Jump to content

SDF Macross - Serie tv e DYRL Bluray (jp)


Recommended Posts

2 commercials,la definizione è altalenante come in altri video (0:05) ma sembra buona

 

http://andriasang.co...16d/macross_cm/

 

speranze remote per l'Italia :giggle: ?

 

zero zerello ?

 

 

Nessuna speranza per due motivi :

 

- la Harmony Gold ha registrato il marchio Macross nella maggior parte del mondo (e avevano pure tentato di farlo in giappone :giggle: )

- ai Giapponesi non frega una mazza di fare causa a HG per riottenere il marchio Macross e quindi poter pubblicare in tutta tranquilita' senza dover pagare pizzi vari agli Americani, tantopiu' che Macross tira da morire in Giappone. E questo basta e avanza.

Ergo i fan di Macross fuori dal Giappone possono andare a farsi fottere.

Cosi decreta Studio Nue e lo hippie Kawamori.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

hanno annunciato anche, per il 30° anniversario, Macross 7 HD remaster in 2 BD BOX da 28000 yen l'uno, il 1° in uscita a fine ottobre e il 2° a fine dicembre (conprensivi di tutta la serie TV + episodi special + gli OVA del Dynamite + il film)

Edited by G'Pochi
Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Namco Bandai Games has confirmed with ANN that its July 26 Japanese Blu-ray Disc release of The Super Dimension Fortress Macross: Do You Remember Love? film will have changes from the film's original 1984 version. The Chō Jikū Yōsai Macross: Ai, Oboete Imasu ka Hybrid Pack will contain two versions of the film, a "Complete Edition (HD Remaster Edition)" and the "Theatrical Release Edition," which the viewer can select between.

Both versions in the Hybrid Pack will have changes from film's original 1984 version. According to Namco Bandai, the two Hybrid Pack versions both have shots altered as part of the retakes and restoration under the supervision of director Shoji Kawamori.

The Blu-ray Disc release is called a "Hybrid Pack" since it also contains a PlayStation 3 game, My Boyfriend's a Pilot 2012.

 

To promote the Hybrid Pack's release, Namco Bandai screened a new version of the film in a Tokyo theater earlier this month. Audience members reported that at least two violent shots of the film were altered in the screenings, but Namco Bandai did not specify at the time if the Blu-ray Disc Hybrid Pack will also have changes.

Namco Bandai Games will release the regular edition of the Hybrid Pack for 7,140 yen (about US$88), and the limited-edition 30th Anniversary Box will cost 13,800 yen (US$171).

Thanks to Gwyn Campbell, Adrian Lozano, and Renato Rivera for the news tips.

Image © 1984 Big West © NBGI

 

 

Update: Namco Bandai Games updated its online question-and-answer section to address the changes. The Hybrid Pack's "Complete Edition (HD Remaster Edition)" and "Theatrical Release Edition" of the film are the same except for different prologue and ending sequences. Namco Bandai Games reiterated online that both Hybrid Pack versions have changes from the film's original 1984 version.

 

http://www.animenewsnetwork.com/news/2012-07-20/macross-movie-blu-ray-to-have-changes-from-1984-original

 

opporc :pazzia:

Link to comment
Share on other sites

La cosa buffa e' che Kawamori ha fatto quello che diceva 30 anni fa in una intervista che non avrebbe mai fatto perche' rompeva il ritmo narrativo del film. E cioe' mettere una introduzione a mo' di Guerre Stellari per spiegare un po' per filo e per segno cosa succede.

Inoltre le due versioni del film sono censurate, hanno eliminato 2 scene gore (quella della testa schiacciata da Miria quando attacca l'astronave di Britai) e quella della testa decapitata del pilota dentro Macross durante l'attacco finale.

Pare ci siano tagli minori qua e la'. Il flashback 2012 ha una qualita' da dvd.

Infine pare che il film abbia molte scene "sfuocate". Che cazzo di restauro hanno fatto ? Il film e' su 35mm non su 16 mm.

Che gran presa per il culo, io intanto mi godo la mia "versione" di DYRL dal dvd giapponese HD, convertito in pal progressivo e con l'audio italiano sincronizzato (aihme' preso dalla VHS). Fanculo Bandai, fanculo Kawamori. La malattia Lucas colpisce ancora.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

La cosa buffa e' che Kawamori ha fatto quello che diceva 30 anni fa in una intervista che non avrebbe mai fatto perche' rompeva il ritmo narrativo del film. E cioe' mettere una introduzione a mo' di Guerre Stellari per spiegare un po' per filo e per segno cosa succede.

Inoltre le due versioni del film sono censurate, hanno eliminato 2 scene gore (quella della testa schiacciata da Miria quando attacca l'astronave di Britai) e quella della testa decapitata del pilota dentro Macross durante l'attacco finale.

Pare ci siano tagli minori qua e la'. Il flashback 2012 ha una qualita' da dvd.

Infine pare che il film abbia molte scene "sfuocate". Che cazzo di restauro hanno fatto ? Il film e' su 35mm non su 16 mm.

Che gran presa per il culo, io intanto mi godo la mia "versione" di DYRL dal dvd giapponese HD, convertito in pal progressivo e con l'audio italiano sincronizzato (aihme' preso dalla VHS). Fanculo Bandai, fanculo Kawamori. La malattia Lucas colpisce ancora.

 

E' quasi troppo triste per crederci. ;_;

 

intorno al secondo minuto, quando l'edificio crolla sulla folla.

 

E invece bisogna crederci.

 

Sono affranto.

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

che brutto... cioè l'idea in sè è carina, ma potevano sbattersi un po' di più.

 

Ma cosa vai dicendo ? ??? Sbattersi un po' di piu' ?

E state of the art, venissero fatti con questa qualita' gli anime moderni.

Cristo, ma ti rendi conto che l'industria degli anime farebbe carte false per ricevere i soldi che quelli che hanno fatto queste sequenze in CG hanno ricevuto ?

 

E io farei carte false per avere un remake di Macross con questa qualita'.

Link to comment
Share on other sites

che brutto... cioè l'idea in sè è carina, ma potevano sbattersi un po' di più.

 

Sì, fa veramente schifo. E l'idea faceva schifo, e non potevano sbattersi di più, sempre schifo avrebbe fatto. Lo schifo di quando fai una cosa cosa 'storta' ab inizio. Fa schifo anche se lo rifai con attori umani, perhé è un anime, e lascia che un anime sia un anime. Lascia che ogni cosa sia sé stessa. Certo nell'aridità delle idee è difficile.

 

Cobra: stato dell'arte? Ah, sì, ricordo che chiamarono anche il bidet di Duchamp, ma era un bidet, non era arte (lo sapeva lo stesso Duchamp, poverino). Nei tempi di decadenza si prende la merda e la si chiama arte. Vallo a dire a Piero Manzoni.

Link to comment
Share on other sites

cominciamo a sforzarci di vedere cose che non ci sono? per quel che mi riguada l'idea è carina perchè è solo un EXTRA un po' insolito, trattandosi di un filmato ottenuto unendo dei videoclip usati per un pachinko.

tu la prendi troppo sul serio, al pari di un atto sovversivo nei confronti di un governo. è un EXTRA (segue analisi del termine).

 

che brutto... cioè l'idea in sè è carina, ma potevano sbattersi un po' di più.

 

Ma cosa vai dicendo ? ??? Sbattersi un po' di piu' ?

E state of the art, venissero fatti con questa qualita' gli anime moderni.

Cristo, ma ti rendi conto che l'industria degli anime farebbe carte false per ricevere i soldi che quelli che hanno fatto queste sequenze in CG hanno ricevuto ?

 

E io farei carte false per avere un remake di Macross con questa qualita'.

 

guarda... frontier è fatto meglio e le facce dei personaggi non sono delle inespressive tavole di legno.

Link to comment
Share on other sites

Roger: sarà un extra, ma sempre brutta merda è. Non c'è bisogno di un alibi (è un extra!) per giustificarsi a fare il brutto. Basterebbe non farlo, in assoluto, perché è il brutto, è l'insensato, e tanto basta a togliersi qualsiasi dignità di esistenza. IMHO, eh. :-)

Link to comment
Share on other sites

che brutto... cioè l'idea in sè è carina, ma potevano sbattersi un po' di più.

 

Il problema e' che tutto troppo 'netto' e pulito, i movimenti sono eccessivamente fluidi e la CG e' troppo 'staccata' da sfondi e ambientazione, non so quale budget ci abbia visto qualcuno nel 3d, ma e' anche fin troppo palese che in troppi punti e' un cel shading con contorni evidenziati.

Link to comment
Share on other sites

e fu così che tornammo a parlare dei massimi sistemi e dei canoni assoluti di bellezza secondo shito :sisisi::lolla:

magari, per un giapponese qualsiasi appassionato di macross e/o di pachinko, tutto ciò non costituisce alcuna minaccia, stortura o bruttura di tale livello e pertanto, siccome macross è un'opera giapponese concepita da giapponesi per giapponesi, si dovrebbe avere un approccio culturale differente.

in ogni caso, siccome vogliamo evitare di dover splittare anche questo topic, ci fermiamo prima e continuiamo a filosofecazzeggiare altrove, ok?

 

che brutto... cioè l'idea in sè è carina, ma potevano sbattersi un po' di più.

 

Il problema e' che tutto troppo 'netto' e pulito, i movimenti sono eccessivamente fluidi e la CG e' troppo 'staccata' da sfondi e ambientazione, non so quale budget ci abbia visto qualcuno nel 3d, ma e' anche fin troppo palese che in troppi punti e' un cel shading con contorni evidenziati.

 

appunto... per questo dicevo che potevano sbattersi di più. ma è anche chiaro che non ne vale la pena per dei filmati di un pachinko. non è pensato per essere un ova, un film o una serie tv.

non è la prima volta che tra gli extra di un anime viene inserito un filmato che vuole solo dire "questo anime è talmente popolare che lo abbiamo usato per altro".

Link to comment
Share on other sites

che brutto... cioè l'idea in sè è carina, ma potevano sbattersi un po' di più.

 

Il problema e' che tutto troppo 'netto' e pulito, i movimenti sono eccessivamente fluidi e la CG e' troppo 'staccata' da sfondi e ambientazione, non so quale budget ci abbia visto qualcuno nel 3d, ma e' anche fin troppo palese che in troppi punti e' un cel shading con contorni evidenziati.

 

Concordo :sisi: troppo "colorato pulito" :giggle: e anche un po "plasticoso" IMHO sarebbe stato meglio una rimasterizzazzione dell'originale magari con qualche piccolo ritocco non invasivo per correggere magari qualche scena venuta un po' male

Link to comment
Share on other sites

Uhhm... vediamo un pò stò filmato da pachinko ..... la cg a me non dispiace purchè si limiti agli effetti di luce ( raggi, esplosioni..) e a mezzi "fissi" come aerei e astronavi.

Quando a essere animati sono robot o macchine vagamente antropomorfe, i movimenti sono troppo legnosi, li preferisco fatti da un essere umano, anche se meno dettagliati.

E' innegabile però che abbia una sua dose di spettacolare che alle nuove generazione cresciute all' estetica dei videogame possa piacere.

Il chara design è bruttino, troppo standarizzato e inespressivo, quello di Mikimoto del film , nonostante abbia tra un pò quasi 30 anni , gli dà la birra.

Ma la scena dell' omaccione di colore che vuole rapeizzare Min May da dove salta fuori ?

Link to comment
Share on other sites

La predica di settembre in preparazione, che onore vedere gli inside works!

 

Parliamo di cose degne di venir discusse. Cobra, che cosa ti procura il tuo spacciatore? Perché evidentemente è roba buona. Gundam Seed aveva movimenti meccanici più carini (probabilmente questi non sono stati ricolorati?). Non è un problema di fluidità strictu sensu, anzi, ma proprio di come l'oggetto risulta "in diversa luce".

 

Detto questo paragonando mele alle pere (CG di questo tipo agli anime usuali) come qualità relativa probabilmente batte alcune cose che vanno in tv ancora adesso. Poche, comunque.

 

I personaggi non sono così male, nel senso che saggiamente li fanno muovere poco (curiosamente i movimenti risultano scattosissimi, esattamente il contrario). Però in qualche scena i movimenti sono anche buoni, mi vien quasi il dubbio abbiano lasciato qualcosa direttamente dall'originale.

Link to comment
Share on other sites

Il problema e' che tutto troppo 'netto' e pulito, i movimenti sono eccessivamente fluidi e la CG e' troppo 'staccata' da sfondi e ambientazione, non so quale budget ci abbia visto qualcuno nel 3d, ma e' anche fin troppo palese che in troppi punti e' un cel shading con contorni evidenziati.

 

L'unica cosa sulla quale concordo e' che la CG in questi filmati di Macross e' staccata da sfondi e ambientazioni (e questo si puo' risolvere).

Ma per il resto, cosa state fumando ?

Troppo fluido ? Ma magari fosse questo lo standard del futuro, addio a movimenti scattosi, e panning con animazioni a frame ridotti. Scommetto che siete di quelli che sostengono i film vanno visti rigorosamente a 24 fps perche' da 100 anni si fa cosi. Evoluzione tecnica, 48 o 72 fps, 3d etc... da buttare nella pattumiera technologica. Il mondo va avanti, e l'animazione "disegnata" e' ormai al tramonto che vi piacia o meno.

Certo ce CG e CG. La CG merdosa che si vede in giro e' quasi sempre dovuto a budget ridicoli oppure a scelte "artistiche" che vogliono catturare il feeling dell'animazione tradizionale con tutti i suoi limiti. Ma l'animazione CG fatta come si deve e' un piacere per gli occhi checche' ne pensiate.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Lol, fluidità=fps.

 

Si lol, fammi vedere una animazione fluida con 5 frame/s.

Ce' una certa abitudine (magari inconscia) a vedere nei 24 frame/s lo standard per la fluidita' dei movimenti non solo nel live action ma anche nell'animazione. Ma se fai attenzione quando vai al cinema, vedrai che nei panning, si avverte un piccolissimo effetto scattoso. Raddoppiando a 48 fps l'effetto diminuisce ma e' un dato di fatto che piu' alta e' la risoluzione temporale del video e piu' "fluido" appare il movimento.

Vai con una videocamere e riprendi un auto che passa a 10 fps. Poi riveditelo sulla tv e fai lol lol lol.

 

 

 

Tra parentesi, qui, chi ha detto male della CG? ???

 

Ma lo stai leggendo il topic ?

Link to comment
Share on other sites

Si lol, fammi vedere una animazione fluida con 5 frame/s.

 

Interessante generalizzazione che non ho fatto.

 

Comunque è una stronzata evidente, quella su cui ho riso. Basta vedersi l'animazione anni 30 (!) per accorgersi che la fluidità non c'azzecca nulla con il fps odierno (cioè, non è una relazione univoca).

 

O magari non ce ne si accorge, e vabbè, si fa la figura, permetti, di quello cui chiedi chi ha parlato male della CG in un thread (sua affermazione) e casualmente non lo trova.

Link to comment
Share on other sites

Il problema e' che tutto troppo 'netto' e pulito, i movimenti sono eccessivamente fluidi e la CG e' troppo 'staccata' da sfondi e ambientazione, non so quale budget ci abbia visto qualcuno nel 3d, ma e' anche fin troppo palese che in troppi punti e' un cel shading con contorni evidenziati.

 

L'unica cosa sulla quale concordo e' che la CG in questi filmati di Macross e' staccata da sfondi e ambientazioni (e questo si puo' risolvere).

Ma per il resto, cosa state fumando ?

Troppo fluido ? Ma magari fosse questo lo standard del futuro, addio a movimenti scattosi, e panning con animazioni a frame ridotti. Scommetto che siete di quelli che sostengono i film vanno visti rigorosamente a 24 fps perche' da 100 anni si fa cosi. Evoluzione tecnica, 48 o 72 fps, 3d etc... da buttare nella pattumiera technologica. Il mondo va avanti, e l'animazione "disegnata" e' ormai al tramonto che vi piacia o meno.

Certo ce CG e CG. La CG merdosa che si vede in giro e' quasi sempre dovuto a budget ridicoli oppure a scelte "artistiche" che vogliono catturare il feeling dell'animazione tradizionale con tutti i suoi limiti. Ma l'animazione CG fatta come si deve e' un piacere per gli occhi checche' ne pensiate.

 

Sigh.

 

 

anche se il video fa schifo, fai caso a un dettaglio; quando gli 'omini' scendono a terra c'e' una micro-interruzione di neanche un secondo, e questo si ripete in altre occasioni (con un video decente metterei il minutaggio).

 

Sai a cos'e' dovuto, e perche' in molta animazione 3d di quegli anni, anche negli spot pubblicitari che usavano cg3d c'era (ora difficile)?

 

L'animazione 3d si registrava a frames singoli portati in uscita video da framebuffer a 24 bit, su VTR controllati in seriale rs422; il software su pc (o mac) che registravano un singolo fotogramma su nastro, per poi far tornare indietro il registratore (in pre-roll) e fermarlo al fotogramma successivo, per poi far ripartire la registrazione.

 

Questa si chiama registrazione a step-1, o a passo uno, per ovvi motivi. Hint; si parla di 3/4 Umatic/BVU

 

Ora, cosa poteva succedere?

 

La maggior parte degli studi di animazione, anche con l'avvento del beta/sp che adoperava un tipo di timecoding inciso in una zona della pista video, continuava ad usare il timecoding LTC, ossia longitudinal time code, registrato su una pista AUDIO, aveva un problema, quello appunto che per essere riconosciuto dal lettore di timecode doveva andare ad una certa velocita'; ecco il motivo del tempo di pre-roll per fotogramma, si dveva tornare indietro per far 'sentire' la posta audio con il segnale di sync.

 

Ora.

Questo sistema di andirivieni, ovviamente, moltiplicava all'infinito sia il tempo di registrazione di un filmato (io impostavo 10 secondi di preroll, e non ricordo piu' se era standard), ma, soprattutto, c'erano amplissime possibilita' che il segnale fosse mal interpretato E DURANTE IL PROCESSO, si registrassero due o piu' fotogrammi uguali di seguito.

 

Ecco il motivo delle microinterruzioni che si potevano vedere in quei filmati.

 

Hai quindi realizzato mica per caso che queste cose io le facevo?

 

(magari da qualche parte su internet c'e' una guida che dice anche ste cose, ma visto che uno dei primi sistemi di editing non lineare digitale usciti in Italia l'ho avuto io nel 95/96 e che prima di quegli anni internet non e' che avesse l'estensione di oggi, forse si trova qualcosa da una vecchia cariatide quale me)

 

Ora, IL PIU? GROSSO problema dell'animazione 3d era la FLUIDITA' eccessiva di movimento che faceva rendere lo stesso come 'scivolare' su una parete ghiacciata, senza attrito, senza impedimenti particolari; era proprio di quegli anni ad esempio il software Impact della Dynamic reality, o l'era dei primi plugin particellari quali Sparks della Metrografx, A MANO si introducevano paths non lineari per simulare il jittering degli oggetti.

 

E sai come circa nel '96 si rendeva 'fluido' quel movimento? Semplicemente facendo calcolare i fotogrammi non come frames, ma come fields, usando quindi oltretutto il naturale anti-aliasing del segnale video. In questo modo si ottengono/ottenevano animazioni 'fluide' andando a calcolare quindi sui 50hz; un'animazione resa a 25 fotogrammi pieni e messa in onda secondo il segnale video standard pal e similari, semplicemente, rappresentava una sequenza di fotogrammi in fila, con risultato innaturale.

 

Ecco, io a QUESTO mi sto riferendo; per avere una resa 'naturale' va impostata in un altro modo.

 

Per tutta questa ed altre serie di considerazioni, posso tranquillamente dire che quella che si vede e' appena un pelo al di sopra di un preview di qualita' di un sistema di rendering professionale odierno.

 

Quindi, tutta la menata del 'voi che siete ancorati al passato dell'animazione', etc etc, come dire, tienila per te.

Saranno piu' di 10 anni che non lavoro piu' nel video, ma ti posso assicurare che l'argomento lo conosco bene, perche' quelle cose li' io LE HO FATTE.

 

Bai.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.