Jump to content
Pluschan

Recommended Posts

46 minutes ago, Chocozell said:

Ed è appunto quello il senso del messaggio. Fin tanto che siamo all'italiano basilare da Pomeriggio 5(Che in molti casi non è nemmeno italiano) va tutto bene. Già se c'è qualcosa di un po' più arzigogolato (e non mi riferisco a Shito. Basti vedere anche le lamentele rivolte a lavori Dynit, quindi dove Shito non potrebbe nemmeno metter pensier), lamentele a manetta.

Sìsì, ho letto alcune lamentele anche lì. Perdita di sfumature, parti che vanno per la tangente in alcuni punti. Però è anche meno editata degli script eng. Meglio di niente, come si suol dire. E comunque ci si lamenta :asd:

Probabile che hsi letto qualche mio commento :p

Ho impestato un po di video (soprattutto quelli di sabaku) facendo notare errori di traduzione italiani e segnalando quale fosse la versione più fedele (di solito l'italiana) quando sub e doppiaggio divergono troppo.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • Replies 2.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Mi appoggio al commento di Bospie per puntualizzare alcuni aspetti di metodo che – a malincuore – continuano a essere sottovalutati, e che di fatto determinano, a mio parere, l'intreccio complesso del

Be', Gualtiero... Non so se non ha avuto modo di leggere il mio precedente intervento, ma quel che più mi dispiace è che – al momento – lei si sta limitando a controbattere a piccole questioni legate 

Salve a tutti e salve @Shito/Gualtiero. Ho seguito la discussione che si è protratta fin qui, cercando - da appassionato di Evangelion quale sono - di comprendere le ragioni che hanno orientato il rec

Posted Images

53 minutes ago, Anonimo (*lui*) said:

Forse l'adattatrice partiva da un "That's insane!" inglese e ha tradotto troppo letteralmente?

dai sub inglesi:

(all phone lines are currently disabled due to the special state of emergency)

I can't reach her? I shouldn't have come

(guardando la cartolina con la freccia che punta alle tette di misato)

I'll never make it. that's that, then. might as well head to a shelter (shinji qui dice shelta in giapponese).

i sub francesi sono un po' diversi.

la prima frase di shinji diventa un: c'est ratè. je n'aurais pas du venir, en fait.

la seconda: je vais rater notre rendez-vous. tant pis, je vais rejoindre un abri.

nei i sub italiani del 2019 per la prima frase c'è scritto: come faccio a contattarla? non sarei dovuto venire qui.

per la seconda: non ce la farò mai. non ho scelta. devo raggiungere il rifugio.

il senso del discorso è che molto probabilmente per ciascuna lingua delle varie localizzazioni di eva ci sono delle sfumature su un testo di riferimento (giapponese o script ufficiale in altra lingua) che le accomuna.

appunto traduzione e adattamento.
poi un conto è se parliamo di arricchimenti, impoverimenti e sbilanciamenti vari del testo, però in linea con il testo di riferimento (giapponese o script ufficiale in altra lingua), un altro se si tratta dei medesimi ma che trasformano in altro l'appena menzionato testo di riferimento.

è il caso di misato che nel uovo doppiaggio nostrano afferma di parlare con shinji e la comunicazione si interrompe. poichè la battuta arriva dopo l'annuncio generale dell'emergenza, mentre si vede il navigatore della sua auto (ciò implica che lei sta seguendo una precisa direzione, quel tragitto che insomma ovviamente si concluderà con il luogo dell'appuntamento con shinji), fino a qui è una situazione plausibile data l'assenza dell'attacco effettivo della scena (per essere pignoli per davveroh, suppongo che si sarebbe visto lampeggiare un led del telefono in auto in caso di linea telefonica presente - vedasi inquadratura sul sedile della scheda di shinji e telefono -muto&spento- insieme).

se si prendono le due traduzioni straniere riportate sopra, quanto appena scritto resta credibile anche quando si vede shinji al telefono pubblico (fuori dalla stazione; tra l'altro notavo che a differenza che da noi lì non ci sono telefoni sulle banchine) poichè lui afferma che:

in inglese - non la posso raggiungere (la domanda, si capisce dall'avviso telefonico che sta ascoltando direttamente, è retorica quindi va via il punto interrogativo per diventare affermazione; significa che o shinji ha provato a chiamare misato ma non c'era linea oppure che la comunicazione si è interrotta e ci stava parlando)

in francese - è caduta/mancata/persa la linea (shinji stava parlando con qualcuno e poteva essere misato)

in italiano - come faccio a contattarla? (2019)/ è una follia (2020): due cose che non c'entrano con le precedenti a meno che, come per la traduzione in inglese, non si contestualizzi sulla scena che si sta osservando quando un individuo si esprime in questi due modi: esclamazioni di disappunto o fastidio per qualcosa che va ad impedire le proprie azioni. ma queste sono interpretazioni se le traduzioni ing/fra fanno fede e se il faccino di shinji in quel momento significa, volutamente, tanto.

si tenga anche presente che misato, sia in inglese che in francese che in italiano (non sto a riportare tutto o si fa notte), afferma di aver perso le tracce di shinji. è un dettaglio importante perchè per avere traccia di qualcosa ci deve essere una comunicazione di qualche tipo tra i due soggetti. che fosse proprio la telefonata?

cmq quando avviene l'incontro tra i due non c'è un elemento che dia spiegazioni effettive del caso.

quindi, nel caso specifico di questa scena.

è facile dire che non va bene nulla di qualunque traduzione si parli. è anche ridicolo, specie se si recita la parte degli eterni scontenti.

poi ci sono quelli pro/contro tizio o metodo di lavoro che a seconda più del proprio gusto, fiducia e simpatia che del ragionamento escludono aprioristicamente altre possibilità. spero vivamente che, almeno qui, non ci troviamo in questa situazione.

dovrebbe essere altresì scontato che tardurre implica sempre dei compromessi, quindi qualcosa dell'originale si deve per forza lasciare andare (non significa omettere, inventare o stravolgere, sia chiaro).

con un po' di elasticità mentale, quella che basta indipendentemente che si parli di eva, si può anche considerare che esistono diversi modi corretti di tradurre qualcosa; quello che conta su tutto è che il destinatario, sia esso giapponese, italiano, inglese o altro, comprenda lo stesso contenuto e che questo contenuto è quello effettivamente incluso nell'opera che osserva.

fissarsi su un singolo termine è assurdo a meno che non si tratti di fischi per fiaschi.

tutto ciò scritto in buona fede verso tutte le varie traduzioni e chi le ha fatte. e considerando se proprio si vuole prendere in considerazione altre lingue per fare una media e tradurre qualcosa (questa sì che è una mezza follia).

Link to post
Share on other sites

giustamente hanno fatto un doppiaggio che vada incontro alle capacità mentali di chi si è lamentato. Perché chi si è lamentato ha buttato nel calderone molte frasi di uso corrente e questa è la logica conseguenza di tutto ciò.

I dirigenti di Netflix poi non brillano per cura ed attenzione, se caio è male e tizio bene...mettiamo tanto tizio e togliamo tutto il caio. E il mese prossimo se la tendenza dice il contrario ribalteremo tutto.

  • Thanks 2
Link to post
Share on other sites
59 minutes ago, Roger said:

dai sub inglesi:

(all phone lines are currently disabled due to the special state of emergency)

I can't reach her? I shouldn't have come

(guardando la cartolina con la freccia che punta alle tette di misato)

I'll never make it. that's that, then. might as well head to a shelter (shinji qui dice shelta in giapponese).

i sub francesi sono un po' diversi.

la prima frase di shinji diventa un: c'est ratè. je n'aurais pas du venir, en fait.

la seconda: je vais rater notre rendez-vous. tant pis, je vais rejoindre un abri.

nei i sub italiani del 2019 per la prima frase c'è scritto: come faccio a contattarla? non sarei dovuto venire qui.

per la seconda: non ce la farò mai. non ho scelta. devo raggiungere il rifugio.

il senso del discorso è che molto probabilmente per ciascuna lingua delle varie localizzazioni di eva ci sono delle sfumature su un testo di riferimento (giapponese o script ufficiale in altra lingua) che le accomuna.

appunto traduzione e adattamento.
poi un conto è se parliamo di arricchimenti, impoverimenti e sbilanciamenti vari del testo, però in linea con il testo di riferimento (giapponese o script ufficiale in altra lingua), un altro se si tratta dei medesimi ma che trasformano in altro l'appena menzionato testo di riferimento.

è il caso di misato che nel uovo doppiaggio nostrano afferma di parlare con shinji e la comunicazione si interrompe. poichè la battuta arriva dopo l'annuncio generale dell'emergenza, mentre si vede il navigatore della sua auto (ciò implica che lei sta seguendo una precisa direzione, quel tragitto che insomma ovviamente si concluderà con il luogo dell'appuntamento con shinji), fino a qui è una situazione plausibile data l'assenza dell'attacco effettivo della scena (per essere pignoli per davveroh, suppongo che si sarebbe visto lampeggiare un led del telefono in auto in caso di linea telefonica presente - vedasi inquadratura sul sedile della scheda di shinji e telefono -muto&spento- insieme).

se si prendono le due traduzioni straniere riportate sopra, quanto appena scritto resta credibile anche quando si vede shinji al telefono pubblico (fuori dalla stazione; tra l'altro notavo che a differenza che da noi lì non ci sono telefoni sulle banchine) poichè lui afferma che:

in inglese - non la posso raggiungere (la domanda, si capisce dall'avviso telefonico che sta ascoltando direttamente, è retorica quindi va via il punto interrogativo per diventare affermazione; significa che o shinji ha provato a chiamare misato ma non c'era linea oppure che la comunicazione si è interrotta e ci stava parlando)

in francese - è caduta/mancata/persa la linea (shinji stava parlando con qualcuno e poteva essere misato)

in italiano - come faccio a contattarla? (2019)/ è una follia (2020): due cose che non c'entrano con le precedenti a meno che, come per la traduzione in inglese, non si contestualizzi sulla scena che si sta osservando quando un individuo si esprime in questi due modi: esclamazioni di disappunto o fastidio per qualcosa che va ad impedire le proprie azioni. ma queste sono interpretazioni se le traduzioni ing/fra fanno fede e se il faccino di shinji in quel momento significa, volutamente, tanto.

si tenga anche presente che misato, sia in inglese che in francese che in italiano (non sto a riportare tutto o si fa notte), afferma di aver perso le tracce di shinji. è un dettaglio importante perchè per avere traccia di qualcosa ci deve essere una comunicazione di qualche tipo tra i due soggetti. che fosse proprio la telefonata?

cmq quando avviene l'incontro tra i due non c'è un elemento che dia spiegazioni effettive del caso.

quindi, nel caso specifico di questa scena.

è facile dire che non va bene nulla di qualunque traduzione si parli. è anche ridicolo, specie se si recita la parte degli eterni scontenti.

poi ci sono quelli pro/contro tizio o metodo di lavoro che a seconda più del proprio gusto, fiducia e simpatia che del ragionamento escludono aprioristicamente altre possibilità. spero vivamente che, almeno qui, non ci troviamo in questa situazione.

dovrebbe essere altresì scontato che tardurre implica sempre dei compromessi, quindi qualcosa dell'originale si deve per forza lasciare andare (non significa omettere, inventare o stravolgere, sia chiaro).

con un po' di elasticità mentale, quella che basta indipendentemente che si parli di eva, si può anche considerare che esistono diversi modi corretti di tradurre qualcosa; quello che conta su tutto è che il destinatario, sia esso giapponese, italiano, inglese o altro, comprenda lo stesso contenuto e che questo contenuto è quello effettivamente incluso nell'opera che osserva.

fissarsi su un singolo termine è assurdo a meno che non si tratti di fischi per fiaschi.

tutto ciò scritto in buona fede verso tutte le varie traduzioni e chi le ha fatte. e considerando se proprio si vuole prendere in considerazione altre lingue per fare una media e tradurre qualcosa (questa sì che è una mezza follia).

guardando il testo giapponese 
punterei su un "niente da fare. come immaginavo, non sarei dovuto venire. temo che non ci sia modo di incontrarsi. ok, vorrà dire che andrò in un rifugio"



 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Infatti il punto è sempre e solo non aggiungere inventando, per "spiegare" quello che si è deliberatamente deciso presumendolo.

Non si sa a chi abbia provato a telefonare Shinji. Il suo commento di rinuncia non mostra alcun riferimento. Così è, tutto qui. Non c'è bisogno né di pensare, né soprattutto di aggiungere altro.

 

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Secondo me è un avvertimento di Anno. La frase va intesa come "Non guardate questo anime, è tutto fumo". 

È necessario un nuovo doppiaggio che corregga questo errore e inserisca questo adattamento :sisi:

Edited by Chocozell
Link to post
Share on other sites
15 ore fa, Chocozell ha scritto:

Allora era proprio vero che la sommossa dipendeva dalla persona e non dal contenuto effettivo. Che amara delusione

Non li vedrai mai discettare su questo doppiaggio come il tizio della birra fredda che girava su questi lidi. Proprio ieri su AC ho letto un messaggio che diceva più o meno "non mi importa della terminologia basta che le frasi scorrano in italiano e non sembrino uscite da un romanzo storico" . Gli basta che suoni bene. Questi sono. Se pure "il cosidetto fandom" di Eva è stato il primo a combattere per tenere Angeli cosa ti aspetti? Poi c'è la grande maggioranza di massa informe di quelli a cui interessa solo fare copia incolla coi meme e che manco lo ha mai visto Eva. Alla fine le critiche più sensate a quel lavoro le abbiamo fatte qui, dove c'è reale interesse per l'animazione e non ci interessava prendere scalpi o partecipare alle liti del cortile dell'asilo Mariuccia.

  • Like 1
  • Thanks 3
Link to post
Share on other sites
15 hours ago, Shuji said:

Io continuo a sperare che non si facciano piu' doppiaggi e che i sottotitoli siano solo in inglese.

Cosi' mi troverei nella situazione attuale dei JRPG (con qualche eccezione), in cui i sub inglesi tengono distante tutta una serie di gente che e' meglio perdere che trovare, quelle che quando esce una localizzazione inglese di un titolo Falcom scrivono indinniati che no, loro no, loro esigono i testi italiani.

 

Con testi così liberi che devi sperare di sapere abbastanza il giapponese da poterti fare da te la traduzione. Davvero è questo che vuoi? Non che prolifichi un prodotto al meglio ma che rimanga merda per pochi che si segano per essere i pochi a mangiarsela?

Che è come i Ghibli in italiano: sono pensati in origine per i bambini, ma i bambini italiani chiedono ogni minuto "mamma cos'ha detto?" (Sì, sentito con le mie orecchie).

Se è questo essere appassionati, non concordo.

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
13 minutes ago, RyOGo said:

 

Che è come i Ghibli in italiano: sono pensati in origine per i bambini

Non tutti, e soprattutto non nel modo in cui nella nostra cultura odierna si intende "pensato per i bambini". :-)

PS: se un bambino chiede un significato alla mamma è un bene per entrambi. Rotelle in movimento, curiosità intellettuale, atto affettivo educativo nella soddisfazione di quello. Cosa chiedere di più? Ah, sì... un prodotto d'intrattenimento "pensato per SEDARE i bambini". Certo, che stupido che sono, eh?

Edited by Shito
Link to post
Share on other sites
6 minutes ago, Shito said:

Non tutti, e soprattutto non nel modo in cui nella nostra cultura odierna si intende "pensato per i bambini". :-)

PS: se un bambino chiede un significato alla mamma è un bene per entrambi. Rotelle in movimento, curiosità intellettuale, atto affettivo educativo nella soddisfazione di quello. Cosa chiedere di più? Ah, sì... un prodotto d'intrattenimento "pensato per SEDARE i bambini". Certo, che stupido che sono, eh?

Non se il film non è SINTATTICAMENTE in italiano. Il bambino capisce un termine che non conosce dal contesto, come molti di noi hanno imparato tanti vocaboli grazie a Topolino. Ma aggiungere parole ardite dove non sono presenti rende solo difficile la visione, non acculturante (in questo caso mi riferisco a Laputa, che mi son rivisto su Netflix dopo l'esperienza avuta al cinema). Non è diverso dal doppiaggio di Carabelli per i Cavalieri dello Zodiaco, c'è uno stravolgimento dell'opera a danno del pubblico di riferimento. Il tuo lavoro non arricchisce, allontana. Hai privato i bambini di oggi e di domani della magia di Miyazaki e Takahata (gli adolescenti vanno di sottotitoli). Ora complimentatevi tra di voi che preferite un doppiaggio SINTATTICAMENTE non in italiano pur di essere una nicchia. Saluti.

  • Downvote 3
Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
1 hour ago, RyOGo said:

Non se il film non è SINTATTICAMENTE in italiano. Il bambino capisce un termine che non conosce dal contesto, come molti di noi hanno imparato tanti vocaboli grazie a Topolino. Ma aggiungere parole ardite dove non sono presenti rende solo difficile la visione, non acculturante (in questo caso mi riferisco a Laputa, che mi son rivisto su Netflix dopo l'esperienza avuta al cinema). Non è diverso dal doppiaggio di Carabelli per i Cavalieri dello Zodiaco, c'è uno stravolgimento dell'opera a danno del pubblico di riferimento. Il tuo lavoro non arricchisce, allontana. Hai privato i bambini di oggi e di domani della magia di Miyazaki e Takahata (gli adolescenti vanno di sottotitoli). Ora complimentatevi tra di voi che preferite un doppiaggio SINTATTICAMENTE non in italiano pur di essere una nicchia. Saluti.

Al di là del fatto che così come c'è chi chiede c'è anche chi non chiede (io ho fatto vedere Totoro a mia nipote e dopo lo ha voluto rivedere ancora e ancora. Poi basta perché alla terza basta. Idem Howl qualche anno fa alle figlie di un amico che non sapevo come reggere. E non sto dicendo che mia nipote sia più intelligente o colta di altri bambini, eh. Magari  le piacciono solamente le immagini che si muovono. Non travisiamo ad cazzum come piace fare a molti lurker), ma li hai letti i post? Esattamente chi e dove ha detto che preferisce il doppiaggio di Shito su tutti gli altri che lavorano nel settore? A determinati elementi sì, non c'è dubbio. 

Per ora, tutti i commenti che ho letto, sono di persone che hanno le scatole rotte di quelli che vogliono il doppiaggio in elementarese (perché sì, il problema ormai è quello. Vedi le ricerche su Thanos o le accuse di cannarsese a LA forma della Voce, Maquia, Mary il Fiore della Strega, a qualche sub presente su VVVVVVVID ed altro ancora. Lavori dove Shito non ha messo mano o non avrebbe potuto mai mettere nemmeno il pensiero). Per la questione Eva, nello specifico, qui si è detto che

A) il doppiaggio di Shito presentava errori sparsi e in questo topic è nell'altro dedicato trovi varie ed eventuali analisi in merito. 

B) che il nuovo doppiaggio presenta ancora altri errori. È basato su degli script fallati e quello che c'era di buono nel vecchio è stato piallato per riportare tutto allo status quo della girella (con risultati risibili, tipo Berscerc) 

C) che "Il termine non importa, basta che il dialogo sia scorrevole" è tutt'altro che una bella politica per un appassionato di animazione

Ora, se mi fai ben capire il senso del tuo post, ben venga, se ne può discutere come si è sempre fatto. 

Per quanto riguarda Shuji, il suo augurio te lo può spiegare da solo (oppure puoi leggerti i commenti miei e di Thoril e cercare di capire dove voleva andare a parare) 

Edited by Chocozell
  • Like 2
Link to post
Share on other sites
14 minutes ago, Chocozell said:

a qualche sub presente su VVVVVVVID

Su FB, lessi un'accusa di cannarsese ai sub de La grande avventura di Hols, anche se a me non suscitarono nessun effetto negativo. Tra l'altro, sempre in riferimento a quelli, non ho trovato altre critiche simili.

Se mi andrà, lo visionerò una seconda volta.

Inoltre, se dovessi proprio citare un adattamento di Cannarsi stridente per le mie orecchie, risponderei La tomba delle lucciole... ma non tanto per i termini, quanto più per la struttura di certi dialoghi (ho ancora in testa quella frase di Seita, rivolta a Setsuko: «A dire che ti spiace tanto se poi verrai spazzata via dalle bombe non vorrò saperne.»).

E con questo, mi fermo, finché non avrò altro da dire su ciò che tratta effettivamente questa discussione (adattamenti e doppiaggi di Evangelion in Italia).

Link to post
Share on other sites

Si infatti.

C'è un topic globale sullo studio ghibli e forse anche topic dedicati per ciascuna delle opere citate, per cui non ha senso parlarne qui.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
8 minutes ago, andrew said:

La grande avventura di Hols

Se posso consigliarti, ti direi di leggerti tre articoli dal magazine proprio su Hols. Due tradotti da Garion provenienti dalla rivista animage. L'altro è proprio di Shito.

https://magazine.pluschan.com/hols-hilda/

https://magazine.pluschan.com/hols-il-principe-del-sole-era-un-anime/

https://magazine.pluschan.com/il-principe-del-sole-e-fammi-da-fratellino/

 

 

Edited by Chocozell
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
3 hours ago, RyOGo said:

Con testi così liberi che devi sperare di sapere abbastanza il giapponese da poterti fare da te la traduzione. Davvero è questo che vuoi? Non che prolifichi un prodotto al meglio ma che rimanga merda per pochi che si segano per essere i pochi a mangiarsela?

Che è come i Ghibli in italiano: sono pensati in origine per i bambini, ma i bambini italiani chiedono ogni minuto "mamma cos'ha detto?" (Sì, sentito con le mie orecchie).

Se è questo essere appassionati, non concordo.

Ti sembrera' strano ma so discernere la luna e la lana (c)

A parte cio', non e' la prima volta che segnalo 'svarioni' ad esempio ai tipi di XSeeed, e perculo (poche volte, devo dire altri), ma sostanzialmente in realta' per questi sistemi trovo pochi problemi, e le frasi come saprai meglio di me sono di dimensioni molto corpose (ok, a volte skippo anch'io per disperazione dopo quei 30 minuti circa di testi)

Per l'home video, visto il livello tipico di faciloneria e soprattutto di inseguimento del 'migliorare l'originale' (detto concretamente dai piu'), francamente, non mi interessa.

Mi possono concretamente interessare le fisime dell'adattatore di turno che tende a voler 'arricchire' i testi originaRi, facendomi leggere e sentire le Sue frasi e Non quelle dell'autore? Guarda, ben che vada nel doppiato generico italiano per quella sorta di strano 'horror vacui' di alcuni, ci sono interiezioni, mugugni e simil battute inventate perche' se non si copre il labiale anche sul muto, e' una disgrazia.

Mi pare che tu sia con qualche anno alle spalle, ne parliamo di Leda e di quei circa 5 minuti di dialoghi inventati perche' in originale i due personaggi andavano incontro uno l'altro senza manco aprire bocca?

Concretamente nel 2020 oltre che di Coronavirus devo continuare a sentire quella roba che sentivo gia' al liceo di 'tradurre e' tradire'?

Ormai da anni se non decenni, visto che molte serie anime cosi' come la quasi totalita' dei film e telefilm, sono resi in varie lingue direttamente dalle multinazionali direttamente interessate, quando sono interessate alla localizzazione, e i risultati sono altalenanti, stranamente, mi capita di ridere per i testi italiani soltanto.

Uno potrebbe dire 'sei esagerato'

Poi uno apre questo topic.

Che qualcosa sia studiato appositamente per bambini, non significa neanche (ove poi ce ne fosse la prova) per bambini deficienti; Topolino per anni e' stato un'eccellenza della Scuola Disney italiana; credo non ci sia necessita' di ricordarne la caratura. HINT: chiunque creda concretamente che realizzare opere per minori sia scrivere cazzate per deficienti, o testi affatto idioti o comunque banali, non ha la minima idea di cosa stia dicendo.

Io da appassionato mandavo FAX alle case editrici per avere informazioni (basta mettersi in testa di dimostrare 1mllesimo del rispetto debordante che leggo di qua e di la') ho circa (ho rallentato da anni) 2000 vcd/dvd e anche favorito la conoscenza di questo argomento quando ancora si parlava di de visu in fumetteria. perche' si era appassionati di un argomento o di una serie, e non di fantapolitica.

C'e' di peggio.

Potrebbe piovere.

  • Like 4
  • Thanks 2
Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

A parte il sottoscrivibilissimo discorso di Shuji, riguardo l'esempio di Topolino, ricordo la fine ingloriosa di un grandissimo sceneggiatore, Guido Martina,

(autore tra l'altro di Pecos Bill) che scriveva racconti (specie dei paperi) arguti e intelligenti, ma negli anni '80 fu mandato 'in pensione' perché non era abbastanza

politicamente corretto per il livello sempre più infantile delle storie (per andare incontro alle limitate facoltà mentali dei piccirilli, appunto!).

In quel decennio continuò in realtà a scrivere, gli pagarono tutto ma pubblicato praticamente niente.

Ed era stato l'autore di punta del settimanale! Per dire.

Tornando IT, vanno benissimo discussioni con pareri vari come sulla faccenda della luna e della lana, ma diobono, macché incomprensibilità. Da noi siamo stati abituati

trooooppo male... E ci sono 'appassionati' che scrivono articoli, fondano siti vari, e non riescono ad accettare una chiarissima realtà come il fatto che 'Angeli' è sbagliato e stop,

con la stessa mentalità di chi non può accettare, che so, uno Tsubasa invece di un Holly...

E siccome c'è chi li ha, sia pure in maniera scalcinata, accontentati, affermano che questa sia la prova provata del loro aver ragione.

Potrebbe piovere, davvero.

Edited by Den-chan
  • Thanks 2
Link to post
Share on other sites
4 hours ago, andrew said:

Inoltre, se dovessi proprio citare un adattamento di Cannarsi stridente per le mie orecchie, risponderei La tomba delle lucciole... ma non tanto per i termini, quanto più per la struttura di certi dialoghi (ho ancora in testa quella frase di Seita, rivolta a Setsuko: «A dire che ti spiace tanto se poi verrai spazzata via dalle bombe non vorrò saperne.»).

In quella c'è un errore obiettivo di resa di traduzione, purtroppo. Per mia colpa, si intenda. :-(

Era in lista di rifacimento come, versione corretta:

«Dicendo a quel modo, se poi verrai spazzata via dalle bombe non vorrò saperne!»

Ma non so se tu la "preferisca". ^^;

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
12 hours ago, ryoga said:

Si infatti.

C'è un topic globale sullo studio ghibli e forse anche topic dedicati per ciascuna delle opere citate, per cui non ha senso parlarne qui.

questo è il secondo.

non ci sarà un terzo.

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Certo che in Netflix sono stati dei supremi pirla, hanno speso soldi per due doppiaggi quando gli bastava sganciare la grana per avere quello Dynit e non ci sarebbe stato nessun casino

Edited by Alex Halman
Link to post
Share on other sites
33 minutes ago, Alex Halman said:

Certo che in Netflix sono stati dei supremi pirla, hanno speso soldi per due doppiaggi quando gli bastava sganciare la grana per avere quello Dynit e non ci sarebbe stato nessun casino

Secondo me lo vedremo difficilmente. 

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
7 minutes ago, Chocozell said:

Secondo me lo vedremo difficilmente. 

Ormai per forza, si terranno il secondo che hanno fatto, tanto è in italiano scorrevole no? quindi chissene se è tradotto col culo dall'inglese. Stesso discorso di Violetta Maiunagioia, c'è chi loda quel doppiaggio trovandolo bellissimo perché le voci sono belle poi se i dialoghi sono scazzati ogni due per tre (con frasi che cambiano totalmente di significato) fa niente. L'utonto medio italiota marita questo. (fortuna che sia di quello che di Eva fotte sega, anzi, se Eva non uscirà mai in BD tanto meglio così evito di comprarlo per puro collezionismo e risparmio soldi)

Se Shito ha davvero una colpa è che per la sua intransigenza del cazzo (ma chiamiamola pure fanatica pazzia) ora Netflix tornerà al suo solito modo di lavorare a cazzo di cane come appunto gli altri anime che hanno doppiato direttamente come Kakegorui e Fate Apocrypha. Tanto il loro spettatore tipo mica se ne accorge.

Edited by Alex Halman
Link to post
Share on other sites
41 minutes ago, Alex Halman said:

Certo che in Netflix sono stati dei supremi pirla, hanno speso soldi per due doppiaggi quando gli bastava sganciare la grana per avere quello Dynit e non ci sarebbe stato nessun casino

probabilmente era una disposizione dall'alto visto che hanno rifatto anche il doppiaggio inglese

Link to post
Share on other sites
21 minutes ago, genbu77 said:

probabilmente era una disposizione dall'alto visto che hanno rifatto anche il doppiaggio inglese

Disposizione che sarà nata dall'idea che gli costasse meno così, peccato che non sia andato proprio tutto liscio.

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

E' più probabile che mi recrascano i capelli piuttosto che vedere Shtio leggermente più flessibile :lolla:

Io comunque non dicevo su Netflix. Ormai ha dato il suo due volte. Cannando ambedue le volte tra l'altro. Cretino chi sta a questo gioco. Eva poteva essere un ottimo sacrificio per avere una lavorazione migliore. Si doveva insorgere anche a questo giro. Ma ehi, si capisce, no? :lolla: A che serve Eva nell'economia del mondo? A nulla. Utile quanto un anime horror con le pucciole come protagonista...però Misato fa la sua figura :sisi:

 

Edited by Chocozell
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.