Jump to content

Saint Seiya - Games


Recommended Posts

Non sono cosi' certo di richieste mostruose per far caricare su uno stesso server piu' locations di uno stesso gioco; certo magari per gestire migliaia di pg e' il caso di adoperarne piu' di uno.

Dipende anche da com'e' strutturato il server di gioco, se e' necessario lanciare tante istanze del server quante le location/mondi oppure no.

 

Ho affromtato il discorso 'banda passane' diversi anni fa con diversi carrier, e le cose stanno molto meglio ora rispetto ad allora; diversi anni fa quando i mmorpg si affacciavano sul mercato avevano forti problemi di lag per giocatori non dello stesso territorio del server, specialmente perche' costando molto si vendeva con tagli fortemente asimetterici tra nazionale e internazionale, ossia spesso (oddio, anche ora non e' che le cose siano moltissimo differenti) per contener ei costi si acquistava banda 'aperta' in un certo modo per il nazionale e molto meno per l'internazionale.

Qualche anno fa mi ero fatto fare un po' di preventivi ad esempio da Colt, e si risparmiava parecchio stando su meno del 50% di banda internazionale.

(a seconda delle necessita' di numero utenti, si andrebbe da una 8mb a una 34mb almeno).

 

Sulla fattibilita' dipende tutto da com'e' realizzato il server di gioco, sulla quantita' di dati e di come questi sono gestiti dai client (ad esempio se il modello di wilderness, aka spazio aperto, e' generato inviando dati di location oppure viene calcolato piu' o meno sul momento con dei modelli matematici; cosa che influisce non poco sul LAG).

 

Alla fine comunque sono abbastanza convinto anch'io che non si trattera' altro che di un picchia duro piu' o meno evoluto, e che se avra' componenti EUMATE sara' tutto oro che cola  :whistle:

Link to comment
Share on other sites

Quote

Non sono cosi' certo di richieste mostruose per far caricare su uno stesso server piu' locations di uno stesso gioco; certo magari per gestire migliaia di pg e' il caso di adoperarne piu' di uno.

Dipende anche da com'e' strutturato il server di gioco, se e' necessario lanciare tante istanze del server quante le location/mondi oppure no.


Beh, se vuoi rimanere nei canoni di Saint Seiya e decidi che c'è un server/mondo di gioco per ogni 214 Cloth (290 se decidi di inserirci anche 76 Black Cloth (ho assunto che non esistano i corrispettivi Black delle Gold Cloth)), devi per forza prevedere un gioco estesamente istanziato, dove ad ogni istanza corrisponde un mondo separato dagli altri.
E per far ciò un minimo di potenza bruta ti serve per forza, visto che il/i server fisico/i dovrà/dovranno replicare i calcoli per n volte, tante quante sono i mondi di gioco (con le relative istanze per i dungeon/zone per questare/etc.).


Quote

Ho affromtato il discorso 'banda passane' diversi anni fa con diversi carrier, e le cose stanno molto meglio ora rispetto ad allora; diversi anni fa quando i mmorpg si affacciavano sul mercato avevano forti problemi di lag per giocatori non dello stesso territorio del server, specialmente perche' costando molto si vendeva con tagli fortemente asimetterici tra nazionale e internazionale, ossia spesso (oddio, anche ora non e' che le cose siano moltissimo differenti) per contener ei costi si acquistava banda 'aperta' in un certo modo per il nazionale e molto meno per l'internazionale.

Qualche anno fa mi ero fatto fare un po' di preventivi ad esempio da Colt, e si risparmiava parecchio stando su meno del 50% di banda internazionale.

(a seconda delle necessita' di numero utenti, si andrebbe da una 8mb a una 34mb almeno).


Dati numerici non ne ho a disposizione (nemmeno ho competenze specifiche di reti, quindi se mi ha coglionato non lo posso dire), però parlando con un tecnico di rete un 3-4 anni fà, mi disse che molti problemi riscontrati nelle connessioni a server di gioco internazionali eran da attribuirsi alla differenza che passa tra le varie reti nazionali a livello di velocità di upload delle utenze domestiche. E che per cercare di limitare quanti più danni possibile conveniva ai gestori del server avere quanta più banda disponibile possibile, nei limiti di un ragionevole budget di spesa.


Quote

Sulla fattibilita' dipende tutto da com'e' realizzato il server di gioco, sulla quantita' di dati e di come questi sono gestiti dai client (ad esempio se il modello di wilderness, aka spazio aperto, e' generato inviando dati di location oppure viene calcolato piu' o meno sul momento con dei modelli matematici; cosa che influisce non poco sul LAG).


Se si mantengono sull'idea che 214/290 Cloth = un mondo, la wilderness tanto estesa non potrà essere; già un estensione di territorio grande quanto le Outland di WoW è un'estensione enorme per quella quantità di giocatori: potrebbero passare settimane prima che due player possano incontrarsi.
A mio parere, potrebbero ricalcare l' schema di Guild wars: stanze/città/villaggi comuni dove i player possano incontrarsi, interagire coi vari NPC Quest Givers/ Vendors / Trainers, e dove poter formare gruppi per poi accedere ad istanze separate per gruppi, ove poter questare ed accumulare esperienza.
Resta da vedere anche come verrà gestita la parte del level up/quest/istances/dungeon/etc.: Saint Seiya, se vogliono mantenere l'impostazione del manga, è più orientato al PvP (Player versus Player) che non al PvE (Player versus Enemy, dove quest'ultimo è inteso come "mostro/mob/boss" controllato dalla CPU).

Tecnicamente, potrebbero realizzare il server in modo che l'incombenza di calcolare i dettagli grafici dei Pg/mob/effetti grafici sia deputata al computer dell'utente, lasciando al solo server di gioco i calcoli riguardanti statistiche, danni inflitti/subiti, la posizione dei vari giocatori/mob/bos/oggetti/etc. Oltre che, naturalmente, alla gestione delle AI dei vari NPC nel mondo di gioco.


Quote

Alla fine comunque sono abbastanza convinto anch'io che non si trattera' altro che di un picchia duro piu' o meno evoluto, e che se avra' componenti EUMATE sara' tutto oro che cola  :whistle:


C'è anche un'altra cosa da considerare: come gestire il Cosmo di un Saint.
Seiya è un Bronze Saint, ma gia alla fine del Santuary acquisisce la possibilità di espandere il suo Cosmo ai livelli di un Gold Saint (anche piuttosto potente).
Jabu è ugualmente un Bronze Saint, ma alla fine del Sanctuary il suo massimo Cosmo può a malapena essere equiparato ad un Silver Saint di infimerrimo livello.
Un MMORPG sarebbe l'ideale per questa gestione (un picchiaduro lo vedo difficilmente compatibile con una gestione di livelli di Cosmo differenti anche all'interno della medesima categoria di Saint), se non fosse che l'andazzo di quelli moderni è quello di avere statistiche identiche per classe di personaggi e differenziarle in base alla razza e, sopratutto, all'equipaggiamento.
Ma in Saint Seiya c'è una sola razza, una sola classe (il Saint, altre classi avrebbero poco o nessun senso, visto che sarebbero eccessivamente underpowered rispetto ai Saint) ed un solo tipo di equipaggiamento, disponibile in 3 versioni differenti.
Siamo un pò sotto ai requisiti minimi anche per un RPG offline, figuriamoci per uno online.
Link to comment
Share on other sites

Quote

Beh, se vuoi rimanere nei canoni di Saint Seiya e decidi che c'è un server/mondo di gioco per ogni 214 Cloth (290 se decidi di inserirci anche 76 Black Cloth (ho assunto che non esistano i corrispettivi Black delle Gold Cloth)),


E' corretto. Non esistono versioni black delle gold cloth. Delle silver invece si'.
Piuttosto, possono esistere le surplice di tutte le 88 cloth, e nulla vieta che esistano anche per le scale.
Link to comment
Share on other sites

Quote

Dati numerici non ne ho a disposizione (nemmeno ho competenze specifiche di reti, quindi se mi ha coglionato non lo posso dire), però parlando con un tecnico di rete un 3-4 anni fà, mi disse che molti problemi riscontrati nelle connessioni a server di gioco internazionali eran da attribuirsi alla differenza che passa tra le varie reti nazionali a livello di velocità di upload delle utenze domestiche. E che per cercare di limitare quanti più danni possibile conveniva ai gestori del server avere quanta più banda disponibile possibile, nei limiti di un ragionevole budget di spesa.


Guarda, ti cito parte di un preventivo riservato di fine 2002/2003.
8 Mbps, Fornitura di banda garantita 100% nazionale e 25% internazionale; Una tantum 3.090 €, 3.525 € mensile.
Salendo fino ai 34 passando per 10 e successivi step il costo e' praticamente esponenziale. (poi c'e' tolleranza percentuale verso l'alto e verso il basso prima del blocco di fornitura banda per tot periodo e anche quello si ottiene specialmente con modelli statistici anche predittivi in base ll'uso precedente, in genere i fornitori infatti consigliano/avano di partire da un server con apertura 2, per poi alla bisogna salire).

Cio' che dici sull'upload e' vero, ma il tecnico non ha presente la dimensione commerciale della gestione dell'apertura dei server di gioco all'estero, e assai poco raramente c'e' apertura totale di banda internazionale, che incide non poco sui costi complessivi.

A maggior ragione questa e' anche una delle differenze che passano tra accedere da una adsl via telecom all'interno del territorio nazionale e la differenza che c'e' altrove all'estero; gli upgrade per le linee vengono fatti principalmente per il territorio nazionale, ma la asimettricita' con l'estero rimane.

A questo si aggiunge anche l'altra asimettricita' data dal differenziale dell'upload rispetto al download, ed ecco da dove viene la maggior parte dei problemi di lag da server esteri.

Comunque come vedi dal preventivo, il costo della banda e' assai diminuito nel tempo, anche se poi se sali da una cdn da 2mb in su i costi sono sempre sostenuti.

Quote

C'è anche un'altra cosa da considerare: come gestire il Cosmo di un Saint.

Seiya è un Bronze Saint, ma gia alla fine del Santuary acquisisce la possibilità di espandere il suo Cosmo ai livelli di un Gold Saint (anche piuttosto potente).

Jabu è ugualmente un Bronze Saint, ma alla fine del Sanctuary il suo massimo Cosmo può a malapena essere equiparato ad un Silver Saint di infimerrimo livello.

Un MMORPG sarebbe l'ideale per questa gestione (un picchiaduro lo vedo difficilmente compatibile con una gestione di livelli di Cosmo differenti anche all'interno della medesima categoria di Saint), se non fosse che l'andazzo di quelli moderni è quello di avere statistiche identiche per classe di personaggi e differenziarle in base alla razza e, sopratutto, all'equipaggiamento.

Ma in Saint Seiya c'è una sola razza, una sola classe (il Saint, altre classi avrebbero poco o nessun senso, visto che sarebbero eccessivamente underpowered rispetto ai Saint) ed un solo tipo di equipaggiamento, disponibile in 3 versioni differenti.

Siamo un pò sotto ai requisiti minimi anche per un RPG offline, figuriamoci per uno online.


Basterebbe anche usare un modello skill based invece che un class based ;)

Sarebbe perfetto ad esempio uno skill 'settimo senso' che si possa 'gainare' ed avanzare solo da un determinato livello in poi.
Il cosmo poi si potrebbe usare come tipica variabile 'mana', in relazione a differenti skill (come il settimo senso) imparabili e migliorabili percentualmente solo da un determinato livello in poi.
Link to comment
Share on other sites

Non mi pare Kurumada si sia mai posto il problema degli 88 cloth... quando Shiryu va a aggiustare il suo cloth e quello di Seiya, si scontra con un centinaio di saint morti e ognuno ha il proprio cloth.......

Quando in teoria il cloth viene tramandato di saint in saint, senza farne "copie".

Link to comment
Share on other sites

Sulla parte relativa alla banda, mi fido delle tue informazioni (son anche abbastanza logiche, a pensarci bene).

Il tizio che mi fornì le informazioni, in effetti, gestiva una rete per un'azienda solamente a livello tecnico: la parte economico contrattuale non gli competeva. Si parla anche di 3-4 anni fà; alcune cose saran cambiate (voglio sperare in meglio).

 

Quote

Quote

C'è anche un'altra cosa da considerare: come gestire il Cosmo di un Saint.

 

Seiya è un Bronze Saint, ma gia alla fine del Santuary acquisisce la possibilità di espandere il suo Cosmo ai livelli di un Gold Saint (anche piuttosto potente).

 

Jabu è ugualmente un Bronze Saint, ma alla fine del Sanctuary il suo massimo Cosmo può a malapena essere equiparato ad un Silver Saint di infimerrimo livello.

 

Un MMORPG sarebbe l'ideale per questa gestione (un picchiaduro lo vedo difficilmente compatibile con una gestione di livelli di Cosmo differenti anche all'interno della medesima categoria di Saint), se non fosse che l'andazzo di quelli moderni è quello di avere statistiche identiche per classe di personaggi e differenziarle in base alla razza e, sopratutto, all'equipaggiamento.

 

Ma in Saint Seiya c'è una sola razza, una sola classe (il Saint, altre classi avrebbero poco o nessun senso, visto che sarebbero eccessivamente underpowered rispetto ai Saint) ed un solo tipo di equipaggiamento, disponibile in 3 versioni differenti.

 

Siamo un pò sotto ai requisiti minimi anche per un RPG offline, figuriamoci per uno online.

 

 

 

Basterebbe anche usare un modello skill based invece che un class based ;)

 

 

 

Sarebbe perfetto ad esempio uno skill 'settimo senso' che si possa 'gainare' ed avanzare solo da un determinato livello in poi.

 

Il cosmo poi si potrebbe usare come tipica variabile 'mana', in relazione a differenti skill (come il settimo senso) imparabili e migliorabili percentualmente solo da un determinato livello in poi.

 

Si, anche.

Però devi fare in modo che le stat (sulle quali si basano le skill per il calcolo delle probabilità di successo e/o sulla quantità di danni inflitti dalle skill di combattimento) del personaggio possano essere aumentate a tuo piacimento e non automaticamente al passaggio di livello, di un tot uguale per tutti.

Altrimenti, tutti quelli che hanno la skill "Settimo Senso Rank 1" e son del 45° livello avranno lo stesso livello di Cosmo e, a parità di equip, faranno gli stessi danni, avranno le stesse resistenze e la medesima difesa, etc.

 

C'è ancora una cosa da considerare (m'è venuta in mente stamane guardando la (finalmente) ultima puntata di CdZH: la quantità di tecniche di combattimento a disposizione dei PG.

Da che mi ricordi, il personaggio di Saint Seiya che ha più tecniche a disposizione è Hyoga con 5 (Diamond Dust, Aurora Thunder Attack, Koliso, Aurora Execution e il Freezing Coffin (anche se quest'ultima la utilizza poco)). Un pò poche vista la quantità industriale di tecniche, spell ed abilità a disposizione dei MMORPG moderni.

Probabilmente potrai far imparare al tuo avatar quante tecniche vorrai, ma allora diventa più simile a un Dragonball con le Cloth che non a Saint Seiya.

 

 

Quote

Non mi pare Kurumada si sia mai posto il problema degli 88 cloth... quando Shiryu va a aggiustare il suo cloth e quello di Seiya, si scontra con un centinaio di saint morti e ognuno ha il proprio cloth.......

 

Quando in teoria il cloth viene tramandato di saint in saint, senza farne "copie".

 

Ma quelli con i quali si scontra Shiryu non eran una specie di illusione creata a difesa del Jamir?

Link to comment
Share on other sites

Quote

Ma quelli con i quali si scontra Shiryu non eran una specie di illusione creata a difesa del Jamir?


No, ci sono davvero gli scheletri con indosso le cloth. Cmq il numero di 88 Saint e' un pro-forma, perche' attualmente le costellazioni note sono 88. In realta', cosi' come i nomi e il numero delle costellazioni e' cambiata nei secoli, cosi' sono cambiati i cloth. Per esempio, abbiamo un silver saint di Cerbero, costellazione che oggi non esiste piu' (e' stata inglobata in Ercole). L'unica a conoscere il numero esatto dei cloth e' Athena, nemmeno il grande sacerdote ne e' a conoscenza.

Per quanto riguarda il settimo senso... beh, in Saint Seiya viene chiamato Cosmo, ma nel buddismo si chiama... Mana. Esatto, e' proprio quello.  :thumbsup:

Cmq tutte queste osservazioni sul gioco mi fanno pensare a una sola cosa: che quando uscira' quello ufficiale sara' una cagata, perche' non potra' mai rispettare tutte quelle regole che state elencando  :rotfl:
Link to comment
Share on other sites

Quote

Quote

Ma quelli con i quali si scontra Shiryu non eran una specie di illusione creata a difesa del Jamir?




No, ci sono davvero gli scheletri con indosso le cloth.


Ah, beh, mi ricordavo male.. :-[


Quote

Cmq il numero di 88 Saint e' un pro-forma, perche' attualmente le costellazioni note sono 88. In realta', cosi' come i nomi e il numero delle costellazioni e' cambiata nei secoli, cosi' sono cambiati i cloth. Per esempio, abbiamo un silver saint di Cerbero, costellazione che oggi non esiste piu' (e' stata inglobata in Ercole). L'unica a conoscere il numero esatto dei cloth e' Athena, nemmeno il grande sacerdote ne e' a conoscenza.


Mmmm. Questo offre a Kurumada la scusa per metterci quante Cloth vuole. :noexp​ression: :noexp​ression:


Quote

Per quanto riguarda il settimo senso... beh, in Saint Seiya viene chiamato Cosmo, ma nel buddismo si chiama... Mana. Esatto, e' proprio quello.  :thumbsup:


Togo!!
In WoW ho un mago col settimo senso e non lo sapevo!! Uau!!!


Quote

Cmq tutte queste osservazioni sul gioco mi fanno pensare a una sola cosa: che quando uscira' quello ufficiale sara' una cagata, perche' non potra' mai rispettare tutte quelle regole che state elencando  :rotfl:


Beh, no, se ci mette le mani il Kuru può sempre venir fuori peggio. ;D;D;D

A parte gli scherzi, una parte delle osservazioni fatte riguarda le eventuali meccaniche del gioco (aspetto del world, calcolo delle statistiche, algoritmi per la determinazione delle porbabilità di riuscita di un'azione/attacco, per il calcolo dei danni, etc.), che son slegate dalle meccaniche proprio dell'universo Saint Seiya.
Link to comment
Share on other sites

nella Gigantomachia c'e' una buona spiegazione sul numero dei Cloth, cioe' che 88 e' il numero "pro forma", ma il numero reale e' sconosciuto e cambiano nel corso dei secoli per adattarsi alle necessita', quando serve il Saint del Sestante ecco che arriva, dato che ci si picchia regolarmente contro Hades il Saint di Cerbero e' ancora on-line, etc.(e' spiegato meglio nel romanzo)

 

non so quanto la Gigantomachia sia in continuity, ma la spiegazione e' funzionale e spiega anche i Cloth distrutti nel Jamir

 

per il Cosmo, IMHO funzionera' similmente alla Rage dei Warrior di WoW, parte da zero e aumenta durante il combattimento... con la quantita' eo la velocita' di acquisizione del CosmoRage che aumenta col passare dei livelli(con i Cloth che influenzano la cosa)

Link to comment
Share on other sites

Quote

C'è ancora una cosa da considerare (m'è venuta in mente stamane guardando la (finalmente) ultima puntata di CdZH: la quantità di tecniche di combattimento a disposizione dei PG.


Che stomaco.Io alla nona non ce l'ho più fatta a farmi violenza e vedere LO scempio,da appassionato di Saint Seiya vederlo distrutto così da un branco di affetti della sindrome di Peter Pan mi disgusta profondamente.
Per le tecniche non è un grosso problema,basta far scegliere la tipologia di tecniche (Ghiaccio,illusorie,paranormali,cazzottoni ad libitum,ecc.) e le varie tecniche te le inventi,magari mettendo dei limiti su cosa si possa imparare a seconda di statistiche e predisposizione.

Per il resto,finchè non si saprà di più sul gioco resto dell'idea che è un Mmorpg,non c'è un motivo logico che sia uno per fare un picchiaduro espressamente online,senza almeno una componente preponderante offline,così come faranno per Street Fighter 4 e hanno già fatto per altri picchiaduro(Soul calibur e Dead or Alive),sulle caratteristiche vedremo cosa tirano fuori.Rimango della mia idea che un metodo alla Archlord potrebbe funzionare,pur essendo un casino da implementare,quello che realmente potrebbe causare macello è Kurumada.L'ho detto che pare lo sviluppi la SEGA?Gli unici semi-mmorpg loro che ricordo sono i Phantasy Star,forse si potrebbe partire da quelli,ma non è che mi piacessero granchè (anche se li giocavo solo off-line..)
Link to comment
Share on other sites

Quote

Quote

C'è ancora una cosa da considerare (m'è venuta in mente stamane guardando la (finalmente) ultima puntata di CdZH: la quantità di tecniche di combattimento a disposizione dei PG.




Che stomaco.Io alla nona non ce l'ho più fatta a farmi violenza e vedere LO scempio,da appassionato di Saint Seiya vederlo distrutto così da un branco di affetti della sindrome di Peter Pan mi disgusta profondamente.


Vedi, ormai la curiosità di vedere fin dove si erano spinti nell'adattamento m'è rimasta.


Quote

Per le tecniche non è un grosso problema,basta far scegliere la tipologia di tecniche (Ghiaccio,illusorie,paranormali,cazzottoni ad libitum,ecc.) e le varie tecniche te le inventi,magari mettendo dei limiti su cosa si possa imparare a seconda di statistiche e predisposizione.


Il problema non è tanto la tipologia delle varie tecniche di combattimento (ghiaccio, fuoco, illusione, etc.)
Ma proprio la quantità di "spell" (chiamiamole così) a disposizione del PG.
I Saint non brillano per versatilità nelle tecniche a disposizione, usan sempre i soliti 2-3 Colpi. Al massimo la differenza la fà il livello di Cosmo che viene utilizzato dai Saint nel corso dei duelli.
Solo che, con 2-3 Colpi a disposizione, un duello in un MMORPG rischia di essere poco "coivolgente" e senza nessun tipo di tattica. Tolti pochissimi Saint, nessuno ha abilità e/o colpi speciali in grado di indebolire/immobilizzare/incapacitare/ridurre l'abilità di combatimento di un Pg avversario. Rischia di diventare un menamenapichiapichia dove prevale chi ha le stat più pompate e non chi sà "giocare" il proprio PG.



Quote

Per il resto,finchè non si saprà di più sul gioco resto dell'idea che è un Mmorpg,non c'è un motivo logico che sia uno per fare un picchiaduro espressamente online,senza almeno una componente preponderante offline,così come faranno per Street Fighter 4 e hanno già fatto per altri picchiaduro(Soul calibur e Dead or Alive),sulle caratteristiche vedremo cosa tirano fuori.Rimango della mia idea che un metodo alla Archlord potrebbe funzionare,pur essendo un casino da implementare,quello che realmente potrebbe causare macello è Kurumada.L'ho detto che pare lo sviluppi la SEGA?Gli unici semi-mmorpg loro che ricordo sono i Phantasy Star,forse si potrebbe partire da quelli,ma non è che mi piacessero granchè (anche se li giocavo solo off-line..)


Sul fatto che potrebbe essere un MMORPG e non un picchiaduro non ci metterei la mano sul fuoco: è ovvio che un MMORPG è la scelta più logica e sensata. Ma non dimenticare che c'è coivolto direttamente Kurumada: capace che tiri fuori un Card Battle Online... dry.gifdry.gif :goccia:

Archlord non lo conosco (son andato sul sito e ho visto che è free to play con un sistema di economia con soldi reali per l'acquisto di equip/abilità/skill/etc di alto livello). Se trovo tempo e voglia magari lo provo.

Pensavo si rivolgerssero alla NCSoft, ditta coreana leader nei MMORPG orientali. Visto che son anche i creatori di Guild Wars, gioco potentemente istanziato, potenzialmente un tipo di gioco adattabile al Saint Seiya-Verse
Link to comment
Share on other sites

Quote

nella Gigantomachia c'e' una buona spiegazione sul numero dei Cloth, cioe' che 88 e' il numero "pro forma", ma il numero reale e' sconosciuto e cambiano nel corso dei secoli per adattarsi alle necessita', quando serve il Saint del Sestante ecco che arriva, dato che ci si picchia regolarmente contro Hades il Saint di Cerbero e' ancora on-line, etc.(e' spiegato meglio nel romanzo)



non so quanto la Gigantomachia sia in continuity, ma la spiegazione e' funzionale e spiega anche i Cloth distrutti nel Jamir


Direi che la questione "quantità di Cloth" possa venir aggirata da questa. :noexp​ression: :noexp​ression: :goccia:


Quote

per il Cosmo, IMHO funzionera' similmente alla Rage dei Warrior di WoW, parte da zero e aumenta durante il combattimento... con la quantita' eo la velocita' di acquisizione del CosmoRage che aumenta col passare dei livelli(con i Cloth che influenzano la cosa)


Potrebbe essere una soluzione.
Ma bisognerebbe prevedere un sistema che permetta al Player di "controllare" questa acquisizione: nel manga/anime l'accumulo e la crescita del Cosmo di un Saint è legato alla volontà guerriera del Saint stesso.
Rendere questa acquisizione automatica potrebbe rendere i duelli "problematici"
Bisogna anche considerare che la Rage in WoW scende se non combatti. In Saint Seiya ci son esempi di duelli nei quali il Cosmo dei combattenti è elevato sin dall'inizio. O duelli nei quali il Cosmo raggiunge la massima potenza in una frazione di secondo.
Legare il livello iniziale di Cosmo al Rank dell'abilità "Cosmo" del Pg potrebbe essere un'idea, mentre l'acquisizione/accumulo di Cosmo la potresti far influenzare dall'eventuale talento "Settimo Senso": se c'è l'hai accumuli "Cosmo Point" più velocemente che non avendocelo.


Mmmmm, tutto 'sto parlar di meccaniche RPGistiche m'ha fatto venir voglia discriverne uno cartaceo... :happy:
Link to comment
Share on other sites

beh, si potrebbe "semplicemente" mettere delle abilita' con cooldown che aumentano il Cosmo di botto.

 

considera che de facto i bronznini non partono mai a cosmo pieno.

 

per le tecniche, direi che si puo' mettere un set di attacchi fisici "base"(calci, pugni etc) che si possono combinare, e dare punti da distribuire nelle varie specifiche, che influenzano anche le tipologie e i valori delle tecniche segrete... magari che si possono costumizzare nel nome

Link to comment
Share on other sites

Anche qua lo skill oriented mostra la via; maestri dove imparare le cose piu' remote ai quattro angoli del globo in modo da poter avere un aggiornamento a seconda dei casi e per far durare il gioco (magari raggiungibili di per se' dopo mille casini da affrontare), e una marea di abilita' collateraili piu' dedicate allo scontro fisico o meno, con ovviamente abilita' piu' "fighe" da imparare ed usare solo dopo aver raggiunto determinato livello in alcune basilari et voila', almeno una dozzina di abilita' anche solo di combattimento 'basilari' (calci, pugni, salti, spazzata, chuk norris, cioe' calci girati, etc, le basi necessarie e richieste per poi poter usare abilita' piu' o meno esoteriche).

Link to comment
Share on other sites

Quote

Mmmmm, tutto 'sto parlar di meccaniche RPGistiche m'ha fatto venir voglia discriverne uno cartaceo...


we se ti vengono idee parliamone che io tempo avevo pensato di utilizzare il sistema di ken il guerriero per fare un gdr dei saint però non mi piace granchè come sistema
Link to comment
Share on other sites

Quote

Anche qua lo skill oriented mostra la via; maestri dove imparare le cose piu' remote ai quattro angoli del globo in modo da poter avere un aggiornamento a seconda dei casi e per far durare il gioco (magari raggiungibili di per se' dopo mille casini da affrontare), e una marea di abilita' collateraili piu' dedicate allo scontro fisico o meno, con ovviamente abilita' piu' "fighe" da imparare ed usare solo dopo aver raggiunto determinato livello in alcune basilari et voila', almeno una dozzina di abilita' anche solo di combattimento 'basilari' (calci, pugni, salti, spazzata, chuk norris, cioe' calci girati, etc, le basi necessarie e richieste per poi poter usare abilita' piu' o meno esoteriche).


Si, sarebbe anche un buon sistema.
Se non fosse che, ammesso e non concesso che si voglia restare in qualche modo fedeli al canone di Saint Seiya, i maestri sparsi per il globo non ne fanno proprio parte: ogni Saint ha il suo unico maestro.
Anche per le tecniche (calci, pugni, ChuckNorris  ;D ) sarebbe un buon sistema, solo che, messa così, somiglia più ad un picchiapicchia online che non un MMORPG.
Anche se una fusione tra i due generi, forseforse, male non verrebbe fuori....


Quote

beh, si potrebbe "semplicemente" mettere delle abilita' con cooldown che aumentano il Cosmo di botto.



considera che de facto i bronznini non partono mai a cosmo pieno.


Si, il cooldown potrebbe andare bene, se limitato ad alcuni minuti.
Per il Cosmo, devi anche considerare che, come per WoW, la storia di Saint Seiya farebbe da mero contorno: scopo del gioco non sarebbe replicare gli scontri dei Bronzini, ma di far combattere Saint controlati da Player tra di loro.


Quote

per le tecniche, direi che si puo' mettere un set di attacchi fisici "base"(calci, pugni etc) che si possono combinare, e dare punti da distribuire nelle varie specifiche, che influenzano anche le tipologie e i valori delle tecniche segrete... magari che si possono costumizzare nel nome


Si ricade nel caso del "picchiapicchia" esposto sopra.
Per i nomi... temo che nominarli ex novo porterebbe via troppo spazio nel database del gioco.


Quote

Quote

Mmmmm, tutto 'sto parlar di meccaniche RPGistiche m'ha fatto venir voglia discriverne uno cartaceo...




we se ti vengono idee parliamone che io tempo avevo pensato di utilizzare il sistema di ken il guerriero per fare un gdr dei saint però non mi piace granchè come sistema


Ehhh, come corri... ;D;D
Fammi decantare un pò le idee.
Comunque, più che un RPG vero e proprio, magari esce meglio un SRPG.
Per il tipo di regole, debbo ancora pensarci, ma dubito che utilizzerei un sistema tipo Ken; manco a me è piaciuto molto, lo trovai un pò "limitante".
Pensandoci così, a caldo, forse mi orienterei verso un sistema tipo GURPS. O verso una versione semplificata di AD&D.
O, magari, creerei delle regole per il leveling da applicare ad un set di regole per combattimenti tra miniature (tipo WH40K).
Lasciamici pensare qualche giorno.

Se mi viene in mente qualcosa, comunque, ti faccio sapere.


Quote

(io ne avrei scritto uno e realizzato il relativo mondo da un po' di tempo, ma ne parlero' piu' in la'  :whistle: )


Se non lo fai, ti lego ed una sedia e ti costringo a sorbirti ad libidum De Palma che ti doppia in diretta Meikai, Tenkai, Kefai, Kevuoy e compagnia bella

;D;D
Link to comment
Share on other sites

Beh, se mi riesce di contattare il mio vecchio Master (NON in quel senso, vecchi porci  :rotfl: ), ci sta che lo recuperi senza pagare uno sgheo: a lui il materiale White Wolf piaceva.

 

Anche perchè, per il momento, come poter rendere/gestire il Cosmo mica mi è venuta ancora in mente... :(

Link to comment
Share on other sites

se ti diverti a tirare palate di dadi buon per te, io preferisco assecondare lo scopo per cui è nato quel tipo di sistema di gioco (peraltro esplicitato dagli stessi ideatori)

 

il cosmo lo potresti rendere come punti mana, per ogni colpo speciale ne spendi un tot, in base al livello del pg ne può tenere di più e ne può spendere di più (come il sangue in vampiri volendo)

non è quello il problema ma i danni/effetti

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.