Jump to content
Pluschan

Da Mazinger Z a Grendizer


Recommended Posts

lo stesso Nagai, come aveva dimostrato ampiamente con "Devilman", non sembrava poi avere troppo interesse a disegnare un manga fedele alla serie tv

 

estratto da: http://www.d-world.jp/italia/nagai/scoprimazz.html

 

tra gli aggiornamenti del sito d/v vi è questo articolo molto interessante sulla storia che ha accompagnato la genesi di mazinger z, e va ad aggiungersi al buon redazionale presente nell' omonimo manga di recente pubblicazione.

alla fine, l' unico mazinger z originale è quello che disegnò da nagai. toei (comunque assieme a nagai), quanto imagawa, hanno lavorato su un' intuizione dell' autore e ciò pone i rispettivi risultati sullo stesso piano critico.

ergo, contrariamente a quanto si poteva pensare, si può discutere su quale sia il migliore tra i due :lolla:

 

(la storia di takahata e miyazaki non l' avevo mai sentita :pazzia: )

Link to post
Share on other sites
  • Replies 220
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Sì, e boh. Non è un capolavoro, direi che siamo sullo shonen medio con molto fanservice nagaiano. Però la trama un po' di curiosità per ora l'ha generata.

Si, altra cosa che non è proprio andata giù ai girellari! :girella2:

Mica tanto curioso, visto il "buon sangue" che scorre tra TOEI e Nagai fin dai tempi di Gaiking...   Probabile facciano un reboot per non aver dispute sulla proprietà intellettuale dei personaggi/m

E' un manga valido. Molto valido, se si considera che ha creato una mitologia che ancora oggi regge. Ai tempi si diceva che l'unica parte buona era quella contenuta nel primo volumetto, quello pubblicato da Shueisha, ma evidentemente non avevano fatto i conti con il fatto che nonostante Shueisha avesse pubblicato un solo tankobon aveva pubblicato su rivista molti episodi che sono apparsi (in parte) nei volumi Kodansha. Si dice anche che sia un manga poco valido perché era solo un progetto secondario rispetto a Devilman, ma in fondo è anche questa una delle sue peculiarità: Nagai si diverte, cazzeggia, unisce momenti estremamente drammatici oggi impossibili da pubblicare in riviste mainstream a comicità anche autoreferenziale. Il suo prendersi poco sul serio però determina anche una certa superficialità nel trattare dei personaggi interessanti non ancora appiattiti dalla bimbominchizzazione televisiva (lavoro che poi farà Imagawa, riprendendo anche un'incredibile quantità di episodi da questo manga modificandoli quel poco da dargli una profondità non troppo apparente nell'originale).

L'edizione Colpi è da sturbo: la riproduzione dei design dei personaggi come apparsi in origine prima delle modifiche dettate dalla serie tv (e delle cazzate settimanali di Nagai!) è davvero mirabile, da nerd filologo all'ultimo stadio, un lavoro presumo molto complicato riuscito ottimamente, tant'è pur notandosi la differenza tra le fonti rivista/tavole originali/tankobon il salto non è poi così drammatico (ho visto volumi italiani "normali" con una resa peggiore), e in alcuni casi addirittura non si nota nemmeno. Un plauso anche alle bellissime copertine (cosa non comune in d/v, anche se il font per "Go Nagai Presents" è veramente orribile, ma vabè, esagero). Carta e stampa sono ottimi, anche se il quarto volume ne ha una diversa, di più facile lettura in confronto ai mattoni precedenti, ma leggermente trasparente. Gli unici minuscoli appunti che posso fare riguardano la riproduzione rimpicciolita delle splash page (ma forse avrebbero aumentato troppo il numero di pagine) e la mancata riproduzione delle tavole a colori apparse su rivista (sì, forse non avrebbero reso benissimo, ma visto che di edizione filologica si tratta...). Edizione definitiva.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Letto ieri il 3° volume e stasera mi finisco il 4°.

Sto manga spigne in maniera decisamente potente. :superfap:

Quoto la rekkia.

Imagawa in Shin Mazinger ha rinarrato buona parte del manga, rielaborando, svecchiando e approfondendo.

Manga che cmq rimane una validissima lettura nonostante gli anni che si porta. Altro che Ota. :hitler:

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

(la storia di takahata e miyazaki non l' avevo mai sentita :pazzia: )

 

La faccenda di Taka-san e Miya-san e dell'occupazione degli uffici Toei io invece me la ricordo :o

Mi pare che Miyazaki stesso ne parlò in una vecchia intervista apparsa su Mangazine. In pratica la Toei, che fino ad allora si era occupata esclusivamente di realizzare uno o due lungometraggi all'anno, decise, sulla scia del successo delle prime serie TV della Mushi di Tezuka, di reallizzarne una propria: Okami shonen Ken (almeno mi pare che fosse quello il titolo XD).

Il risultato fù un considerevole aumento della mole di lavoro per i dipendenti Toei e le conseguenti manifestazioni sindacali a cui accennava anche Colpi.

Fù dopo questi eventi che Isao Takahata, Hayao Miyazaki e Yasuo Otsuka (Il più attivo dei tre a livello sindacale, almeno stando alle dichiarazioni di Miyazaki) abbandonarono la allora Toei Doga per tentare fortuna all'interno di ambienti lavorativi meno oppressivi e difficili.

Ovviamente ho scritto tutto questo per dimostrare, almeno una volta, la mia sconfinata cultura manga e anime :dance2: (poi magari ho scritto solo vaccate... :sweatingbullets: ).

 

Aldilà di questo, bello il Mazinger di Nagai! Erano più di quindici anni che volevo leggerlo! (come vola il tempo, eh? XDXDXD ).

Si può dire (almeno io lo faccio :P ) che, non solo Imagawa per il suo Shin Majinga Zetto, ma anche Anno per Eva TV e Sadamoto per Eva manga ne hanno più che abbondantemente tratto ispirazione (e non solo loro a dire il vero, anzi..).

Per quel che mi riguarda, Go non verrà mai valutato abbastanza per quanto ha inciso sul fumetto e l'animazione giapponesi moderni (se poi appendesse il pennello al chiodo e smettesse di riciclare all'infinito le idee che lo hanno portato al successo, sarebbe ancora meglio ^_^ ).

Link to post
Share on other sites

La faccenda di Taka-san e Miya-san e dell'occupazione degli uffici Toei io invece me la ricordo :o

Mi pare che Miyazaki stesso ne parlò in una vecchia intervista apparsa su Mangazine. In pratica la Toei, che fino ad allora si era occupata esclusivamente di realizzare uno o due lungometraggi all'anno, decise, sulla scia del successo delle prime serie TV della Mushi di Tezuka, di reallizzarne una propria: Okami shonen Ken (almeno mi pare che fosse quello il titolo XD).

Il risultato fù un considerevole aumento della mole di lavoro per i dipendenti Toei e le conseguenti manifestazioni sindacali a cui accennava anche Colpi.

Fù dopo questi eventi che Isao Takahata, Hayao Miyazaki e Yasuo Otsuka (Il più attivo dei tre a livello sindacale, almeno stando alle dichiarazioni di Miyazaki) abbandonarono la allora Toei Doga per tentare fortuna all'interno di ambienti lavorativi meno oppressivi e difficili.

Ovviamente ho scritto tutto questo per dimostrare, almeno una volta, la mia sconfinata cultura manga e anime :dance2: (poi magari ho scritto solo vaccate... :sweatingbullets: ).

:kommu: :kommu: :kommu:

 

(se poi appendesse il pennello al chiodo e smettesse di riciclare all'infinito le idee che lo hanno portato al successo, sarebbe ancora meglio ^_^ ).

mh? sarebbe come chiedere alla ferrari di smettere di produrre ferrari.

 

per il mazinger, facendo un veloce confronto con un paio di edizioni giapponesi passate, dal vol. 2 in poi le differenze diventano sempre più numerose e significative. ad esempio ad un certo punto cambia la sequenza delle storie; tutta la parte a cominciare dall' entrata in scena delle gamia (3/4 del vol 2 ita) fino alla distruzione della sarood (3/4 del vol 3 ita), è conclusiva di quelle edizioni (una del 2003, l' altra un po' più vecchia. ciascuna da 5 vol :ph34r: ).

al suo posto c' è altro che in effetti sembra disegnato con più esperienza :ph34r:

dopodichè in entrambi i casi si passa al capitolo di loreley :ph34r:

anche alcune tavole, rispetto all' edizione d/v, di tanto in tanto presentano un montaggio differente così da allacciarsi a pagine aggiuntive che allungano i combattimenti tra robottoni o scene d' azione, ma contemporaneamente tolgono immediatezza risultando meno d' impatto.

alla fine l' edizione che ci ritroviamo è decisamente più logica ed omogenea di queste con le quali la ho confrontata (dove, ad esempio, quando blocken appare la seconda volta può sembrare che nagai avesse avuto uno svarione poichè è più incisivo della prima; stessa cosa per boss borot, mentre sayaka non si capisce quale robot piloti... insomma un montaggio stranissimo dell' originale); il manga stesso ci guadagna anche perchè, come già detto, non si perde in alcune sequenze aggiuntive che in certe situazioni ne rallentano l' efficacia o smorzano la drammaticità.

peccato solo per blocken perchè lo preferisco col design definitivo XD

Link to post
Share on other sites

:kommu: :kommu: :kommu:

 

E' un lavoro duro, ma qualcuno lo deve pur fare :sisi: ( basta che non sia io, che non ho nessuna fiducia nelle masse e per questo non sono comunista :nono: ).

 

(se poi appendesse il pennello al chiodo e smettesse di riciclare all'infinito le idee che lo hanno portato al successo, sarebbe ancora meglio ^_^ ).

mh? sarebbe come chiedere alla ferrari di smettere di produrre ferrari.

 

Ovviamente è impossibile e controproducente, ma io partivo dalla mia (presuntuosa ed egocentrica) idea, percui un artista che ha dato il meglio di sè in passato, dovrebbe dabbandonare l'attività prima di incominciare a fare vaccate.

Ovviamente penso altrettanto di tutti gli artisti che mi piacciono, come Woody Allen, Sorsese, Kitano, Egawa, ecc. (sempre meglio Nagai di cinepanettoni, Maurizicostanzisciò e cinecocomeri nostrani cmq ).

 

per il mazinger, facendo un veloce confronto con un paio di edizioni giapponesi passate, dal vol. 2 in poi le differenze diventano sempre più numerose e significative. ad esempio ad un certo punto cambia la sequenza delle storie; tutta la parte a cominciare dall' entrata in scena delle gamia (3/4 del vol 2 ita) fino alla distruzione della sarood (3/4 del vol 3 ita), è conclusiva di quelle edizioni (una del 2003, l' altra un po' più vecchia. ciascuna da 5 vol :ph34r: ).

al suo posto c' è altro che in effetti sembra disegnato con più esperienza :ph34r:

dopodichè in entrambi i casi si passa al capitolo di loreley :ph34r:

anche alcune tavole, rispetto all' edizione d/v, di tanto in tanto presentano un montaggio differente così da allacciarsi a pagine aggiuntive che allungano i combattimenti tra robottoni o scene d' azione, ma contemporaneamente tolgono immediatezza risultando meno d' impatto.

alla fine l' edizione che ci ritroviamo è decisamente più logica ed omogenea di queste con le quali la ho confrontata (dove, ad esempio, quando blocken appare la seconda volta può sembrare che nagai avesse avuto uno svarione poichè è più incisivo della prima; stessa cosa per boss borot, mentre sayaka non si capisce quale robot piloti... insomma un montaggio stranissimo dell' originale); il manga stesso ci guadagna anche perchè, come già detto, non si perde in alcune sequenze aggiuntive che in certe situazioni ne rallentano l' efficacia o smorzano la drammaticità.

peccato solo per blocken perchè lo preferisco col design definitivo XD

 

Ah! Che casino hanno compiuto Go e le varie case editrici nel corso degli anni!

In questo frangente non posso che elogiare Colpi e la D/V per il lavoro certosino che hanno fatto.

Solo una curiosità: Pure il Great e Grendizer sono un macello in termini di edizioni proposte o dopo lo Z le cose si sono stabilizzate?

 

P.S

 

Sarò un pervertito e un nostalgico, ma Sayaka è un belvedere in qualsiasi versione l'abbia vista finora XDXDXD

Link to post
Share on other sites

Ah! Che casino hanno compiuto Go e le varie case editrici nel corso degli anni!

In questo frangente non posso che elogiare Colpi e la D/V per il lavoro certosino che hanno fatto.

Solo una curiosità: Pure il Great e Grendizer sono un macello in termini di edizioni proposte o dopo lo Z le cose si sono stabilizzate?

mi sembra, ma non vorrei sbagliarmi, che anche nelle edizioni del great ci sia stato lo spostamento di qualche storia. per grendizer invece non so proprio.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Leggendo il terzo volume ho notato come il Mazinger di Nagai sia molto meglio di quanto mi aspettassi e di quanto lo Shin Mazinger sia fedele all'opera originale... Alla faccia dei girellari... Avrebbero anche potuto mettere i caratteri di "vero" invece che "nuovo"...

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

finito il manga, fino al cambio di editore è molto bello e lo shin ne prende realmente gran parte (anche se in alcune parti continua a non piacermi troppo), peccato per il finale e soprattutto per un volumetto e mezzo praticamente inutili >_< molto simili alla serie anni 70 invece.

 

spero che il great abbia più le atmosfere della prima parte che del finale

Link to post
Share on other sites

con quale storia si conclude l'ultimo volume di questa edizione di mazinger z?

a parte ciò il manga del great anche se breve spigne (e secondo me imagawa, con qualche rimaneggiamento, ne ha inserito 3/4 nello shin mazinger).

Link to post
Share on other sites

con quale storia si conclude l'ultimo volume di questa edizione di mazinger z?

a parte ciò il manga del great anche se breve spigne (e secondo me imagawa, con qualche rimaneggiamento, ne ha inserito 3/4 nello shin mazinger).

 

 

 

 

dopo il cambio di editore ci sono alcune storie scollegate tipo puntate anni settanta poi si vede hell che fugge con la fortezza volante dopo aver fatto espodere tutto con dentro lo Z (così senza introduzioni alla scena ne niente) dopo di che lo Z fa fuori tutti (si vede solo un'esplosione), un pò di riposo e scazzo sulla spiaggia, gordon avverte il generale nero, compare un bel mostrone che polverizza lo Z, kenzo manda il Great a salvare il kuno al figlio e lo fa mandare in america a studiare.

 

 

 

Link to post
Share on other sites

Tra l'altro il Great è annunciato per il mese prossimo a fondo volume, per il resto concordo anch'io che purtroppo l'ultimo volume e la seconda metà del quinto sono molto noiose rispetto al resto del manga.

Lo trovo però migliore di quello di Ota.

Link to post
Share on other sites

la prima parte si di sicuro, il finale di Ota non è per niente male invece soprattutto la parte con la storia di Hell e Blocken che almeno danno un pò di storia e spessore ai 2 personaggi.

 

Sì, parlavo nel complesso, il manga di Ota lo trovo noioso praticamente tutto, con un leggero risollevarsi durante il finale, anche se non troppo (anche perchè il Dr. Hell di Ota è quel che è, quello nagaiano è molto più credibile come leader secondo me), mentre lo Z di Nagai è leggibilissimo fino al cambio di editore, poi è davvero molto castrato per il restante volume e mezzo, il finale è praticamente lasciato alla fantasia dello spettatore per buona metà.

Anche il tratto, Nagai lo trovo decisamente più digeribile di Ota.

Alla fine dei conti trovo quindi lo Z di Nagai decisamente superiore, quello di Ota però ha almeno un finale definito, cosa in cui l'altro deficita un bel pò.

Link to post
Share on other sites

 

 

 

dopo il cambio di editore ci sono alcune storie scollegate tipo puntate anni settanta poi si vede hell che fugge con la fortezza volante dopo aver fatto espodere tutto con dentro lo Z (così senza introduzioni alla scena ne niente) dopo di che lo Z fa fuori tutti (si vede solo un'esplosione), un pò di riposo e scazzo sulla spiaggia, gordon avverte il generale nero, compare un bel mostrone che polverizza lo Z, kenzo manda il Great a salvare il kuno al figlio e lo fa mandare in america a studiare.

 

 

 

se non ho capito male questa è la parte iniziale del manga del great mazinger in alcune edizioni giapponesi.

vabè torno a rosicare fin quando non potrò passare in fumetteria.

Link to post
Share on other sites

Da quello che ho capito nonostante abbiano levato le tavole di cui parlava Roggero sono comunque presenti tavole in più rispetto alle edizioni in volumetto giapponesi, che scazzavano la continuity con l'edizione Kodansha. Sono molto contento della scelta di d/visual di creare un'edizione filologica anche a costo di rendere il passaggio a Kodansha più marcato (la qualità delle storie è comunque talmente compromessa da farsi notare lo stesso, cambiamenti di design a parte).

Nonostante tutto sono comunque dell'avviso che lo Shin Mazinger vada considerato un'opera di Imagawa tanto quanto un'opera di Nagai, anche a livello di sceneggiatura.

 

Tra l'altro noto che il mostrazzo finale di Hell in Shin Mazinger ha i(l) volto(volti) dell'isola di Bardos nel sesto volume :pazzia:

Link to post
Share on other sites

"nì" nel senso che per me lo shin è al 50% fedele alla parte pre cambio editore del manga più un 40% di altra roba di nagai presa qua e la + un 10 % di imagawa a livello di trama ed idee in genere, solo che operando imagawa le scelte di cosa prendere qua e la ecc secondo me lo shin è più suo che di nagai (a meno che si siano seduti a tavolino a fare tali scelte >_< )

 

Credo che abbia comunque operato in gran parte scelte che rispecchino lo "spirito nagaiano" (almeno da quello che ho letto io di nagai).

I difetti dello shin a mio gusto sono che ha esagerato col trollaggio ed ha riciclato troppo l'idea del travestimento

Link to post
Share on other sites

Da quello che ho capito nonostante abbiano levato le tavole di cui parlava Roggero sono comunque presenti tavole in più rispetto alle edizioni in volumetto giapponesi, che scazzavano la continuity con l'edizione Kodansha. Sono molto contento della scelta di d/visual di creare un'edizione filologica anche a costo di rendere il passaggio a Kodansha più marcato (la qualità delle storie è comunque talmente compromessa da farsi notare lo stesso, cambiamenti di design a parte).

Nonostante tutto sono comunque dell'avviso che lo Shin Mazinger vada considerato un'opera di Imagawa tanto quanto un'opera di Nagai, anche a livello di sceneggiatura.

 

Tra l'altro noto che il mostrazzo finale di Hell in Shin Mazinger ha i(l) volto(volti) dell'isola di Bardos nel sesto volume :pazzia:

uhm, dunque... dopo la battaglia "extended" dell'armata mazinger succede più o meno proprio ciò a cui ti riferisci e che si vede alla fine di shin mazinger (ma anche un po' mazinkaiser, solo che lì c'era ashura a prendersi le mazzate). ovvero hell caccia fuori il gordon dall'isola e se la vede con koji sul mazinger, morendo. dunque quest'ultimo presente nell'edizione d/v è il vero finale (come quello della serie toei?), che negli anni è stato sostituito dall'altro.

in ogni caso col vol 6 dello z dovremmo essere già quasi alla fine del primo vol del great secondo alcune recenti suddivisioni dei due manga... però la pubblicità dell'epoca, presente nella nostra edizione, fa capire che in realtà nagai aveva inserito il great in chiusura del manga dello z (e non il contrario).

concordo sul giudizio su come sono state presentate le storie in questa edizione; mischiare quelle che spingono con quelle di matrice televisiva avrebbe abbassato il livello in generale.

Link to post
Share on other sites

uhm, dunque... dopo la battaglia "extended" dell'armata mazinger succede più o meno proprio ciò a cui ti riferisci e che si vede alla fine di shin mazinger (ma anche un po' mazinkaiser, solo che lì c'era ashura a prendersi le mazzate). ovvero hell caccia fuori il gordon dall'isola e se la vede con koji sul mazinger, morendo. dunque quest'ultimo presente nell'edizione d/v è il vero finale (come quello della serie toei?), che negli anni è stato sostituito dall'altro.

in ogni caso col vol 6 dello z dovremmo essere già quasi alla fine del primo vol del great secondo alcune recenti suddivisioni dei due manga... però la pubblicità dell'epoca, presente nella nostra edizione, fa capire che in realtà nagai aveva inserito il great in chiusura del manga dello z (e non il contrario).

concordo sul giudizio su come sono state presentate le storie in questa edizione; mischiare quelle che spingono con quelle di matrice televisiva avrebbe abbassato il livello in generale.

 

Sono però rimasto un attimo indietro coi passaggi: quindi, la parte in cui Z si scontra col King of Hell la vedremo nel manga del Great? O non la vedremo?

Link to post
Share on other sites

in teoria, visto che hell è già stato sconfitto e il great è arrivato, non si dovrebbe vedere.

 

Sì sì, lo so che a rigor di trama è impossibile, ma speravo che venisse comunque ripresa la sequenza anche solo come "bonus" del manga, perché è molto, molto bella.

 

Ma il king of Hell non era un parto della serie dello Shin?

 

Nu, in un'altra edizione del manga, Z combatte contro il King of Hell, uguale a quello di Shin (anche come grandezza):

 

gm1-058.jpg

 

Non è la foto migliore, ma adesso non ho tempo di tirarne giù altre dalla scanlation jappa che ho.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.