notato che ci sono prezzi elevati, ma come dicevo sono accessibili da subito Heist da minimo 25.000 livree minimo, il che vuol dire che massimo si arriverebbe sulle 75.000). Paradossalmente poi non pensa nemmeno tanto la ripetitività, perchè a ogni tentativo cambiano le posizioni di oggetti e guardie.

Insomma, credo che alla fine si potessero fare scelte diverse con gli outfit dato che alla fine l'accento sull'equipaggiamento dipende molto dalle scelte del giocatore che se vuole sgravarsi subito può anche farlo, così come può non farlo. Dipende a cosa darà importanza.

 

Mi spiace un po' anche perchè è la prima armatura definitiva da un po' di titoli che viene giustificata a livello di storia (si vede anche nella sequenza iniziale). Mi ricorda i tempi dell'armatura di Altair del II, anche se in generale Unity mi ricorda tantissimo quel titolo lì e Arno mi ricorda Ezio come guasconeria, e mi sorprendo ogni tanto a pensare che preferisco per molti versi la città all'ambientazione "mondiale" del III, Black Flag e Rogue, perchè ha una personalità forte e definita invece del tanto "nulla" che alla fine caratterizzava i due titoli in questione, che avevano giusto qualche città qua e là e poi miglia delle medesime cose.

O forse è anche perchè l'Italia e la Francia sono nazioni piene di storia e architetture adeguate, mentre per forza di cosa l'America di quegli anni era incredibilmente giovane da quel punto di vista (non che giustificasse chilometri e chilometri di capanne).

 

Poi intendiamoci, è una minuzia che non detrae dal godimento. Ma spero in un parziale cambio di rotta per eventuali prossimi lavori di questo gruppo (Victory credo sia di altri, quindi forse proporranno una formula diversa).

 

Quanto a Initiates non è un gioco ma un servizio/sito gemello di Assassin's Creed.

Non devi fare nulla di particolare: te giochi i giochi Ubisoft con il tuo account? Ecco, Initiates tiene traccia di tutto quello che fai.

Ogni tanto ti dà un codice che sblocca qualcosa (skin e cose estetiche per lo più), e se vai sul sito offre qualche attività vagamente divertente, ma in effetti fa tutto da solo.

Lo hanno inserito (un po' ad minchiam, secondo me) nel menù di Unity per rendere i giocatori più consci della sua esistenza, visto che credo non lo conoscesse praticamente nessuno.

Ah, LOL, capito, grazie.

In effetti in teoria ho quasi tutta la line-up degli AC su Uplay, solo che non connettendomi praticamente mai (giusto con Unity sono sempre connesso perchè la Ps4 ormai tende all'integrazione totale, ma credo siano opzioni che erano già possibili con la 3) credo risulti meno di un'ora di gioco.

 

Dalla crisi di Natale tra l'altro è offline per manutenzione, con buona pace della sua presunta utilità. :giggle:

LOL, io pensavo fosse un problema della mia connessione.

Edited by Fencer
Link to post
Share on other sites

Sì e mi ha divertito molto.
Mi chiedo se sia solo un homage, o se ci sia proprio una side-quest con il figlio illegittimo di Luigi XVI. :snack:

Io invece sono più intrigato dalle nuove missioni.
Speriamo siano divertenti e soprattutto che abbiano un valore di rigiocabilità alto, anche per il gioco in team!

Link to post
Share on other sites

Sì e mi ha divertito molto.

Mi chiedo se sia solo un homage, o se ci sia proprio una side-quest con il figlio illegittimo di Luigi XVI. :snack:

 

Io invece sono più intrigato dalle nuove missioni.

Speriamo siano divertenti e soprattutto che abbiano un valore di rigiocabilità alto, anche per il gioco in team!

 

Beh, a quel che ho visto i diversi costumi e alcuni (come quello del Raider) sono contestualizzati. La missione potrebbe scapparci.

Io sono intrigato dalla guillotine gun.

Link to post
Share on other sites

Uscito?
Ero connesso ora e non ve n'era traccia.
Ora ci riprovo.

Comunque è comprensibile: per risolvere i bug con la patch 4 hanno ricostruito un intero settore di Parigi, ed ecco perché la patch pesava 6 giga e rotti.
Se, come ho visto dalle review, questa nuova mappa di Saint Denis è un quarto di Parigi, il peso in giga non poteva essere minore. :giggle:

Link to post
Share on other sites

Io intanto mi sono finalmente occupato di Sivert mentre aspetto finisca Dead Kings.

LOL, geniale. Non avrei mai creduto che avrebbero riciclato il sistema di Assassin's Creed 1 e l'avrebbero reso interessante.

Mi chiedo se avrei potuto farlo fuori senza opportunities però. Diciamo che la.... uh... cutscene era molto precisa sul come.

Link to post
Share on other sites

Avviso: sarò molto prolisso.

 

Altra serata + nottata a Unity (settimana prossima si torna al lavoro, quindi meglio approfittarne adesso), e continua a piacermi.

Credo che il termine più adatto a definire questo titolo sia "coraggioso". E' un prodotto radicalmente differente come approccio rispetto agli AC precedenti (a meno di non farmare soldi lasciando la Ps4 accesa, ma lì son problemi del giocatore) e che è fiero di esserlo. Dico che è coraggioso perchè in fondo anche con l'approccio precedente gli AC vendevano comunque milioni di copie, ma si è deciso di sgrezzare il tutto comunque.

 

Oggi ho finito la sequenza cinque, e per la seconda volta su tre (anche se non so se il re dei ratti era fattibile) con un approccio ragionato completamente stealth: solo cinque kill+il vecchiaccio malefico, e con una classe da primato: si fregano i piani, si sceglie l'haystack più isolato, si esce, ci si mette dietro la tomba con di fianco i tre tizi che cianciano, per la cronaca è la terza tappa del vecchio contando il discorso, si coverkilla uno e si va giù di doppio assassinio con gli altri due, dopodichè ci si piazza di lato al cancello in assetto copertura, così quello passa e salutoni senza manco far scattare l'allarme. Come si esce? Dalla porta principale, con un doppio assassinio alle guardie e via che si esce senza problemi.

 

Ora, a parte le facezie, questa era una cosa fattibile anche nei vecchi AC, ma non dava questa soddisfazione e soprattutto non ce n'era alcun bisogno perchè tanto si poteva entrare, tirare dritto e pacificare chiunque si metteva davanti. Ed era praticamente impossibile andarsene senza fare una carneficina (nel momento in cui si assassinava l'obiettivo, automaticamente le guardie tendevano ad andare in allerta anche se si era arrivati fin lì senza farsi scoprire), anche perchè spesso e volentieri si puntava alla spettacolarità e capitava di saltare in testa a un tizio da un albero di dieci metri e dopo la scenetta trovarsi bellamente circondati da tutti quelli che c'erano intorno (non che fosse un problema). Qui invece se si pianifica bene e si evita di mettere in allarme un'area ampia, si fa tutto con la nonchalance del vero assassino. Insomma, usare lo stealth da' soddisfazione, è utile e ha senso, cosa che negli AC dal III in poi (ma anche Brotherhood e Revelations non è che fossero proprio immuni dal problema, anzi, credo che l'ultima volta che ho sentito una simile spinta a fare le cose per bene sia stato il II).

Poi per carità, non è Hitman, ma almeno garantisce una libertà di approccio che ha un senso ed è piacevole. Non si va di segretezza solo per soddisfazione personale o bellezza, anche perchè qui comunque ti fanno il culo a strisce se fai troppo il galletto. Anche con equipaggiamento di livello cinque o leggendario, le mazzate si prendono niente male da certi tipi di nemici (e non quelli grossi, parlo dei fottuti velociraptor contro cui la parata funziona così così, lanciano granate accecanti ed evitano i colpi di pistola, le robe dei matti) e se ti circodano meglio usare quelle bombe fumogene (anche qui, MAI usate negli AC precedenti, è la prima volta e sono pure utili, forse prima erano direttamente overkill) e darsela a gambe.

D'altro canto però con una buona padronanza delle meccaniche stealth si possono finire missioni di livello 5 anche con equipaggiamento di livello 3 (la potenza delle guardie non ha importanza se non si accorgono che passi). E lì la soddisfazione è enorme.

 

Coraggioso, dicevo. Coraggioso anche perchè ha il coraggio di guardarsi indietro e recuperare, come avevo accennato, parti dei titoli precedenti che non avevano riscosso questo gran successo di pubblico: ad esempio nel primo Assassin's Creed come ci si ricorderà si dovevano fare dei compitini ripetitivi che poi sbloccavano l'obiettivo da attaccare, pratica che già al terzo obiettivo ti faceva smaronare perchè sempre uguale a se stessa; ebbene qui è stato recuperato un meccanismo simile ma lasciato alla discrezione del giocatore dato che ogni assassinio presenta degli obiettivi secondari opzionali che permettono di facilitarsi la vita per quando di fatto si entrerà in azione. Il bello è che sono utili per davvero, tra piani di movimento del soggetto, comignoli sabotati per diminuire la visibilità e facilitarsi la fuga, rivolte scatenate per diminuire le guardie (e alcuni di questi obiettivi sono sottolineati da cutscenes apposite che ne esplicano i risultati). Non era facile riprendere un meccanismo così vituperato e abbandonato da sei giochi, eppure è stato fatto ed è stato fatto bene e con profitto.

 

Altra scelta che denota coraggio: finalmente segate le parti interattive ambientate nel presente, che già con Desmond non erano il massimo ma che con il collaboratore dell' Abstergo avevano veramente toccato il fondo. Spiace non vedere più le belle chiappe di Melanie (in Rogue poi tendono ad indugiarci anche, con quei jeans), ma oh, almeno stavolta non ci si deve smazzare con minigiochi cretini per sbloccare i documenti e ricerche di tablet e balle varie. I documenti si sbloccano con gli Helix Rift, che sono la vera definizione di cazzeggio via parkour, e hanno intelligentemente usato il presente stesso per ampliare un po' l'ambientazione (per ora ho visto solo la Belle Epoque). Anche facendolo tre volte non ti passa la voglia e non è tedioso (anche perchè in dieci minuti lo fai tre volte, mentre prima dovevi passare mezz'ora a cercare sti cacchio di tablet, al che pigliavi una guida e pace e bene) perchè le ambientazioni stesse sono ampie. Che poi, ROTFL, si sono sbizzarriti con roba tipo la scalata alla grande signora (chi c'ha giocato capirà), tornadi, ispettori Cluseau (che valgono punti), eccetera.

 

Anche mollare le navi alla fine si è rivelato vincente, con un'ambientazione parigina che aiutata dalla pUtenza della Next Generation è più viva che mai. Migliaia di persone in giro per la città, e finalmente il mimetizzarsi nella folla diventa utile e non devi star lì a cercare i crocchi piazzati strategicamente. Anzi, la maggior parte delle volte si è mimetizzati senza manco volerlo.

Ma devo dire che girare per Parigi continua ad essere piacevole anche una settimana dopo aver cominciato il gioco. Forse mi manca un po' girare a caso assaltando gruppi di inglesi perchè sì, ma in fondo così ha molto più senso. D'altronde era chiaro che un sistema di combattimento retard come quello della trilogia precedente avrebbe ucciso qualunque pretesa di profondità di Unity, perchè non te ne fai niente di tutte le possibilità offerte da equipaggiamento, co-op e stealth se ti basta premere O per ammazzare quaranta persone di fila. E sono riusciti a creare qualcosa che funziona veramente bene da quel punto di vista.

Che poi con un po' di pratica cinque o sei avversari si riesce a picchiarli... posto che siano scarsini e si faccia in fretta, perchè qui han tutti la pistola e le granate.

Anche se ho notato che una volta che si prende la Phantom Blade alla fine dei conti il livello di difficoltà diminuisce di un paio di tacche. Per giunta stimolano ad usarla perchè se si fa un headshot sono 150 punti credo come ridere.

Sono abbastanza divertenti anche le missioni secondarie (anche se Nostradamus non riesco proprio a farmelo piacere), soprattutto i continui sclerati che becco nelle side stories parigine. Un po' monotoni gli eventi della folla, specie considerando che ne vanno fatti più di cento.

Le uniche cose che onestamente mi fanno un po' girare le balle sono le casse chiuse, come avevo già detto, e il fatto che stavolta ci siano pochi punti d'osservazione da scalare che non rivelano per giunta tutti i collectibles. Capisco voler stimolare l'esplorazione, ma dopo un po' più che stimolarla la forzi.

 

Dal punto di vista della trama, devo dire che per ora Arno mi piace come protagonista. In originale più che spocchioso suona molto guascone e allegro, ti piazza sempre la battutina sagace che ti strappa un sorriso e sa essere serio quando serve. Mi ricorda parecchio Ezio onestamente, ed è un bel cambiamento dopo Connor e Shay, tutti e due anche troppo seriosi (già meglio Edward).

Per ora mi convince anche il fatto che Arno abbia degli obiettivi che sono più "personali" e segua un filo conduttore più terra terra per andare a rompere le balle ai Templari, non gliele rompe solo in quanto Templari come capitava anche qui ai tempi del III (dove sì, Connor voleva proteggere la sua tribù e le loro terre, ma era un obiettivo molto evanescente che veniva travolto dall'indottrinamento di Achille di ammazzare Templari in quanto Templari, cosa che alla fine peggiora la situazione pur avendo salvato la "rivoluzione della gente" dal controllo templare, ma d'altronde con Rogue hanno chiarito come Achille sia un incredibile idiota per quanto armato di tante buone intenzioni), cosa smorzata ma non sparita con Black Flag (Rogue che lo dico a fare).

 

Insomma, per me questo gioco è veramente ben fatto. Non posso lamentarmi di niente e l'esperienza è davvero bella fino adesso. Vedremo più avanti se manterrà tutte le promesse dal punto di vista della trama, ma per il resto lo consiglio a chi volesse un AC diverso dai precedenti e più soddisfacente. Tra l'altro adesso mi pare molto stabile, bug ne ho incontrati solo un paio in parecchie ore di gioco, e niente che non fosse risolvibile con un semplice reset dell'applicazione o un viaggio rapido.

 

Ah, e il marchese De Sade? Ubisoft sta trollando abbestia.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Sono molto contento che ti stia piacendo tanto.
Io d'altro canto ho quasi finito il da farsi in Dead Kings.

Mi restano un paio di capitoli di trama e le co-op da provare.
Il parere è senz'altro positivo, vista la buona quantità di cose da fare, di nuove missioni e di zone da esplorare.
Per ora la componente narrativa è quella più carente, tipico di tutti i DLC, ma non è totalmente disastrosa e dato il costo (zero) direi che si può far passare.

Ah, mi raccomando a tutti: giocate Dead Kings solo DOPO aver finito la sequenza 12 della trama di Unity, altrimenti vi sputtanate roba importante. :sisi:

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Finito una settimana fa. Sul gioco in sè non ho molto da aggiungere oltre a quanto già detto, è un titolo che in sè mi è piaciuto molto per il nuovo approccio che ha fornito alla serie. Se dovessi dire qualcosa che non mi è piaciuto, forse la trama non è memorabile (d'altronde si è scelto di concentrarsi su eventi anche non direttamente collegati alla Rivoluzione Francese, più sul rapporto personale che c'è tra le diverse persone e tra le persone e il loro credo, messaggio presente anche in Rogue e qui ribadito) ma ha più di un momento interessante e piacevole. Forse soffre un po' il fatto che le grosse personalità storiche a quel che ho capito sono finite nel Co-op mentre la modalità singola è effettivamente incentrata su Arno ed Elise, con la Confraternita o in secondo piano o comunque sempre funzionale al nostro. Oltre a questo, mi ha veramente scocciato il dovermi limitare all'unico salvataggio che mi viene dato, trovandomi impossibilitato a ricominciare il gioco a meno di non cancellare tutti i dati salvati (cosa che mi scoccia alquanto, oggi lo rigiocavo con un amico fan della serie e l'unico modo che avevo per ricominciarlo senza cancellare tutto era farlo sul progress tracker, che però ti faceva perdere dei pezzi come il prologo o il primo arrivo di Arno alla confraternita attraverso l'entrata di Notre Dame) e il fatto che la sincronia senza il co-op ne soffrisse parecchio, così come l'essere obbligato ad usare l'App per aprire certi scrigni. Si possono anche ignorare, certamente, ma restano sulla mappa a rompere le balle come icone.

Almeno levale da lì o crea una visualizzazione solo per loro (invece se le vuoi levare devi levare tutti gli scrigni).

Altre cose che mi sono piaciute sono state le boss battle, dopo parecchi Assassin's Creed in cui erano abbastanza scrause. E alla fine pur lamentandomi di come sono trattate le uniformi a questo giro, te ne danno comunque una che è veramente bella da vedere ed è originale, ovvero l'uniforme da Master Assassin di Arno.

Su Dead Kings, beh, è scarsetto come trama e non aggiunge niente di che che non sia la locazione. Però la sequenza finale presa di peso da Brotherhood è stata divertente, hanno ripescato anche la meccanica dei leader. La guillotine Guns da soddisfazione, ma è praticamente uguale al lanciagranate di Rogue e ad un'arma pesante qualsiasi.

Insomma, more of the same, ma è gratis quindi chi si lamenta.

 

Capitolo a parte. Io l'ho giocato in inglese, da capo a piedi (per via di Rogue, come avevo già detto mi pare). Come dicevo però, è venuto da me un amico a provarlo e abbiamo impostato l'italiano.

Se avete fatto altrettanto, un consiglio: giocatelo in inglese. Le voci sono distribuite quasi completamente alla cazzo di cane. Il doppiaggio è milanese, e vabbè, ma Di Benedetto su Arno ad esempio non c'entra veramente una sega. Il tono è troppo soft, ci prova, ma l'originale parla più duro e impostato e ha un timbro diverso e più adulto. Lo stesso vale per Elise. E se scazzi quelli, cominci già male.

Idem Moneta su Bellec, già meglio ma non il massimo (senza contare che aveva doppiato Haytham e personaggi secondari vari nemmeno un gioco fa, era proprio necessario riciclarlo così di brutto?).

Il consigliere di colore della confraternita degli assassini poi parla con la voce di un ventenne pur essendo brizzolato e sulla cinquantina (infatti in inglese ha una voce molto più vecchia). Stesso discorso per la Mottola sulla consigliera anziana, troppo giovane.

Il riciclo di voci poi è allucinante. Nel giro di quattro sequenze ci sono tre personaggi secondari con la stessa voce.

La traduzione per quel che ho visto poi è molto all'acqua di rose.

Per dire, Bellec ha un soprannome per Arno, in originale è "pisspot". E' un termine che in slang vuol dire ubriacone (cosa che Arno in effetti è) e lo usa per tutto il tempo in modo affettuoso. In italiano è tradotto "idiota".

Altra cosa poi veramente scrausa. L'assassinio di Sivert.

Originale di Arno: " You mean a dagger in broad daylight, as I'm cut down where I stand?" 

Versione italiana: " Vuoi che usi il pugnale in pieno giorno, visto che da qui posso farlo?"

Giudicate un po' voi. E a sentirlo lì per lì in quel contesto non ha un cazzo senso, giusto per la precisione (si sta parlando della soluzione estrema per l'assassinio, quella "una vita per una vita", e Arno sembra parli di giocare al lanciatore di coltelli).

Io posso solo ripetere il mio consiglio: GIOCATELO IN INGLESE.  

Edited by Fencer
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Io salto, magari faranno un'edizione che comprende tutti e tre gli episodi a poco prezzo e a parte e quando costerà una decina di euro se ne potrà parlare (lol, ancora devo recuperare Liberation).

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.