Jump to content
Pluschan

Dynit - Novità e discussioni


Recommended Posts

3 hours ago, Kiba85 said:

le cose Trigger sono esaltanti da vedere ma poi alla fine non è che ti lascino chissà che

Gurren Lagann era ancora Gainax, quindi non rientra nel discorso.

Ma in Kill La Kill secondo me di cose interessanti ce ne sono. Cosa succede alla famiglia Mankanshoku quando fa la scalata sociale, oppure Osaka dominata dai soldi, ecc... 

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • Replies 15.4k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

De Palma è un serio professionista e si adatta alle richieste che gli vengono fatte. È stato chiesto di adattare il minimo indispensabile, sistemando la scorrevolezza delle frasi e i tempi delle bat

L'edizione di Fate costerà sempre la stessa cifra di ogni First press (29,90€). L'edizione sarà sullo stesso stile della precedente, ovvero amaray in ocard (all'epoca partì così, non potevo di certo

Il Marvel Universe come protagonista delle scene post-credits ha Thanos. Noi abbiamo Bersola.  

Posted Images

Posted (edited)

Secondo me GL e KlK spingono molto sotto tutti i punti di vista. Dalla sboronaggine alla messa in scena.

E secondo me anche Gridman spingeva parecchio, nonostante fosse una coproduzione. Kiznaiver non l'ho visto e Frankxx non ho ancora capito se considerarlo loro o A1. Anche se secondo me non è al livello dei precedenti. E poi c'è...Ninja Slayer :°_°:

Comunqueeeeee Ho visto Rider Your Wave :sisi:

Una serie di considerazioni a caldo. Il film è molto bello e affronta anche un bel tema. Mettiamola così: non è il solito film romantico.

Partiamo dall'aspetto grafico: lo stile di Yuasa si riconosce subito. Rispetto ad altre opere i personaggi sono più definiti. Per il resto tutto nella norma. Lo stile di Yuasa non è da "Sugoi...", ma è certo d'effetto e Yuasa stesso sa bene come sfruttarlo.

Per quanto riguarda le musiche, la situazione è un po' particolare. Il film si basa tutto su di un'unica canzone, principalmente. Il resto del comparto sonoro è piuttosto limitato, ma secondo me la "monotonia" del tema è tutt'altro che fastidiosa. Ho trovato il tema principale molto carino e l'utilizzo che se ne fa dopo i primi minuti mi è piaciuto molto:

 

In sostanza mi è piaciuto come è stato gestito il flashforward. E mi è piaciuto molto che la canzone non si limitasse a fare da sfondo, ma fosse parte integrante della situazione, con i doppiatori che non stavano cantando la canzone come se fosse il tema, ma come se fossero due persone "reali" che cantano una canzone insieme

La storia, la trama e la realizzazione: sulla trama dico poco, anche se credo che da spoilerare ci sia altrettanto poco. Il leitmotiv del film si capisce già dal trailer. Come ho detto poche righe sopra, il tema trattato è delicato e mi è piacuta la messa in scena dell'evoluzione di Hinako nel corso della serie.

 

Ho trovato un po' forzata la presa di coscienza. Legge il messaggio e si convince che forse dovrebbe andare avanti, pur lasciandosi uno spiraglio, sapendo che la prossima chiamata sarà l'ultima. Da qui ci si collega al finale: quando decide di vedere Minato per l'ultima volta. Ecco, quello è davvero forzato. Sono in perciolo di certo, ma non ritengo fosse così necessario chiamarlo.

Se c'è però una cosa che mi è piaciuta molto del film è la cura dei dettagli: è difficile da spiegare senza fare spoiler o proprio da rendere senza postare qualche screen, ma Yuasa è lì che mette in scena un racconto e si cura anche dei dettagli inutili (che poi, forse, da un certo punto di vista potrebbero anche avere un qualche tipo di risvolto, ma sono comunque ininfluenti alla fine). Da Minato e Hinako che si accarezzano le mani con il pollice, inquadrando prima l'uno e poi l'altro, al discorso senza capo o coda fatto in macchina all'inizio del film, la difficoltà di Hinako a capire il cognome di lui o i continui errori con il suo. Poi tante piccole altre cose, alcune delle quali, ripeto, non servono a nulla, ma ti danno l'impressione di star vedendo un film curato in ogni aspetto(quando e se si troverà a passare di qui qualcuno che ha visto il film, ma al di là delle difficoltà intrinseche della lingua, c'è qualche gioco di parole tra nomi e cognomi dei protagonisti?) .

Edit: non mi sono, espresso sul doppiaggio perché l'ho visto in giapponese con i sottotitoli in italiano. Ho visto solo qualche spezzone random e le voci di Hinako e Minato mi sembravano molto azzeccate 

Edited by Chocozell
Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

grazie per i consigli su ergo proxy. altri sono ovviamente benvenuti...

il dubbio nasceva dal fatto che non è raro trovare recensioni positive su questo anime, di cui si elogiano la complessità della trama, la natura intimista (con tutte le virgolette del caso), i vari riferimenti culturali, produzione e staff. è un anime che all'epoca lasciai perdere per svariate ragioni che nemmeno mi ricordo più, ma sul quale oggi sono ritornato relativamente allo staff che ci lavorò.

On 7/7/2020 at 11:38 PM, Den-chan said:

LOL io presi il Box BD a scatola chiusa ma non l'ho mai visto (cosa rara per la roba che compro). Se Roger corre il rischio magari ci provo anch'io!^^

prima che l'idea tramontasse quasi definitivamente pensavo di darci un occhio su vvvvvvvvvvvvvvvvvvvid :ph34r:

12 hours ago, Chocozell said:

Kiznaiver non l'ho visto

non farlo. in caso contrario considera una spesa abbondante in alcolici il cui grado cresce di pari passo con gli episodi.

12 hours ago, Chocozell said:

Frankxx non ho ancora capito se considerarlo loro o A1

visto che il regista, il quale ha anche co-scritto la serie (l'altro è un mr boh), arriva da gainax non ci sono molti dubbi...

12 hours ago, Chocozell said:

Ninja Slayer

e inferno cop. ma nessuno se ne ricorda nonostante continui ad apparire qui e lì nelle produzioni trigger (l'ultima volta si è visto in BNA).

bonus clip

il fatto è che, tolti gli anime scazzo o quelli la cui sceneggiatura è quasi completamente affidata ad esterni (kiznaiver è uno di quelli), trigger negli ultimi anni ha sfruttato molto un certo canovaccio ponendo solo piccole variazioni generali sull'impianto della trama ma più importanti sull'identità/composizione dei personaggi. è qualcosa che concettualmente parte dal primo flcl, passa per dead leaves e poi prosegue. per farla breve si parla di imaishi e nakashima; si tratta di un'impronta presente anche in darlifra e gridman, seppure per quest'ultimo c'è il dubbio su se e come si evolverà nella serie successiva. insomma pur cambiando lo staff e tolte le eccezioni c'è un minimo comune denominatore, che peraltro può essere anche essere stato richiesto a  trigger dal committente.

in questo pippozzo c'entra anche promare, che non ho visto; tuttavia se il film presenta una rielaborazione dello schema narrativo generale di cui sopra e che ormai in animazione è un "marchio" di trigger,  e se si evitano le lungaggini (darlifra...) beh potrebbe trattarsi non tanto di qualcosa di nuovo ma un'opera rappresentativa di trigger in un formato diverso. una summa, forse.

vedo comunque che promare comprende due corti prequel. vanno visti prima (lol se sono prequel... ma non si sa mai) del film, sono ininfluenti o cosa?

Edited by Roger
Link to post
Share on other sites
25 minutes ago, Godai said:

Per me una la serie top di trigger è Little Witch Academia... 

Non l'ho ancora visto. C'è su Netflix maaaaa a... È Netflix. 

Link to post
Share on other sites

Posso spezzare una lancia a favore di Ergo Proxy? Io lo vidi a suo tempo subbato (quando uscì dubbato ne vidi solo i primi episodi per saggiare il doppiaggio): oltre alla somiglianza della protagonista con Amy Lee degli Evanescence (per me questo è un +1000pti :pfff: ), lo trovai un anime interessante. Parte molto bene, diventa un po' troppo logorroico nel mezzo ed il finale è un po' "hmm", quindi capisco chi non lo ha molto apprezzato... forse un po' troppo pretenzioso ed alla costante ricerca di contenuti altisonanti per arricchire la trama (altrimenti un po' lineare), però ha il suo fascino e merita un tentativo.

Link to post
Share on other sites

Visto pure io Ride your Wave, tra un po' un parere sul film, per ora scrivo solo per dire che ho l'ho visto un po' in Italiano e un po' in giapponese e in alcuni punti ho comparato le due versioni e credo che la doppiatrice di Hinako, Giulia Bersani, abbia svolto un lavoro splendido. Davvero brava, mi ha colpito. Un po' meno convincente Calatroni su Minato, perché rispetto all'originale ha perso quella sfumatura di "calma" nella voce che caratterizza il personaggio. Buono il resto del cast specialmente Iolanda Granato su Yoko.

Sulla bontà della traduzione come al solito non ho i mezzi per dare un parere utile e approfondito, ma anche solo dalle pronunce corrette mi pare il solito buon lavoro di Dynit

Link to post
Share on other sites

Visto ora Birthday Wonderland (Mi sono fatto l'abbonamento a Prime di recente per vedere Ride your wave e ne ho approfittato), tolti gli sfondi e il chara design è davvero un abominio di film. :doh:Storia banalissima e scritta con i piedi, per lunghi tratti sembra che neanche esista, personaggi vuoti e con reazioni e comportamenti fuori dal mondo, un "villain" che sembra quasi caricaturale, un mondo parallelo veramente poco ispirato, una protagonista che non è tale visto che non fa una mazza per tutto il film (A parte lamentarsi) e anche a visione finita ti continui a chiedere che razza di ruolo e utilità dovrebbe avere sta fantomatica principessa e per quale motivo solo lei dovrebbe essere in grado di salvare il mondo. Zero idee, zero carisma, zero intrattenimento, alla fine hai davvero la sensazione di aver buttato due ore. 

Link to post
Share on other sites

Ma l'orrore recitativo che sento tra io non ti perdonerò e mai e poi mai? E ce ne un'altra pausa malriuscita anche più avanti

Ma che generazione è oggigiorno che non riesce a recitare frasi che diano una continuità.

P.s. È il motivo per cui l'ottanta per cento del Canvas è inascoltabile 

Edited by Guest
Link to post
Share on other sites
23 hours ago, John said:

Ma l'orrore recitativo che sento tra io non ti perdonerò e mai e poi mai? E ce ne un'altra pausa malriuscita anche più avanti

Ma che generazione è oggigiorno che non riesce a recitare frasi che diano una continuità.

P.s. È il motivo per cui l'ottanta per cento del Canvas è inascoltabile 

Vabbeh, è un trailer

Link to post
Share on other sites

Choko sono anni che vi sento dire sono trailer... A parte che un trailer dovrebbe presentare bene un prodotto e poi la realtà è che vi siete assuefatti da sto modo di recitare. Me ne accorgo quelle rare volte che vado oltre il trailer... Tipo chessó per rimanere in topic Sao che stavano trasmettendo sulle reti locali... Dopo 2 episodi ho sentito anche troppo. 

Link to post
Share on other sites
54 minuti fa, John ha scritto:

Choko sono anni che vi sento dire sono trailer... A parte che un trailer dovrebbe presentare bene un prodotto e poi la realtà è che vi siete assuefatti da sto modo di recitare. Me ne accorgo quelle rare volte che vado oltre il trailer... Tipo chessó per rimanere in topic Sao che stavano trasmettendo sulle reti locali... Dopo 2 episodi ho sentito anche troppo. 

Dici la prima o la seconda serie? Avevo seguito la replica pomeridiana della prima qualche anno fa su Rai4 e la recitazione mi era sembrata almeno buona, come quella di Steins;Gate che andava subito dopo. Sempre su Supersix ho intravisto i primi episodi di Star Blazers 2199 e, se non ricordo male, il doppiaggio scorreva abbastanza liscio senza meriti o demeriti.

Va be', un po' sono io ad apprezzare vari stili di recitazione di oggi e del passato.

Link to post
Share on other sites

mi sa che stiamo sentendo due trailer diversi perchè tutto 'sto dramma che arriva a prendere perfino chissà quale generazione non si capisce.

cosa ti perturba veramente la mente, giovane john? fai uscire l'iceberg che è in te. sii forte!

Link to post
Share on other sites

Roger ti ho fatto l'esempio preciso... Più di così. 

Anonimo era la prima stagione al debutto su supersix mmm l'anno scorso? 

 

 

Edited by Guest
Link to post
Share on other sites

sì e in fatti a quell'esempio ti rispondevo, perchè non trovo riscontro nella tua affermazione.

poi ci hai messo la generazione, un 'vi sento dire' decisamente buffo a meno che non ti rieferissi a sua maestà choco (tutto può essere, non escludiamo possibilità!!!!) passando per il canvas (ebbasta non se ne può più) e SAO.

perchè tanto livore.

perchè.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, John ha scritto:

Roger ti ho fatto l'esempio preciso... Più di così. 

Anonimo era la prima stagione al debutto su supersix mmm l'anno scorso? 

 

 

Su Supersix hanno fatto la prima serie di SAO e subito dopo la seconda in prima TV assoluta italiana. (E poi sono state replicate più volte.)

Di Star Blazers 2199 non c'è una sola stagione?

Edited by Anonimo (*lui*)
Link to post
Share on other sites
28 minutes ago, Roger said:

sì e in fatti a quell'esempio ti rispondevo, perchè non trovo riscontro nella tua affermazione.

poi ci hai messo la generazione, un 'vi sento dire' decisamente buffo a meno che non ti rieferissi a sua maestà choco (tutto può essere, non escludiamo possibilità!!!!) passando per il canvas (ebbasta non se ne può più) e SAO.

perchè tanto livore.

perchè.

Finalmente qualcuno che si accorge della mia regalità ù_ù

3 hours ago, John said:

Choko sono anni che vi sento dire sono trailer... A parte che un trailer dovrebbe presentare bene un prodotto e poi la realtà è che vi siete assuefatti da sto modo di recitare. Me ne accorgo quelle rare volte che vado oltre il trailer... Tipo chessó per rimanere in topic Sao che stavano trasmettendo sulle reti locali... Dopo 2 episodi ho sentito anche troppo. 

Se dovessi dire la mia, l'unico che non mi piace come recitazione è Tanjirou(o come si chiama). Gli altri due, sentendo il trailer, mi piacciono (e l'ultimo dovrebbe essere Merluzzo, per il quale non impazzisco).

Ci sarebbero una serie di considerazioni da fare sui doppiaggi(odierni), ma evito perché non ho voglia e perché ormai guardo tutto in originale (jap-eng). In Italiano piuttosto raramente. Dipende molto dalle situazioni. Comunque in parte potresti avere ragione

Edited by Chocozell
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.