Jump to content
Pluschan

Il Signore degli Anelli - New is (not) good


Recommended Posts

Come tutti ben saprete, Il Signore degli Anelli verrà prossimamente ristampato con una nuova traduzione, più fedele all'orignale. Ma sarà davvero così?!

Per ora abbiamo a disposzione solo l'anteprima della famosa poesia dell'anello:

Quote

Originale:

“Three Rings for the Elven-kings under the sky,
Seven for the Dwarf-lords in their halls of stone,
Nine for Mortal Men doomed to die,
One for the Dark Lord on his dark throne
In the Land of Mordor where the Shadows lie.
One Ring to rule them all, One Ring to find them,
One Ring to bring them all, and in the darkness bind them,
In the Land of Mordor where the Shadows lie”.

Vecchia traduzione:

«Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende,
Sette ai Principi dei Nani nelle lor rocche di pietra,
Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende,
Uno per l’Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra,
Nella Terra di Mordor, dove l’Ombra nera scende.
Un Anello per domarli, un Anello per trovarli,
Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli,
Nella Terra di Mordor, dove l’Ombra cupa scende.»

 

Nuova:

71865693_2508700142502803_81179324436772

 

 

La nuova traduzione dovrebbe essere a cura di Ottavio Fatica(accusato di cannarsismo, lol), già querelato dalla vecchia traduttrice(qui i dettagli: https://www.cercatoridiatlantide.it/guerra-e-querela-alla-traduzione-di-tolkien-facciamo-chiarezza/) e già contestato dagli affezionati dalla vecchia traduzione.

QUi una disamina sulla situazione: https://www.wumingfoundation.com/giap/2019/09/nuova-traduzione-del-signore-degli-anelli/

Confronto tra le due traduzioni: https://kelopoeta.wordpress.com/2019/10/10/poesia-anello-confronto-traduzioni/

Link to post
Share on other sites
  • Replies 90
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Ho letto un po' gli articoli e la questione è interessante  da seguire e complessa da commentare.  Già come ai tempi di Eva però possiamo dire che oltre che navigatori, poeti, santi, ct della naz

Ho un deja-vu

La traduzione della poesia è nettamente peggiore della precedente (pure non esente da errori) e pessimo biglietto da visita. Poi si sa che la versione storica contiene degli errori evidenti (vaga

La traduzione della poesia è nettamente peggiore della precedente (pure non esente da errori) e pessimo biglietto da visita.

Poi si sa che la versione storica contiene degli errori evidenti (vagabondi, mannari) dovuti alla scarsa conoscenza del fantasy all epoca. Vedremo come saranno corretti.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ho letto un po' gli articoli e la questione è interessante  da seguire e complessa da commentare. 

Già come ai tempi di Eva però possiamo dire che oltre che navigatori, poeti, santi, ct della nazionale gli italiani sono anche un popolo di traduttori e adattatori.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Secondo me, il problema principale di quella traduzione e' che e' tutto un po'; nonostante abbia piu' di qualche dubbio sulla metrica al di la' della questione 'baciata', le ultime quattro invece la trasformano in incrociata e in qualche modo ribadiscono il refrain della precedente traduzione, appiattendo la novazione.

 

Per me non e' ne carne ne pesce, siamo nel territorio del brodino, praticamente.

Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Godai said:

Ho letto un po' gli articoli e la questione è interessante  da seguire e complessa da commentare. 

Già come ai tempi di Eva però possiamo dire che oltre che navigatori, poeti, santi, ct della nazionale gli italiani sono anche un popolo di traduttori e adattatori.

Diciamo che Eva ci ha anche insegnato che l'importante è lasciare tutto immutato, altrimenti parte lo stalking. 

Comunque Fatica ha ricevuto diversi premi per il suo lavoro di traduzione ed è anche insegnante di traduzione. 

 

Quoto:

Ottavio Fatica è nato a Perugia e vive e lavora a Roma. Dopo aver esordito con Adelphi, ha lavorato a lungo per Theoria ed Einaudi e da diversi anni è consulente a tutto campo per Adelphi. Traduce dal francese e, prevalentemente, dall’inglese. Ha vinto il Premio letterario internazionale Mondello per la traduzione di Limericks di Edward Lear e nel 2007 il Premio Monselice per la traduzione di La città della tremenda notte di Rudyard Kipling. Dal 1991 è docente dei corsi di inglese della Setl, Scuola europea di traduzione letteraria di Torino. Nel 2009 è uscita una sua raccolta di poesia, Le omissioni, per Einaudi.

 

 

Solo io trovo che sia divertente il fatto che sia anche poeta? 

Edited by Chocozell
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

È proprio.con riferimenti a questi prodromi (cui si fa cenno nell ultimo articolo da te linkato al primo post) che parlavo di pessimo biglietto da visita.

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

https://www.cercatoridiatlantide.it/guerra-e-querela-alla-traduzione-di-tolkien-facciamo-chiarezza/ (già lkinkato sopra)

Quote

!Nel tradurre i nomi Ottavio Fatica ha comunque tenuto conto della imprescendibile Guide to the Names in The Lord of the Rings scritta proprio da Tolkien come ausilio per i traduttori, ed è proprio per questo motivo che ha modificato Samvise in Samplicio. Questo perché, se si va all'appendice F della guida, si scopre che l'originario nome da hobbit di Sam è Banazîr, che significa "half-wise, simple!" reso da Tolkien con Samwise, che riprende a sua volta la parola anglosassone samwís, adattabile in italiano con Samplicio. Non è l'unico esempio, il padre di Sam, il vecchio Gaffiere diventa Veglio, mentre il cognome di Merry, Brandibuck, viene tradotto ora come Brandaino"

https://movieplayer.it/news/il-signore-degli-anelli-sam-diventa-samplicio-nuova-traduzione_72459/

Quote

Nel tradurre i nomi Ottavio Fatica ha comunque tenuto conto della imprescendibile Guide to the Names in The Lord of the Rings scritta proprio da Tolkien come ausilio per i traduttori, ed è proprio per questo motivo che ha modificato Samvise in Samplicio. Questo perché, se si va all'appendice F della guida, si scopre che l'originario nome da hobbit di Sam è Banazîr, che significa "half-wise, simple", reso da Tolkien con Samwise, che riprende a sua volta la parola anglosassone samwís, adattabile in italiano con Samplicio. Non è l'unico esempio, il padre di Sam, il vecchio Gaffiere diventa Veglio, mentre il cognome di Merry, Brandibuck, viene tradotto ora come Brandaino. Stesso discorso vale per i nomi geografici: Hobbiville diventa Hobbiton e la Terra di Buck, invece, Landaino. Così come non mancano calchi intrisi di arcaismo: il centoundicesimo compleanno di Bilbo diventa undicentesimo perché nell'originale compare un termine: "Eleventy first" che si richiama all'inglese medievale e pertanto è stato reso in italiano con una forma latineggiante.

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Il problema è che finché non si sbottona Fatica possiamo girare e rigirare.

Che alcune correzioni fossero dovute siamo tutti d'accordo. Che determianti termini non potessero mantenerli, ok.

Ma non comprendo la mancanza di uniformità e alcune scelte stilistiche

Link to post
Share on other sites
10 minutes ago, ryoga said:

la cosa più interessante è che sembra far intendere che se non ci fossero state beghe con la Alliata la nuova traduzione non sarebbe stata cosi indispensabile

Oddio, il ripristino dei registri linguistici secondo me lo era :sisi:

Link to post
Share on other sites
24 minutes ago, Schrödinger's cat said:

A questo punto almeno/anche Lo Hobbit dovrebbe essere ritradotto però ... per uniformità, quanto meno

Credo che sarà il passo successivo. Penso faranno tutto. Intanto, per ora, uscirà un libro l'anno

Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Ombra Salmastra said:

E' partito il review bombing su Amazon! :°_°:
Moltissime recensioni negative, alcune anche con insulti. Peccato che Amazon ti sgama immediatamente se il libro lo hai comprato o no :giggle:

 

Mi dispiace anche infierire

Link to post
Share on other sites

Approfitto dei famosi commenti amazon

Quote
Non solo non intendo comprarla, ma da traduttore io stesso sconsiglio ampiamente. Fatica qui non si è certo sprecato e molte delle sue "giustissime giustificazioni" sono arrampicate sugli specchi. Una per tutte: Samplicio è lì perché l'appendice F de ISDA riporta l'etimo. Eppure Tolkien nella Guide to Names specifica che i nomi non inclusi nella lista (come Samwise) non vanno tradotti. Rispetto filologico? Mah.

 

Link to post
Share on other sites
40 minutes ago, kevin8 said:

se voglio la perfetta fedeltà

Al di là della perfetta fedeltà, imho ci sono state correzioni di sorta tutto sommato importanti. Almeno, a quanto leggo: di certo il ripristino dei diversi registri linguistici non è una brutta cosa.

On 11/12/2019 at 8:15 PM, ryoga said:

la cosa più interessante è che sembra far intendere che se non ci fossero state beghe con la Alliata la nuova traduzione non sarebbe stata cosi indispensabile

Forse no, ma credo fosse comunque loro intezione fargliela rivedere:

Quote

Al momento tra Alliata e Bompiani c’è un contenzioso giudiziario per il rinnovo dei diritti di traduzione. Bompiani aveva offerto ad Alliata di rieditare la sua traduzione con tanto di nota della traduttrice e lo aveva comunicato a mezzo stampa tramite una dichiarazione della direttrice editoriale Beatrice Masini su un quotidiano qualche mese fa.

Forse Bompiani avrebbe voluto continua a stampare ambedue le traduzioni. Stile Yamato, che fa tracce diverse, per girellari e non :giggle:

Sarebbe curioso sapere come mai Alliata abbia rifiutato :sisi:

Comunque in questa operazione io ci vedo anche delle cose tutto sommato buone, eh. Tipo:

Quote

Per fare l’esempio più lampante, ci sono voluti più di 10 anni ad reintegrare un paragrafo di 20 righe alla fine di un capitolo del Signore degli Anelli, che erano state misteriosamente eliminate nel 2003. Per non parlare di volumi usciti fuori catalogo per oltre un decennio come Le Lettere o il trattamento riservato alle mappe de Lo Hobbit in occasione della nuova traduzione nel 2012.

 

Poi sarà che io questo fatto della correzione degli errori la vedo troppo di buon occhio, eh. Certo, sarei curioso di sapere il perché dei nuovi però :sisi:

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.