Jump to content
Pluschan
Acromio

I paralipomeni della apostolomachia (versione restaurata)

Recommended Posts

Posted (edited)
On 1 June 2020 at 11:17 PM, Anonimo (*lui*) said:

Ho riletto, credo di comprendere in parte, ma il tutto mi pare comunque una "ripetizione" di concetti già sviscerati - forse ho letto troppi argomenti e commenti sulla questione.

Più/oltre che "solipsista linguistico", direi di essere una persona che più tende a ripetersi, più avverte che lo facciano gli altri. :PallaFieno: 

Quella di "proiettare" sul prossimo credo sia una tendenza del tutto umana, io per uno non gli sono di certo estraneo, e credo si palesi soprattutto nella discussione.

Proprio per questo, dopo tanto discutere e ripetere, ho pensato che fosse il caso di "fare un punto" (di partenza?) davvero chiaro, esaustivo e avulso da sbotti e rimbrotti. :-)

Anche questo cercavo di esprimere nella mia dichiarazione d'intenti in testa al testo.

Edited by Shito

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ieri su Crunchyroll è uscito un bell'articolo su Evangelion che mi sembra condivisibile, riguardo i motivi del suo successo e l'uscita riveduta su Netflix:

We will never escape Neon Genesis Evangelion: https://www.crunchyroll.com/anime-feature/2020/06/27-1/we-will-never-escape-neon-genesis-evangelion

Un estratto significativo:

Citazione

In the Summer of 2019, Netflix put Neon Genesis Evangelion up for streaming for the first time. This was a huge deal, as Evangelion up to that point had been one of the most important and influential anime series you could only really watch through piracy or via expensive DVDs. Friends across Twitter celebrated. Online journalists wrote lengthy pieces praising the series and how it changed their lives forever. It didn’t matter if you had never heard of Evangelion, or if you were an Evangelion obsessive (or naysayer), everyone was thrilled to rediscover it together.

Then the bonhomie disappeared in an instant. There were excellent aspects of the new release — particularly Casey Mingillo’s work as Shinji in the new dub. But other bits seemed off. Why was Shinji referred to as the “Third Children” rather than the more natural “Third Child?” Couldn’t Netflix bothered to have brought back Tiffany Grant to voice Asuka? Most annoyingly of all, an exchange between Shinji and Kaworu was changed in such a way that removed valuable subtext. Rather than say “I love you” to Shinji, Kaworu says “you are worthy of my grace.” For a series known for its complications and thorny character relationships, I found it bizarre that the team handling the series would choose to remove that bit of nuance.

Anime fans argued back and forth for days over why these decisions were made. In the end, the answer seemed to be: Anno and his friends at Khara believed the earlier subtitles were not faithful enough to the original script, and so they insisted on accuracy at the expense of flow. The original ADV release continues to exist on expensive DVDs. The Netflix version is closer to the true vision of Evangelion, but perhaps farther from ours. Could Anno’s vision of Evangelion be inferior to the one his fans had obsessively crafted over years of urban legends, fan theories, and obsessive study? As people grasped in vain for the promised land of Eva, I couldn’t help but think: once more, we’d fallen into the trap.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi CR sta vagamente dicendo che ai fan forse forse non è che freghi poi tanto dell'opera in sé? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente gli frega più della loro personale opera che si sono fatti in testa che non l'opera in sé. La trappola di Evangelion è proprio questa.

Comunque trovo fantastico che in inglese abbiano Children al singolare, che per loro non è solo diverso dal precedente doppiaggio, ma è proprio grammaticalmente sbagliato nella loro lingua, e nonostante tutto se lo tengono perché è così e basta.

Noi invece abbiamo scoperto che restaurare auto, no, non possiamo farlo. Sigh.

  • Like 4
  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minutes ago, Chocozell said:

Quindi CR sta vagamente dicendo che ai fan forse forse non è che freghi poi tanto dell'opera in sé? 

l'opera può interessare o anche essere vista perchè tutti l'hanno descritta come un caso o un evento, ma dice che ognuno VUOLE vedere qualcosa di personale nel bicchiere mezzo pieno lasciatogli dal barista. fin qui non è una novità.

ma l'articolista, nonostante questa ammissione, paradossalmente fa lo stesso errore di chi sta a guardare il suddetto bicchiere perchè anche se asserisce da cosa deriva l'opera evangelion (una centrifuga di cose tutte legate ad anno) contemporaneamente non accetta che il risultato vada cercato assumendo il punto di vista del suo creatore e quindi dubita un finale, una spiegazione a varie cose, una revisione nei nuovi film che dia un senso ad un'opera precedente. ma un senso l'eva della tv già ce l'aveva, solo che è metanarrativo in ordine sparso tra una cosa figa ed un'altra wow.

nonostante tutto ancora non si riesce a guardare ai contenuti effettivi.

ma è ripresa la campagna pubblicitaria di eva?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Il dibattito su una serie del genere (e in generale di tutte le produzioni che non hanno un significato evidente) non può che diventare autoreferenziale col tempo: quando dopo le prime cinque visioni si è arrivati a una qualche teoria, tutte le successive non serviranno che a confermarla. >_< (A meno che, per qualche motivo, le condizioni di visione cambino significativamente ma non così tanto da spingere al rifiuto immediato della novità. Come, nel mio caso, quando a un certo punto si decide di togliere i sottotitoli a un'opera in lingua originale per vedere tutta l'immagine. >_<) Poi per chi conosce le opere a posteriori ci sono i pregiudizi: per esempio, ho letto tanto spesso analisi concentrate sulla psicologia e sul citazionismo in Evangelion che ogni altro aspetto dell'opera (ad es. i presunti riferimenti cabalistici) mi è del tutto invisibile.

23 minuti fa, Roger ha scritto:

ma l'articolista, nonostante questa ammissione, paradossalmente fa lo stesso errore di chi sta a guardare il suddetto bicchiere perchè anche se asserisce da cosa deriva l'opera evangelion (una centrifuga di cose tutte legate ad anno) contemporaneamente non accetta che il risultato vada cercato assumendo il punto di vista del suo creatore e quindi dubita un finale, una spiegazione a varie cose, una revisione nei nuovi film che dia un senso ad un'opera precedente. ma un senso l'eva della tv già ce l'aveva, solo che è metanarrativo in ordine sparso tra una cosa figa ed un'altra wow.

Leggendo, ho avuto l'impressione che l'articolista pensi, in questo caso, che non esista una visione dell'autore su Evangelion in generale, o comunque sia qualcosa di troppo instabile e mutevole perché riesca a fissare delle conclusioni e a trasmetterle al pubblico. E questo causa incoerenza non solo fra la serie e il Rebuild, ma anche fra un film e l'altro, a suo dire: quindi la confusione è più generale di una semplice "non spiegazione del passato".

 

Edited by Anonimo (*lui*)

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, Kiba85 ha scritto:

Comunque trovo fantastico che in inglese abbiano Children al singolare, che per loro non è solo diverso dal precedente doppiaggio, ma è proprio grammaticalmente sbagliato nella loro lingua, e nonostante tutto se lo tengono perché è così e basta.

Noi invece abbiamo scoperto che restaurare auto, no, non possiamo farlo. Sigh.

Senza avere alcuna prova, sparo che i fan americani fossero già pieni di merchandising giapponese in cui si usava "First/Second/etc. Children" e fossero già abituati a questa stranezza. Nessuna fonte originale specifica invece che "RESTORING IS (NOT) FIXING"! :giggle:

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minutes ago, Anonimo (*lui*) said:

Leggendo, ho avuto l'impressione che l'articolista pensi, in questo caso, che non esista una visione dell'autore su Evangelion in generale, o comunque sia qualcosa di troppo instabile e mutevole perché riesca a fissare delle conclusioni e a trasmetterle al pubblico

appunto, ne esce un testo bizzarro nel quale si dice che i film della rebuild avrebbero dovuto essere la forma finale, cioè corretta per renderla comprensibile, dell'eva tv; arrivati al terzo film c'è la delusione perchè: Every character but Shinji had transformed into hateful, incommunicative ciphers — except for Kaworu, whose death at the end of this film is arguably even more shocking and graphic than in the original TV series. è davvero un problema che i personaggi NON siano falsi (nel relazionarsi con il prossimo, anteponendo l'egoismo, cammuffando i propri intenti) come in eva serie tv ma più diretti? non è proprio questa semplificazione quel qualcosa che dovrebbe aiutare lo spettatore nella comprensione dell'opera evitando quei fraintendimenti o incomprensioni di cui si parla?

ci si lamenta che eva tv è un macello da sistemare ma come viene fatto non piace perchè la forma finale non rispecchia il macello precedente :lolla:

non sarà che tutto il discorso discende, ancora e a dispetto delle premesse, dai ragionamenti di chi eva tv non lo vuole accettare per quello che è? nonostante la chiave sia proprio citata: After the compromises of TV Evangelion and its follow-ups, after Anno’s years of depression and anxiety

 

vabbè era un invito come un altro a parlare ancora di eva. amen.

quanto al resto, cioè il motivo per arrivare a questo link, a parte i singoli termini com'è il doppiaggio inglese dal punto di vista della struttura delle frasi e resa complessiva? si sono trovati nella medesima condizione nostrana con gente che rovesciava i tavoli vs gente che si armava di sedie per ogni sillaba?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
2 hours ago, Kiba85 said:

Noi invece abbiamo scoperto che restaurare auto, no, non possiamo farlo. Sigh.

Per la cronaca, questo è il termine preciso originale del caso: レストア, ovvero "resutoa", ovvero un forestierismo giapponese per prestito diretto (gairaigo) dall'inglese "restore".

Sappiamo che in inglese "restore" è un termine che copre del restauro artistico degli affreschi fino al ripristino di un iPhone. Gli autoveicoli nel mezzo, ma seguite il link del giapponese per vedere a cosa più specificatamente si riferisce il forestierismo nipponico derivato.

Traduzione interlineare delle prime righe:

Quote

レストアリストア: restore=回復する)は、老朽化などの理由により劣化もしくは故障した、自動車オートバイ鉄道車両航空機時計ラジコンモデルゲーム機等を修復し、復活させること。

RESUTOA (RISUTOA, inglese: restore = riabilitare) è il riparare e rivivificare automobili, motocicli, convogli ferroviari, aeromobili, orologi, modelli radiocomandati, apparecchi per videogiochi e simili, che si fossero deteriorati per ragioni di invecchiamento e simili, o comunque rotti.

Quindi in giapponese il forestierismo si concentra su veicoli in primis, a partire proprio dalle automobili, e esclude i restauri artistici ed architettonici.

Tant'è che se usiamo l'interwiki di quella precisa pagina giapponese e andiamo sull'inglese, cosa troviamo? Questo, ovvero "conservazione e RESTAURO DI VEICOLI".

Interessante, vero?

Vediamo, dopo la vox populi minimalista di wikipedia, vediamo allora cosa ci indica la vox populi massimalista di google: qui, per immagini.

Interessante, vero?

Ok, ora passiamo all'italiano: restauro di autoveicoli, per immagini.

Interessante, vero?

Suppongo semplicemente che per molte persone sia davvero un pugno nello stomaco scoprire che la loro personale "lingua parlata e pensata" non è l'esatta norma di una lingua nazionale.

Edited by Shito
  • Like 6
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minutes ago, Shito said:

un forestierismo giapponese per prestito diretto (gairaigo) dall'inglese "restore"

forse non è chiaro cosa non funziona in questi casi.

ohibò abbiamo la lingua personale e quella nazionale!

tocca scrivere due capitoli.

il gioco linguistico originale è tra una terminologia giapponese ed una specifica inglese, alla quale la prima si rifa. l'italiano in questo caso entra in difficoltà poichè non esiste un corrispettivo tecnico 1:1 di quell'espressione; per questo in italiano comunemente si usa 'riparare' anche in luogo di 'restaurare' e 'restaurare' è un termine più che altro in uso quando ci si riferisce a mezzi d'epoca da esposizone ed esibizione su strada durante eventi (quindi limitati, non per l'utilizzo quotidiano). non che 'restaurare un'auto' sia quindi propriamente sbagliato ma c'è un motivo se appare inappropriato in italiano. poi ci sarebbe pure il carrozziere, che difficilmente svolgerà il lavoro di un meccanico, ma vabè: il punto è provare a spiegarti perchè qualcosa di cui si capisce il senso risulta comunque fuori posto.

fine del capitolo 'lingua personale'

belli i link e tutto, tanto che Conservation and restoration of vehicles in italiano non esiste (la pagina è disponibile in sole 3 lingue.... ma di cosa stiamo parlando?!). chissà come mai SE esiste un corrispettivo in italiano e SE è prova di qualcosa casomai si troverà sotto altra dicitura. in tal caso qual è? SE esiste è quello che si sarebbe dovuto utilizzare in eva.

facendo lo sconto alla cassa, ovvero che il restauro di un'auto esiste MA si veda cosa si intende culturalmente in italia con questa espressione, trattandosi di un'opera non italiana c'erano solo due possibilità: o si lasciava l'espressione in inglese/suo effettivo corrispettivo in italiano (che non appare nei link da te citati) oppure si doveva piegare l'espressione affinchè fosse adeguata alla lingua di destinazione (l'italiano) dato che non c'è un corrispettivo tecnico bla bla vedi riga sopra capitolo lingua personale.

a parte tutto, ti lascio questo link che si rifa alla lingua nazionale e non a quella personale e nel quale si parla anche di autoveicoli: http://www.treccani.it/vocabolario/manutenzione/

con il termine "ombrello" si chiude il capitolo della 'lingua nazionale'

quanto fatto, sia che si tratti di lingua personale che di lingua nazionale, perciò appare come un neologismo in italiano.

che verrebbe giustificato con la ricerca per immagini di google.

non sapevo che la ricerca per immagini su google rispecchiasse la lingua nazionale.

cmq se si confrontano le due sopracitate ricerche per immagine non è difficile comprendere perchè le immagini di auto sono completamente differenti. sai mai che restaurare un'auto in italia si riferisca ad un concetto oggettivo di epoca e... ah no è la lingua personale... mah!

 

 

 

ora lo so che riprenderà il solito discorso che siamo italiani, che l'opera è giapponese e che come tale è stata fedelmente trattata, e che quindi siamo noi italiani che dobbiamo capire qualcosa che non è italiano e chi non lo fa sbaglia a porre qualsivoglia dubbio.

le regole di alcune discussioni comprendono il far tornare sempre il pedone alla casella di partenza.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Nella stessa battuta, stessa riga, Misato parla ANCHE di riparazioni. Con un altro termine giapponese: 修理 (shuuri).

No, dicendo di レストア, in giapponese, lei parla proprio di quello che in italiano è il restauro della sua auto d'epoca. Poi dirà delle riparazioni che saranno ora necessarie, essendosi danneggiata.

ミサト:(MONO) しっかしもうサイテー。せっかくレストアしたばっかだったのに早くもベッコベコ。ローンが後33回プラス修理費かぁ。おまけに一張羅の服まで台無し~。せっかく気合入れてきたのに~。トホホ~。)

È proprio così, tutto qui. Se poi chiunque altro non lo vuole accettare beh, pace&bene comunque.

[ Invero, dato il modo verbale usato da Misato, restoa-shita, a rigore non è neppure "fatto restaurare", ma proprio "restaurata" – certo, potrebbe essere un'espressione implicita, ma è legittimo chiedersi ne il restauro non l'abbia persino fatto di sua propria mano. Del resto è un'appassionata di auto d'epoca, e in una o più illust la si vedeva in vesti di simi-meccanico. :-) ]

Edited by Shito
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
51 minutes ago, Shito said:

No, dicendo di レストア, in giapponese

CVD

riavvolgendo il filo dei significati finora discussi, il pedone viene fatto tornare alla casella di partenza affermando che non c'entra più il termine appropriato nella lingua di destinazione (l'italiano) affinchè si evitino i fraintendimenti (per un italiano), ma cosa significa quell'espressione in "giapponese" per un giapponese.

senonchè un restore d'auto per un giapponese (in realtà non si conosce la diffusione di questa parola, se ad esempio è di uso colloquiale o settoriale o altro) equivale a:

3 hours ago, Shito said:

il riparare e rivivificare automobili

poteva finire qui.

tant'è che se proprio vogliamo dirla tutta, tale interessante link suggerito sopra parla di veicoli ma anche orologi e videogiochi; per i veicoli si dovrebbe vedere:

Quote

The preservation and restoration of automobiles is the mechanical or cosmetic repair of cars

https://en.wikipedia.org/wiki/Preservation_and_restoration_of_automobiles

(vedasi il automotive restoration incluso nel testo del link in inglese; sstiamo parlando proprio di automobili nello specifico)

ormai dovrebbe essere chiaro tranne a chi non lo vuole che per un occidentale si parla di quelle che comunemente vengono chiamate riparazioni. anche il restauro fa parte delle operazioni di riparazione poichè con una determinata lavorazione si ristabilisce la condizione originale di qualcosa.

ma misato poco dopo parla di riparazioni. si sarebbe creata una ripetizione di termini quindi che fare? usare restauro, inutilmente negando la riparazione, o cercare il termine appropriato che si usa in italiano senza tradire l'originale (che significa riparare anche in giapponese...).

qui ci si poteva infilare un ripristinare o rimettere a nuovo al posto di restauro o riparazione e buona pace a tutto il mondo, ma no.

ma vogliamo farla sporca?

dai facciamolo.

sì sì.

il restauro di cui sopra, in giapponese comprende e accetta la presenza di modifiche all'originale?

perchè in italiano il restauro di qualcosa non dovrebbe comprendere screen, batterie e parti meccaniche che nell'originale non erano presenti. entriamo nel campo delle repliche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
17 minutes ago, Roger said:

sì sì.

il restauro di cui sopra, in giapponese comprende e accetta la presenza di modifiche all'originale?

perchè in italiano il restauro di qualcosa non dovrebbe comprendere screen, batterie e parti meccaniche che nell'originale non erano presenti. entriamo nel campo delle repliche.

 

1) sì

2) no – in italiano si parla di restauro meramente conservativo o reintegrativo, in tutti gli ambiti. Senza citare "La teoria del restauro" di Cesare Brandi, nel concetto di restauro (in italiano) è inclusa l'idea di riportare alla funzionalità. Nel caso dell'arte pittorica, ad esempio, la leggibilità dell'opera. Questo può richiedere integrazioni che ne modificano la natura originale in molti modi.

3) in ogni caso, per i restauri di cose meccaniche, una volta cessata la produzione di pezzi originali il restauro è sempre reintegrativo e comprensivo di modifiche più o meno funzionali. Senza citare il paradosso della Nave di Teseo, se vuoi circolare con un veicolo pre-benzina senza Pb, dovrai restaurarlo aggiornando il motore alle benzine disponibili, per dire.

In ogni caso, forse non ti funzionava il link, te lo riposto. Spero si leggano anche da te i titoli sotto le immagini, forse dipende dai browser... :-/

Quote

Ok, ora passiamo all'italiano: restauro di autoveicoli, per immagini.

 

---

 

17 minutes ago, Roger said:

ma misato poco dopo parla di riparazioni. si sarebbe creata una ripetizione di termini quindi che fare? usare restauro, inutilmente negando la riparazione, o cercare il termine appropriato che si usa in italiano senza tradire l'originale (che significa riparare anche in giapponese...).

No, lei parla del restauro, di cui deve ancora finire le rate da pagare, a cui SI AGGIUNGONO (dice proprio "plus") le "spese di riparazione".

È proprio molto chiaro e lineare, non serve fre inutili speculazioni sulle intenzioni dell'autore che ha scritto la battuta. Che poi sono in ogni caso indebite: ci sono due parole diverse. Sono due parole diverse, che hanno un significato diverso. Fine.

Edited by Shito
  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Slancio poco argomentato: io opterei per "(far) rimettere a nuovo" (resutoa) e " (far) riparare" (shuuri), per mantenere la differenza terminologica, se è quella la questione. Probabilmente è un'ipotesi che si lega soprattutto al contesto, che in queste discussioni se ne va fuori dalla finestra o è considerato più indecifrabile e indicibile delle intenzioni di Anno... A dire della Treccani, "rimettere a nuovo" vale "rinnovare" anche figurativamente, non solo riportare allo stato originale, che è come il caso in oggetto visto che ci sono batterie in più, bla bla bla (citazione cinematografica).:sbal:

Per quanto riguarda la lingua personale: la frase è talmente lineare che inizialmente si va d'istinto, come non si suol dire, e a me "restore" suggerisce prima l'idea di "riportare allo stato originale" di quella di "restaurare".:grin:

Edited by Anonimo (*lui*)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
27 minutes ago, Anonimo (*lui*) said:

Slancio poco argomentato: io opterei per "(far) rimettere a nuovo" (resutoa) e " (far) riparare" (shuuri),

Beh, ma se レストア vuol dire proprio restaurare (un veicolo), e in italiano si dice proprio "restaurare" (un veicolo), e guarda caso si parla proprio di un'auto d'epoca, perché questa voglia di indebita e quindi folle fantasia?

Seriamente io non capisco. Non capisco il "bisogno" di non fare la cosa più semplice e perfettamente corretta.

Edited by Shito
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minutes ago, Shito said:

1) sì

2) no - in italiano si parla di restauro meramente conservativo o reintegrativo, in tutti gli ambiti. Senza citare "La teoria del restauro" di Cesare Brandi, nel concetto di restauro (in italiano) è inclusa l'idea di riportare alla funzionalità. Nel caso dell'arte pittorica, ad esempio, la leggibilità dell'opera. Questo può richiedere integrazioni che ne modificano la natura originale in molti modi.

3) in ogni caso, per i restauri di cose meccaniche, una volta cessata la produzione di pezzi originali il restauro è sempre reintegrativo e comprensivo di modifiche più o meno funzionali. Senza citare il paradosso della Nave di Teseo, se vuoi circolare con un veicolo pre-benzina senza Pb, dovrai restaurarlo aggiornando il motore alle benzine disponibili, per dire.

ottimo.

sempre dal link di cui sopra:

Quote

Restoration means removing, replacing, or repairing the parts of a vehicle, while preservation means keeping the original components

così abbiamo (ancora) una spiegazione sintetica di cosa significa to restore in questo campo.

sempre che non lo si voglia accettare.

21 minutes ago, Shito said:

In ogni caso, forse non ti funzionava il link, te lo riposto. Spero si leggano anche da te i titoli sotto le immagini, forse dipende dai browser... :-/

Quote

Ok, ora passiamo all'italiano: restauro di autoveicoli, per immagini.

funziona ma soprassedevo data la debolezza dell'argomento. non va assolutamente a sostenere quanto dici ed è come cercare su google le immagini di marte e luna insieme.

cmq ok facciamo un altro sforzo in questa domenica afosa.

se guardi le pagine a cui fanno riferimento quelle immagini (io mi sono limitato alle prime 15 perchè poi si capisce l'andazzo) vedrai che si parla di restauro della carrozzeria e degli interni mentre quando c'entra la sostituzione di pezzi si va nella categoria revisione.

inoltre non ho ancora trovato un dizionario italiano dove restauro ed automobile sono nella stessa frase di senso compiuto come lo intenderesti tu. ripeto che in giapponese ed inglese se n'è capito il senso, e non ci voleva certo un genio per arrivarci, ma tecnicamente in italiano funziona diversamente a causa di un sistema linguistico-culturale (carrozzeria...).

41 minutes ago, Shito said:

No, lei parla del restauro, di cui deve ancora finire le rate da pagare, a cui SI AGGIUNGONO (dice proprio "plus") le "spese di riparazione".

È proprio molto chiaro e lineare

e si torna ancora alla casella di partenza.

poi basta stare al giochino eh, la buona volontà di tenere in piedi una discussione civile ed utile non dura in eterno quando nel giro di 3 post fai 2 volte lo switch a piacimento: ora in giapponese è così/ora in italiano è così.

ora in giapponese è così: sì. vero. anzi verissimo. ma la terminologia scelta per l'italiano è fuorviante ed inappropriata per via di tutte le condizioni oggettive sopra elencate, per altro alcune curiosamente proprio da te citate (automotive, repair, i siti delle immagini); c'erano e ci sono tutti i riferimenti per capirlo.

ora è in italiano così perchè in giapponese dice così: no perchè quanto espresso in giapponese avrebbe un'altra forma in italiano. altrimenti bisogna affidarsi al "dal suono di queste parole accostate ed in relazione all'auto devastata significherà che - - - ah ok ho capito e non mi serve nemmeno il dizionario!!1!"

ma è giapponese! ok buona continuazione

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Roger said:

 

così abbiamo (ancora) una spiegazione sintetica di cosa significa to restore in questo campo.

sempre che non lo si voglia accettare.

 

Ovviamente tu capisci che noi stiamo parlando di una traduzione da giapponese a italiano, e che quindi l'inglese, pur fonte del forestierismo giapponese, non conta realmente nulla – ed era stato citato solo ad abundantiam.

  • Like 1
  • Love 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minutes ago, Shito said:

Ovviamente tu capisci che noi stiamo parlando di una traduzione da giapponese a italiano, e che quindi l'inglese, pur fonte del forestierismo giapponese, non conta realmente nulla – ed era stato citato solo ad abundantiam.

ma certo ^_^

con i prestiti si sa che è una storia particolare come quella del baccalà e dello stoccafisso. infatti non si capiva perchè tu avessi messo quei link in inglese se tanto si parla di qualcosa che è quindi giapponese.

quanto all'italiano, beh è già stato detto tutto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse è il caldo che mi dà alla testa ma Roger mi è parso di capire che une delle tue argomentazioni è che non hai mai sentito la frase "restaurare l'auto"? ???

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
39 minutes ago, LeleSocho said:

Forse è il caldo che mi dà alla testa ma Roger mi è parso di capire che une delle tue argomentazioni è che non hai mai sentito la frase "restaurare l'auto"? ???

avoglia. conosco anche chi lo fa di mestiere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 hours ago, Chocozell said:

Quindi CR sta vagamente dicendo che ai fan forse forse non è che freghi poi tanto dell'opera in sé? 

Ma va? I girellari non esistono solo in Italia e in ogni parte del mondo hanno una cosa in comune, dell'opera originale non gliene frega un cazzo, conta solo l'idea che hanno in testa loro

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
48 minutes ago, Roger said:

avoglia. conosco anche chi lo fa di mestiere.

E allora che problemi ti fai? Davvero se vuoi andare a spaccare il capello in 4000 giusto per poter trovare un modo di dare contro a Shito dillo e basta che 'sta frase e corretta punto e fine i problemi VERI perché CE NE SONO DAVVERO sono altri e l'avevamo già detto un annetto e passa fa. Mi sa che sei te quello che si diverte a tornare sempre al punto di partenza solo per rompere il cazzo eh

Edited by Alex Halman
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minutes ago, Alex Halman said:

E allora che problemi ti fai? Davvero se vuoi andare a spaccare il capello in 4000 giusto per poter trovare un modo di dare contro a Shito dillo e basta che 'sta frase e corretta punto e fine i problemi VERI perché CE NE SONO DAVVERO sono altri e l'avevamo già detto un annetto e passa fa. Mi sa che sei te quello che si diverte a tornare sempre al punto di partenza solo per rompere il cazzo eh

uhm...

no. anche perchè del restaurare ed altro, dopo un anno, non l'ho di certo tirato fuori io.

una volta iniziato questo discorso si è complicato e protratto tutto a causa del particolare balletto giapponese/gairaigo/inglese/italiano.

inoltre se comunichi o ti confronti con una persona attenta e che si è informata molto bene come shito (intendo indipendentemente dal suo risultato, bisogna dargli atto della sua metodologia di ricerca e raccolta informazioni) non puoi certamente rispondergli caccapupù. ma se quanto scritto equivale a dare contro o sembrare un hater, beh...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che ne avete tempo da perdere o voglia di polemizzare. Io ho tirato fuori il restauro proprio perché era l'emblema delle fesserie dette un anno fa e vi mettete a discuterne di nuovo? 

La questione è molto semplice: Misato parla di un restauro prima e di riparazioni che dovrà fare dopo l'incidente. Ora:

Sì può dire che una macchina si restaura?  ->  SI, al contrario di quanto i geni che hanno tirato fuori la questione dicevano (non è mica un palazzo!1!11!!1), proprio credevano fosse sbagliato.

Sì vuole nascondere la figuraccia arguendo che il restauro è riservato solo ad auto d'epoca?  ->  L'Alpine Renault A310 di Misato è stata prodotta dal '71 al '74, ergo è a tutti gli effetti un auto d'epoca, seconda figuraccia.

Si vuole ancora insistere che il restauro è solo roba di carrozzeria? A detta di chi, il cugino carrozziere o di qualche eminente organizzazione mondiale dei restauratori? Beh, certo se uno è carrozziere mica uno si mette a toccare il motore, grazie al cà.

Ecco in video un restauro completo (carrozzeria e motore) di una quasi coetanea della Alpine. Poi magari in Fiat sono confusi e qualcuno deve andargli a spiegare che in realtà questo non è affatto un restauro. E si potrebbe andare avanti all'infinito con programmi che parlano di restauri d'auto, come Affari a Quattro Ruote

E in tutto questo, che c'entra con l'auto di Misato, di cui nessuno sa cosa, come e quando è stato fatto? Niente, nada, zero, il nulla. Tutto quanto esposto sono fatti, non teorie o supposizioni linguistiche di cosa una parola dovrebbe significare in una lingua o nell'altra. Proseguire la discussione oltre è un'offesa all'intelligenza di tutti, stop. Oppure è solo un tentativo stupido di spostare l'attenzione altrove per non far avere "l'ultima parola" su una delle fesserie che era stata tirata fuori, non sia mai possa passare l'idea che i problemi di quell'adattamento, che c'erano, erano meno di quanti si dicesse.

 

Infatti il senso della battuta del mio post precedente è che mentre gli inglesi pur con le loro polemiche si sono tenuti le magagne (Child-Children, dialoghi cambiati, accuracy at the expense of flow), qua da noi non solo si è criticato quello che c'era da criticare, ma ci si è attaccati anche a questioni inesistenti come questa pur di dare contro, perseguendo evidentemente interessi altri. E intanto siamo gli unici stronzi al mondo senza più un doppiaggio ufficiale, ma di questo nessuno si lamenta più con Netflix... Chiaro adesso?

  • Like 2
  • Thanks 6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io in realtà avrei gradito di più una discussione su altre cose, a mio dire più sesnsate e segnalate da me stesso in questo topic(sì, mi autoreferenzio), come la questione di Pinch, che sappiamo voler indicare "problemi" in genere in giapponese e morsa in inglese e nell'adattamento ha una connotazione un po' strana. :sisi:

Oppure la famosa questione della Luna e della lana. Opure la questione di Schiudere/Aprire nell'episodio sott'acqua.

 

Per citare cose che ho chiesto fin dove sono arrivato a vedere. Dovessi avere il tempo, vedrò gli ultimi 15 episodi questa estate. Sempre che trovi la voglia.

Comunque tutti questi post andrebbero spostati nell'altro topic

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.