Jump to content
Pluschan

[RECENSIONE] Kakegurui è l'ennesimo anime MISOGENO e SESSISTA che sessualizza le MINORENNI, va abolito ORA!!!


Recommended Posts

Kakegurui è una serie manga giapponese di Homura Kawamoto e illustrata da Toru Naomura che è stata successivamente adattata in una serie di anime nel 2017. Kakegurui è ambientato in un liceo per bambini di persone ricche e influenti. In quanto tale, la gerarchia della scuola non si basa sulle normali prestazioni accademiche o sportive, ma piuttosto sulla sua capacità di gioco d'azzardo. Gli studenti scommettono e giocano liberamente durante l'orario scolastico e, se si vince, si ricevono connessioni e popolarità. Ma se perdi, e ti trovi in debito, sei classificato come un "animale domestico" - uno schiavo.

La protagonista principale è una studentessa trasferita di nome Yumeko Jabami che al primo incontro si comporta in modo allegro, ma che è, in realtà, una giocatrice d'azzardo compulsiva che ama il brivido delle scommesse. Il motivo per cui sono stato attratto da questo anime non è solo per questo insolito tema degli studenti delle scuole superiori che giocano d'azzardo, ma soprattutto per la vasta quantità di personaggi femminili presenti all'interno di questo particolare anime. Di solito gli anime presentano una vasta varietà di personaggi maschili, mentre i personaggi femminili sono per lo più secondari. Kakegurui si differenziava da ciò, poiché più della metà dei personaggi principali sono di sesso femminile. Ho pensato che finalmente anche gli anime avessero messo il raggiungimento della parità di genere come priorità assoluta. Tuttavia, questo insolito ottimismo si è trasformato presto in delusione per me, quando ho visto come molti di questi personaggi femminili sono caduti nello stereotipo sessista di come le donne siano un corpo per soddisfare il maschio.

spacer.png

Yumeko Jabami ha grandi occhi, si comporta in modo carino con un atteggiamento allegro. I suoi seni sono pronunciati e la sua uniforme scolastica è estremamente corta, il che accentua la sua figura. La figura in alto mostra come è posizionata; il corpo in posa, il viso leggermente arrossato e l'espressione innocente o sorniona, che cerca di stuzzicare ed attirare l'attenzione del maschio etero. Yumeko è posizionata in una posa provocatoria da gatto, indossando un cartellino con la scritta "animale domestico" che è innegabilmente dispregiativo in quanto il personaggio è ritratto per non avere altra importanza se non quella di soddisfare gli spettatori maschili. Durante un episodio particolare, Yumeko perde una scommessa e quindi diventa un 'animale domestico'. Ma mentre la storia afferma chiaramente che quando qualcuno viene degradato diventa un 'animale domestico', in questo particolare anime uomini e donne si distinguono come 'cagnolini' o 'gattini'. Tuttavia, a mio parere, in tutta questa serie, i personaggi femminili vengono volontariamente ridicolizzati ed umiliati in misura maggiore rispetto agli uomini.

Lo storico dell'arte Ikeda Shinobu ha spesso discusso del modo in cui i corpi delle donne sono rappresentati sessualmente negli anime e del modo in cui certe caratteristiche/pose sono usate per "creare un oggetto di piacere sessuale per lo sguardo dell'osservatore maschile". Shinobu suggerisce che enfatizzando prepotentemente la posizione del corpo femminile la femmina viene resa "sessuale" con la forza.

Insieme alla sua posa da "zampa di gatto", Yumeko parla con suffissi di 'Nyan', utilizzando un suono felino alla fine di ogni frase. Secondo Sharon Kinsella, la popolare parola gergale infantile 'nyan nyan suru' (miagolare miagolare) viene usata come richiamo per l'accoppiamento. La creazione di un personaggio femminile con caratteristiche da gatto agisce allo stesso modo. Moe è un termine gergale giapponese che si riferisce ad un forte affetto, per i personaggi di solito femminili, diretto ai fan maschi più accaniti. I personaggi Moe sono giovani e per lo più in età liceale come Yumeko. Le caratteristiche delle catgirl, come i modi di parlare e le pose feline, sono rivolte ai fan maschili perché trovano le rappresentazioni accattivanti (Moe). La protagonista femminile è ritratta (in questa scena) per essere innocente e sottomessa attraverso la loro postura e i suoi occhi impotenti (simili a quelli di un cucciolo di cane). Allo stesso modo, il suo rossore che emana la percezione di timidezza è uno degli archetipi di Boe che evoca il desiderio di adorarli e di confortarli. Mi sembra quindi che Yumeko Jabami sia realizzata solo per soddisfare il piacere dello sguardo etero maschile.

Ma la cosa peggiora.

Nell'episodio 4 o 5 l'anime comincia a diventare altamente misogeno. Per ripagare il debito - come animale domestico - la scuola annuncia un piano che prevede che le ragazze più giovani della scuola (animali domestici) siano costrette a un matrimonio combinato con potenti uomini più anziani. Con questo piano disgustoso, alcuni dei personaggi maschili cominciano a rivelare opinioni tossiche sulla loro posizione gerarchica percepita rispetto ai personaggi femminili, e un personaggio chiamato Jun Kiwatari comincia ad aggredire Yumeko, mettendola all'angolo per toglierle i vestiti. Anche durante questa scena di "quasi" stupro, ci sono riprese ravvicinate dei seni pronunciati di Yumeko e della gonna corta che fanno apparire l'intera scena in qualche modo seducente.

È come se Yumeko fosse stata fatta spogliare anche per gli spettatori.

Tutte le ragazze della scuola durante i momenti di gioco d'azzardo si mostrano eccitate e hanno un orgasmo visibile (e grafico) - questo accade in tutta la serie e man mano che gli episodi vanno avanti si comincia a capire che non solo tutto ciò è del tutto inutile ai fini della trama, ma instilla nello spettatore maschile un modo completamente misogino di vedere il corpo femminile.

Non è misogenia questa? Allora spiegatemelo voi. Rispondete. Perché tutti i personaggi femminili hanno un orgasmo in questa serie? Perché lo hanno solo i personaggi femminili? Qual è il valore di ogni personaggio femminile all'interno di questa narrazione, a parte il fatto di posizionarli come un corpo sessualizzato?

Sono rimasto deluso nel vedere come la vastità dei personaggi femminili all'interno di questo anime sia stata utilizzata solo per soddisfare lo sguardo etero-maschile, e questo anime si dimostra essere l'ennesimo anime misogino pedofilo e sessista. La sessualizzazione misogina delle studentesse è in piena evidenza all'interno di questo anime e, per qualche ragione, è considerata accettabile perché si presenta in un'opera di finzione; alla fine è solo un anime vero? Non può avere ripercussioni sulla società reale vero? Be', non è così.

Link to post
Share on other sites

Ti stavo aspettando il mese scorso. Dov'eri?!

Edit: modifica il titolo eliminando il "Va abolito ora!!!". Gli da un taglio troppo troll.

Edited by Chocozell
Link to post
Share on other sites
1 minute ago, Godai said:

Hanno riaperto le gabbie

Ormai è la tua hissatsu!

A questo punto se tutti gli anime sono sessisti e qualche altra cosa che non ricordo, pretendo la recensione di Free. Possibilmente senza scendere nei dettagli delle scene.

Link to post
Share on other sites

Il grande ritorno del malato di mente, deve essere riuscito a slacciarsi la camicia di forza, niente panico adesso arrivano gli infermieri con la punturina

Link to post
Share on other sites

Mh, mi permetto di far notare che il livello dei commenti sta scendendo verso bassezze che surclassano qualsiasi tono o j'accuse del topic starter. :-/

(Sì, ho usato "surclassano" perché è un allotropo di rientro da lingua romanza [sur-], e stava bene col francesismo seguente di "j'accuse".)

Edited by Shito
  • Downvote 1
Link to post
Share on other sites

(Occhio che si cancellano post come se piovesse senza dire nulla a nessuno d'ora in poi)

 

Cmq, serve qualcosa di politically correct a corredo della disanima

 

 

Link to post
Share on other sites

eh signora mia, abbiamo finito la crema di limone e ci è stato vietato di produrne ulteriori quantità. ma non è un problema, ci siamo attrezzati per uno stock di vampiri multiuso.

per le uniformi alla marinara può invece rivolgersi al negozio qui a fianco sulla destra. se poi ha bisogno anche di un paio di caramelle qui subito a sinistra ed avrà un procione in omaggio.

amen e awoman

Edited by Roger
Link to post
Share on other sites

Personalmente ho visto entrambe le serie di Kakegurui e non mi sono a suo tempo posto gli stessi problemi/ avuto gli stessi fastidi

segnalati dall'amico autore della recensione da cui è partito il topic. Superficialità? Direi (spero) di no. Ho solo approcciato la serie con

un atteggiamento a mio avviso idoneo alla fruizione dell'opera stessa. È una trashata, via, piena di esagerazioni e riferimenti a topoi animati

e non vecchi come il cucco, idem il fanservice (anche se meno 'sguaiato' rispetto ad altre opere, e sì, ci sono gli 'orgasmi') e poi c'è la portata principale, 

ossia le varie 'scommesse', i giochi affrontati di volta in volta dalla protagonista che si risolvono in delle gare d'astuzia per continuare la sua scalata ai vertici

dell'istituto (presumibilmente per una vendetta famigliare di cui ora come ora invero non ricordo i dettagli). La stessa Yumeko viene di certo 'sessualizzata' nella

rappresentazione, ma non dimentichiamo che è un personaggio assolutamente vincente, nessun maschio (men che meno il coprotagonista sempre al suo fianco) può

competere con lei. Anche nella scena citata in cui viene (quasi) fatta spogliare in realtà non sta facendo altro che trollare il tipo. Insomma, la recensione mi pare

decisamente esagerata, fermo restando che l'amico di cui sopra IMHO avrebbe fatto meglio a smettere di guardare l'anime dopo il primo eps, anche perché

il tipo di approccio dell'opera era già ben chiaro fin dall'inizio. Poi si potrebbe discutere se serie 'leggere' come questa hanno ragion d'essere, ma ce ne sono

a decine, centinaia. Anche la lamentazione riguardo le poche serie con molte protagoniste femminili mi è parsa esagerata, ma forse erano tagliati fuori gli harem...^^'

Ovviamente, parlando per me, se guardo un anime del genere non è che vi cerco, che so, Bergman, Kieslowski o Takahata!^^'

Il Politically Correct cmq, a mio avviso, pur partendo da intenti lodevoli, finisce troppo spesso per deragliare, diventando altresì una delle tante ipocrite 

facce di questa realtà in cui viviamo. Se poi si vuole addirittura riscrivere il passato (e ho sentito che ora stanno criticando pure Grease)...

Edited by Den-chan
Link to post
Share on other sites

@Den-chanPer favore non assecondare il pazzo, che vabbè già ti si concede di farlo con Shito non peggiorare la situazione :giggle: 

A una simile slavina di stronzate evidentemente postata solo per provocare non si può rispondere seriamente... o diciamo pure che è meglio non rispondere seriamente che si perde ancor più tempo che a leggerle (se ti sei letto tutto hai solo buttato minuti di vita che potevi usare più produttivamente... tipo scaccolandoti il naso :giggle: )

Edited by Alex Halman
  • Like 1
  • LOL 1
Link to post
Share on other sites

Non toccarmi Shitarello, o Prode Halman;D,  che già gli Angeli gli stanno ancora facendo scontare gli errori giovanili^^!

Scherzi  parte, ognuno reagisce come crede. Io ho preferito, invece di fare la battutina (legittimo, se non si giunge all'offesa

personale gratuita), scrivere un post un poco serio. Magari non servirà a niente (e di certo non era rivolto alla maggioranza

dell'utenza del Forum, che credo condivida il mio tipo di atteggiamento verso opere come Kage)

ma mi è venuta così, stasera. Poi magari domani reagirei anch'io con una battuta, può essere, o mi scaccolerei;D.

Cmq per me la questione è chiusa.:thumbsup:

Edited by Den-chan
Link to post
Share on other sites

Cerchero' di spiegare perche' anzi, invito ove possibile a parlare di un'opera in un topic che abbia un senso di essere.

E perche' , pur avendo anch'io replicato ad un topic del genere su un'altra opera, ho del tutto esaurito la pazienza, e di converso invito in questo e altri casi al tiro delle freccette.

Circa un paio di giorni fa, negli USA, un movimento col nome che e' tutto un programma, "DisruptTexts", nella sua testa malata e avendo come portavoce questa simpaticissima insegnante:

134439761_466349558100615_50292329206440

 

perlomeno 'banfa' di aver rimosso dai programmi scolastici dell'istituto in cui insegna, appunto lo studio delle opere di Omero, in quanto 'Sessiste, razziste e violente'

In vari altri periodi abbiamo avuto sempre negli USA, vari episodi strampalati di statue abbattute, e opere censurate (al cinema La Capanna dello Zio Tom e' stato rimosso dal catalogo Disney, le avventure di Huckleberry Finn sono desaparecide, e 'Via col Vento' ora si trova un disclaimer e un documentario all'inizio che 'colloca l'opera nel modo corretto')

C'e' un evidente limite a tutto.

E' palese oltre che evidente che non si possono considerare queste opere e tante altre, scritte rappresentate e girate decenni se non secoli e secoli orsono, con le stesse categorie etiche e morali odierne.

Appunto sono la' come indispensabile deposito di Memoria, come basi di una cultura che affonda in una pletora di istanze di ogni tipo, che e' minimo sacrosanto preservare, in quanto danno l'opportunita' di CAPIRE (con la propria testa) quello che siamo stati, cio' che ci ha portati ad essere cio' che siamo, e che si spera prendano coscienza da tutto questo per essere, banalmente, anche migliori. Ma MAI ignoranti del proprio passato, della propria cultura.Sempre dalla medesima tipa di qua sopra, o per meglio dire da questo 'strano' movimento, leggiamo sull'Odissea che:
 

Quote

 

"The move, reported recently by the Wall Street Journal, appears to stem from a “social justice” movement, created by Twitter users, called DistruptTexts. Its proponents believe that any world literature that does not portray the norms that they hold today in terms of gender roles, violence and racial equality must be banned in the interest of shaping a new generation that will not be allowed to come into contact with concepts that they consider repugnant — or even just outdated.

Penelope, sitting at her loom patiently for twenty years while hubby Odysseus goes off to fight in the Trojan War, is not the model of female behavior that teachers who espouse this new type of book banning want their students to emulate.

But not only do they not want their students to emulate these behaviors — they want to ban books that contain they want to ban books that portray violence, traditional gender roles and racism, making sure that future generations will never learn about the many adventures of Odysseus and his companions as they made their way across the sea, fought against Troy and wended their way back home after twenty years away."

 

Abbattere statue
Mettere all'indice e bruciare libri.

Vedete, io parlavo di movimenti 'strani' anche perche' dubito fortemente che credano in cio' che dicono.

Io ho la forte convinzione che pur nell'assoluta e folle deriva del Politically Correct, tutta questa gente sia profondamente in malafede, oltre che ipocrita.

Sono convinto che non ci siano pulsioni 'ideali' per quanto distorte e senza senso comune, sono convinto che si celino altri tipi di interessi di parte; tipo la volonta' di avere visibilita' di natura coatta per altri fini.

Fossero rigurgiti oscurantisti in quanto tali, si qualificherebbero da soli, ma con tale e tali patine a vario titolo, rischiano di coinvolgere altri magari non particolarmente svegli o piu' facilmente circuibili, Proprio anche per ignoranza culturale che inevitabilmente porta alla mancanza di giudizio personale.

E con la moltiplicazione di questi rigurgiti, io ho perso la pazienza, quindi che ben vengano delle linee di demarcazione ben nette ed evidenti non tra la lana e la luna, ma tra la merda e il resto. E che queste siano molto ben palesi in questa intenzione dileggiatoria.

P.s.

X KAKEGURUI

Non e' una serie trash.
E' una serie che parla del fenomeno del gioco patologico svolto in quanto tale e per quanto tale, con una splendida protagonista femminile (e non come va di moda odiernamente un maschio con le tette) che si barcamena fortemente tra il vizio del gioco svolto per il brivido e l'eccitazione che questo comporta, quindi con comportamento e motivazione di tipo non logico, insieme ad una enorme capacita' logica e manipolatoria.

Molti 'giochi' sono in se' anche molto ben realizzati e si portano dietro anche, addirittura, delle IDEE (merce preziosa ai giorni nostri), e le interazioni tra i personaggi sia dello stesso sesso che tra di loro non sono mai improntati a meri automatismi specialmente di natura stereotipica.

Tra l'altro anzi uno dei personaggi principali e piu' manipolatori della serie come della famiglia sia essa del ramo principale che dei vari rami cadetto.... ha un certo tipo di handycap.

Questo basta e avanza a visualizzare la quantita' di idiozie che sono nel primo post di questo poco ben introdotto topic.

IN CONCLUSIONE

Nessuno specialmente in QUESTO forum, proibira' qualsivoglia di post e di intervento.

Ma, ovviamente, altrettanto nulla vieta di replicare nel modo che si preferisce; a maggior ragione di fronte a quelle che sono palesemente cazzate, ai quali topic e' anzi molto preferibile demarcare in modo il piu' possibile colorato, colorito e schietto.

Di fronte a ipocrisia e a malafede, l'unica arma data all'uomo, da sempre, e' il puro e semplice DILEGGIO.

 

Prosit.

  • Like 1
  • Thanks 2
Link to post
Share on other sites

Ringrazio Shuji per il post. Aggiungo solo che per trashata non intendevo l'accezione negativa di tale termine.

Del resto ho pure visto la S2, (e vedrei la S3) no?^^ Poi, come dicevo, da parte mia questione chiusa.

Edited by Den-chan
Link to post
Share on other sites

Il solito pignolo!^^ Nel (pseudo)linguaggio Nerd ci sono le 'trashate che fanno il giro e diventano capolavori' (esagerando, si capisce).

Poi certo ci sono le trashate e basta (tipo, che so, i film di Boldi e de Sica). Mi riferivo a questo. Sono abbastanza sicuro ci siano altri

esempi nel Forum (ai quali pensavo, ovvio). Magari potevo specificare meglio prima.^^

Nel caso dell'opera in questione sono stati certi eccessi ed esasperazioni nella messa in scena a farmi decidere di inserire

(forse infelicemente) tale termine:-)

Per dire: io adoro Tarantino, ma certe scene dei suoi film mi paiono 'da trashata', senza nulla togliere.

Mi sovviene  ora che tale termine lo usa mio nipote (che studia cinema) per definire certi film (che gli piacciono, beninteso).

Quindi credo sia un modo di dire 'ggiovane'.^^

Edited by Den-chan
Link to post
Share on other sites

Ma no, si diceva anche ai miei tempi. E già allora pensavo che fosse, subconsciamente, il tipico "prestito linguistico " fatto per dissimulare il vero significato, significativo, della parola. Per usare un tipico anglismo gggiovane di oggi, un modo per depotenziare il senso di [colpa da] "guilty pleasure" [piacere peccaminoso]. Un po' come dissimulare a prosituzione dietro a una pletora di anglismi o eufemismi di altro genere, tipo "escort", che so. Una specie di gioco delle tre carte. But again, even if I can speak English pretty easily, I would not indulge in any kind of trash anyway. For trash is trash, it's dirty and stinks, that is. It's not really a matter of mere morals. Is a matter of hygene. And me, I prefer proper things. :-)

Edited by Shito
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.