Jump to content
Pluschan

Alan Moore. Suvvia parliamone.


Recommended Posts

alan moore è considerato il miglior scrittore di graphic novel esistente. è un dogma. ok.

d'altra parte la reputazione di moore si basa principalmente su quante opere? watchmen, v, miracleman, from hell, swamp thing, the killing joke, la lega degli uomini straordinari; forse tom strong, promethea, lost girls?

qui la lista delle sue opere.

succede che è da un po' che giro attorno alle opere di questo autore perchè vorrei leggere qualcosa di suo e mi sono fermato a watchmen, the killing joke e ad una raccolta antologica pubblicata dalla nostrana lion.

v per vendetta dovrebbe essere la prossima lettura. ci sarebbe anche swamp thing ma non ho capito che casini sono stati fatti con l'edizione. miracleman era un altro candidato, ma è stato proposto in un'edizione assurda (ok, anche in america è stato pubblicato così, ma non lo condivido).

quindi la lega degli uomini straordinari, edizione bao... in questo caso però c'è un problema: non ho capito se moore ha concluso l'opera o se è sospesa. oppure continua?

panini si è aggiudicata i diritti per neonomicon e providence, due opere recenti. c'è anche una miniserie spin off di spawn. sono valide?

per quante opere di moore si possano elencare il fatto è però questo... non è che in realtà l'autore dia il meglio di sè nelle serie o miniserie, piuttosto che nelle graphic novel?

ignoranza e percezione mie, dite quello che volete ma mi sta sorgendo questo dubbio anche in relazione al fatto che nessuna opera di moore mi sembra sia stata dirompente quanto quelle che lo hanno reso celebre. cioè watchmen, v, the killing joke, swamp thing.

ossia opere che hanno una trentina d'anni... quindi cosa c'è stato DOPO queste, allo stesso livello (o superiore)?

Link to post
Share on other sites

Ti dico subito che la saga della lega è conclusa escludendo degli spun off che però non mettono in discussione la trama principale, per Maracleman, aspetta che Panini dovrebbe pubblicare i volumi della sua Run e ne vale la pena, V for vendetta è un classico da non perdere, il film ne era la versione castrata, lessi anni fà lost girls, molto onirico anche se sconfina nel pornografico, il neconomicon non l'ho letto ancora, ma da quello che so è un lavoro prettamente alimentari cisto che il buon Alan sta costantemente con le pezze al culo

Link to post
Share on other sites

Neanche a me ha entusiasmato il Neonomicon, soprattutto per il finale, che ho trovato privo di mordente.

 

Consiglio caldamente la sua run su Swamp Thing, però.

Davvero splendida e visionaria.

Però again, è roba di metà anni '80.

 

Providente mi manca. :sisi:

Link to post
Share on other sites

Providence va letto dopo aver letto tutto Lovecraft, per capire i riferimenti incrociati e cosa DAVVERO significa quello che viene detto e mostrato.

 

Altra cosa DA LEGGERE è il suo SupermanSupreme.

 

è tipo All Star Superman di Morrison, ma fatto prima e infinitamente meglio.

Edited by sirtao
Link to post
Share on other sites

Ci sono due storie di superman, una bellina (regalo per l'uomo che aveva tutto o giù di li) e una che chiude superman (la fine dell'uomo del domani)

Link to post
Share on other sites

 

panini si è aggiudicata i diritti per neonomicon e providence, due opere recenti. c'è anche una miniserie spin off di spawn. sono valide?

per quante opere di moore si possano elencare il fatto è però questo... non è che in realtà l'autore dia il meglio di sè nelle serie o miniserie, piuttosto che nelle graphic novel?

 

Moore dopo Watchmen se ne andò sbattendo la porta per i trattamenti iniqui delle major, ci sono voluti vent'anni di lavoro ai fianchi di Quesada e Gaiman per far ristampare Miracleman e la DC acquistò la linea editoriale di Jim Lee anche per riportarlo a casa, nel mezzo tanto lavoro alimentare o in aiuto di colleghi in difficoltà finanziarie.

 

Dopo Watchmen, Swamp Thing e e V for vendetta di dirompente di suo ma in maniera diversa ci sono stati From Hell, Lost Girls, Promethea, non con la potenza di rottura di un Watchmen o V ma il valore rimane altissimo.

 

Per la linea ABC pur trattando di mero intrattenimento la qualità è superiore a gran parte della produzione superoistica , le sue rivisitazioni da Tom Strong a Greyshirt danno tre piste a vari autori postmoderni che ripescano i classici, Top10 è la sua versione di serie come NYPD.

 

Comunque anche se per ragioni materiali spesso l'impegno profuso non era da meno di progetti più sentiti, Supreme è stato masticato e riciclato da chi è venuto dopo, Glory purtroppo è stata interrotta fino a poco tempo addietro, con un paio di numeri ha creato per McFarlane Violator e tutta la gerarchia infernale, il papà di Spawn ci ha costruito la serie sulle sue intuizioni.

Link to post
Share on other sites

 

 


Ti dico subito che la saga della lega è conclusa

 
eh mi sa di no...
 
League Of Extraordinary Gentlemen Will End In A “Year Or So”
 
cmq leggendo svariate recensioni del terzo volume (century) noto che prevale l'opinione che questo non sia all'altezza dei precedenti due.
credo che darò all'opera una possibilità una volta che sarà effettivamente conclusa, visto che al momento non capisco se si tratta di un grande bluff.
d'altra parte adoro i disegni di o'neill, quindi la tentazione è forte.
 

 


Neanche a me ha entusiasmato il Neonomicon, soprattutto per il finale, che ho trovato privo di mordente.
 
Consiglio caldamente la sua run su Swamp Thing, però.
Davvero splendida e visionaria.
Però again, è roba di metà anni '80.
 
Providente mi manca. :sisi:

 
ho dato un'occhiata in rete e mi sbagliavo su eventuali casini relativi all'ultima edizione in commercio. parrebbe tutto a posto.
c'è però da dire che moore continua la storia già in corso seppur aportando alcune modifiche di continuity, quindi con la sua run si arriva in media res, e la conclude ma anche no. infatti swamp thing prosegue con la run di veitch, fino a quando l'autore non molla per alcuni dissidi con l'editore; di lì in poi è un delirio di alti e bassi...
l'unica cosa che mi può spingere all'acquisto di questa rinomata serie scritta da moore è che... abbia una fine, anche ideale, ma rappresentata in qualche maniera.
sono molto tentato XD
 

 


Providence va letto dopo aver letto tutto Lovecraft, per capire i riferimenti incrociati e cosa DAVVERO significa quello che viene detto e mostrato.

Altra cosa DA LEGGERE è il suo SupermanSupreme.

è tipo All Star Superman di Morrison, ma fatto prima e infinitamente meglio.

 
purtroppo di supreme non esiste un'edizione degna...
promethea sarebbe invece wonder woman; com'è? anche questo titolo potrebbe essere interessante.
 

 


Ci sono due storie di superman, una bellina (regalo per l'uomo che aveva tutto o giù di li) e una che chiude superman (la fine dell'uomo del domani)

 
per l'uomo che aveva tutto + cosa è successo all'uomo del domani?
non sapendo com'era l'edizione planeta in fatto di traduzioni, attendo una ripubblicazione...
Link to post
Share on other sites

La Lega è composta da cicli semichiusi, l'unico obbligo è di leggerli in ordine cronologico ma per il resto si può scendere a ogni conclusione di ciclo senza grossi patemi.

 

Swamp Thing è anche un ciclo chiuso come può esserlo quello di un autore che prene in mano un personaggio seriale, il suo discorso lo porta a termine.

 

Promethea è un trattato di magia ed esoterismo in cui Moore immette tutta la sua conoscenza accumulata negli anni, la sua WW è Glory.

Link to post
Share on other sites

di Supreme mi pare la ReNoir ha di recente ristampato The Story of the Year, che sono i primi dodici(su 16+6) numeri di Moore, un intero ciclo narrativo de facto autocontenuto.

Link to post
Share on other sites

In risposta al topic:

 

avevo un amico che era molto appassionato di queste cose, mi spinse a leggere qualcosa di Moore e di Gaiman.

 

Ricordo che mi presentò "Death - the high cost of life" come se fosse una cosa epifanica, o quasi.

 

Io lessi queste cose e le trovai tutte piuttosto stupide, e del tipo di stupidità peggiore: quella pretenziosa.

 

Però, ho detto una cavolata. Il tipo peggiore di stupidità è quella offensiva di qualcosa che stupido non era. Tipo Lost Girls, appunto, per cui spero che abbiano riservato all'autore un posto speciale all'Inferno, davvero. Lo dico seriamente e sinceramente.

 

Ah, dimenticavo (edit).

 

Tradurre "V for Vendetta" come "V per Vendetta" è la cosa più umiliante, ha surclassato persino la traduzione di "Interview with the vampire" come "Intervista col vampiro".

 

Avevo otto anni quando, alla prima lezione privata di inglese che fui obbligato a prendere, la mia insegnante madrelingua mi diceva "E for elephant!" (sapere, la E si pronuncia 'ii').

 

E for elephant. Z for Zorro. V for Vendetta.

 

Oh sì, è il semplice costutto di "E di elefante", "Zeta di Zorro", "Vi di Vendetta". Il costrutto inglese usa la particella finale "for", quello italiano la genitiva "di".

 

Allo stesso modo, noi in italiano non facciamo interviste "con" qualcuno, ma "a" qualcuno. -.-

Edited by Shito
Link to post
Share on other sites

vabbuò, pure il titolo dell'edizione ita di v (fumetto) è 'v for vendetta'.

poi oh, se v (sta) per vendetta non è un dramma.

Comunque leggitelo che un affascinante dramma politico e tieni anche conto del contesto storico, infatti la storia nacque anche come satira del thatcherismo

Link to post
Share on other sites

Facciamo finta di non aver letto quello che ho letto su Death (che qua c'entra come i cavoli a merenda) e proseguiamo.

V For Vendetta (questa del V sta per Vendetta non la sapevo, ammetto che suonerebbe molto più figo di V per Vendetta che però ha una sua immediatezza oh beh) rimane uno dei magnus opus del fumetto occidentale, ha davvero tutto, io ho la versione Magic Press in bianco e nero (anche qua qualcuno sa qualcosa sull'eterna diatriba se V è giusto che sia a colori o meno?) e ogni tanto la rileggo, è uno di quei fumetti come Dark Knight, ogni volta è come la prima volta, non perde mai di impatto.

 

Il film de(lle)i Wachowski secondo me non è affatto castrato, diversamente è molto intelligente o quantomeno ambizioso: potevano fare come ha fatto Snyder e trasporre integralmente il fumetto in modo pedissequo ma personalmente il background avrebbe perso di incisività in quanto non mi aspetto che la massa possa cogliere l'allegoria dell'Inghilterra tatcheriana, invece hanno preso tutto e hanno immaginato un regime totalitario più stile XXI secolo ed ecco che boom, tutti i minchioni in giro con la maschera di Guy Fawkes perchè riconoscevano quel background come possibile evoluzione distopica del nostro, laddove quello di Moore se lo leggi adesso sa molto più di "vintage".

Poi possiamo discutere a lungo sul fatto che il tentativo sia stato efficace o meno, però sicuramente è stato molto ambizioso e furbo.

 

Miracle Man non sapevo che fosse così bomba, mi pareva una delle solite operazioni commerciali che ogni tanto si fanno dove viene appiccicato sopra il nome di Gaiman come seal of approval, se è così figo lo recupererò.

Link to post
Share on other sites

Sì, Lord Gara: lo devi assolutamente recuperare, perlomeno il ciclo di Moore, è parte essenziale del rinascimento americano anni '80 a pari merito con Watchmen e The Dark Knight Returns.

Link to post
Share on other sites

Sì, Lord Gara: lo devi assolutamente recuperare, perlomeno il ciclo di Moore, è parte essenziale del rinascimento americano anni '80 a pari merito con Watchmen e The Dark Knight Returns.

Il protagonista si puo considerare il prototipo del dottor Manhattan e la prosa di Moore e' pura poesia.

Link to post
Share on other sites

Sto vedendo però che l'edizione Panini l'ha presa un po' alla larga, oppure capisco male? Cioè ci vedo il nome di Gaiman sopra ma non capisco se in veste di patrono o di scrittore.

Link to post
Share on other sites

Sto vedendo però che l'edizione Panini l'ha presa un po' alla larga, oppure capisco male? Cioè ci vedo il nome di Gaiman sopra ma non capisco se in veste di patrono o di scrittore.

Gaiman ha scrittto il secondo ciclo di storie dopo la fine del ciclo di Moore .

Link to post
Share on other sites

Quindi stanno pubblicando a culo perchè hanno iniziato da quello di Gaiman, adesso capisco lo scazzo del Roggero

Non esattamente la Marvel e di conseguenza Panini dopo finito il ciclo di Moore Hanno iniziato il ciclo di Gaiman rinumerando da uno, comunque se ti da fastidio i fascicoletti puoi sempre comprare i tre volumi che rilegano la prima saga

Link to post
Share on other sites

Detto che a sto punto mi recupererò pure la roba di Gaiman, mi potresti linkare quella di Moore? Io proprio non la trovo

Link to post
Share on other sites

Mi esce un casino di roba mangosa...  ???

Comunque se sono questi

 

http://www.paninicomics.it/web/guest/productDetail?viewItem=769483

 

Ho capito quali sono, semplicemente non hanno scritto Alan Moore tra gli autori ma Lo Scrittore Originale (???)

Edited by Lord Gara
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.