Jump to content

Sanver production


RyOGo

Recommended Posts

  • 1 month later...

Boh... a me la notizia non è che generi chissà che reazioni. Mi immagino che i doppiatori troveranno tutti lavoro anche in altri studi come già fanno quindi gli cambierà poco, quanto a tecnici e il resto dello staff immagino pure, non è che ora Mediaset non doppia più eh... facile che al 99% saranno riciclati sotto altro marchio

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...
1 hour ago, Acromio said:

Oh, ma Santuzzo nostro adorato s'è accaparrato i diritti di Mekander? :giggle:

Che culo :lolla:

Titolone proprio... :giggle:

Ma a parte i girellari più malati chi se lo caga? è di una bruttezza aberrante di livello Boiler X e Ginguiser

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Godai ha scritto:

Io mi chiederò sempre come questo qua riesca anche solo ad andare a parlare dai giapponesi.

Basta pagare il giusto, probabilmente. 8) Poi forse un po' dei diritti che ha in campo anime sono dovuti ad acquisti da italiani e non dai produttori originali.

3 ore fa, Acromio ha scritto:

Oh, ma Santuzzo nostro adorato s'è accaparrato i diritti di Mekander? :giggle:

Da anni, direi - ma quando avevo controllato la cosa, all'epoca, mi era sembrato che avesse non la serie ma un film di montaggio italiano che era stato edito da Stormovie negli anni 2000. Magari la situazione si è evoluta, non seguo spesso la Sanver. Di sicuro la serie andava in onda alcuni anni fa sui canali del gruppi Gold TV e quindi era ancora di distributori locali.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Chocozell ha scritto:

Secondo me è tutto illegale. Tanto chi lo controlla?

Beh, l'edizione di Star Blazers mi sembra avesse ottimi patrocinî, tra cui l'Associazione italiana Leiji Matsumoto gestita da Francesco Nicodemo. In quell'edizione piuttosto erano dubbi i diritti sul doppiaggio italiano (mi pare che avessero trovato in archivio dei master buoni e li avessero usati avvisando "se qualcuno ritiene di avere i diritti su queste tracce e non l'abbiamo contattato, si faccia avanti").

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...
Guest Great Starred
Il 17/1/2015 Alle 14:41, mannag'upesc' ha scritto:

Ma questi, fanno tipo archeologia ?

Non ho capito bene nemmeno io.

Ho preso Pepero, non senza difficolta' di reperimento (manco fosse gratis). C'e' una sigla di San che e' inascoltabile. Pero' il doppiaggio mi pare proprio il primo, con tutte le censure, il ragazzo dice una cosa e la scena ne mostra un'altra (basta vedere il primo episodio per capire). 

 

Link to comment
Share on other sites

On 5/21/2020 at 11:54 PM, Godai said:

Io mi chiederò sempre come questo qua riesca anche solo ad andare a parlare dai giapponesi.

Questa sembra una cosa che i miei "odiatori" scriverebbero su di me.

Le visioni di appassionati (come io stesso) sono una cosa, simili speculazioni sono altre – perché il lavoro non è la visione dell'appassionato, meno che meno del fanatico, poi.

Posso comprendere lo sfogo di Nicola Carrassi: non ho vissuto il suo ambiente di lavoro, me ne ho vissuti altri, come come il suo hanno avuto traversie, splendori e fallimenti (mai indolori, quasi sempre con danneggiamento di persone, colleghi, superiori), e se Nicola scrive del suo attaccamento a un ambiente che conosceva così strettamente per poi arrabbiarsi per le speculazioni "alla cieca" di chi non conosce nulla, lo capisco. Il suo stile di scrittura arrabbiata, del tutto paratattico-brachilogico mi piace anche. :-)

Per dire 1: allo stesso modo, ma proprio allo stesso, i miei "odiatori" dicono che io "rubo lo stipendio" (ne avessi mai avuto uno, come libero professionista...), oppure che "mi faccio sottopagare", oppure che "lavoro gratis" e altre cavolate simili. Perché non gli piace il risultato del mio lavoro (quando va bene), e quindi vanno a sublimare la loro frustrazione in questo modo.

Per dire 2: quando da giovane mi indignai per la prima edizione italiana di Mononoke Hime, non è che sia stato anche solo a pensare "ma come fanno a lavorare queste persone", eccetera, anzi non sapevo e non ho cercato neppure i responsabili di quell'edizione. Tanto non avrei comunque potuto sapere il come e il cosa e il perché di quella edizione, non ero lì. Sapevo che per me era tutta sbagliata, e ho pensato "la rifarò, e la farò corretta". E poi guarda un po', è successo.

Quindi davvero, che senso ha anche solo dire "questo qua" di una persona che non si conosce, né personalmente né professionalmente?

Il mondo reale non è fatto dalle nostre "visioni".

(Nota: cose simili le scrivevo già in "difesa" di Alessandra Valeri Manera in una lettera pubblicata su Mangazine, eh).

 

Edited by Shito
Link to comment
Share on other sites

Se parliamo della Sanver, personalmente non mi pare strano che "riesca a parlare con i giapponesi": è pur sempre un'azienda che lavora da oltre un decennio, che pian piano è passata dall'acquisire sublicenze da altri editori italiani all'acquistare direttamente prodotti minori (es. cartoni indiani ecc.) e finalmente ad editare prodotti "importanti" - il "salto di qualità" è stata probabilmente l'edizione di Star Blazers alias La corazzata Yamato nel 2015, per cui si era "fatto presentare" da Nicodemo e dalla sua associazione in contatto diretto con Matsumoto, se non ricordo male?

Mi è sembrato invece strano in passato che vendesse/guadagnasse, visto che si concentrava sul creare una fascia ragazzi sulle TV minori e sul vendere CD di sigle italiane nuove, obiettivi che commercialmente parevano poco sostenibili. Però in questi anni vedo che la Sanver è riuscita a posizionarsi su molti canali (in primis Amazon Prime e Chili) e quindi ha aumentato la visibilità; inoltre il semplice fatto che CD e DVD continuino a uscire fa pensare che un po' di gente li compri... Magari Santo è riuscito davvero a vendere sia agli appassionati/nostalgici sia a qualche ragazzo? :happy:

Se comunque le sue produzioni sono di scarsa qualità, evidentemente c'è un numero sufficiente di persone per cui il lavoro di Santo è in ogni caso originale e degno di sostegno, il che è ottimo. :happy:

9 ore fa, Great Starred ha scritto:

Pero' il doppiaggio mi pare proprio il primo, con tutte le censure, il ragazzo dice una cosa e la scena ne mostra un'altra (basta vedere il primo episodio per capire). 

Sì, le serie "storiche" che porta hanno il doppiaggio tradizionale. Non le chiamerei censure, quanto invenzioni causate da copioni pieni di buchi, come ho già detto in un'altra discussione :sisi:

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.