Jump to content
Pluschan

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 10/25/2020 in all areas

  1. Non ci sono parole, resta solo l'invidia, per chi l'ha preso lassu'.
    4 points
  2. Sono infine riuscito a vedere Shinko Ghiribizzo, per di più in italiano. Mi è piaciuto più di quanto mi aspettassi, forse perché mi aspettavo qualcosa 'alla Miyazaki' e invece ho visto più Takahata, o Gorou. Molto bella la descrizione del Giappone rurale anni '50, ti viene proprio la voglia di ritornare bambino (un bambino giapponese d'epoca, ma va beh^^) e di immergerti in quella realtà semplice, povera, ma affascinante, fatta di contadini che litigano, di radiodrammi in sottofondo, di cinematografi dove intrufolarsi, aule scolastiche dove entrare con i piedi nudi e
    3 points
  3. Ai tempi di MANGAZINE (Honoo Tripper) la cicatrice infantile di un appendicite veniva adattatra come "ernia inguinale" per giustificarne la lateralità invertita. Essì, bisogna sempre venire incontro al pubblico di destinazione! Sempre! A qualsiasi costo! L'importante è sollazzarsi e sedarsi nello svago, mica capire qualcosa. :-) Italia ulililì, Giappone ululà.
    3 points
  4. Basta che in cambio della mail/dato gli mandi in ritorno qualcosa di "esclusivo". L'anima della vendita, nella postmodernità soprattutto, è il compiacimento del singolo come parte di un ideale gregge. Anche nella politica è ormai così. Sentirsi migliori di qualcun altro è il più commerciabile dei sentimenti, un piede di porco per scatole craniche. Vuote. Pronte ad essere riempite di qualsiasi cosa. Qualsiasi. O il suo contrario.
    2 points
  5. Io credo che con l'affermazione delle piattaforme di streaming siamo ormai arrivati ad una differenziazione del pubblico molto più marcata rispetto a prima, tra chi si limita a vedere e chi compra. Come diceva Garion, non è scontato che una serie che fa grandi numeri in streaming poi venda bene in home video. Non credo quindi sia intelligente da parte degli editori scegliere cosa pubblicare in base a come va lo streaming di quel titolo, andrebbero considerati come mercati separati. Se lo streaming è economico da produrre e ti consente di arrivare ad avere milioni di visualizzazioni con cu
    2 points
  6. mannaggia cosa hai tirato fuori qua c'è da chiedersi anche cosa sia diventato il pubblico degli anime, perchè nel caso di nuove produzioni e HV parrebbe non si vada oltre le ovvie proposte mainstream (ma nemmeno tutte, visto ad esempio il caso delle serie di jojo). gli abbonamenti alle piattaforme più importanti di streaming hanno cambiato il modo di fruire, tra le varie, delle serie animate visto che ne offrono in buona quantità sia andando a ripescare titoli datati che trasmessi contemporaneamente con il giappone (simulcast, che purtoppo alle volte con degli episodi incompleti fung
    2 points
  7. A me la serie piaceva molto per il significato limpido che vi rintracciai.
    2 points
  8. Facessero Yamato 2202 piuttosto.
    2 points
  9. Anime factory pubblica evangelion? Gran notizia. Perche in caso contrario sembrebbe proprio un ot che sta per finire.... Proprio adesso!
    2 points
  10. Se non c'è niente sopra, che guardiamo?
    2 points
  11. https://www.amazon.it/Esclusiva-Ultralimited-Digipack-Tiratura-Limitata/dp/B08LFP8GZ1 (il package mi ricorda quello dei software)
    2 points
  12. Grazie per l'interessante risposta. La dicotomia tra avere o essere è vecchia, ma mai passata. In effetti la questione è invecchiata proprio bene – Fromm la mise su carta nell'anno della mia nascita. Ma io sono italiano, e alle medie (evidentemente il periodo di studi che mi ha lasciato di più) lessi "La robba" di Verga e mi diede molto da pensare (lessi anche Cavalleria Rusticana, che mi fece pensare altro). In effetti, se un oggetto venisse davvero "consumato" sarebbe già un consumo esperienziale, come per il cibo, e andrebbe benone. Ma no, l'acquisto compulsivo è totemico, come per l'a
    2 points
  13. Le elementari sono aperte per disperazione dei genitori che non sanno dove metterli. Così come hanno chiuso seconda/terza media ma non la prima. Ma la cosa veramente inaudita è che non si siano preparati i posti letto ospedalieri in strutture apposite.
    2 points
  14. No, io credo che faccia la sua parte. Nel 2020 i bimbi più "piccini" spesso non li si lascia più a casa da soli. Se non chiudi tutte le attività commerciali, chi bada a loro in casa, con i genitori al lavoro? E' un problema socio-infrastrutturale. Nel 2020 la scuola è in primis un giardino d'infanzia pubblico. Tu invece pensi che quando un politico parla in TV dica quello che pensa/crede come persona? Non è per questo che li pagano. Non per pensare o credere qualcosa, dico. Per ballare al suono dell'organetto, questo sì. Chi giri la manovella non si sa. Forse è meglio così.
    2 points
  15. L'acronimo è M.A.S.S. - è sarà (cercherà di essere) uno spazio di discussione e approfondimento "faccia a faccia" con incontri monografici su opere, autori, contenuti. Per gli interessati, vediamo se si riesce a combinare qualcosa di decente: Commenti e suggerimenti, come da invito fatto viva vox, sempre benvenuti. :-) (I più scaltri trai lettori penseranno che a voce potrò disseminare i miei sproloqui di meno refusi, e hanno ragione.)
    2 points
  16. Guarda, al momento il mio commento tecnico è: nun ce se sta a capi' 'n c@##o, porcatrota!
    2 points
  17. Personalmente, se dovessi descrivere ora come ora questo film – che adoro – direi "Un Totoro fatto da Takahata invece di Miyazaki". Forse saprete che quando nell'88 uscirono Totoro e Hotaku in Giappone, proiezione combinata con un unico biglietto, in patria furono in molti a criticare il film di Miyazaki per l'eccesso di edulcorato idealismo. E sì che anche la sola "crisi" di Satsuki fu inserita per pressioni di Suzuki, che faceva al notare al regista che "queta bambina è davvero troppo perfetta". Ma del resto Miyasan aveva calcato Satsuki sull'immagine di sé stesso a quell'età. Famoso (?
    2 points
  18. Anche l'OVA si chiama Honoo Tripper, insieme a Warau Hyouteki e Choujo. È solo che da noi il Giappone arriva spesso dall'Atlantico, così spesso che neppure ce ne accorgiamo. Infatti vogliamo nome-cognome, scriviamo OAV e tante altre cose angloamericane, spesso a partire dai titoli. One Pound Gospel, tipo. Oltre le fiamme era un titolo "adattato" perché, suppongo, "La viaggiatrice delle fiamme" paresse brutto. Eh già. Quanto debba essere deformata una mente per trovare "brutto" ciò che è "giusto" fatico a immaginarlo. La mia idea di bellezza è modellata su quella di correttezza. Non
    2 points
  19. Non sapevo dove postarla ma pensavo che nel topic jpop fosse sprecata
    2 points
  20. Dovrei recuperare il video, ma il professor Guido Silvestri lo spiega bene. Faccio una sintesi brutale: il vaccino ti abbassa le probabilità di contrarre la malattia. Se molti si vaccinano, superata una certa percentuale, si innesca l'immunitò di gregge che fa sì che la probabilità, di fatto, si azzeri. A meno che non ti succeda che riesci ad azzeccare il cosiddetto "virus killer", talmente efficace da debellare del tutto la malattia, come è successo, che so, con il vaiolo e simili. Anche per questo molti scienziati continuano a parlare di fase di convivenza con il virus.
    2 points
  21. Omaggio di Kazushi Hagiwara
    2 points
  22. L'edizione fisica si dovrà trasformare prima o poi, meno copie ma di fattura migliore, edizioni deluxe, perché tanto quelli che spariranno saranno i casual che spendono 10 o 20 euro, mentre il collezionista è disposto a spendere di più. Io fatico a capire la ritrosia degli editori italiani nel portare in home video le serie con solo i sottotitoli, si ridurrebbero i costi e si potrebbe osare di più. Naturalmente è un discorso girella free ed esclude serie che possono mirare ad un passaggio televisivo. Per il resto tra quei pochi che siamo rimasti a comprare animazione in home video non cre
    1 point
  23. No, Goemon e Fujiko non sono mai passati in tv. Li ha doppiati direttamente Anime Factory.
    1 point
  24. Su Megalo Box però non hanno scuse
    1 point
  25. All'epoca Dynit fu coraggiosa a portarlo senza appoggi, forse l'unico vero rischio preso nella sua storia recente, anche se poco dopo andò su Rai4, quindi qualcosa l'avranno recuperata oltre all'home video. A distanza di tutti questi anni il costo della licenza non dovrebbe essere molto più accessibile per tutto il materiale? Una eventuale nuova serie potrebbe aprire uno spiraglio, o quantomeno è bello crederci...
    1 point
  26. E' una scelta in linea col setting del film. Cmq è una replica del package esterno originale.
    1 point
  27. È... Complicato. La storia si legge anche a sé stante, ma gli iniziali riferimenti a eventi passati o eventi che gli svolgono in contemporanea possono spiazzare. Molto. Di per sé, però, la lettura di fondo è comprensibile senza le storie pregresse, per quanto almeno qualcosa sarebbe consigliabile. Sicuramente dovresti leggere Crisi di Identità(Imho, uno dei migliori fumetti in casa Dc/JL). E sicuramente Il Progetto Omac. Ah, ovviamente senza Crisi sulle Terre infinite è inutile accostarsi. Rispetto le altre crisi come si piazza? Come sequel di CSTI e "prequel" (in realtà servirebbe anche
    1 point
  28. Sono, come dicono i caratteri (kanji) stessi, frasi idiomatiche di quattro caratteri ... dei modi di dire, direi ... ma chiedi anche ad altri
    1 point
  29. Credo che ancora oggi AnyDVDHD sia la soluzione migliore per togliere la protezione dai dvd/br, prova con quello se non lo hai già fatto.
    1 point
  30. Sì sono di Verona e sì hanno istituito alcuni sensi unici nelle vie del centro storico vista la ressa degli ultimi fine settimana. Devi sapere che in città la principale via dello shopping (via Mazzini) va a creare un imbuto piuttosto stretto allo scorrere del traffico pedonale (con immancabile macchinone in manovra di qualcuno che s'è perso). Comunque, anche qui ci sarebbe da dire una cosa: l'ultima ordinanza di Zaia vorrebbe sedare gli animi della gente a spasso nel fine settimana (e in provincia qui abbiamo il Garda e la Lessinia mete non indifferenti di turismo di massa) ma quel
    1 point
  31. La rana bollita è peggio persino del gatto di Schrodinger, perché se nel secondo caso è "chi lo sa se è vivo, o morto, o tutt'e due insieme", nel primo caso è tristemente tutto legato al mero fattore T, con risultato garantito. :-(
    1 point
  32. Ma farla tutta rossa e aiutare un po' il tasso dei contagi, no? Qui a distanza di mesi fanno gli stessi evidenti errori, però stiamo andando verso un inverno molto lungo e difficile. Ah, ma la loro preoccupazione è promettere il Natale con i parenti di primo grado.
    1 point
  33. L'unica cosa di messicano che resterà nella serie non saranno i baffi da pornoattore di Bright ma il Poncho del Penerope e va benissimo così. Anche se Bright barbuto nei film sarebbe stata la chiusura del cerchio del suo parallelismo con Revil (e Okita )
    1 point
  34. Gli ispanici non esistono, si tratta di dozzine di gruppi diversi. In florida è pieno di cubani che chiaramente disprezzano la sinistra. In genere i latini sono anche gente piuttosto religiosa e quindi conservatrice, se i repubblicani non gli sputassero in faccia avrebbero il plebiscito. Ed il fine ultimo dei latini è essenzialmente diventare bianchi, chi passa per bianco lo fa. Gli immigrati messicani ecc... in genere disprezzano i messicani ecc e sono spesso contrari a nuova immigrazione. Ma è anche comprensibile, per la maggiore sono disperati che fuggono da posti orribili,
    1 point
  35. Sembra quasi una roba della GAINAX, ma non c'è la Osaka degli anni 70
    1 point
  36. Principalmente, sono serie da vendere ai genitori, agli zii o a chiunque debba/voglia fare un regalo a dei bambini. Parlando sotto il punto di vista collezionistico... sì, volendo si possono definire girelle.
    1 point
  37. ancora qualche giorno e... DEFENDERS OF EARTH segue sigla cantata con ruvida e disperata rabbia e dunque tutti in coro
    1 point
  38. Credo che la cosa sia ancora più significativa se consideriamo KOR un'opera del tutto ottantina, proprio il momento di grande opulenza, reaganismo negli USA e bolla economica in Giappone, ma sotto quel frivolo benessere anche una rom-com con tratti SF prêt-à-porter rivela in tempi non sospetti il serpeggiare del disagio giovanile della postmodernità incalzante.
    1 point
  39. Anche per me quella interpretazione di KOR (appresa diversi anni fa, appunto leggendo un post di Shito che citava Garion) è stata illuminante, specie nell'ultimo rewatch della serie (fatto un paio di anni fa) assieme al 'diario di visione', presente qui nel Forum, a opera dello stesso Garion:-) Prima o poi recupererò il manga (lessi solo alcuni volumi prima edizione Star, prestatimi da un amico). Mi dicono un gran bene dell'ultima versione tradotta.^^
    1 point
  40. Grazie a te per avermi dato, oltre a quella per me fondamentale presa di coscienza, anche l'implicita possibilità di proporla ad altri. :-)
    1 point
  41. Siamo davvero alla follia... Ma che cazzo. Nelle province di Brescia Bergamo e Manto abbiamo pochissimi contagi e ci ritroviamo dentro una zona rossa francamente inspiegabile. Mi chiedo come non lo sia la Campania...
    1 point
  42. https://www.huffingtonpost.it/entry/proietti-e-nato-e-morto-il-211-provate-a-fare-2-diviso-11-il-risultato-stupisce-i-social_it_5fa128bac5b6128c6b5c2760
    1 point
  43. Ho controllato. La prima stampa ha il sottotitolo "caccia allo stregone" a partire dal volume 3. Nel frattempo me lo sono già letto. Ma ovviamente lo comprerò.
    1 point
  44. Adesso non ho la mia collezione sottomano. Cmq ho tutti i volumi prima stampa. Domani ci guardo.
    1 point
  45. Mi permetto di riportare un intervento di qualcuno che credo qua potrebbe stare tra i tre che possono parlare: Lucian L. Belmau - Io non ho niente contro l'uomo Cannarsi. Può pensare quello che vuole. Sicuramente -- opinione personale -- trovo il suo elitismo della domenica poco adatto per chi ha superato i sedici anni da un po', ma questo è parere mio. Il problema non è che lui voglia adattare Evangelion, Miyazaki, Omero o chicchessia secondo il suo gusto personale. E' liberissimo di farlo. Io non me la prendo con lui, quanto con chi continua a rendere un tale lavoro pubblico. E' un pr
    1 point
  46. Voglio solo portare l'esempio di questa ragazza. Questo video mi ha veramente impressionato. Questa ragazza, che vuole fare l'adattatrice e che studia e fatica per farlo, quasi si commuove in alcuni punti...e dice una cosa importantissima che suona pressappoco cosí : "il nostro è un lavoro bellissimo, un onore, fare in modo che il maggior numero di persone possa ricevere le emozioni di un autore attraverso il nostro operato" Questa a mio avviso è un'ottica del lavoro corretta. L'adattamento non è una soddisfazione personale. La filosofia di Gualtiero "del pubblico non me ne frega nulla" è
    1 point
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.