Jump to content
Pluschan

[PiT] Pluschan in Translation: Tenkai-hen


Recommended Posts

Come promesso, ecco la traduzione dei dialoghi del Saint Seiya Tenkai-hen.

 

Alcune note.

La traduzione e' stata pensata per essere il piu' letterale possibile. Questo significa che e' il tipo di traduzione che darei a un adattatore, che provvederebbe quindi a modificare le battute secondo il labiale.

Mancano pero' tutti gli appunti del caso, le annotazioni sui vari termini, sui modi di dire, ecc...

Ci sono delle ripetizioni, perche' ci sono nel testo originale e le ho tenute tali e quali. Poi tenete conto che leggendo un testo scritto le ripetizioni si notano di piu' rispetto alla recitazione.

Parlando del "letterale" ho specificato che lo e' il piu' possibile perche' alcune scelte dipendono dal mio gusto e perche' i modi di dire sono stati cambiati con i corrispettivi italiani.

Per fare un esempio, trovandomi davanti al termine "tsumi", mi trovo di fronte a un'ampia scelta su come tradurlo in italiano: delitto, crimine, peccato, errore, colpa, mancanza... ma pure condanna, punizione, crudelta', supplizio, ecc... Ovviamente, non se ne sceglie uno a caso, ma si vede quello che ha piu' senso con il discorso. Nel mio caso ho optato per crimine.

Inoltre puo' darsi che uno stesso termine giapponese venga tradotto in due modi diversi, a seconda del contesto. O anche che dei diversi termini giapponesi in italiano risultino uguali (questo cerco di evitarlo, appena appena e' possibile).

Discorso a parte meritano i vari oneesan, imoto, aniki. Ho specificato "sorella maggiore" quando si parla di Artemis in terza persona. Ho specificato "sorella minore" ogni volta che viene usato imoto perche' l'uso che se ne fa e' molto classista. Artemis e Apollon sottolineano il fatto che Athena e' piu' giovane di loro, e che quidi e' loro dovere correggerne gli errori (qui non c'entra la mitologia greca, e' la pura e semplice societa' giapponese  8) ).

Infine, *ove possibile* ho cercato di lasciare la scansione delle battute come in originale, specie quando una di queste si accorda con una particolare espressione facciale. Ad esempio, quando ho fatto dire a Seiya "Un dio così... non lo voglio!". Sarebbe stata da tradurre "Non ho bisogno di un dio così", ma era a mio avviso fondamentale che la parte sul diniego fosse in fondo, accoppiata all'urlo di Seiya. In altri punti non era possibile costruire la frase con questa idea.

 

Concludendo, essendo una traduzione pensata non per essere definitiva, non ho preso decisioni sui termini inglesi o sui colpi dei nomi, lasciandoli com'erano.

 

=========================================================

 

CARTELLO: Saint Seiya, il capitolo del regno dei cieli: preludio – overture

 

Toma: Muori, Seiya.

 

Odysseus: Per avere disubbidito ed esserti messo contro gli dei, compenserai questo peccato con la tua vita…

 

Theseus: Ha evitato il nostro attacco?

 

Toma: Ma questa…

 

Toma: È opera vostra. Già, Athena.

 

Odysseus: Si faccia da parte, Athena.

 

Theseus: Siamo stati mandati per consegnare all’oblio questa persona.

 

Athena: Non potete.

 

Toma: Si tratta di un essere umano che non merita la vostra protezione.

 

Athena: Per ordine di chi mai siete giunti qui?

 

Toma: Di vostra sorella maggiore. È preoccupata per voi.

 

Athena: Mia sorella vi ha ordinato di uccidere un uomo?

 

Toma: Costui deve essere punito per essersi opposto agli dei.

 

Athena: Non permetterò che Seiya venga ferito.

 

Athena: Sul mondo è calata in un attimo una notte di Luna. C’è solo una persona che può realizzare ciò. La dea della Luna, che governa le profonde tenebre. La Luna splende più intensamente del Sole. Questa luce è cosa che illumina una sola dea.

 

Artemis: Athena. Mia sorella minore.

 

Athena: Artemis… sorella.

 

Artemis: Athena… hai finito col corromperti. La divinità che deve guidare e giudicare gli uomini… che vergogna. Ormai non hai più diritto di governare la Terra.  Cedi a me la Terra. A questo punto non ti è permesso dire che ti dispiace.

 

Toma: L’aura di Athena sta cambiando. Il suo sguardo è colmo di forza di volontà e nobiltà d'animo. E più d’ogni cosa, un cosmo integro. È dunque questa la vera Athena?

 

Athena: Devo solo cederti questo, vero?

 

Artemis: Te ne separi senza alcuna esitazione… Per Athena la Terra è cosa senza particolare valore?

 

Athena: In cambio, ho una richiesta.

 

Artemis: Una richiesta?

 

Athena: Perdona i crimini dei Saint verso gli dei. Mi assumerò io le colpe dei Saint. Percui non verrà presa alcuna iniziativa contro Seiya e i Saint. Per favore. Voglio che conducano la loro vita come uomini.

 

Artemis: Mi stai dicendo di lasciar correre? Athena, lo capisci cosa è più importante fra questo scettro e la vita degli uomini?  Se paragonata agli dei, una cosa come la vita degli uomini è più breve di un battito di ciglia. Chiuderò gli occhi e lascerò perdere. Ma se dovessero opporsi di nuovo agli dei… allora non li perdonerò.

 

Athena: Seiya e gli altri non scenderanno più in battaglia una seconda volta. Non combatteranno più sotto alcuna bandiera. Nemmeno sotto il nome di Athena.

 

Artemis: Torna al Sanctuary. Ora ritroverai di nuovo te stessa come divinità.

 

Athena: Ai tuoi ordini.

 

Seiya: Non devi… Saori…

 

Dio 1: Il vostro corpo fisico non esiste più… ormai siete solo anime, Gold Saint.

 

Dea: Tuttavia, noi dei non abbiamo motivo di perdonare i vostri crimini.

 

Sion: Noi siamo Saint di Athena. Anche se il nostro corpo si è estinto, anche se provocassimo l’ira degli dei, non esiteremo. Noi esistiamo per Athena.

 

Dio 2: Anche i più forti fra i Saint di Athena, i Gold Saint, alfine sono uomini…

 

Dio 1+2: Sigilleremo le vostre anime.

 

Dio 1: Come monito all’umanità che continua a profanare gli dei…

 

Dea: …alle vostre anime, per l’eternità…

 

Dio 2: …non verrà donata la pace. Rimarranno in questa terra.

 

Doko: Seppur morti, le nostre anime sono con Athena! Anche se venissimo condannati all’eterno supplizio, la nostra volontà non si spezzerà.

 

Sion: Inoltre, anche se sigillerete le nostre anime, appariranno sicuramente coloro che erediteranno le nostre aspirazioni.

 

Dio 2: Anche ammesso…

 

Dea: …che si manifestino tali persone…

 

Dio 1: …non eguaglieranno gli dei.

 

Dio 1+2: Uomini, fareste bene ad avere timore degli dei.

 

Athena: Rinuncia allo sterminare gli uomini.

 

Artemis: Ormai è tardi… il castigo divino sta per essere emesso. Fra poco gli esseri umani saranno tutti cancellati da questo mondo.

 

Athena: Se questa è la volontà degli dèi… io rischierò la mia vita per gli uomini!

 

Artemis: Sorella minore… gli uomini non hanno alcuna speranza. Poiché noi siamo dèi…

 

Seiya: Saori… non riesco a percepire l’aura di Athena…

 

Marin: Sei tu, Seiya?!

 

Seiya: Marin…

 

Marin: Seiya! Dunque hai ripreso coscienza.

 

Seiya: Che cosa mi è successo? Marin… l’aura di Athena è…

 

Marin: Seiya, ho saputo che dopo la battaglia contro Hades hai sempre dormito senza mai tornare in te. Ho sentito che Athena si è sempre presa cura di te, e che voi due eravate qui.

 

Seiya: Marin… è successo qualcosa a Saori…?

 

Marin: Tipico di Seiya. Anche con un corpo così malridotto, pensi ad Athena più che a te stesso.

 

Seiya: No, ti sbagli Marin. Il mondo mi sembra vuoto. Ho un brutto presentimento.

 

Marin: Un brutto presentimento?

 

Seiya: Marin?

 

Marin: Un brutto presentimento. Forse è così, già.

 

Seiya: Marin, che cosa sai?

 

Marin: Nulla, ma sto proprio andando a indagare. Seiya, è meglio che torni al Sanctuary. Là ci sono Shaina e gli altri. Non fare quella faccia insicura. Va bene?

 

Seiya: Questo è… il Sanctuary? Che è successo?

 

Shaina: Qui siamo al Sanctuary della somma Artemis.

 

Seiya: Chi è?

 

Shaina: Seiya, questo non è luogo dove una persona inferiore come te possa mettere piede.

 

Seiya: Shaina, ma che stai dicendo? Chi è Artemis? Qui è il Sanctuary di Athena, no?

 

Shaina: In passato era come dici. Però Seiya… ora è diverso.

 

Seiya: Che c’è di diverso? Qui è il Sanctuary di Athena! Shaina… Athena… Saori, dove si trova?

 

Shaina: Athena ha ceduto il suo ruolo di dea della Terra alla somma Artemis. Seiya… dovresti saperlo anche tu.

 

Seiya: Non dire sciocchezze!

 

Seiya: Jabu…

 

Seiya: Shaina… perché?

 

Shaina: Seiya… tu ormai non sei più né un Saint né nient’altro. Vattene da qui, ok?

 

Seiya: Ma che stai dicendo?

 

Ichi: Eh eh, mi sorprende che il primo lavoro per conto della somma Artemis riguardi Seiya!

 

Seiya: Ichi…

 

Jabu: Come vecchio amico, ti risparmierò dicendoti di non mettere più piede nel  Sanctuary.

 

Seiya: Che stai dicendo? Noi dovremmo essere Saint di Athena!

 

Shaina: Qui non ce n’è nemmeno uno dei Saint di Athena.

 

Seiya: Ci sono io!

 

Shaina: E dov’è che saresti un Saint di Athena?

 

Seiya: Cosa?

 

Ichi: Come sei insistente!

 

Jabu: Muoviti ad andartene!

 

Seiya: Non ci riesco. Dov’è finito il mio cosmo? Il mio cosmo…

 

Shaina: Seiya, il cosmo dovrebbe bruciare. Nel proprio animo.

 

Shaina: Non riesci a rialzarti? Vuoi che ti presti uno specchio? Ma che faccia deprimente… È per questo che Athena ha abbandonato i Saint… assieme alla Terra, già.

 

Seiya: Io sono un Saint!

 

Shaina: È così importante il titolo di Saint? Il tuo attaccamento è ridicolo.

 

Seiya: No!

 

Shaina: Seiya, ormai tu sei un essere inutile per la Terra.

 

Seiya: No!

 

Shaina: Non farmi ridere!

 

Ichi: Lo sta ammazzando.

 

Shaina: Che poveraccio… mi fai pena. Se ormai sei conciato così, faresti meglio ad andartene con la coda fra le gambe.  Dimenticati di Athena.

 

Seiya: Dimenticarmi Athena?

 

Shaina: Non puoi, eh? Allora te la farò dimenticare io!

 

Jabu: È sufficiente così?

 

Shaina: L’ordine di eliminare Seiya l’abbiamo eseguito.

 

Ichi: Degno di te, Shaina.

 

Shaina: Andiamo. Però… non è detto che di stupido ci sia solo Seiya…

 

Seiya: Sono arrivato qui… cadendo?  Shaina, Jabu, Ichi… È una menzogna. Non è possibile che Saori abbia abbandonato la Terra. Non potrò più incontrarla? Sono tutte menzogne! Menzogne! Se ne accorgerebbe chiunque!

 

Seiya: Ma questo è…

 

Seiya: il mio… cloth.

 

Seiya: Il cloth mi sta respingendo? No! È il mio corpo che sta rifiutando il cloth! Sta rifiutando di incontrare Athena!

 

Athena: È tutta colpa mia. È tutto causa del mio egoismo. Forse non riuscirò a fermarli… però, se riuscissi a rallentarli…

 

Athena: Per mezzo del mio sangue… questo mondo…

 

Shun: Com’è potuto succedere tutto questo? Cosa? Un nemico? Un angelo… un angelo?

 

Shun: Chi sei?

 

Theseus: Angel

 

Shun: Eh? Un messaggero degli dei?

 

Shun: E Athena… la protezione di Athena… sembra che non raggiunga più la Terra. Sai cosa sta succedendo? Inoltre, perché una cosa del genere…

 

Theseus: La Terra è governata dalla somma Artemis. Inoltre… mi è stato ordinato di uccidere i Saint di Athena.

 

Shun: Dove si trova Athena?

 

Theseus: Athena e i suoi Saint… per avere continuato a combattere gli dei… sono incorsi nell’ira degli dei e perciò devono morire.

 

Shun: Avete intenzione di prendere anche la vita di Athena?

 

Theseus: In questo momento Athena sta andando incontro alla sua morte.

 

Shun: Cosa avete fatto ad Athena?

 

Theseus: In questo momento Athena sta versando il proprio sangue per cercare di proteggere gli uomini. Quando quel sangue si sarà esaurito… così anche la vita di Athena.

 

Shun: No!

 

Shun: Fratello! Sei arrivato ad aiutarmi!

 

Shun: Fratello… Athena sta… le anime dei Gold Saint sono…

 

Ikki: Non dirlo, Shun!

 

Theseus: Athena ha abbandonato la Terra. E ora come espiazione sta ponendo termine alla sua vita. Perché voi due vi presentate come Saint di Athena? Vi ribellate agli dei?

 

Ikki: Che Athena ci ripudi o ci respinga, noi siamo Saint di Athena. La prova di essere Saint non è né il Cloth né l’esistenza di Athena. Il titolo di Saint di Athena è ormai inciso chiaramente in ognuna di queste cicatrici, che ci piaccia o no. E poi ciò che io devo fare come Saint di Athena… è sconfiggerti.

 

Shun: Fratello!

 

Theseus: Possiedono uno spirito combattivo davvero straordinario. Sono questi i Saint di Athena? Sento di avere capito perché gli dei mi hanno ordinato di uccidere i Saint di Athena.

 

Theseus: A questo punto sconfiggerò i Saint di Athena. Non posso lasciare quella straordinarietà nel mondo degli dei.

 

Ikki: Shun!

 

Shun: Io proteggerò mio fratello. Ikki, qualsiasi cosa tu mi dica, io combatterò.

 

Ikki: Non fraintendermi, Shun. Anche io penso che combatterò al tuo fianco. Come un Saint tuo pari.

 

Shun: Fratello!

 

Ikki: Shun… lo senti?

 

Shun: Acqua calda… sembra il calore di Athena. È come se mi penetrasse nell’animo.

 

Ikki: Non è solo questo, Shun. I Gold Saint… ci stanno sorreggendo. Ho questa impressione.

 

Shun: Il calore mi ha pervaso. Il calore di tutti loro.

 

Ikki: Fra le nostre innumerevoli battaglie ci sono stati avversari con un cosmo molto più potente del nostro… Eppure, lo capisci perché siamo giunti fino a qui?

 

Shun: È perché…

 

Ikki: …siamo pronti a morire. Tuttavia… questa non è rassegnazione!

 

Shun: Fratello…

 

Theseus: State dicendo… che il potere degli dei non vi tocca?

 

Shun: Nebula Chain! Nebula Storm!

 

Ikki: Hoyoku Tensho! (volo celeste delle ali della Fenice)

 

Sion: Non è stato un errore affidarvi Athena. Nostri eredi, il nostro destino è di scomparire totalmente da questo mondo. Ma vorremmo che almeno arrivaste a mostrarci… la prova che in quest’epoca… che in questa Terra noi siamo esistiti… che sono esistite delle persone orgogliose che si sono opposte senza paura anche agli dei.

 

Seiya: Hyoga!

 

Seiya: Hyoga!

 

Hyoga: Seiya! Non devi avvicinarti!

 

Seiya: Shiryu! Perché li hai colpiti?

 

Odysseus: Perché sono Saint di Athena.

 

Seiya: Anche io sono un Saint di Athena!

 

Odysseus: Allora toccherà anche a te.

 

Seiya: Sei lento!

 

Odysseus: Il sangue di Athena sta per esaurirsi, e anche i Saint che ostacolano gli dei sono scomparsi.

 

Seiya: Ora… che cosa hai detto?

 

Odysseus: Il sangue di Athena sta per esaurirsi.

 

Seiya: Cosa avete fatto ad Athena? Il sangue di Saori sta per esaurirsi? Non vi perdonerò!

 

Odysseus: Anche se non ci perdonerai, se il sangue si esaurirà Athena morirà.

 

Seiya: È una menzogna. Una menzogna!

 

Odysseus: Sta versando il proprio sangue per proteggere voialtri.

 

Seiya: Saori sta versando il sangue per noi? Non deve! La fermerò. Io la fermerò!

 

Odysseus: Rassegnarsi dovrebbe essere una parola degli uomini.

 

Seiya: Pegasus Ryuseiken! (Meteore di Pegasus)

 

Hyoga: Seiya, scappa!

 

Seiya: Non mi farai perdere tempo in un posto del genere! Se non lo facciamo noi, chi proteggerà Athena?

 

Odysseus: Athena ha ceduto la Terra alla somma Artemis. Perché combattete, nonostante non ci sia alcuna divinità a cui dedicarvi?

 

Seiya: Questo non c’entra nulla!

 

Seiya: Non posso ancora rassegnarmi!

 

Odysseus: Sono questi gli esseri umani?

 

Seiya: Proteggerò Athena fino alla fine!

 

Odysseus: Gli uomini Saint… forse possiedono qualcosa che gli dei hanno perso.

 

Seiya: Che succede? È già la fine?

 

Seiya: Brucia, mio cosmo!

 

Hyoga: Seiya, anche io me ne sono ricordato. Che qualsiasi nemico compaia, non bisogna rassegnarsi e combattere per proteggere Athena in eterno! Diamond Dust!

 

Shiryu: Rozan Shoryuha! (Onda del drago che s’innalza dal monte Lu)

 

Seiya: Hyoga! Shiryu! 

 

Seiya: Combattendo in questo modo, cadendo a pezzi… quanti compagni abbiamo perso e si sono sacrificati…

 

Seiya: Anche poco… anche poco a poco… vogliamo procedere avanti e avanti… continuando ad avere questa volontà abbiamo realizzato dei miracoli. Questa cosa noi l’abbiamo imparata col nostro corpo… Combattendo coi compagni… e assieme ad Athena… Noi combattiamo per proteggere Athena. Se tu ti poni di fronte a me, ti sconfiggerò e basta. Espanditi, mio cosmo!

 

Odysseus: Una volta che l’umanità verrà sterminata, poi ripartirà da zero. E poi, anche Athena.

 

Shiryu: Assieme alle battaglie che ci sono state affidate per proteggere Athena… c’è l’espansione del nostro cosmo… Avendo deciso di proteggere Athena fino alla morte, dell’espansione del nostro cosmo… Sia tu che gli dei non ne capite nulla. Anzi, gli dei non hanno modo di capire.

 

Seiya: Shiryu!

 

Hyoga: Seiya ci ha fatto ricordare ciò di cui ci eravamo dimenticati. Noi Saint di Athena, per proteggere Athena abbiamo vinto e superato battaglie contro numerosi e potenti nemici.

 

Seiya: Hyoga!

 

Seiya: Vi precedo… Shiryu… Hyoga… E dopo, sicuramente…

 

Odysseus: Gli uomini… sconfiggere Odysseus, un angel?

 

Shiryu: Procedi diritto… procedi sempre e basta.

 

Hyoga: Procedi verso Athena… Seiya!

 

Seiya: Il cosmo dentro di me sta rapidamente scomparendo… Anche se Hyoga e Shiryu hanno rischiato la vita affidandosi a me… In questo momento io non sono in grado di proteggere Athena.

 

Toma: Perché disobbedisci agli dei? Io sono Ikaros. Un Angel della somma Artemis.

 

Seiya: Un compagno del tizio di prima? Artemis… ad Athena… che cosa ha fatto a Saori?

 

Toma: Athena ormai non è più una divinità. E poi per te che sei stato abbandonato da Athena, non è più necessario combattere.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 86
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Seiya: Chi lo sa? Io sono un Saint di Athena.

 

Toma: Perché credi in Athena? Athena non ti sta aspettando.

 

Seiya: Non è perché Saori mi sta aspettando o addirittura perché è una divinità. Che sia una divinità oppure no, io credo in Saori.

 

Toma: Credere in Athena. È solo per questo semplice motivo che avete continuato a proteggere Athena sconfiggendo diversi dei?

 

Seiya: Se si tratta di proteggere Athena, combatterò più e più volte.

 

Toma: Io volevo avvicinarmi agli dei che possiedono una forza assoluta… anzi, volevo diventarlo e per questo mi sono rinforzato. Pegasus Seiya, tu sei riuscito a sconfiggere quegli dèi… perché?

 

Seiya: Che vuoi che ne sappia? Io ho solo combattuto per proteggere Athena!

 

Toma: Anche gli Angel sono stati sconfitti da voi Saint. Dal cosmo dentro di te non riesco a percepire una forza tale da sconfiggere gli dèi! Pegasus Seiya… sfidare gli dèi al combattimento con un cosmo del genere… io Ikaros, non te lo permetterò!

 

Toma: È questa l’espansione del tuo cosmo? Io non vedevo l’ora di combattere con te. Nel nome di Athena hai estinto diverse divinità… non vedevo l’ora di combattere con te. Non vedevo l’ora di combattere con Pegasus Seiya! Ora ti ucciderò e basta.

 

Toma: Pegasus Seiya, muori.

 

Toma: E tu?

 

Marin: Sto cercando il proprietario di una campanella uguale a questa… Non lo conosci?

 

Marin: Quella campanella è tua, giusto?

 

Toma: Donna. Il tuo cosmo m’infastidisce.

 

Toma: Io non sono un uomo!

 

Marin: Anche se non sei un uomo il suono della campanella ti preoccupa, vero? Io ho sempre voluto incontrarti. Ho sempre nutrito questo sentimento… non è mai scomparso. Perciò, quando ho visto quella campanella… non ne ero certa però… sono venuta fino a qui.

 

Toma: Gli uomini sono deboli perché hanno simili emozioni. Ora io non ho nulla del genere.

 

Marin: Chissà. Proprio perchè gli uomini provano tristezza per la separazione e pena per il non potersi vedere, e anche perché lo sopportano, non possono diventare più forti? Per quanto sia doloroso, dato che gli uomini possono credere in qualcosa, diventano sempre più forti. Inoltre Seiya ha sempre preso le cose di petto, ha resistito e le ha superate.

 

Marin: Non è affatto un debole!

 

Toma: Cercare il proprietario di quella campanella è inutile. Per quanto cerchi i ricordi di mio padre, mia madre e mia sorella maggiore, trovarli è impossibile. Non c’è nessuno. Nella mia solitudine, nulla mi ferisce, sono diventato una persona che nulla può smuovere. Percui non ho più bisogno né delle tipiche emozioni umane, nè della sorella di sangue da cui mi sono separato.

 

Toma: Come ha detto la somma Artemis, gli uomini devono estinguersi.

 

Seiya: Lascia stare Marin!

 

Toma: Significa che proteggerai questa donna?

 

Marin: Seiya, non preoccuparti per me!

 

Seiya: Marin, io la…

 

Marin: Seiya arriverà sicuramente dove si trova Athena. A quel punto forse tu non potrai vincere contro Seiya.

 

Toma: Ormai io… non sono più quello di un tempo.

 

Toma bambino:  Sorella… ti proteggerò io.

 

Toma: Se soltanto diventassi un dio…

 

Marin: Non ho dubbi.

 

Toma: Il tempo corrode i ricordi… e confonde anche i sentimenti.

 

Toma: Somma Artemis.

 

Artemis: Hai nostalgia del mondo degli uomini… Ikaros?

 

Toma: Gli Angel sono stati sconfitti dagli uomini.

 

Artemis: Lo so.

 

Toma: Perché loro due sono stati sconfitti da persone di forza inferiore? Che i Bronze Saint abbiano in loro qualcosa che a noi manca?

 

Artemis: Anche se fosse così, tu sei diverso.

 

Toma: Io sono… diverso?

 

Artemis: Tu godi della mia protezione. Non temere. Ricordatelo, tu sei il solo e unico essere umano che io ho scelto.

 

Artemis: Ikaros, conto su di te.

 

Toma: Se io sconfiggerò Pegasus Seiya, tutto finirà. Quando sconfiggerò Pegasus Seiya, che ha la forza per abbattere gli dei…

 

Artemis: Esatto. Facciamo finire tutto sotto gli occhi di Athena.

 

Toma: Sotto gli occhi di Athena…

 

Seiya: Il mio corpo… si sta rifiutando di procedere. Rassegnarmi? Proseguirò. In avanti. Anche di un passo, anche di mezzo passo… Devo andare. Saori mi sta aspettando.

 

Seiya: Io sono un Saint di Athena!

 

Toma: La somma Artemis… si diverte nel vedere i miracoli realizzati dagli uomini. Sia Athena che i Saint, stanno ballando sulla mano della Dea. E poi anche io. Ora quello che io desidero è servire la somma Artemis. Se adempirò al mio compito… il ragazzo che ha sconfitto gli dei… se solo battessi il ragazzo che ha sconfitto gli dei…

 

Toma: Poi, io diventerò un dio.

 

Seiya: Anche se l’universo tutto… e perfino gli dei diventassero nostri nemici… brucerò questa mia vita solo per Athena.

 

Toma: Se le tue intenzioni sono vere, dimostramelo. Una persona superiore agli dei… mostramela!

 

Seiya: Io andrò da Athena. Solo questo.

 

Toma: Hai espanso il tuo cosmo?

 

Seiya: Fino a che non arriverò dove si trova Saori, continuerò a espanderlo! Se mi intralcerai, ti sconfiggerò!

 

Toma: Prova a sconfiggermi e a raggiungere Athena… Prova a mostrarmi un miracolo realizzato dagli uomini.

 

Toma: Sei lento!

 

Toma: È tutto qui? Il cosmo che hai bruciato per salvare Athena è tutto qui? Prova a espandere il tuo cosmo finchè il tuo corpo non sarà a pezzi!

 

Seiya: Non serve che mi dica tu una cosa simile… qualsiasi sia l’espansione del mio cosmo… devo sconfiggerti… se voglio andare dove si trova Saori. Ikaros, ti sconfiggerò!

 

Toma: Pegasus… al momento tu non puoi sconfiggermi. Ti manderò dove si trova Athena. Devi vedere la vita di Athena estinguersi senza poter fare nulla.

 

Seiya: Saori!

 

Seiya: Saori… smettila di fare una cosa simile. Non posso vedere… Saori ferita. Inoltre… Saori non deve fare una cosa simile… non ci siamo noi?

 

Athena: Seiya.

 

Seiya: Sì, sono io. Ormai va tutto bene.

 

Athena: Come ti sei ferito… una persona come te…

 

Seiya: Cosa stai dicendo? Finalmente ti ho incontrata Saori… Queste ferite non sono proprio niente.

 

Athena: Nonostane ormai io non sia più la divinità della Terra… Anche se tu dovresti essere stato liberato dalle sofferenze di Saint…

 

Seiya: Qualsiasi cosa succeda, io vivrò per te Saori. Anche se il mondo intero diventasse nostro nemico. Perciò anche se i nostri avversari fossero gli dèi, io non esiterò.

 

Athena: Grazie, Seiya. Come pensavo, sei giunto fino a qui.

 

Athena: Seiya… io ti ucciderò.

 

Seiya: Che cosa hai detto, Saori?

 

Athena: Ho detto che ti ucciderò.

 

Seiya: È una menzogna. Che è successo, Saori?

 

Athena: Sorella, dammi lo scettro ancora per una volta. Ucciderò Seiya.

 

Artemis: Finalmente hai risvegliatio il tuo io come divinità? Athena, consegna Seiya all’oblio e torna con  noi.

 

Seiya: È dunque vero? Che Saori mi ucciderà…

 

Athena: Sì. È vero.

 

Seiya: Capisco…

 

Athena: Sei pronto, Seiya?

 

Seiya: Te l’ho già detto. Che vivo per te Saori. Quindi, se è per Saori non m’importa di morire.

 

Athena: Seiya…

 

Shun: Fratello, il cosmo di Seiya…

 

Ikki: Dimenticati di Seiya. Sbrighiamoci ad andare da Athena!

 

Shiryu: Che stai facendo Hyoga? Muoviamoci!

 

Hyoga: Non l’hai capito? Il cosmo di Seiya è scomparso!

 

Shiryu: L’ho capito. Proprio per questo noi dobbiamo affrettarci ad andare da Athena! Noi siamo Saint si Athena. Dobbiamo sbrigarci!

 

Shaina: Seiya…

 

Ichi: Che c’è, Shaina?

 

Jabu: Quel Seiya… dato che non è risalito si sarà già rassegnato.

 

Shaina: Già. Meno male che siamo riusciti a farlo desistere.

 

Shaina: Forza, andiamo. Tanto anche se restassimo qui, non verrebbe più nessuno.

 

Ichi: Shaina aspettaci!

 

Jabu: Shaina!

 

Shaina: Che gli uomini non siano che servi degli dei?

 

Athena: Gli esseri umani… hanno di sicuro commesso molti errori. Forse è possibile che siano davvero esseri che devono estinguersi. Si disperano, soffrono… ma mentre si feriscono l’uno l’altro vivono amandosi. E in quei momenti diventano delle persone meravigliose, più degli esseri perfetti. Io ne sono convinta. Anche se per un solo istante io ora voglio credere in questa meravigliosità degli esseri umani.

 

Athena: Scusami…

 

Athena: Seiya… io ho finito col riportarti a combattere. Perdonami.

 

Seiya: Cosa… stai dicendo? Saori… io non combatto perché me l’hai detto tu. Io voglio combattere per te.

 

Athena: Seiya!

 

Artemis: Quello che lo scettro di Athena ha trafitto… non era il corpo di Seiya, ma la maledizione di Hades. Athena… è questa… la tua risposta?

 

Athena: Io desideravo solo che Seiya vivesse come un uomo. Tuttavia quella non era… Tuttavia quella non era che una mia presunzione. Seiya, tu hai detto di voler combattere… E questo non come servo degli dei, ma perché da uomo vuoi vivere come uomo, vero?

 

Seiya: Già. Per questo io combatterò. Per Saori.

 

Artemis: Athena… perché non vuoi tornare da noi?

 

Athena: Io sono Athena. Il mio cuore è con gli uomini.

 

Artemis: Allora estinguiti. Con gli uomini.

 

Seiya: Il cosmo dentro di me sta bruciando!

 

Toma: Gli uomini non possono vincere contro gli dei.

 

Artemis: Athena… riesci a capire i miei sentimenti in questo momento? Devo levare la mano su mia sorella minore. La sofferenza di una sorella maggiore…

 

Athena: Ormai anche io mi sono rivoltata agli dei. Arrivata a questo punto… forse non posso che combattere contro di te.

 

Artemis: Combattere… contro di me?

 

Athena: Io sono la dea della Terra. Io esisto per proteggere coloro che vi vivono.

 

Artemis: Athena…

 

Athena: Io ho trovato una cosa più sublime del potere degli dei.

 

Artemis: Esiste una cosa del genere?

 

Seiya: Hai già finito?

 

Athena: Non ci hai mai pensato? Perché gli dèi possiedono una vita eterna… e sono dotati di grandi poteri? Il potere che hanno gli dei non esiste per gli dèi stessi… esiste per tutte le creature viventi all’infuori degli dèi. Gli dèi sono al servizio di coloro che vivono la loro vita…

 

Artemis: Gli dèi… sono dèi. Gli esseri umani non sono che mere imitazioni degli dèi.

 

Athena: Scocca la freccia. In quel momento capirai tutto.

 

Artemis: Tu… non hai paura di scomparire… di morire?

 

Athena: Perché dovrei temerla? La bellezza degli uomini… non sta nel fatto che si affidano le speranze ed uniscono le loro vite?

 

Seiya: Pegasus ryuseiken.

 

Athena: Tu non puoi riuscire a uccidermi.

 

Toma: La campanella che mi aveva dato mia sorella. Quel suono lo odiavo. Cercavo di avvicinarmi agli dei… cercavo di gettare il mio cuore umano… Eppure il suono della campanella ha fatto emergere il volto di mia sorella… Nonostante avessi già abbandonato tutto…

 

Marin: Quando ho visto la campanella me ne sono convinta… che ti avrei potuto incontrare.

 

Toma: L’ho sempre pensato… che un giorno sarei tornato da mia sorella… e che avrei continuato a proteggere mia sorella per sempre…

 

Marin: Toma…

 

Toma: Perciò ho desiderato di diventare forte. E un giorno ho creduto che gettare i sentimenti per mia sorella fosse la strada verso la divinità…

 

Marin: Per molti anni non ho potuto cercarti… scusami. Chissà quanto ti sei sentito solo. Quando desideravi l’affetto di qualcuno, il fatto di non essere stata lì al tuo fianco… è colpa mia.

 

Toma: Quando le persone pensano a qualcuno… è in quel momento che diventano davvero forti. E il loro cosmo brucia senza limiti. Io l’ho pensato quando ho visto l’immagine di Pegasus e Athena.

 

Toma: Io che avevo dimenticato come si pensa a qualcuno, non potevo vincere.

 

Artemis: Una cosa come un cuore che pensi a qualcuno, per gli dei… Athena!

 

Artemis: Fai sul serio?

 

Athena: La differenza fra me e te, sorella, è il cuore degli uomini. Il cuore degli uomini mi protegge e s’irrobustisce.

 

Seiya: Saori!

 

Artemis: Sparisci. Tu non sei una divinità.

 

Marin: Toma!

 

Athena: Toma! Perché mi hai…

 

Toma: Non lo so… chissà perché… il mio corpo si è mosso.

 

Artemis: Ikaros.

 

Toma: È questo che significa essere un uomo? Somma Artemis, non dovete uccidere Athena. Non dovete sporcare le vostre mani col sangue. Sporcare le vostre mani col sangue…

 

Marin: Basta così… Toma!

 

Seiya: Io non capisco. Il mondo che gli dei stanno cercando di costruire, che cosa sarebbe? Il disegno che hanno in mente gli dei, che cosa sarebbe? Gli dei… gli dei… gli dei… che cosa…

 

Athena: Seiya!

 

Seiya: …sono?!

 

Apollon: Che cosa sono gli dei?

 

Athena: Questa voce è…

 

Artemis: Fratello.

 

Apollon: Cosa sono gli dei? Quella è una domanda a cui gli uomini non possono rispondere. E che non ti verrà perdonato di avere fatto.

 

Apollon: Artemis. Pensavo fossi un po’ più intelligente.

 

Apollon: Athena… mostrami il tuo viso. Forza.

 

Seiya: Saori!

 

Apollon: Che bel viso. È una tristezza che debba scomparire. Sorella minore. Gli dei che si avvicinano agli uomini, sono inferiori agli uomini. Le cose stanno così.

 

Apollon: È successa una cosa buffa. Un essere umano che rivolge i suoi pugni verso un dio…

 

Seiya: Anche durante le battaglie contro Poseidon e Hades, Saori ha creduto in noi. Ha creduto in me così tanto… da rischiare perfino la vita!

 

Athena: Seiya, non devi. Davanti ad Apollon, la nostra forza è praticamente nulla.

 

Seiya: C’è una sola cosa che Marin non mi ha mai insegnato. E cioè dare le spalle al nemico e scappare.

 

Apollon: Gli dei sono eterni. Vuoi ribellarti a questo? Ciò che è eterno, è la cosa più forte e bella di questo mondo.  Estinguiti, uomo.

 

Seiya: L’eternità la possiedo anche io! Facendo esplodere il cosmo noi generiamo la forza. In quel momento noi Saint diventiamo tutt’uno con l’universo e ci avviciniamo infinitamente all’eternità.

 

Athena: Seiya.

 

Seiya: Gli dei sono così superiori? Per gli dei gli uomini sono degli esseri così insignificanti? Tuttavia gli uomini cercano di vivere dando il massimo. Se non vuole protegge quelli che cercano di vivere… a cosa serve un dio? Perdonare gli uomini e avvolgerli nel calore… non è questo un dio? Saori sta cercando di vivere assieme a noi. Crede in noi. Se non ama gli uomini… a cosa serve un dio? Un dio così… non lo voglio!

 

Apollon: Che gli uomini neghino gli dei… è un’assurdità.

 

Athena: Fermati.

 

Apollon: Athena?

 

Athena: A questo punto, mi preoccupo per te fratello.

 

Apollon: Come?

 

Athena: Se dici che vuoi ancora procedere, io ti farò da avversaria.

 

Apollon: Come?

 

Seiya: Non ho ancora finito, Saori. Anche se il destino degli uomini fosse di essere sterminati dagli dei per la loro stupidità, mi basta solo un colpo! Voglio colpirlo con un mio pugno! Questa sarebbe la prova che gli uomini hanno vissuto in questo mondo. Espanditi fino al limite estremo, mio cosmo!

 

Apollon: Sparisci, uomo.

 

CARTELLO: Quando le intenzioni degli uomini superano gli dei…

 

CARTELLO: gli dei cosa perdoneranno…

 

CARTELLO: che punizione infliggeranno?

 

Seiya: Ah, scusa… Qui è così bello… che sento come una nostalgia. Anche se è la prima volta che ci vengo.

Saori: Non devi preoccuparti. Non ci sono che io. Spero che tu possa incontrare la persona che stai cercando.

 

L’ombra dei ricordi al termine del viaggio, your eyes

La nobiltà della preghiera che dimora in quegli occhi…

Le ali coperte di ferite, ancora una volta…

Continueranno a sbattere in quel cielo in one way

All’onda del destino invalicabile, break out! Ora…

Se tu ci credi ancora… we can fly forever!

Saint Seiya! La storia inizia di nuovo

Saint Seiya! Facciamo una promessa

Saint Seiya! Fino al giorno in cui ci rincontreremo

Saint Seiya! Non ci diremo addio, never stop!

 

==========================================================

 

Ecco tutto.

Per il thread ho usato un tag particolare, perchè non escludo di fare altre traduzioni per il forum. Anzi, avrei in mente altri due progettini  wink.gif

Link to post
Share on other sites

Quote

Che progettini?

Ma di roba già edita oppure ancora inedita in Italia?


Inedita, piu' o meno.  :ph34r:

Quote

Si possono fare richieste?  :ph34r:


Puoi provare. Ma dato che queste traduzioni le faccio per diletto personale, difficilmente tradurrei qualcosa che non mi piace.  :whistle:
Link to post
Share on other sites

Quote

Quote

Che progettini?

Ma di roba già edita oppure ancora inedita in Italia?




Inedita, piu' o meno.  :ph34r:



Quote

Si possono fare richieste?  :ph34r:




Puoi provare. Ma dato che queste traduzioni le faccio per diletto personale, difficilmente tradurrei qualcosa che non mi piace.  :whistle:


Gundam Z? :whistle:
Link to post
Share on other sites

Non era il caso di aspettare la trasmissione prima di scatenare il casino?Così rischiamo di attirare solo una banda dei soliti dementi senza altro da fare che delirare tutto il giorno (come il fenomeno dell'altro giorno),almeno trasmissione alla mano potevamo portare argomentazioni più divertenti sullo scempio fatto,così avremo il nugolo di "sottuttomì" pseudo laureati in giapponese a rompere le balle su traduzioni o cazzate varie,che tenteranno di spiegare nel modo più assurdo le peggio stronzate.

Senza contare che postarlo in un luogo di crociati persi e conclamati come il forum di DIVO serve solo al casino generale,forse era meglio postarlo in forum dove almeno una parte dell'utenza avesse il cervello di pensare, prima di bruciarsi il fegato (e poi scialacquarci i maroni di conseguenza) alla prima assenza di Pegasus Caro e amenità dantesche.

A meno che Sirtao non sia un folle completo e abbia postato la traduzione in tutto il circuito crociato....min***a l'invasione (di gente col cioccolato della girella crociata nelle vene) che si prospetta.Vabè,almeno Mu si divertirà.Speriamo che sappiano quotare almeno.

Link to post
Share on other sites

Quote

Ma scusa Ivo è contento se i fan gli danno dei suggeriemnti.

Sirtao gli portato la pappa pronta su come è fatto un lavoro decente.

Devono solo ringraziare. :rotfl:


Fosse DIVO il vero problema  :rotfl::rotfl:
Il problema saranno le orde di crociati che si infervoreranno e si faranno partire il fegato per questa "empia" e "blasfema" proposta,che butta nel cesso il "loro" lavoro (già fatto purtroppo,lo stupro del Tenkai-Hen da parte loro e del loro profeta è compiuto) fatto da gente "esperta".Cavolo,col livello alcoolico di questi giorni rischiamo di dare il colpo di grazia a più di un fegato crociato,potrebbe scapparci persino il ricoverato!
E poi già mi immagino le risposte dei crociati: "E' così freddo e ignorante" "E' blasfemo per chi è fan di Carabelli e De Palma!" "Non è dotto" "E' senz'anima!" "NON CI SONO FRASI A CASO!!!DOVE SONO LE MIE FRASI A CASO?!?!" "Dov'è la continuity con il lavoro(stupro) precedente?!?!Voglio la continuity per la mia girella!!" " Non è come quando ero piccolo e mi sono appassionato!!" "Non è teatrale!!" "Non è LeopardianoDantescoFoscoliano<inserire nome a caso>"
E alla voce della ragione che direbbe : "Ma è Saint Seiya...",la risposta sarebbe "E CHI SE NE FREGA!!!I CAVALIERI DELLA GIRELLA SONO OGGETTIVAMENTE SUPERIORI!!!!". Nostalgia canaglia.
Tra l'altro mi è venuta in mente un'immagine bruttissima:DIVO in divisa da Krauzer-San che entra in sala di doppiaggio per Saint Seiya dicendo "rape,rape,rape,rape".Sarà l'alcool?
Link to post
Share on other sites

Quote

E poi già mi immagino le risposte dei crociati: "E' così freddo e ignorante"


Mah... molto meglio la postura della triade, gia'.
Cmq il fansub italiano dei SSRevenge ce l'ho presente (ci sono due versioni fra l'altro) e mi ha sempre dato sui nervi per la faciloneria di certe scelte che hanno operato.

Ma in definitiva, i dialoghi del film recitano quello che ho scritto. Cambiarli significa essere degli idioti. Idiota e' chi lo cambia e idiota chi se ne abbevera godendo.
Link to post
Share on other sites

Quote

Mah... molto meglio la postura della triade, gia'.

Cmq il fansub italiano dei SSRevenge ce l'ho presente (ci sono due versioni fra l'altro) e mi ha sempre dato sui nervi per la faciloneria di certe scelte che hanno operato.



Ma in definitiva, i dialoghi del film recitano quello che ho scritto. Cambiarli significa essere degli idioti. Idiota e' chi lo cambia e idiota chi se ne abbevera godendo.


Vangelo.Ma purtroppo abbiamo appurato che di quello che effettivamente recitino i dialoghi poco gliene frega (il delirante che scriveva che quelli del VD erano "oggettivamente superiori" era lì a provarlo),se avessimo aspettato la trasmissione prima di linkarlo di là almeno ci saremmo fatti due risate sulle arrampicate di specchi fatte per spiegare certe vaccate come "la postura della triade" o "il dolore ha un colore",o "a voi un colpo cremisi"(alla Mike Buongiorno che presenta una televendita),così al massimo ,se reputano "degno di essere combattuto" il tuo script e vorrano "riportare un'altra vittoria",avremo il solito vecchio flame.Avrei preferito un bel flame con sonore arrampicate sugli specchi e astanti divertiti alla vista,così come avrei preferito si linkasse anche in forum non inondati solo di girella crociata,di modo da dargli un pò della visibilità che merita senza insulti annessi dal primo imbecille crociato che passa.Wishfull thinking immagino,anche non fosse stata linkata si sarebbe vista (abbiamo una mole di non iscritti che lurkano allucinante).
Per i SSRevenge,io ho visto solo la versione con "cavalieri" e l'ho segata al primo episodio,l'altra non la conosco.Sulla questione "idiota"...,ci sono già le prime reazioni,e sono di quel tenore lì?
In ogni caso,solo un idiota non si renderebbe conto dello scempio fatto con Hades,ma loro non sono idioti:sono crociati.E questo dice tutto.Spesso è meglio essere idiota involontario che crociato convinto,abbeverato di illusioni e autocelebrazione tristissima di cui ci si rende conto ma non la si vuole ammettere,e di cui Saint Seiya è solo un mero sacrificio all'altare della nostalgica girella dantesca.La vuota aulicità (vuota perchè assolutamente fine a se stessa) che usano per definire i CDZ allo stesso livello di Pascoli e di Dante,dando dell'ignorante a chi secondo loro non lo capisce è la prova che sta lì a dimostrarlo.Tutto il resto è vuota retorica e indicibile noia.
Link to post
Share on other sites

Quote

Da uno che mi fa un discorso del genere

Quote

Per fare un esempio, trovandomi davanti al termine "tsumi", mi trovo di fronte a un'ampia scelta su come tradurlo in italiano: delitto, crimine, peccato, errore, colpa, mancanza... ma pure condanna, punizione, crudelta', supplizio, ecc... Ovviamente, non se ne sceglie uno a caso, ma si vede quello che ha piu' senso con il discorso. Nel mio caso ho optato per crimine.


è palese che non sarà mai capace di adattare per un pubblico diverso da quello originale



"Tsumi", nell'economia del racconto in oggetto, è usato come sinonimo di "HYBRYS" che ha un magnifico corrispondente nell'idioma mediterraneo ed è: "Orgoglio"



Ma se a tradurre è gente che conosce anche quanti peli ha nel naso l'Imperatore del Giappone e non conosce nulla della propria terra e della propria cultura, l'adattamento può essere solo così, degno solo di PC e di SHI(muni)TO
Link to post
Share on other sites

Quote

Di a sto tipo che se ne vada a studiare il Greco antico invece di dare fiato alla bocca.

Hybris non è l'orgoglio, ma la tracotanza, l'oltrepassare ciò che è giusto.


Ma che gli frega al fagiano del vero significato di hybris? Lui prima lo traduce (forse), poi cambia la parola a uso e consumo di ciò che lo aggrada.
Link to post
Share on other sites

premesso che Garion NON HA ADATTATO(e il processo di scegliere la parola migliore per rendere una parola straniera e' parte dell'ADATTAMENTO)

 

 

iniziamo col dire che Hybris, per quanto concordi che sia una traduzione perfetta, e' un termine quantomeno poco noto.

Anzi, se non si ha fatto greco o legge, e' difficile trovare qualcuno che lo conosca e che ne conosca il significato.

 

di conseguenza e' necessario l'utilizzo di un termine che abbia un significato quanto piu' simile possibile e che sia adatto nel contesto

 

Orgoglio non e' una traduzione adatta

Athena: Perdona l'Orgoglio dei Saint verso gli dei.

Dea: Tuttavia, noi dei non abbiamo motivo di perdonare il vostro Orgoglio

 

come vedi, non quadra. Per la precisione, non rende la gravita' di quel che han fatto-

also, non e' utilizzabile... l'Orgoglio in questo senso e' l'orgoglio delle proprie azioni, ma i Saint non vengono condannati per l'essere orgogliosi di quel che han fatto, ma per le azioni in primo luogo.

 

E' necessario quindi usare un'altro dei significati di Hybris.

quindi magari Colpa.

Oppure rifarsi all'origine giuridica del termine e usare Crimine, che rende bene la gravita' delle azioni.

 

ehi, un momento... ma non e' proprio il termine usato da Garion?

 

tl;dr: Fagiano, hai sbagliato completamente il punto da attaccare, e anche il luogo. Infatti, tu ti lamenti dell'adattamento che e' stato premesso essere assente. E' come lamentarsi del doppiaggio Italiano in un film straniero visto in originale coi sottotitoli.

 

 

EDIT: ora aspettiamo l'autogol del Fagiano che sputera' fuoco e fiamme nel difendere l'utilizzo di un termine misconosciuto al grande pubblico come Hybris in quanto e' la traduzione migliore... dando di conseguenza pienamente ragione agli adattamenti di Shito:D

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.