Jump to content
Pluschan

Recommended Posts

25 minuti fa, Godai ha scritto:

Comunque dopo questa storia credo ancora di più che il mondo del doppiaggio sia un asilo mariuccia fatto di rancori, odio e ripicche che ogni tanto escono fuori come un sibilo da una pentola a pressione. 

Che vale per qualsiasi ambiente di lavoro direi... anche se vai alla linea di montaggio di un alto forno che fa acciaio in barre

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Replies 2.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Mi appoggio al commento di Bospie per puntualizzare alcuni aspetti di metodo che – a malincuore – continuano a essere sottovalutati, e che di fatto determinano, a mio parere, l'intreccio complesso del

Be', Gualtiero... Non so se non ha avuto modo di leggere il mio precedente intervento, ma quel che più mi dispiace è che – al momento – lei si sta limitando a controbattere a piccole questioni legate 

Salve a tutti e salve @Shito/Gualtiero. Ho seguito la discussione che si è protratta fin qui, cercando - da appassionato di Evangelion quale sono - di comprendere le ragioni che hanno orientato il rec

Posted Images

3 hours ago, veldom said:

A questo punto credo che Shito non mi risponderà mai più sulla LUNA E LA LANA.
E resterò per sempre col dubbio sul perché della morte della povera tartaruga.

Shito, se ci sei a me interessa ancora davvero sapere.

E' che è una spiegazione lunghetta, come sempre è con i costrutti idiomatici. :-/

(ho preso nota della richiesta, comunque)

  • LOL 2
Link to post
Share on other sites
30 minuti fa, Godai ha scritto:

Io credo che metteranno Shito e Mazzotta dentro una stanza e gli diranno "mettetevi d'accordo" quando avete fatto vi facciamo uscire e facciamo i retake.

Ok non proprio così, ma simile.

 

Comunque dopo questa storia credo ancora di più che il mondo del doppiaggio sia un asilo mariuccia fatto di rancori, odio e ripicche che ogni tanto escono fuori come un sibilo da una pentola a pressione. 

mah ne dubito...probabilmente richiamano Mazzotta , gli fanno modificare qualcosa e forse ridoppiare (tanto lui è anche dialoghista...anche se penso che modificare il lavoro di un altro dialoghista possa essere reato)

Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, Godai ha scritto:

Io credo che metteranno Shito e Mazzotta dentro una stanza e gli diranno "mettetevi d'accordo" quando avete fatto vi facciamo uscire e facciamo i retake.

Ok non proprio così, ma simile.

Immagino che la stanza sarà di forma ottagonale.

Comunque dopo questa storia credo ancora di più che il mondo del doppiaggio sia un asilo mariuccia fatto di rancori, odio e ripicche che ogni tanto escono fuori come un sibilo da una pentola a pressione.

Non hai mai visto cosa accade fra scienziati, questa storia è pulviscolo. asd.gif

  • Like 4
Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, bospie ha scritto:

Netflix si dimostra per quello che è: un'azienda che vizia i suoi utenti.

Ed ecco che quindi, di fronte a meme, youtuber, commenti sui social networks, decide di rimuovere il doppiaggio di una serie (che ricordo, qualcuno stava seguendo, magari anche con un certo interesse). Poi, al posto delle scuse, percula chi ci ha lavorato, percula con i meme, con le immagini divertenti, con le citazioni, come per dire "Eccoci, hihihi noi vi vogliamo bene, vi accontentiamo, vi postiamo l'ennesima vignetta che vi fa autocompiacere della vostra (finta) mancanza di vita sociale, dopo che, in preda a una mania iper-consumista avete consumato una serie dietro l'altra per tutto l'anno, senza manco pensarci sù, ma solo per riempire la pancia."

Ecco quindi che Netflix adotta fino in fondo la sua politica di fare da "minimo comune multiplo", tutto va bene, tutto è cool, tutto è di moda, tutto è giusto...almeno quando la maggioranza degli utenti la pensa così.

Prima che mi diate del "pazzo difensore di Cannarsi", voglio rendere chiaro un concetto: c'è modo e modo per gestire le lamentele del pubblico.

Vedremo con questo nuovo doppiaggio cosa ne uscirà fuori e, soprattutto, chi ci lavorerà.

Invece il modo in cui percula Cannarsi da giorni e giorni non conta? Anche ora... riappare per parlare di questioni semiologiche... non farà una piega nemmeno dopo sta cosa lui...
Poi scusa, Cannarsi sono giorni che persegue la sua linea, ovvero, conta solo l'opera (poi conta, per come la stupra non conta manco lei) mentre il pubblico non conta niente, men che meno il committente... e ora il committente fa il suo interesse... mi sembra normale...

  • Like 6
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Sai cosa ho scritto oggi subito dopo il comunicato di Netflix? Che la vittoria maggiore sarebbe se lo stesso Gualtiero fosse costretto a riadattare i dialoghi, riprendendo in parte quelli degli anni '90 e collaborando col direttore del doppiaggio e andando in sala... e mi piacerebbe che venisse un lavoro coi controfiocchi... che adattasse finalmente seguendo qualche suggerimento di noi poveri peccatori, alcuni del settore, altri magari solo con qualche dritta... che capisse dove sbaglia... cavolo tutti sbagliamo, possibile che lui non sbagli? Se ciò accadesse credo che saremmo di fronte a qualcosa di epocale.

Purtroppo non accadrà. Shito fra un po' riposterà un pippone per spiegare la luna e la lana... e di morire non mi va e di cui lui che del quale colui che di chi quale... fine del discorso e allora le perculate da Netflix e da tutti quanti se le cerca...

Edited by keiske
  • Like 5
Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, bospie ha scritto:

Netflix si dimostra per quello che è: un'azienda che vizia i suoi utenti.

Ed ecco che quindi, di fronte a meme, youtuber, commenti sui social networks, decide di rimuovere il doppiaggio di una serie (che ricordo, qualcuno stava seguendo, magari anche con un certo interesse). Poi, al posto delle scuse, percula chi ci ha lavorato, percula con i meme, con le immagini divertenti, con le citazioni, come per dire "Eccoci, hihihi noi vi vogliamo bene, vi accontentiamo, vi postiamo l'ennesima vignetta che vi fa autocompiacere della vostra (finta) mancanza di vita sociale, dopo che, in preda a una mania iper-consumista avete guardato una serie dietro l'altra per tutto l'anno, senza manco pensarci sù, ma solo per riempire la pancia."

Ecco quindi che Netflix adotta fino in fondo la sua politica di fare da "minimo comune multiplo", tutto va bene, tutto è cool, tutto è di moda, tutto è giusto...almeno quando la maggioranza degli utenti la pensa così.

Prima che mi diate del "pazzo difensore di Cannarsi", voglio rendere chiaro un concetto: c'è modo e modo per gestire le lamentele del pubblico.

Vedremo con questo nuovo doppiaggio cosa ne uscirà fuori e, soprattutto, chi ci lavorerà.

Sarà sicuramente come dici tu, qualcuno stava guardando evangelion col doppiaggio italiano e gli è stato tolto dal catalogo senza un minimo di preavviso. Però vai a leggere i commenti su Facebook: non ci troverai queste persone che si lamentano, ma persone che esultano e ringraziano Netflix. 

Non voglio prendere le difese di Netflix, ma arrabbiarsi per il loro atteggiamento perculatorio e i meme, accusandoli di essere poco professionali, secondo me non ha molto senso. È un'azienda e vuole fare soldi, e oggi i soldi si fanno così. Devi essere fresh, devi essere cool (anzi, devi essere "ganzo"), fare i meme e le blastate. Si chiama marketing. Nessuno, a parte i più polli, crede che a Netflix freghi cazzi del pubblico; arrivo a dire che gli frega meno di quanto non freghi a Gualtiero, il che è dire tanto. A Netflix interessano I SOLDI del pubblico. Così come a tutte le big corporations non frega un cazzo dei diritti della comunità LGBT, ma mettono tutti il loghino arcobaleno. Netflix ha visto la pioggia di merda che si è scatenata e hanno valutato che è più conveniente, dal punto di vista sia economico che d'immagine, aggiustare l'adattamento (in che modo lo vedremo). Semplice questione di economia, così come i meme e le prese per il culo

Edited by za1k0
  • Like 2
Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, keiske ha scritto:

Che la vittoria maggiore sarebbe se lo stesso Gualtiero fosse costretto a riadattare i dialoghi, riprendendo in parte quelli degli anni '90 e collaborando col direttore del doppiaggio e andando in sala... e mi piacerebbe che venisse un lavoro coi controfiocchi... che adattasse finalmente seguendo qualche suggerimento di noi poveri peccatori, alcuni del settore, altri magari solo con qualche dritta... che capisse dove sbaglia... cavolo tutti sbagliamo, possibile che lui non sbagli? Se ciò accadesse credo che saremmo di fronte a qualcosa di epocale.

Questo non mi sembra affatto corretto. Se cannarsi è stato bocciato in toto io al posto suo non vorrei né che:
A - il mio nome comparisse ancora come credito nei dialoghi ritoccati.
B - sia io cannarsi a dover fare i cambi perchè ho già consegnato un prodotto fatto e finito.

Va preso uno nuovo e rifatto da zero o quasi. E tranquilli che anche il nuovo creerà polemiche in ogni caso. La più grande vittoria possibile la avremo se le uniche lamentele saranno "eh ma l'originale mi piaceva di più".

Edited by Caledor
Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, za1k0 ha scritto:

qualcuno stava guardando evangelion col doppiaggio italiano e gli è stato tolto dal catalogo senza un minimo di preavviso. Però vai a leggere i commenti su Facebook: non ci troverai queste persone che si lamentano, ma persone che esultano e ringraziano Netflix. 

In realtà qualcuno c'è 

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Caledor ha scritto:

Questo non mi sembra affatto corretto. Se cannarsi è stato bocciato in toto io al posto suo non vorrei né che:
A - il mio nome comparisse ancora come credito nei dialoghi ritoccati.
B - sia io cannarsi a dover fare i cambi perchè ho già consegnato un prodotto fatto e finito.

Va preso uno nuovo e rifatto da zero o quasi. E tranquilli che anche il nuovo creerà polemiche in ogni caso. La più grande vittoria possibile è che le uniche lamentele saranno "eh ma l'originale mi piaceva di più".

Ovviamente dovrebbe volerlo prima di tutto... "obbligato" nel senso che se vuole rifarlo comunque lui dovrebbe seguire certe direttive... e magari farle sue, che magari male non fanno... qua non parliamo di un pittore a cui si chiede di rinunciare al suo stile artistico... si chiede di fare il caspio di lavoro di adattatore non di disadattatore...

1 minuto fa, RyOGo ha scritto:

In realtà qualcuno c'è 

Vero... due o tre li ho visti anche io... una la Consalvi, ma vabbè... poi c'è una ragazzina che dice di essere una Idol Pop... e un paio sul thread dell'associazione che organizza lo scannatoio pubblico a Roma

  • LOL 1
Link to post
Share on other sites
Adesso, RyOGo ha scritto:

In realtà qualcuno c'è 

Sì dai, ci sono ma sono molto pochi rispetto al totale. I commenti con più like sono

Grazie, davvero! Il fatto di aver ammesso l’errore vi fa onore!

Un inchino per voi.
Grazie davvero.

Beh. Avete dimostrato di avere i TESTOCHILI, per fare una mossa del genere. 👏👏

Link to post
Share on other sites

Riporto:

Ciao a tutti, vivo da 12 anni e mezzo in Giappone. Oggi ho provato a dire "chocchi" (il pochitto di Misato) davanti a tutti ed inserirlo in una conversazione comune senza fare premesse sul perche'... riusultato tutti hanno capito perfettamente senza fare alcuna faccia strana, io stupito "Ma capite il significato di chocchi?!", loro "si, vuol dire leggermente meno che un poco!", "ma come fate a capirlo?!", "ultimamente la parola non si usa, ma era molto in voga negli anni '80 e '90".
Con questo detto tutto, a voi i commenti!

 

Quindi pure "pochitto" non ha senso... pochino o pochettino (se proprio si voleva farla parlare un po' strano) andavano benissimo... altro vaneggiamento del Vate

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, keiske ha scritto:

Ovviamente dovrebbe volerlo prima di tutto... "obbligato" nel senso che se vuole rifarlo comunque lui dovrebbe seguire certe direttive... e magari farle sue, che magari male non fanno... qua non parliamo di un pittore a cui si chiede di rinunciare al suo stile artistico... si chiede di fare il caspio di lavoro di adattatore non di disadattatore...

E allora sappiamo già entrambi che finirà con un no secco. E lo spero, perché l'alternativa sarebbe agghiacciante: significherebbe che TUTTO quello che ha detto finora vale ZERO.

Link to post
Share on other sites
Adesso, Caledor ha scritto:

E allora sappiamo già entrambi che finirà con un no secco. E lo spero, perché l'alternativa sarebbe agghiacciante: significherebbe che TUTTO quello che ha detto finora vale ZERO.

Esiste sempre una cosa chiamata "cambiare idea", "evolversi", "guardare le cose da un'altra prospettiva", "lasciare che altri ti contaminino e ti portino a maturare certe convinzioni", "ascoltare gli altri senza pensare che tu stia subendo una doppia penetrazione anale per questo"...

  • Like 1
  • Love 1
Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, keiske ha scritto:

Invece il modo in cui percula Cannarsi da giorni e giorni non conta?

1) In che senso percula Cannarsi? Non mi pare di aver letto o sentito lamentele da parte sua del lavoro dei doppiatori e del direttore di doppiaggio. Anzi, ha affermato più volte che i suoi testi, sicuramente ostici, sono stati male interpretati, poiché appunto i tempi ristretti non hanno consentito un dialogo più costruttivo tra adattatore e direttore del doppiaggio.

2) Cannarsi non è una società, è un individuo.

20 minuti fa, keiske ha scritto:

la vittoria maggiore sarebbe se lo stesso Gualtiero fosse costretto a riadattare i dialoghi

Se costringi qualcuno a lavorare come farebbe un altro, allora quello non è più un suo lavoro. Tanto vale assumere un altro.

 

14 minuti fa, za1k0 ha scritto:

Non voglio prendere le difese di Netflix, ma arrabbiarsi per il loro atteggiamento perculatorio e i meme, accusandoli di essere poco professionali, secondo me non ha molto senso. È un'azienda e vuole fare soldi, e oggi i soldi si fanno così. Devi essere fresh, devi essere cool (anzi, devi essere "ganzo"), fare i meme e le blastate. Si chiama marketing. Nessuno, a parte i più polli, crede che a Netflix freghi cazzi del pubblico; arrivo a dire che gli frega meno di quanto non freghi a Gualtiero, il che è dire tanto. A Netflix interessano I SOLDI del pubblico. Così come a tutte le big corporations non frega un cazzo dei diritti della comunità LGBT, ma mettono tutti il loghino arcobaleno. Netflix ha visto la pioggia di merda che si è scatenata e hanno valutato che è più conveniente, dal punto di vista sia economico che d'immagine, aggiustare l'adattamento (in che modo lo vedremo). Semplice questione di economia, così come i meme e le prese per il culo

Sì, lo so benissimo che un'azienda ha come primo obiettivo il profitto.

Ci sono aziende che raggiungono questo obiettivo in modo etico e aziende che lo raggiungono in modo meno etico.

Edited by bospie
  • Like 5
Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, keiske ha scritto:

Esiste sempre una cosa chiamata "cambiare idea", "evolversi", "guardare le cose da un'altra prospettiva", "lasciare che altri ti contaminino e ti portino a maturare certe convinzioni", "ascoltare gli altri senza pensare che tu stia subendo una doppia penetrazione anale per questo"...

Questo nella normalità.
Ma tu, nell'ultima settimana l'hai visto cercare qualche avvicinamento o l'hai visto difendere a spada tratta tutto il suo lavoro? Perché per ciò che ho visto io tu stai parlando di fantascienza. Questo mi rende molto scettico a una sua seconda partecipazione e molto spaventato in caso accettasse.

Edited by Caledor
Link to post
Share on other sites
Adesso, Caledor ha scritto:

Questo nella normalità.
Ma tu, nell'ultima settimana l'hai visto cercare qualche avvicinamento o l'hai visto difendere a spada tratta tutto il suo lavoro? Perché per ciò che ho visto io tu stai parlando di fantascienza.

Ovvio che parlo di fantascienza... infatti parlavo di "la più grande vittoria sarebbe"... e ci sarebbe anche il lieto fine... Gualtiero che lavora ancora... perchè su FB qualcuno vuole lanciare una colletta per permettergli di aprire un "compro oro" o un "kebabbaro" così non finisce sul lastrico...

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, bospie ha scritto:

Sì, lo so benissimo che un'azienda ha come primo obiettivo il profitto.

Ci sono aziende che raggiungono questo obiettivo in modo etico e aziende che lo raggiungono in modo meno etico.

Infatti.....

Penso anche io che alla fine Netflix abbia cavalcato tutta questa faccenda proprio per ottenere un maggior ritorno economico.
Pur restando dell'opinione che anche Netflix abbia le sue responsabilità riguardo al prodotto finito, non credo che le minacce di disdetta di abbonamento a causa di questo doppiaggio
siano state così numerose da aver determinato questa scelta. Più furbamente, fin dal primo momento in cui si è sollevato il polverone, credo che abbia intravisto la possibilità di una pubblicità gratuita,
perchè ricordiamo che "Non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli”. E se n'è parlato tanto a tutti i livelli, la stessa Netflix ha di suo "sostenuto" la caciara mediatica ( vedi il meme dell'apostolo),
fino alla ciliegina sulla torta dove si erge a paladina degli utenti delusi in modo da ottenere un ritorno mediatico ancora maggiore che servirà sicuramente a coprire i costi per una "sitemazione" del doppiaggio
e che potrebbe pure far aumentare il numero degli abbonati.
Non dico che questo fosse il suo intento fin dall'inizio, tutt'altro. Ma nel momento in cui si è vista nell'occhio del ciclone insieme a Gualtiero è stata furbamente consigliata per convertire una situazione dannosa in una remuneritiva.
Quindi, no, non credo Netflix abbia ascoltato gli utenti, ma ha solo sfruttato una possibilità di guadagno di denari o anche solo di pubblicità gratuita da una situazione per lei appena sgradevole.
La cosa triste è che oggi un azienda, qualunque essa sia, per guadagnare ( perchè ricordiamoci che lo scopo di qualsiasi azienda è quello di guadagnare) deve abbassarsi al livello più basso dei social,
ovvero quello delle offese, della mancanza di rispetto e del dileggio gratuito verso una persona.


 

  • Like 3
  • Thanks 2
Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, bospie ha scritto:

1) In che senso percula Cannarsi? Non mi pare di aver letto o sentito lamentele da parte sua del lavoro dei doppiatori e del direttore di doppiaggio. Anzi, ha affermato più volti che i suoi testi, sicuramente ostici, sono stati male interpretati, poiché appunto i tempi ristretti non hanno consentito un dialogo più costruttivo tra adattatore e direttore del doppiaggio.

A me non interessa niente del pubblico. Il pibblico passa, l'opera resta. Non mi interessa neanche del committente. Io nemmeno ho Netflix, non so neanche come si guarda, non ho visto l'adattamento. Livello di serietà/perculamento?

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, bospie ha scritto:

Sì, lo so benissimo che un'azienda ha come primo obiettivo il profitto.

Ci sono aziende che raggiungono questo obiettivo in modo etico e aziende che lo raggiungono in modo meno etico.

È il furbo che diventa ricco, non l'onesto 🤷🏻‍♂️

Sia chiaro, sono d'accordo sul fatto che il comportamento di Netflix sulla questione sia molto discutibile. Ma che ci vuoi fare? Per quanto mi riguarda non è una cosa così grave, se per te e altri lo è potete disdire il vostro abbonamento, o non abbonarvi nel caso in cui non lo siate già

Quoto tutto quello detto da @Uait

Edited by za1k0
Link to post
Share on other sites
  • ryoga locked this topic
  • ryoga unlocked this topic

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.