Jump to content
Pluschan

Recommended Posts

si sta finalmente entrando nella fase seria di rilascio del materiale promozionale di dune in vista del debutto al cinema, previsto per questo dicembre.

https://www.vanityfair.com/hollywood/2020/04/a-first-look-at-timothee-chalamet-in-dune

domani, stando alla rivista del link, arriverà altro.

il moderno adattamento cinematografico, per adesso, è diviso in due film che però non coprono l'intero primo libro. in programma ci sarebbe anche una serie tv prequel che dovrebbe essere trasmessa da HBO ma mi sembra se ne siano perse le tracce...

cosa diranno i fan di lynch?

Link to post
Share on other sites

Beh, i fan di Lynch non credo abbiano molto da dire dato che Dune è stato "rinnegato" pure dal regista americano.

Sicuramente il film degli anni ottanta ha molti aspetti di pregio ma nell'insieme appare non risolto e scorbutico.

 

Su questa nuova trasposizione nutro grande speranza visto che apprezzo Villeneuve fin dagli esordi.

Spero solo che il flop commerciale di Blade runner non si sia tradotto in una sua minore libertà di movimento.

Poi, c'è da ricordare che già in delle sue vecchie interviste parlava che uno dei suoi sogni era dirigere in futuro un adattamento di Dune, quindi direi che il materiale base lo dovrebbe conoscere bene.

Inoltre, sono convinto che il materiale di Herbert si presti molto bene a una trasposizione visiva visto come nei romanzi ci sia poco cura nella scrittura ma amplissimi margini d'immaginazione.

 

Direi che per ora i miei più forti dubbi stanno nel coinvolgimento degli eredi di Herbert (che di solito gli eredi sono una proverbiale zeppa nel culo) e nel riscontro al botteghino di una saga così anomala (soprattutto se si considera il blockbuster moderno).

Infine non mi è ancora chiara la suddivisione dei film. Due film mi sembrano più che sufficienti per coprire il primo romanzo (l'unico che meriterebbe seriamente una trasposizione, a mio avviso).

 

 

Link to post
Share on other sites

in effetti la saga cartacea di dune è piuttosto longeva e corposa; mi sembra che solo la storia principale si sviluppi in otto romanzi dei quali gli ultimi due conclusivi scritti dal figlio dell'autore più un altro autore. non è chiaro cosa si voglia effettivamente trasporre in film oltre appunto le parti dichiarate (con i primi due film si copre circa metà del primo libro); poi c'è lo spin off televisivo, ma deriva da romanzi non scritti dall'autore. fare di dune una saga cinematografica che comprende i suddetti libri forse è aspettarsi troppo...

d'altra parte se si tratta di un progetto sul quale puntano molto non è da escludersi che spuntino altri formati come fumetti, cartoon/anime e videogames per integrare porzioni di storia in modo ufficiale ed in continuità tra di loro. però questo solo il tempo lo dirà...

il villeneuve di BR2049 lo ho apprezzato moltissimo perchè non ha snaturato nè l'immaginario nè lo spirito del film originale, che anzi rispetta pur prendendo una sua direzione. purtroppo quel BR è uscito in un periodo nel quale l'attenzione era rivolta a tutt'altro genere di pellicole; quindi un colosso sci-fi che già si portava l'etichetta di roba cerebrale ed impegnata di quasi tre ore, con quelle caratteristiche narrative, era da considerarsi roba d'altri tempi. se sicario alla fine è solo un buon film con un pizzico di stile, è però con arrival (bellissimo) che il regista ha fatto il botto e si è guadagnato veramente un posto importante. perciò non penso che un film trascurato dal pubblico come lo è stato BR influirà molto... anche se proprio la presenza di due film potrebbe significare che si vuole evitare una durata come quella di BR2049, il cui ritmo pacato potrebbe essere simile in dune. ma in questo caso significherebbe, spero, andare incontro ad un'unica esigenza del pubblico e non che il regista fa tutto in modo diverso da quello che vorrebbe.

basta che dopo questi due film non arrivi JJ a chiudere.

Link to post
Share on other sites

Sulla struttura dei libri ti dico che con la trasposizione del primo avresti già tutto il meglio del mondo di Dune senza il bisogno di andare oltre (se non per pescare alcuni approfondimenti dell’ambientazione sviluppati in seguito).

Se proprio si volesse andare oltre nella trasposizione direi che sarebbero da considerare i primi tre come arco narrativo chiuso per poi vedere come va al botteghino e decidere di conseguenza.
Tra parentesi, il secondo libro è così esiguo e povero che a mio avviso andrebbe sacrificato come antefatto alla trasposizione del terzo libro.

Sui primi due film che dovrebbero coprire la metà del primo libro non so… credo si tratti di un’informazione errata.
Innanzitutto facendo così ci sarebbe davvero troppo poco materiale da sviluppare.
Poi sparirebbero due tra gli elementi più iconici di Dune, ovvero i vermi delle sabbie e i fremen che nella prima metà del romanzo appaiono col contagocce i primi e solo nominati i secondi.
Secondo me il primo film si chiuderà con la fuga da palazzo e seguente incontro con i fremen con in mezzo la bella fuga dal verme nel deserto.
Il secondo film coprirà Paul con i fremen e la guerra finale con l’imperatore e gli Arkonnen.
A mio avviso una divisione del genere sarebbe perfetta.

 

Grande incognita il lato religioso dell'opera... parlare di guerra santa, di prescelti e di jihad non so quanto appeal possa avere su una mega produzione americana.

Vedremo.


Su Villeneuve e il suo  flop di Blade runner io credo che sia pesata l’enorme aspettativa (sopratutto economica) creatasi attorno al seguito del cult di Scott.
Cult che, vale la pena ricordarlo, all’epoca fu anch’esso un fiasco al botteghino.

Poi le tre ore, i tempi rarefatti e la grande classe del film han fatto il resto rendendolo indigesto al pubblico.
Per me Blade runner 2049 è comunque un grande film che paga lo scotto principalmente nell’essere seguito di un’opera che non ne aveva bisogno.
Per me Villeneuve ha fatto la scelta più sensata combattendo non sul piano dell’aura d’opera seminale acquisita dall’illustre predecessore ma mostrando i muscoli di una fattura d’altissimo livello visivo e tecnico.

Riguardo agli altri suoi film io ti consiglio soprattutto Enemy (per me forse il migliore dei suoi) oppure Prisoners che come debutto del nostro nel cinema di genere è un gran bel filmone.
Se invece vuoi sondare i suoi esordi canadesi ti segnalo Polytechnique.
 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

parte due

https://www.vanityfair.com/hollywood/2020/04/behold-dune-an-exclusive-look-at-timothee-chalamet-zendaya-oscar-isaac

i costumi sono spettacolosi. qui cmq si dice che il romanzo sarà diviso in due film, quindi quanto riportato precedentemente è da escludersi.

ah... la pagina fa riferimento ad alcune modifiche presenti nel film rispetto all'originale. tra le varie dichiarate si è optato per metterci un po' di femminismo, cambio di genere e colore della pelle ma tutto con un personaggio.

Link to post
Share on other sites
On 4/13/2020 at 5:15 PM, Wario P.W. said:

Sui primi due film che dovrebbero coprire la metà del primo libro non so… credo si tratti di un’informazione errata.

ma non dovrebbero coprire il primo volume? Così avevo letto (ma dove) almeno

Link to post
Share on other sites

Schrodinger’s cat, io mi riferivo a quanto scritto più sopra da Roger.
Riguardo alla faccenda di quanto copriranno del primo romanzo  con i due film.

Ora, dal link che hai segnalato pare confermata la mia ipotesi.
Due film per il primo libro mi sembrano un’ottima soluzione che permetterà alla pellicola di avere il giusto respiro.

 

Roger, ammetto che in linea di massima non sono molto felice quando si cambia sesso o colore a un personaggio… vedremo.
Di sicuro Dune soffriva un po’ dell’assenza di personaggi femminili attivi soprattutto nella sua prima parte.
Cioè Lady Jessica cresce in seguito fino ad arrivare a essere quasi protagonista di alcune fasi del romanzo ma all’inizio è un po’ relegata in secondo piano.
Quindi mi sa che oggigiorno pure se dovessero adattare Il signore degli anelli dovremmo metterci il cuore in pace e accettare qualche personaggio femminile nella compagnia.
Viviamo in tempi oscuri.:giggle:

Poi, c’è da ricordare che l’ordine delle Bene gesserit è tutto al femminile e praticamente tiene per le palle l’ordine nella galassia di Dune.
Certo, immagino che qualcuno si potrà offendere quando si accennerà che il messia di questo ordine è un maschio (e credo sia dura che questa cosa venga cambiata).

Ti dirò, a parte aumentare la partecipazione femminile nel film io credo che sarà arduo trasporre il Barone Arkonnen dato che nel romanzo è un cattivo mostruoso e chiaramente gay.
Con una predilezione per i bei ragazzini.
In Herbert si notava come questo sua caratteristica fosse messa come segnale di dissoluzione dei costumi, di lascivia e bramosia del vecchio Vladimir e già Lynch l’aveva un bel po’ sedata.
Oggi giorno la vedo impossibile da rendere senza cambiare pesantemente il personaggio letterario e non credo che sarà mantenuta l’attrazione anche fisica che il Barone prova verso Paul.
Vedremo.

Ah, un altro eletto scomodo (oltre la soprammenzionata jihad) che sarà interessante veder sviluppato  è la questione della spezia.
Herbert ha scritto il libro in pieno fulgore della cultura lisergica con mezzo mondo della cultura anglosassone impastoiata di viaggi in India e soggiorni esotici a Tangeri.
Da qui credo che sia nata molta della fortuna originaria del romanzo (oltre che l’interessamento di autori “fumati” come Jodorowski&soci) e oggi non so come potrebbe essere vista in un blockbuster.
Villeneuve in passate dichiarazioni parlava che il suo Dune sarebbe stato un film di fantascienza matura ma si sa che nel mondo del cinema d’alto budget una delle paure maggior è tagliar fuori fette di pubblico per motivi di target.

Link to post
Share on other sites
  • 4 months later...

No, in effetti non è male.

Se proprio vogliamo fargli le pulci, personalmente ho qualche dubbio sul carisma dell'attore che interpreta Paul, ma ovviamente dal trailer non è che si capisca più di tanto.

Applausi a scena aperta per la resa del Verme, invece.

Link to post
Share on other sites

se il film avrà un ritmo ed in certe situazioni delle atmosfere come blade runner 2049 si può dare per scontato che pioveranno lamentele perchè laggente trova noioso quel tipo di stile. inoltre non mi sembra sia stata rivelata la durata del film, quindi a voler pensare "male" anche questo avrà un minutaggio importante e ciò darà un boost alle suddette critiche.

non che me ne freghi qualcosa, visto che ho apprezzato molto i 2 film sci-fi di villeneuve (l'altro è arrival:wub:).

Link to post
Share on other sites

>Eclipse

I see what you did here

ALEJANDRO-JODOROWSKY-BD.jpg

 

6 hours ago, Roger said:

non mi sembra sia stata rivelata la durata del film, quindi a voler pensare "male" anche questo avrà un minutaggio importante e ciò darà un boost alle suddette critiche.

Contando poi che sarà la prima parte di 2 direi che si possono pure attaccare (chi criticherà).

 

Edited by VNM
Link to post
Share on other sites

Per rimanere nello stesso "ambito" fantascientifico, devo dire che mi ha fatto una migliore impressione rispetto al trailer della serie tv di Foundation, almeno come (apparente..) aderenza alla fonte originaria.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Oddio la vedo veramente dura adattare i capitoli successivi... A quel punto preferirei facessero i film di Warhammer 40000

Link to post
Share on other sites
2 hours ago, VNM said:

Tanto chissene della roba del figlio

??? I primi sei libri sono del padre, i seguiti ( che non ho mai letto) del figlio dicendo di avere appunti o simili

Link to post
Share on other sites

Ma da che so io in realtà tutto ciò che segue Dune è più o meno ascrivibile a pattume che venga dalla penna di Frank o da quella del figlio... Si, sto leggendo il primo Dune solo ora.

Link to post
Share on other sites

Mah, io non è che sia tanto d'accordo.

Almeno i primi quattro libri della saga principale (quindi fino a L'imperatore-dio di Dune) non sono affatto male e, per quanto li abbia letti molti anni fa, ne conservo comunque un buon ricordo.

Ricordo anche di aver letto il primo dei Preludi, ma il fatto che non sia andato oltre potrebbe essere indicativo della mia scarsa considerazione sulla qualità dell'operazione.

Ammetto però di provare ancora una discreta curiosità nei confronti sia degli ultimi due volumi di Herbert (che non ho mai letto) sia dei sequel finali (I cacciatori e Sandworms), ma l'idea che dovrei comunque rileggere i primi quattro per me è un bel deterrente, almeno al momento.

Link to post
Share on other sites

beh ma intanto bisognerà vedere come saranno accoltio i due film di dune, che coprono il primo romanzo ed ammesso che il secondo si faccia veramente. il covid ha interrotto una lunga serie di incassi facili e dorati mai visti prima (abbuffate di soldi spesso cmq immeritate e, nell'ultima decade, orientate verso giusto un paio di generi/studi) quindi il futuro è abbastanza incerto.

secondariamente è in lavorazione la sorellOnza, serie tv prequel che andrà su HBO max e le cui riprese dovrebbero partire il prossimo mese salvo i soliti problemi virali.

pensavo anch'io di recuperare il romanzo ma quello che mi ha sempre frenato è che se prevale il completismo diventa una serie di libri troppo lunga che onestamente non so se ho voglia di affrontare.

se uno si ferma appunto al primo libro, che mi sembra di capire essere sempre quello di maggiore interesse ed il resto mancia, può teoricamente chiudere con esso la sua esperienza di dune cartaceo?

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.