Jump to content
Pluschan

Leaderboard

Popular Content

Showing content with the highest reputation since 07/13/2009 in all areas

  1. Be', Gualtiero... Non so se non ha avuto modo di leggere il mio precedente intervento, ma quel che più mi dispiace è che – al momento – lei si sta limitando a controbattere a piccole questioni legate a singoli casi di traduzione più o meno corretta, sorvolando sulle più ampie implicazioni che il lavoro di adattamento dovrebbe prendere in considerazione e che le sono state fatte notare ripetutamente. Oltretutto, si continua a far riferimento a una sua intervista di gennaio, "Su traduzioni e adattamenti", nella quale – non si offenda – lei si pronuncia in maniera assolutamente arbitraria su ques
    21 points
  2. Mi appoggio al commento di Bospie per puntualizzare alcuni aspetti di metodo che – a malincuore – continuano a essere sottovalutati, e che di fatto determinano, a mio parere, l'intreccio complesso della questione. Procediamo con ordine. Bospie scrive che di Cannarsi apprezza «il non basarsi su ciò che è "pratica comune", ma anzi perseguire il vero significato dell'opera originale». Questo secondo lui porterebbe a un adattamento troppo "analitico"; il termine non è corretto, l'aggettivo giusto è "artificioso" e cercherò di spiegare il perché proseguendo. Bospie, ancora, scrive: «Ogni ope
    17 points
  3. Come già ribadito non conosco il giapponese. Tuttavia, confrontandomi con chi è più competente di me, emerge una questione che è certamente di matrice linguistica e culturale. Premetto che non ho alcun tipo di problema rispetto a eventuali correzioni apportate all'opera, tanto meno mi preme difendere per posizione presa il termine "angelo". Tuttavia, mi pare di capire che «Shito» nella lingua giapponese si riferisce, più che agli Apostoli di Gesù Cristo, a coloro che hanno ricevuto in dono la facoltà di comunicare le intenzioni e la volontà di Dio. In effetti, risalendo le etimologie – e
    17 points
  4. Salve a tutti e salve @Shito/Gualtiero. Ho seguito la discussione che si è protratta fin qui, cercando - da appassionato di Evangelion quale sono - di comprendere le ragioni che hanno orientato il recente adattamento. Intanto trovo apprezzabilissimo che lei, Gualtiero, cerchi di difendere il suo lavoro affrontando le critiche in prima persona, “a quattr’occhi”, per così dire. Detto ció, senza scadere nella polemica sterile, vorrei esprimerle alcune perplessità in merito al lavoro che ha svolto. Ci tengo a precisare, brevemente, alcuni punti: non conosco a menadito il mondo dell’animazione
    17 points
  5. Salve a tutti. Mi sono iscritto soltanto per ringraziare Cannarsi per il lavoro svolto. Nel mio gruppo di amici sono l'unico "esperto" di anime e suggerisco quali vedere di volta in volta dato che io li seguo in anteprima appena escono con i sottotitoli mentre tutti gli altri preferiscono che siano in italiano, e li seguiamo in genere su VVVVID o Netflix. Gli ultimi che abbiamo visto insieme sono Full metal panic e Steins;gate e, in particolare per quest'ultimo, ancora mi stanno ringraziando (per quanto non so se fargli vedere lo Zero appena sarà doppiato dato che mi ha un po' deluso). Poi ho
    16 points
  6. Vorrei intervenire premettendo, com'è ovvio a tutti ormai (tranne a una persona), che il doppiaggio aveva moltissime problematiche, se non errori che altri, più esperti di me, hanno rilevato motivando accuratamente. Così come, altre scelte di adattamento, argomentate e motivate dallo stesso Shito, si sono rilevate giustificate e giustificabili. Personalmente avevo subito espresso la mia approvazione alcune scelte fatte. Dal punto di vista del contenuto (non della forma), molti passaggi del nuovo adattamento li ho trovati migliorativi o arricchenti rispetto all'originale. Come quella prima
    15 points
  7. Gentilissimo, le ho evidenziato i motivi del mio puntualizzare le ripetute "sviste" del collega, visto e considerato che sembravano passare in sordina alle orecchie dei più accaniti sostenitori o che servisse un parere tecnico che altri non avrebbero potuto portare. 🙂 Dialoghi di quel tipo sono, oggettivamente, indifendibili da chiunque eserciti la professione. Non le sto neppure a spiegare come se ne sia discusso anche in altre sedi, più di settore. Le ricordo inoltre che la mia presenza in questo forum non si deve alle mere polemiche con il sig. Cannarsi, come le potranno conf
    15 points
  8. Buonasera a tutti, perdonate l'entrata a gamba tesa in una discussione che mi ero ripromesso di leggere da mero fruitore ed appassionato, ma mi premeva dire la mia su un punto che ho visto ripetere più e più volte - ossia che i testi di Cannarsi sarebbero aulici, ostici, ma preziosi per il rigore filologico. Non è così: i testi di Cannarsi sono scritti in un pessimo italiano, sono sgrammaticati e cacofonici. Non aulici, non ostici: sono semplicemente scritti male in italiano. A prescindere dalle singole parole usate, Cannarsi usa dei costrutti che semplicemente non esistono, e questo non
    15 points
  9. Io continuo a far notare come da giorni ti prendi il disturbo di rispondere solo a domande sulle singole scelte, la singola frase, il singolo termine, la pernacchia di Asuka o il peto di Shinji, mentre ti guardi bene dall'iniziare una discussione con chi cerca di andare più a fondo e analizzare il tuo metodo di lavorare in toto. Certo è che sei libero di fare quello che più ti pare e nessuno ti obbliga a rispondere a nulla, ma il tuo comportamento non è quello di uno che vuole un confronto sano e costruttivo. Se "chiacchiere e battutaggio hanno subissato l'informazione" è perché ques
    14 points
  10. Provo a rispondere io, per linee generali. 1) C'è stata mancanza di comunicazione. Di questo nuovo adattamente bene o male si sapeva dalla fine dello scorso anno, ma senza avere alcuna comunicazione ufficiale. Il web è stato inondato di articoli e speculazioni, basati più su sentori che su altro, che hanno impostato il "mood" generale. Netflix del resto non ha un sito in cui pubblia informazioni, non ha un blog: non c'era possibilità di pubblicare una dichiarazione di intenti ("Realizzeremo un nuovo doppiaggio di Evangelion con le intenzioni di..."), rendendo evidenti i punti di forza di
    14 points
  11. Andiamo, non si può ragionare così. Altrimenti la traduzione migliore sarebbe non tradurre affatto, e l'adattamento migliore una cascata di calchi e di prestiti linguistici.
    14 points
  12. Son sicuro che molti troveranno interessanti le parole di Antonietta Pastore (tratte da un'intervista), persona sensibilissima, le cui impressioni sulla letteratura ho sempre trovato preziose: «Quando si lavora alla traduzione di un libro non è tanto importante scriverla bene, quanto trasmettere quello che l’autore vuole dire: bisogna innanzitutto conoscere la cultura del paese d’origine per capire il significato della parola, anche se la si traduce diversamente dal testo originale. Quando si traduce, in questo caso, dalla lingua di un paese molto lontano diventa un aspetto fondamentale l
    13 points
  13. Pensa, nel rispondere a una domanda hai comunque reso il dialogo in modo più scorrevole mantenendo una perfetta aderenza al significato. Spendo i miei 2cents e non credo che ci ritornerò su perchè un thread che si alimenta di quasi cinque pagine al giorno per me è impossibile da seguire, per cui, semmai posterò, sarà o dove vengo direttamente quotato o quando c'avrò voglia a casaccio. (nel frattempo sono arrivate altre due risposte) Questo nuovo adattamento può (e deve) essere valutato a mio avviso su due piani, quello del doppiaggio e quello dell'adattamento. Come doppiaggio,
    13 points
  14. Faccio un sunto degli errori, dimostrati finora, dell'edizione, così se qualcuno volesse risegnalarli a Gualtiero e/o fare propria questa segnalazione, è il benvenuto. Giusto per evitare che con le sue tecniche di ripiego faccia appositamente passare in sordina i messaggi con delle evidenze comprovate, di nuovo. In primis, la frase a caso, dove non solo si è cambiato un verbo dandogli altro significato, ma si è visto il metodo usato per la costruzione di frasi volutamente contorte, senza motivo. "Ci è giunto comunicato che hanno già completato di prendere rifugio" è differente dall'orig
    13 points
  15. Gualtiero, lei gioca con nozioni sparse che – senza alcuna presunzione personale – per chi ha un minimo di competenze nel campo fanno sorridere. Mi sembra che lei continui ad affogare il discorso con opinioni del tutto arbitrarie che non si rifanno ad alcuna prospettiva coerente, pensata, sensata. Agli interrogativi più pressanti spero un giorno riesca a dare una risposta, se non a me, quanto meno a chi vive questo forum con passione e costanza – io purtroppo il tempo non ce l'ho. In merito all'esempio dall'inglese. Non vorrei offenderla, ma credo che le sue competenze linguistiche – a gi
    13 points
  16. La ringrazio davvero @Shito per aver dedicato del tempo a rispondermi. È stato piuttosto conciso e su certe questioni, soprattutto rispetto alle ragioni che orientano la sua postura nell’operazione di adattamento di un testo, mi sembra abbia preferito glissare. Lo capisco, sta cercando di rispondere a tutti e non ho la pretesa di ricevere tutte le sue attenzioni nell'immediato, ci mancherebbe. Intanto, ribadisco la mia posizione sulla scelta del termine “Apostolo”: la comprendo da un punto di vista letterale – e la tollero anche, non è il punto più importante della questione come giustame
    13 points
  17. Bizzarro, perché io sento i personaggi parlare in italiano... Aspetta, come dici tizio fuori campo? Fa parte del procedimento di traduzione, adattamento e doppiaggio per il quale si dovrebbe fare in modo che all'orecchio di un parlante di una lingua differente risultino dialoghi naturali così come se fossero parlati nel proprio idioma? Ohibò, ecco, mi pareva.
    13 points
  18. Prologo: Come opera in sé, per quanto personalmente sia affascinato dalla sua aura mistica e ne riconosco l'importanza assoluta che ha avuto nella storia del medium, non sono mai riuscito a farmi interessare Evangelion più di tanto, lo vidi giusto qualche anno fa quando un distributore italiano decise di metterlo legalmente su YouTube ma non ne rimasi colpito forse anche per una sua visione un pò svogliata da parte mia tant'è che a parte qualche scena ricordo ben poco. Questo è per dire che in linea di massima non sono ne uno che vuole vedere Eva per vedere solo i robottoni che fanno a pugni e
    12 points
  19. Guarda, John, ti spiego per benino (così magari rileggi con calma quel che hai scritto e capisci da solo che hai commesso qualche leggerezza): Se dico che recito (bene) quando il copione è comprensibile... E ho in effetti recitato (e se un pochino sei un appassionato capirai da te che quel che ho fatto non è facile, sapevo di poterlo fare, non avevo bisogno di sfuggire alla prova ecc ecc) ALLORA VUOL DIRE CHE IL COPIONE SI CAPIVA. Questo quel che ho detto. Riguardo il sillogismo imperfetto sull' interpretare testi medici o le farneticazioni di un matto, devi cap
    12 points
  20. Netflix si dimostra per quello che è: un'azienda che vizia i suoi utenti. Ed ecco che quindi, di fronte a meme, youtuber, commenti sui social networks, decide di rimuovere il doppiaggio di una serie (che ricordo, qualcuno stava seguendo, magari anche con un certo interesse). Poi, al posto delle scuse, percula chi ci ha lavorato, percula con i meme, con le immagini divertenti, con le citazioni, come per dire "Eccoci, hihihi noi vi vogliamo bene, vi accontentiamo, vi postiamo l'ennesima vignetta che vi fa autocompiacere della vostra (finta) mancanza di vita sociale, dopo che, in preda a una
    12 points
  21. Scusate, ma qui mi rivolgo ai moderatori di questa discussione. Qui c'è un utente che per strana coincidenza è anche l'adattatore dell'opera in questione, il quale scrive: «Penso che siano idiozie. Penso siano concetti del tutto vacui e del tutto mistificatori, su più livelli. Penso che sia quando di più sbagliato si possa (pensare di) fare in ambito di interlinguistico narrativo. In ambito puramente funzionale, come che so - per il bugiardino di un medicinale - capirei. Condividerei. Ma qui siamo in un ambito che, se non diametralmente opposto, considero davvero molto, molto, distante.
    12 points
  22. Mi permetto di riportare un intervento di qualcuno che credo qua potrebbe stare tra i tre che possono parlare: Lucian L. Belmau - Io non ho niente contro l'uomo Cannarsi. Può pensare quello che vuole. Sicuramente -- opinione personale -- trovo il suo elitismo della domenica poco adatto per chi ha superato i sedici anni da un po', ma questo è parere mio. Il problema non è che lui voglia adattare Evangelion, Miyazaki, Omero o chicchessia secondo il suo gusto personale. E' liberissimo di farlo. Io non me la prendo con lui, quanto con chi continua a rendere un tale lavoro pubblico. E' un pr
    12 points
  23. Personalmente ero entrato perchè avevo letto in giro che il cosí eccezionale Cannarsi rispondeva a tutte le critiche circa la nuova edizione di Evangelion. Beh ho letto e riletto. E tutto si può dire tranne che risponda al vero quesito, ossia al fatto che non adatta, ma traduce unicamente. Come hanno fatto notare alcuni utenti, risponde solo e unicamente su piccoli particolari di traduzione, ma quando si parla di sintassi o di senso compiuto delle frasi glissa, e ricompare piú avanti solo per rispondere a qualcosa di puramente nozionistico. E questa è l'unica cosa che mi viene in mente davvero
    12 points
  24. Non mi pare di aver detto tutto ciò...ti stai parecchio allargando. "Che non sono in grado di recitare un copione"? Forse sei tu che non sei in grado di leggere. Inoltre, vorrei sapere a quali figure di merda di riferiresti. 🤗
    11 points
  25. Mi dispiace moltissimo per @Shito, il provvedimento di Netflix non ha fatto altro che dimostrare quando un lavoro del genere quando arriva al grande pubblico, questo non sa far altro che sbraitare in massa nella speranza di togliere di mezzo tutto ciò che non gli risulta immediatamente familiare. Sono molto intristito da tutto ciò. Probabilmente i lavori di @Shito non sono adatti al grande pubblico che davanti alla meraviglia di imparare cose nuove e di immergersi in mondi non familiari preferisce la tranquillità e la piattezza della mediocrità. Potrà suonare elitista come molto si usa dire og
    11 points
  26. Qualcuno, probabilmente a digiuno di fatti di lingua e traduzione, potrebbe confondersi rispetto al tema della fedeltà all'originale. C'è un fatto che continua, imperterrito, a essere tralasciato: la fedeltà non deriva dall'equiparazione di strutture linguistiche che appartengono a contesti culturali lontani, che utilizzano il linguaggio e i piani di significante-significato in modo radicalmente diverso. Non si può semplicemente pensare che la lettera A in italiano possa trovare il suo effettivo corrispettivo, nella forma e nel contenuto, in giapponese. La traduzione È ASSOLUTAMENTE una finzio
    11 points
  27. Buongiorno. Ho seguito la discussione in questi giorni, ma non ho mai commentato. Ultimamente, fortunatamente, mi ritrovo molto in ciò che dice il buon TheDanish. Non sono una linguista come lui, ma lavoro nel campo dell'intrattenimento ormai da qualche anno, sia nel cinema d'animazione che nella pubblicità. E, beh, ha ragione. La traduzione alla lettera che sta impiegando Cannarsi, è effettivamente un problema molto serio, lo dico appunto perché sono nel giro da un po' e lavoro per il mercato estero. Tradurre senza adattare (cosa che di fatto qua si sta facendo da anni), rende
    11 points
  28. Ciao a tutti, sono nuovo su questo forum, vi prego di non linciarmi se non seguo a dovere l'etichetta. Mi sono iscritto per seguire la discussione e ho deciso di postare anch'io dopo aver letto commenti indegni di gente che insulta il lavoro di Cannarsi, senza neppure portare argomentazioni a favore della propria idea. Premetto che non sono un fan degli adattamenti di Cannarsi, ma non posso che ammirare l'impegno e l'idea che c'è dietro al suo lavoro: il non basarsi su ciò che è "pratica comune", ma anzi perseguire il vero significato dell'opera originale. Questo porta a un adattamen
    11 points
  29. Trovo semplicemente assurdo anche il fatto che non ci sia un semplice "cavolo ma forse sto sbagliando?" Se il tuo lavoro fa imbestialire cosí tante persone, ma non ci si può porre il dubbio che magari c'è un modo di coniugare entrambe le cose, invece di volersi arenare per forza su posizioni prese a priori che non possono che risultare associabile alla posizione "solo io sono bravo, e voi non capite nulla"? Mi dispiace enormemente per Eva, io al fine ho la prima edizione nel cofanetto di alluminio numerato, e me lo godrò cosí, ma vedere mio nipote che mi manda un audio su what's app dicen
    11 points
  30. Signor @Thedanish, buonasera innanzitutto, ma per quanto riguarda "l'attenzione al pubblico di riferimento", che come giustamente scrive è un aspetto inderogabile in questo campo, mi limito a trasporre una risposta dello stesso Shito a questa pagina (2013), in merito ad uno dei suoi molteplici "adattamenti" del film Ghibli Majo no takkyūbin: Come può ben notare, all'adattatore in questione non interessava che il suo prodotto piacesse a terzi, fintanto che la traduzione (perché essenzialmente di questo si tratta) risultasse a lui e lui solo corretta, parola per parola. Ad ogni modo
    11 points
  31. Se un "mio pari" dichiara in un contesto pubblico che la Terra è piatta, confrontandomi con lui sono liberissimo di esprimere le mie opinioni contrarie, portando tutti gli esempi che ritengo più opportuni. Ad alzarsi e ad abbandonare il confronto non sono stato certo io. Né sono stato io a cercare di fare ricadere la colpa di miei errori su altre persone che hanno lavorato al prodotto. Né ho offeso io il pubblico che ha manifestato del dissenso. Veda un po' lei. 🙂
    10 points
  32. Non si tratta di italiano parlato o meno, ma di ITALIANO. Quella usata da Cannarsi non è lingua italiana, non so più come dirlo. E se pure una frase potrebbe essere grammaticalmente corretta, può essere nondimeno sbagliata dal punto di vista del registro: utilizzare un registro aulico per caratterizzare alcuni personaggi (ad esempio) va benissimo, ma bisogna saperlo fare: Cannarsi ha lacune incredibili con l’italiano base, e lo evidenzia in tutti i suoi adattamenti, appiattiti sulla sua solita terminologia base infiocchettata da qualche termine preso dal dizionario dei sinonimi e contrari (la
    10 points
  33. Ma che è, un mondo alla rovescia? Chi argomenta fin dal primo messaggio viene accusato di non argomentare a sufficienza da chi non argomenta affatto e si becca pure un warning? Siete seri?
    10 points
  34. Io apprendo e vedo ora che un doppiaggio di qualità è stato rimosso. Almeno ora in tanti saranno contenti, io no! Una cosa però la devo dire dopodichè mi possono anche bannare : " gentilissimo Mr Vi il suo comportamento in questa discussione a mio parere è stato vergognoso. Un addetto ai lavori che da addosso in questo modo ad suo collega (con cui può non essere d'accordo, che non può stimare e questo è legittimo) e che anzicchè tenere alta la categoria e dare risalto all'importanza della professionalità, si mette in testa (o in coda) al branco di fans infuriati si squalifica da se, motiv
    9 points
  35. Dopo aver lurkato per 118 pagine negli ultimi 3 giorni (peggio di un binge televisivo) ed aver seguito con avidità la faccenda in quanto apprezzatore di Evangelion, volevo solo ringraziare chiunque avesse postato in maniera costruttiva in questo thread. Leggere tutto è stata una bella esperienza (Che immagino ora andrà a concludersi, in bene o in male)! Ho fatto Studi Orientali alla Sapienza ed un anno di Istituto Giapponese di Cultura ma saranno almeno 8 anni che non leggevo nulla di ambito linguistico e/o filologico. Non vivendo in Italia mi dispiace di non aver avuto sotto
    9 points
  36. «Fossa dei leoni». Il riassunto di questa live:
    9 points
  37. Questo tale GioPizzi è di una presunzione tale da fare rivoltare gli occhi. Inoltre, per sua stessa ammissione, non conosce l'opera in questione. Quindi perché è stato invitato nella discussione?
    9 points
  38. Il pienone di riconoscimenti eh? Poi mi paghi per la rassegna stampa? Questa è docente di lingua e letteratura giapponese all’Alma Mater di Bologna
    9 points
  39. Rispetto al tema della fedeltà all'originale. Anche qui credo sia giusto spendere qualche parola. Che cosa intendiamo per fedeltà all'originale? Parliamo di fedeltà morfo-sintattica? Parliamo di vocaboli? O parliamo di referenti di senso? Il linguaggio e la comunicazione umana servono a trasmettere attribuzioni di senso, mica suoni, sillabe, ordini di parole o terminologie – i fenomeni prosodici (intonazione, ritmo, pause) in tal senso sono al servizio del senso, non il contrario. Quindi, la traduzione, nel suo voler essere fedele all'originale, su quale piano deve operare? Il lavoro di a
    9 points
  40. Non c’è bisogno di renderla errata. Se sei un bravo adattatore la rendi scorrevole senza renderla errata. Altrimenti ci sono tanti altri mestieri da fare 👍
    9 points
  41. No, ma a me non interessa niente delle singole questioni di traduzione, come le ho detto su, nell'altro commento, che non ha neanche guardato. Io sto parlando del suo lavoro nell'insieme. Sto parlando della resa finale e del suo lavoro, interfacciato con i doppiatori. Io sono stata paziente, ho aspettato che lei avesse il tempo di rispondermi, ma sono passate 5 pagine e lei non ha fatto che perdere il suo tempo a ribadire i singoli concetti agli altri utenti che hanno martellato sempre e solo sugli argomenti di suo interesse. Ora, lei dice un'oscenità che solitamente insegnano a non d
    9 points
  42. Salve a tutti, ci tenevo a lasciare il mio feedback (a quanto pare piuttosto impopolare) in merito all'adattamento di EVA. Ho recuperato la serie in questi giorni (tre orette al giorno, una bella maratona) senza aver praticamente alcuna nozione dell''opera, e ovviamente senza aver mai visto il primo adattamento. A dispetto di quel che ho letto in giro, ho trovato il lavoro davvero apprezzabile. Senza dubbio la scelta lessicale mi ha colto di sorpresa all'inizio, ma non mi ha affatto indispettito. Certo, in alcuni frangenti la sintassi è parecchio impervia, ma tutto sommato in otto-nove ore i m
    9 points
  43. Dissento, ovviamente. Perché il punto alla base di tutti questi discorsi è cosa ci sia a monte dei singoli errori. Quindi le scelte alla base. Hai dato un warning all'unico che da principio ha cercato di andare a fondo della questione nonostante il diretto interessato glissi da un bel pezzo e cercando di rimescolare le carte in tavole prova a cambiare argomento spostando" attenzione e facendo passare le critiche, motivate, al suo operato, come attacchi personali. Non si può parlare di questa edizione di evangelion senza parlare del *metodo* usato da chi l'ha adattata.
    9 points
  44. E aggiungerei questa postilla: "nel momento in cui un adattamento ha bisogno di mille spiegazioni per giustificare delle scelte stilistiche, l'adattamento ha fallito. Nel momento in cui, in un adattamento, riconosco l'adattatore che vi ha lavorato (e a chi ha un minimo di dimestichezza col lavoro del tale adattatore è bastata una frase, se non meno), l'adattamento ha fallito. Io non devo riconoscere l'adattatore. L'adattatore deve stare dietro all'opera alla quale sta lavorando. Non davanti." Questo è puro protagonismo.
    9 points
  45. Dicono cose di giapponesi, ma le dovrebbero dire in ITALIANO. possibilmente mentre muovono la bocca, sui loro stessi movimenti della bocca. Altrimenti vale tutto. Per non ribadire che tu li fai parlare come SECONDO TE dovrebbero parlare. Secondo te che non sei un traduttore e il giapponese lo hai studiato da autodidatta. Almeno la decenza di non dire certe castronerie, plìììz.
    9 points
  46. Insisto: "com'è possibile che una frase, la cui traduzione è molto semplice, in italiano venga resa in modo così astruso, forzato, con termini sbagliati?  Perché se una frase può essere scritta in un italiano più fluido tu devi necessariamente darle una tua cifra stilistica che non è minimamente presente in originale, nonostante tu ti faccia sempre scudo della fedeltà per difendere le tue scelte? Da cultore della fedeltà assoluta al prezzo della fruibilità di un'opera, non vedi come tu, in tutti i tuoi lavori, abbia fatto parlare i personaggi non come si esprimono in origine, ma come
    9 points
  47. Intanto benvenuti a tutti, sopratutto a chi ha portato interventi costruttivi e anche critici, benvenuti un po' di meno a quelli entrati qui per far i bulletti e a cui un dialogo per lo più sereno e uno scambio di opinioni ha tolto molte delle loro sicurezze. Grazie anche ai ragazzi di Everyeye che hanno opportunamente linkato e citato in nostro forum, c'è ancora qualcuno corretto. Non ho visto ancora il nuovo adattamento, sinceramente seguendo l'esempio di Kaji ho curato il giardino e me ne andrò a mare. Sfrutterò il pendolarismo per vedere tutto per bene. Ho letto con molto interes
    9 points
  48. Che bello si sono aperte le gabbie e sono arrivati i fenomeni a fare i bulletti e a pigliare schiaffi su ogni cosa che hanno detto. Dai tornate su facebook che lì potete tirarvela
    9 points
  49. Io conosco pochi adattamenti di Cannarsi, quindi non sto esprimendo ciò che secondo me è vero ma delle conclusioni che trarrei nel caso il "sentito dire" si dimostrasse vero. Quando riconosci il "testo scritto", con gli stessi costrutti (o dislocazioni, o scelte lessicali) nei dialoghi di 3-4 opere diverse che in comune hanno solo l'adattatore, vuol dire che l'adattatore sta inquinando l'originale in qualche modo, proprio a livello statistico. Nel caso in questione, questa volontà di preservare la cultura giapponese anche nella forma rende protagonista dell'opera la struttura giappo
    8 points
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.