Jump to content
Pluschan

Che cosa state leggendo


Recommended Posts

Un topic abbastanza popolare nei giorni di PN. Tanto vale riproporlo.

Per ciò che compete all' Oscuro Ciambellano ho messo le mani su "GB84" di David Peace, Fazi 2006, cronaca nera e paranoica (come piace all' Ellroy di Albione, traghettato in quel di Tokyo) dei 53 gg dello sciopero dei minatori inglesi all' epoca della Lady di Ferro. Bello e feroce.

Syas ;)

Link to post
Share on other sites
  • Replies 781
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Mah, direi di no. Primo esempio in mente: Howl.

Beh, Evangelisti, anche insieme a Masali (vedi sopra altri titoli) ed altri, hanno un po' 'rifondato' il genere fantastico italiano.   Quello che io ed altri contestiamo del 'fenomeno' della Miracol

Poco usato.   Comunque, i libri sono belli, specie perche' variano sia temi sia anche lingua che ne parla; il film fa' un po' torto ai libri per un motivo molto semplice; non per l'adattamento ma pe

Posted Images

La realtà in trasparenza... molto interessante, soprattutto la lettera della casa editrice tedesca che chiede se Tolkien era di pura razza ariana nel 38...

Link to post
Share on other sites

"La pista di sabbia", di Andrea Camilleri. In questi giorni sto sul classico...

 

Per il prossimo titolo sto considerando o un saggio (vorrei leggere qualcosina d'altro di Zygmunt Bauman dopo "Vite di scarto"); sono però molto tentato anche dall'ultimo lavoro di Alessandro Perissinotto.

Link to post
Share on other sites

Probabilmente è in ristampa Sir Elfo.

Il ciclo dell' invasione ha più di un momento che induce sonnolenza. Turtledove tende ad essere un po' macchinoso, in special modo nella caratterizzazione dei personaggi.

Syas :)

Link to post
Share on other sites

9788804457534g.jpg

 

Sarà l'ennesima volta che lo leggo.

Libro non molto recente ma leggibilissimo e godibilissimo. Oltre ai vari argomenti scientifici (sempre esposti in maniera chiara, semplice ed intuitiva) c'è anche una sorta di "racconto" dove si immaginano due fittizzi viaggiatori del tempo che ripercorrono le tappe della storia della vita sulla Terra dalle prime molecole organiche all'Homo sapiens sapiens, in un viaggio della durata di un anno per dare l'idea dei tempi dell'evoluzione (per esempio, i dinosauri compaiono verso dicembre).

Link to post
Share on other sites

Quote

Ok, quanto t'è piaciuta?  :whistle:


Mi è piaciuta da pazzi per due terzi ... il terzo terzo mi ha lasciato un po' di vuoto nelle mani.
Purtroppo ho avuto la sensazione che tutto ciò che era stato costruito con tanta abilità nei primi due libri sia stato per lo più mal gestito nella parte finale.

Ovviamente il discorso è lungo, ma direi che si tratta, sintetizzando, di eccessiva dispersione della storia ... dovuta per lo più al moltiplicarsi dei personaggi ed alla difficoltà, da parte di Pullman, di mettere pathos nella fine dei "cattivi" e della vicenda.

Resta comunque potente nel mio cuore non solo l'intero primo libro, non solo i personaggi fantastici di Lyra e Will, ma soprattutto i due VERI pezzi da novanta della serie: Lee Scoresby (santo subito!) e Iorek (deus ex machina da urlo!). Indimenticabili.  :notworthy:
Link to post
Share on other sites

Quote

Resta comunque potente nel mio cuore non solo l'intero primo libro, non solo i personaggi fantastici di Lyra e Will, ma soprattutto i due VERI pezzi da novanta della serie: Lee Scoresby (santo subito!) e Iorek (deus ex machina da urlo!). Indimenticabili.  :notworthy:

Io adoro Mary, anche. Credo sia il mio personaggio preferito della vicenda, e anche se la sua storia nel terzo volume fino a poco prima della fine sembra completamente disgiunta da quella di Will e Lyra alla fine mi è piaciuto che fosse lei la "portatrice" del terzo strumento (e che se lo fosse fabbricato da sola, per di più).
Link to post
Share on other sites

Quote

Io adoro Mary, anche. Credo sia il mio personaggio preferito della vicenda, e anche se la sua storia nel terzo volume fino a poco prima della fine sembra completamente disgiunta da quella di Will e Lyra alla fine mi è piaciuto che fosse lei la "portatrice" del terzo strumento (e che se lo fosse fabbricato da sola, per di più).


Vero, un bel personaggio (che io continuo a vedere interpretato idealmente da Emma Thompson, anche se non c'entra granché con la sua descrizione! ;D ), che però sparisce per milioni di pagine, ed alla fine ha un ruolo molto più marginale di quello che pensavo, trattandosi del "serpente" della nuova era.

Insomma, credevo fosse folcro di chissà che svilupo per i ragazzi, ed invece la sua funzione è "solo" riferita alla Polvere. Un peccato, secondo me. ;)
Link to post
Share on other sites

Racconti Finlandesi (Kalevala) lo avevo letto da bambino, poi 2 mesi fa l'ho recuperato dalla libreria di mia nonna per portarlo nella casa in campagna e stamattina ne ho letto una buona metà

Link to post
Share on other sites

Quote

Racconti Finlandesi (Kalevala) lo avevo letto da bambino, poi 2 mesi fa l'ho recuperato dalla libreria di mia nonna per portarlo nella casa in campagna e stamattina ne ho letto una buona metà


Buona scelta, IMHO, anche se confesso da parte mia una certa partigianeria verso tutti i poemi epici (non importa da che latitudine e longitudine provengano). Buona rilettura!
Link to post
Share on other sites

Parlando di riletture (in aggiunta a quanto segnalavo) sto intraprendendo il mio ripasso periodico dello Stefano Benni autore di racconti brevi e novelle: attualmente sono a Il Bar sotto il Mare, che ritengo tuttora una delle sue opere più particolari perché gioca con i generi e i modelli (a partire dalla copertina con i personaggi narranti, che se non sbaglio è invariata tra originale e tascabile).

 

Non sempre il gioco riesce al 100%, ma anche i pezzi meno riusciti sono almeno piacevoli; quelli migliori valgono da soli il libro (che troverete facilmente in una biblioteca civica qualsiasi, se volete valutare prima di acquistare).

 

Se però volete un libro di giochi linguistici/stilistici tout court prendete Esercizi di Stile di Queneau nell'adattamento di Eco.

Link to post
Share on other sites

Metodo di lettura consigliato per "Il Bar Sotto il mare".

Ingredienti: gruppo di amici ben affiatatato, svariate bottiglie di Lambrusco (quello buono), misto di salumi e pane.

Preparazione. affettare i salumi ed il pane e disporli a centro tavola.

Aprire le bottiglie di Lambrusco.

Darsi ad una prima parte di bagordi.

Quando il tasso alcolico è sufficientemente alto, estrarre a sorte il nome di uno dei partecipanti.

estrarre a sorte uno dei racconti del libro.

Il prescelto deve leggere (recitandolo con passione, ovviamente) il racconto, senza impappinarsi. Ad ogni errore di lettura, giù un altro bicchiere di Lambrusco.

Finito il racconto, si estrae un altro lettore ed un altro racconto, e così via, ad libitum.

Vince chi arriva alla fine della serata ancora in grado di reggersi in piedi senza l'ausilio del muro portante.

 

(Una delle serate più belle della mia vita, scusate l'OT ma andava raccontata).

 

Io mi sto "ristudiando" il Pendolo di Foucault, di Eco.

Link to post
Share on other sites

Quote

Metodo di lettura consigliato per "Il Bar Sotto il mare".

Ingredienti: gruppo di amici ben affiatatato, svariate bottiglie di Lambrusco (quello buono), misto di salumi e pane.


Ottimo e perfettamente in contesto per gli episodi della saga di Sompazzo, in particolare L'anno del Tempo Matto ed Ettore e Achille. Tuttavia è tranquillamente applicabile a tutto il libro (suggerisco La storia di Pronto Soccorso e Beauty Case). :thumbsup:

Poi, non sono io a dirlo ma è Pennac, la lettura ad alta voce, possibilmente in compagnia, è un piacere da recuperare.
Link to post
Share on other sites

RADIO LIBERA ALBEMUTH di Dick... il suo libro che mi sta piacendo meno, forse perchè in realtà è troppo "prima stesura" della trilogia di valis che ho già letto....

Poi il fatto che lo legga andando e tornando da lavoro non aiuta (che bello da un capolinea all'altro della rossa 45-50 min  >_< )

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.