Jump to content
Pluschan

Che film avete visto oggi?


Recommended Posts

Ieri sera ho visto i Guardiani e, fottendomene altamente dell'embargo imposto e del bon ton, vi comunico quanto segue: il film è agghiacciante.

Paradossalmente l'unica cosa che si salva sono gli effetti speciali. E dico paradossalmente perché sono orribili, visibilmente posticci e spesso anche completamente fuori luogo.

A questo punto potrei soffermarmi sulla sceneggiatura o sui dialoghi... se ci fossero.

Il fatto è che sembra di vedere un raccontino scritto da qualche fanboy tredicenne a cui hanno detto: "Toh, ora puoi scrivere una storia di supereroi. Sei contento?".

E questo, visibilmente cresciuto solo a pessimi videogiochi, ha tirato fuori... nulla, ha tirato fuori il nulla.

La regia è ridicola, con cambi di inquadratura, location e atmosfera senza senso logico. Secondo me il regista s'è suicidato, profesionalmente parlando.

Cosa rimane? Ah, sì: gli attori.

Oddìo.... "attori". Parolona. Basta dire che in una scena una delle protagoniste si china sul corpo esanime di un tizio, gli tasta il collo e fa un'espressione (cioé: cerca di modificare almeno un minimo l'unica espressione che ha per tutto il film) triste e sconfortata, per poi dire: "E' ancora vivo".

L'unica cosa è che almeno le protaginiste son gnocche. Il che è una magrissima considerazione, considerato anche come vanno conciate.

Umorismo di scarsissimo livello, messo lì giusto perché il trend è quello, immancabili e fastidiosissimi richiami patriottici a rendere il tutto ancora più insopportabile.

 

Un gran peccato, davvero.

 

 

 

Ah, ovviamente non sto parlando dei Guardiani della Glassia 2, intendiamoci. Parlo di questa roba qui:

 

https://www.youtube.com/watch?v=FQVGdosiDkE

 

Che, tanto per ridimensionare il tutto, è costato ben 330 milioni.

Di rubli, quindi tipo 5 milioni di dollari.

 

E, scherzi a parte, è una di quelle cose che non sai bene come inquadrare con facilità perché, intendiamoci, brutto è brutto. Ma in qualche distorto modo è ingenuo, quasi puro nella sua dichiarazione d'intenti.

E comunque l'attrice principale, tale Alina Lanina -giuro, si chiama così- è gnocca sul serio.

Ah, ultima cosa: ho visto il film con sottotitoli laidissimi che hanno dato al tutto un tono ancora più surreale, confondendo continuamente -e spesso con effetti esilaranti- i pronomi maschili e quelli femminili, o un colpo di tosse (giuro) con cinque o sei righe di testo.

 

 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 3k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Rivisto dopo anni Le invasioni barbariche di Denys Arcand. Assieme a mio nipote che ha quasi simbolicamente l'età che avevo io quando lo vidi la prima volta. Wow. Dolceamaro, decadente, crepuscol

Visto Stanlio e Olio.  Molto molto bello. Era parecchio che non vedevo un film "del genere". Mi ha emozionato, nonostante conoscessi già la storia e abbia visto diversi documentari riguardo il du

Ho finalmente visto Drag Me to Hell.   Terribile e sublime, condito di nonsense e slapstick ai limiti del plausibile, ma giostrato con una sicurezza ed un senso del mezzo espressivo davvero affasci

Ieri sera ho visto i Guardiani e, fottendomene altamente dell'embargo imposto e del bon ton, vi comunico quanto segue: il film è agghiacciante.

Paradossalmente l'unica cosa che si salva sono gli effetti speciali. E dico paradossalmente perché sono orribili, visibilmente posticci e spesso anche completamente fuori luogo.

A questo punto potrei soffermarmi sulla sceneggiatura o sui dialoghi... se ci fossero.

Il fatto è che sembra di vedere un raccontino scritto da qualche fanboy tredicenne a cui hanno detto: "Toh, ora puoi scrivere una storia di supereroi. Sei contento?".

E questo, visibilmente cresciuto solo a pessimi videogiochi, ha tirato fuori... nulla, ha tirato fuori il nulla.

La regia è ridicola, con cambi di inquadratura, location e atmosfera senza senso logico. Secondo me il regista s'è suicidato, profesionalmente parlando.

Cosa rimane? Ah, sì: gli attori.

Oddìo.... "attori". Parolona. Basta dire che in una scena una delle protagoniste si china sul corpo esanime di un tizio, gli tasta il collo e fa un'espressione (cioé: cerca di modificare almeno un minimo l'unica espressione che ha per tutto il film) triste e sconfortata, per poi dire: "E' ancora vivo".

L'unica cosa è che almeno le protaginiste son gnocche. Il che è una magrissima considerazione, considerato anche come vanno conciate.

Umorismo di scarsissimo livello, messo lì giusto perché il trend è quello, immancabili e fastidiosissimi richiami patriottici a rendere il tutto ancora più insopportabile.

 

Un gran peccato, davvero.

 

 

 

Ah, ovviamente non sto parlando dei Guardiani della Glassia 2, intendiamoci. Parlo di questa roba qui:

 

https://www.youtube.com/watch?v=FQVGdosiDkE

 

Che, tanto per ridimensionare il tutto, è costato ben 330 milioni.

Di rubli, quindi tipo 5 milioni di dollari.

 

E, scherzi a parte, è una di quelle cose che non sai bene come inquadrare con facilità perché, intendiamoci, brutto è brutto. Ma in qualche distorto modo è ingenuo, quasi puro nella sua dichiarazione d'intenti.

E comunque l'attrice principale, tale Alina Lanina -giuro, si chiama così- è gnocca sul serio.

Ah, ultima cosa: ho visto il film con sottotitoli laidissimi che hanno dato al tutto un tono ancora più surreale, confondendo continuamente -e spesso con effetti esilaranti- i pronomi maschili e quelli femminili, o un colpo di tosse (giuro) con cinque o sei righe di testo.

 

 

Giuro che un secondo ho rischiato di famme veni n'attacco cardiaco :3: , non ti pensavo cosi trollone :manganello:  :nono: .

Link to post
Share on other sites

Volevo dire che dopo anni di riflessione, avendolo visto al cinema all'uscita, mi sono infine risolto sul dilemma:

 

"La migliore offerta" (di Tornatore), è un film capolavoro geniale o uno schifo totale insensato?

 

La mia risposta è: la prima opzione.

 

Il tempo che ci ho messo per risolvermi suppongo ne sia ulteriore prova. Nulla di scontato.

Edited by Shito
Link to post
Share on other sites

Volevo dire che dopo anni di riflessione, avendolo visto al cinema all'uscita, mi sono infine risolto sul dilemma:

 

"La migliore offerta" (di Tornatore), è un film capolavoro geniale o uno schifo totale insensato?

 

La mia risposta è: la prima opzione.

 

Il tempo che ci ho messo per risolvermi suppongo ne sia ulteriore prova. Nulla di scontato.

 

E' un film di una trolloneria superba, il finale però m'ha fatto girare così tanto il cazzo che sono rimasto incazzato tutta la serata.

Giuro.

Link to post
Share on other sites

Nel mio caso, ero rimasto interdetto. Poi mi sono reso conto che, molto intelligentemente, il film aveva mostrato gli avvenimenti sempre e solo dalla prospettiva del protagonista, indi aveva messo lo spettatore nei suoi panni. Non credo ci sia una singola scena vista da altra prospettiva che gli occhi del protagonista. Indi, essenzialmente, lo spettatore viene ingannato come il protagonista.

 

Cinematograficamente, credo sia mirabile: non è facile fare un film dove -praticamente- l'io narrante è un personaggio. Per dire, Lolita ha l'io narrante in H.H. -e infatti e un libro- e uno se non ci fa caso NON sia accorge che SOLO H.H. Chiama Dolores come "Lolita", benché lui lo dica esplicitamente nel primo, e dico primo famosissimo, capitolo. Quindi dopo un po' ci si rende conto che tutto quel libro è la visione degli avvenimenti datane da H.H. - ok. Ma un film è diverso: il regista filma tramite l'occhio della telecamera, che tende alla narrazione onnisciente - quindi è dura mettere la sceneggiatura dentro un protagonista come narrante. Uno non può fare un film tutto in soggettiva è con voci pensiero soltanto, no?

 

Quanto al contenuto, chiaramente è affascinante. Aby Warburg, nel suo "Atlante della Storia dell'Arte", un libro fatto per mere immagini invece che testo, parlava della figura della "ninfa", ovvero del movimento come afflato vitalistico, che passa nella storia dell'arte dalle menadi che sbrano Orpheus, alla Salomé che fa decapitare Giovanni Battista, fino alle prostitute (signorine) d'Avignone, e ancora e ancora. Dall'arte classica al rinascimento all'arte francese impressionista. La figura femminile, o meglio la figura della femminilità, come la forza transistatica della nostra specie (Kaji Ryouji concorda, Kyubei annuisce). Warburg finì per impazzarci o quasi, fortuna che era amico di Freud. Altro corrispondente di Freud era Schnitzler, il cui "Racconto Onirico" (Traumnovelle) ci sbatte dinanzi la stessa cosa, sino a farci spalcastrizzare gli occhi (cit.) - davvero ci sono cose che l'uomo non vuole vedere.

 

Così il nostro protagonista, qui. Non vede l'evidente. La sua ossessione per la figura femminile nell'arte è l'ossessione per l'altra, il diverso per antonomasia: l'altro sesso, quello femminile, incocettualizzabile perché non logico, perché caotico. Ed è ovvio che alla fine ne cada del tutto vittima, cada vittima del suo stesso sentimento, che non poteva razionalizzare, come ogni sentimento vero, e avendo sempre allontanato non conosceva neppure.

 

E' davvero un film affascinante sia in forma che contenuto.

Link to post
Share on other sites

Ieri sera ho visto i Guardiani e, fottendomene altamente dell'embargo imposto e del bon ton, vi comunico quanto segue: il film è agghiacciante.

Paradossalmente l'unica cosa che si salva sono gli effetti speciali. E dico paradossalmente perché sono orribili, visibilmente posticci e spesso anche completamente fuori luogo.

A questo punto potrei soffermarmi sulla sceneggiatura o sui dialoghi... se ci fossero.

Il fatto è che sembra di vedere un raccontino scritto da qualche fanboy tredicenne a cui hanno detto: "Toh, ora puoi scrivere una storia di supereroi. Sei contento?".

E questo, visibilmente cresciuto solo a pessimi videogiochi, ha tirato fuori... nulla, ha tirato fuori il nulla.

La regia è ridicola, con cambi di inquadratura, location e atmosfera senza senso logico. Secondo me il regista s'è suicidato, profesionalmente parlando.

Cosa rimane? Ah, sì: gli attori.

Oddìo.... "attori". Parolona. Basta dire che in una scena una delle protagoniste si china sul corpo esanime di un tizio, gli tasta il collo e fa un'espressione (cioé: cerca di modificare almeno un minimo l'unica espressione che ha per tutto il film) triste e sconfortata, per poi dire: "E' ancora vivo".

L'unica cosa è che almeno le protaginiste son gnocche. Il che è una magrissima considerazione, considerato anche come vanno conciate.

Umorismo di scarsissimo livello, messo lì giusto perché il trend è quello, immancabili e fastidiosissimi richiami patriottici a rendere il tutto ancora più insopportabile.

 

Un gran peccato, davvero.

 

 

 

Ah, ovviamente non sto parlando dei Guardiani della Glassia 2, intendiamoci. Parlo di questa roba qui:

 

https://www.youtube.com/watch?v=FQVGdosiDkE

 

Che, tanto per ridimensionare il tutto, è costato ben 330 milioni.

Di rubli, quindi tipo 5 milioni di dollari.

 

E, scherzi a parte, è una di quelle cose che non sai bene come inquadrare con facilità perché, intendiamoci, brutto è brutto. Ma in qualche distorto modo è ingenuo, quasi puro nella sua dichiarazione d'intenti.

E comunque l'attrice principale, tale Alina Lanina -giuro, si chiama così- è gnocca sul serio.

Ah, ultima cosa: ho visto il film con sottotitoli laidissimi che hanno dato al tutto un tono ancora più surreale, confondendo continuamente -e spesso con effetti esilaranti- i pronomi maschili e quelli femminili, o un colpo di tosse (giuro) con cinque o sei righe di testo.

 

 

 

 

Non è vero, è candidato a diventare un capolavoro del trash! :pazzia: :pazzia: :pazzia::porco:

 

Guardians_New_trailer.png

Link to post
Share on other sites

Devo purtroppo comunicarvi che le condizioni mentali degli sceneggiatori e dei dialoghisti di Underworld Blood Wars sono critiche.

Probabilmente compromesse in modo definitivo.

 

A me questa versione poverinas del Wold of Darkness continua a non dispiacere (per quanto i lycan sembrino dei topi troppo cresciuti) anche se ad ogni film diventa sempre di più la battaglia tra i fighetti e gli straccioni (o alternativi se preferite).

Tra l'altro ad ogni film aumenta il livello del maccosa, della violenza e del sangue mostrato (in questo raggiungiamo picchi difficilmente superabili in eventuali seguiti) fattori che permettono di godere tranquillamente del film nonostante a un certo punto sembri un rip off fatto male del Signore degli Anelli (la svolta mistica e la battaglia finale) e la trama non sia come al solito sto granché per quanto ci siano continui rimandi ai film precedenti e una sorta di continuità interna (si scopre infatti che fine han fatto alcuni protagonisti dei vecchi film).

Aggiungo solo che lei continua a rimanere una gran patata altra cosa che giustifica in parte la visione del film (praticamente una versione minore di Milla in Resident Evil)

Link to post
Share on other sites

Ho visto Guardians

 

Devo dire che dalla versione russa degli Avengers m'aspettavo molto peggio.

 

Gli effetti speciali non sono male nonostante il cattivo sembri un misto tra toxic avenger e sloth dei goonies con indosso uno zaino con le bretelle.

 

La storia è abbastanza semplice e lineare e il film è molto sbrigativo nel suo svolgimento (dura anche solo 1 ora e 30) infatti il cattivo compare subito così come i nostri eroi sono reclutati velocemente e partono a combattere subito, il tutto nella prima mezz'ora di film. Dopo la partenza sprint rallenta un poco per dare un minimo di profondità ai personaggi e caratterizzarli (il risultato è che non ce la fa) inserendo pure qualche dramma che non guasta mai, potenziando gli eroi (sì c'è un primo fallimento e poi un powerup come in ogni storia di supereroi che si rispetti) e preparando il setting per la battaglia finale che occupa gli ultimi 30 minuti del film.

 

Peccato che la battaglia finale non sia questo granché così come il modo in cui battono il cattivo (si vede che non avevano più soldi).

 

Finale classicone con la porta aperta ad eventuali seguiti.

 

Alla fine si può riassumere come la versione degli Avengers della Asylum ma fatto meglio.

 

Da segnalare che il Nick Fury russo è molto più figa di Samuel L. Jackson e che l'uomo orso è animato meglio della cosa dei fantastici 4.

Edited by Garet
Link to post
Share on other sites

Visto anche io ieri.

Mantiene alcuni degli elementi apprezzabili già visti con Sherlock Holmes, ma manca completamente del carisma di Downey Jr.

"Estetica da videogame" (se mi passate il termine) un po' troppo insistita e tante cose lasciate in sospeso.

Ok, nelle intenzioni della produzione è il lancio di un brand, ma...

Link to post
Share on other sites

Alura.

 

KING ARTHUR di Guy Ritchie

 

Io non so come parlarne, da qua il dubbio precedente, perche' da un lato mi e' piaciuto parecchio, dall'altro non posso non pensare che sia un film delca'.

 

Diciamo che se lo si prende come quanto dicevo una volta precedente del film di Warcraft, mantiene ogni singola 'promessa' o 'premessa' che dir si voglia, e lo fa sia con stile che con 'potenza' espressiva.
Del resto, parliamo davvero di una delle storie piu' stra-abusate e raccontate esistenti, e che soprattutto si basa su archetipi e stilemi oramai fuori dal mondo attuale.

Il combattimento finale, ad esempio, e' meraviglioso; tondo, cattivo, completo, stiloso (ovvio), 'concludente' (il che non guasta di certo)

 

C'e' anche molta ironia che traspare dalla cifra stilistica di Ritchie, al solito per quanto riguarda il 'come' la storia viene raccontata.

E' in definitiva un film divertente, con tempi strepitosi, scene imbevute di scazzo e di 'virile possanza' e maschia determinazione.

 

Tanto che quando timidamente appare un personaggio di sesso femminile te sei la' che dici: "DONNA, CHE CI FAI TU NEL MIO FILM.".

 

Circa.

 

Tutto questo pero' com'e' evidente, tende a delineare la perfetta forma di un film del cazzo (senza censure del termine)

 

Io pero' ci andrei pure a rivederlo.

 

Perche' e' davvero divertente.

Link to post
Share on other sites

Logan è un film che da un lato ho trovato a suo modo bello, ma dall'altro ho trovato noioso. La figura del guerriero piagato dall'età ma che a suo modo cerca di conservare ancora qualcosa di quello che era è il bello. Il brutto è il classico cliché del burbero a cui viene affidato un bambina, una variante dell'eroe estremamente riluttante che alla fine fa proprio quello che ti aspetti che faccia. Vedendo questo film dopo i Guardiani della Galassia 2 risulta chiara una differenza di stile che va al di là del contenuto umoristico. L'idea di chara development in Logan è

una bambina che prima non parla, poi parla in spagnolo e quasi subito dopo parla in inglese

, il che sembra più una presa per il culo degli spettatori che una scena dotata di un suo tipo di pathos. Questo senza parlare di quando si tira fuori la storia che le leonesse usano le zampe posteriori per proteggere i piccoli (sono più i leoni quelli che stanno lì a proteggere i piccoli), anche se magari veniva da qualche fumetto. Oh, e nell'universo del film vengono pubblicati i fumetti degi X-men. E' una sfortuna che non esistano leggi per proteggere i diritti sulla propria immagine, o Wolverine sarebbe potuto diventare ricco con le royalty.

Link to post
Share on other sites

Un po' e' un peccato; per quanto come dicevo essere un film delca', devo anche dire che e' un film divertente, con una 'sintassi' tutta particolare.

 

E pure con un paio di idee interessanti (tipo cos'e' la roccia in cui si trova Excalibur; o il potere di Excalibur, fateci caso, vi siete mai chiesti che diamine facesse sta spada, oltre ad avere un certo valore simbolico? Qua viene mostrato che fa. E questo fa virare il film verso i Super eroi.)

 

E' pero' appunto anche un personaggio davvero stra-abusato.

 

E forse in quest'incarnazione era molto piu' ad esempio Super, che Eroe.

Link to post
Share on other sites

Non ho visto il film e non mi sono spoilerato nulla, ma cmq Arturo non dovrebbe schiattà alla fine, secondo la tradizione?

Hanno modificato la storia o allungato il brodo per eventuali (e mi pare di capire a 'sto punto improbabili) sequel?

Link to post
Share on other sites

uh, in realta' secondo la leggenda arthur non muore veramente ma viene trasportato su una certa isola, e se dobbiamo prendere per buono (diciamo cosi') il mito classico, in una certa iscrizione si parla di 'rex quondam, rexque futurus'


Ma a parte tutto, questo del film e' appunto davvero l'incipit' della storia.


p.s.

la vedo, la sento, la percepisco nell'aria la precisazione che arriva. C'ho i poteri anch'io.

Link to post
Share on other sites

Beh, in realtà sei tu che hai precisato^^! Che ritornerà Arturo in futuro (LOL) lo ricordavo, anche se non ricordo in effetti se era morto o in "animazione sospesa" (credo forse la cosa cambi da versione in versione -io tengo alla mente soprattutto il vecchio film di Boorman, più varie cose che ho letto) per poi venire trasportato ad Avalon.

Cmq mi hai dato la risposta che volevo: Il film nuovo è l'incipit della storia. Magari se gliela fo lo vedo.

Edited by Den-chan
Link to post
Share on other sites

E' OT ma sembrerebbe che l'attore che fa Artù, sentitosi chiedere in un intervista se, anche in virtù di una certa somiglianza con il personaggio, lui sarebbe mai interessato a fare Green Arrow non si sia detto contrario (pur dichiarando di non conoscere il personaggi e i comics in generale) invitando anzi la Warner Bros (tra l'altro produttrice di King Arthur) a farsi vivi se l'idea di un film su Green Arrow si dovesse concretizzare. Questo ci fa capire quanto l'ipotesi della serie di sei film su King Arthur potrebbe essere solo quella ... un'ipotesi.

Link to post
Share on other sites

E pure con un paio di idee interessanti (tipo cos'e' la roccia in cui si trova Excalibur; o il potere di Excalibur, fateci caso, vi siete mai chiesti che diamine facesse sta spada, oltre ad avere un certo valore simbolico? Qua viene mostrato che fa. E questo fa virare il film verso i Super eroi.)

Da quel che ne so io Excalibur tagliava il ferro, e inoltre era una spada di luce che poteva accecare i nemici. Tra l'altro in certe versioni della storia la spada nella roccia si ruppe in un combattimento, e fu per questo che la Dama del Lago diede Excalibur a re Artù (e difatti re Artù alla sua (non)morte ordinò di restituirgliela). Un'altra cosa che la gente non sa è che Merlino insegnò la magia alla Dama del Lago e alla fine cercò di sedurla con una certa insistenza, ma lei lo intrappolò per sempre in un albero (questa era la vera domanda che tutti dovrebbero porsi, quale fu la fine di mago Merlino).

 

Oh, e originariamente Mordred era il nipote di Artù (figlio di sua sorella). Artù gli affidò la reggenza mentre lui faceva guerra a Roma. Mentre era via Mordred sposò Ginevra, ma quando Ginevra seppe che Artù era tornato scappò preventivamente in un convento per salvarsi dalla sua ira.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.